AnieneOnLine RSS http://www.anieneonline.com/ Sun, 22 Oct 2017 23:47:55 GMT FeedCreator 1.8.0-dev (info@mypapit.net) Il lungo cammino della genitorialità http://www.anieneonline.com/rubr/psicologia/1201-il-lungo-cammino-della-genitorialita  

donna-incinta

La parola Gravidanza deriva dall’aggettivo latino gravidus, che significa “pesante, carico, pieno” e si riferisce al reale “peso” del feto che la donna incinta porta con sé. Ma i lunghi 9 mesi dell’attesa non rappresentano solo un periodo di trasformazioni fisiologiche del corpo della donna che pian piano cambia adattandosi naturalmente alla crescita del piccolo; è la coppia ad essere in attesa del nascituro e a vivere un momento pieno: di emozioni, di cambiamenti, di ridefinizioni del proprio ruolo, di crescita, di fantasie, aspettative e anche di confusione. È così che il bambino nasce molto prima del giorno del parto, quando i futuri mamma e papà fantasticano e immaginano il figlio che verrà alla luce.

Uomini e donne, però, fanno fantasie molto diverse sul piccolo. La mamma, sul finire del periodo di gestazione, tende a pensare con timore e desiderio al giorno del parto e a costruire un’immagine del piccolo in età neonatale: un piccino da accudire, proteggere e coccolare. L’uomo invece inizialmente fa più fatica a fantasticare il proprio figlio e, quando lo immagina, pensa in modo più concreto ad un bambino già grande (di 4-5 anni), con il quale condivide il gioco, le esperienze e i progetti.
Entrare in una relazione ancora immaginaria con il bambino sembra essere il precursore del divenire genitori; il fatto che ciò accada così diversamente per i due pare indicare in modo chiaro quali diverse e complementari caratteristiche la madre e il padre andranno sviluppando nei loro reciproci ruoli: l’una perlopiù accudirà,e l’altro aiuterà e sosterrà il piccolo nell’esplorazione. I due ruoli non sono fissi e rigidi, ma intercambiabili cosicché a volte la mamma “indosserà i pantaloni” e il papà assumerà atteggiamenti più teneri ed empatici. Così ha inizio il lungo cammino della genitorialità, un processo dinamico, tutto nuovo, meraviglioso e complesso.

 

A cura delle dott.sse Marcella Fazzi e Barbara Vecchioni 
Studio di psicologia Tivoli
www.studiopsicologiativoli.it - Tel.0774.335712

 

]]>
Sun, 21 Jul 2013 12:02:05 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/psicologia/1201-il-lungo-cammino-della-genitorialita
Cancellazione di Villa Adriana dai siti Unesco http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1200-cancellazione-di-villa-adriana-dai-siti-unesco  

villaadriana 02

La Società Tiburtina di Storia e d'Arte, dopo la diffusione di notizie riguardanti la possibile cancellazione dell'area archeologica di Villa Adriana dai siti dell'Unesco, facenti parte del patrimonio mondiale dell'Umanità, esprime, confermando la rigorosa posizione sempre assunta, il proprio incondizionato appoggio a tutte le iniziative volte a scongiurare il provvedimento.
La Società Tiburtina di Storia e d'Arte sottolinea il giudizio ed i propositi espressi dal sottosegretario ai Beni Culturali del governo in carica Ilaria Borletti Buitoni: «L'Italia non può rendersi ridicola davanti alla comunità internazionale, permettendo che una speculazione edilizia privi uno dei siti archeologici più importanti del mondo del prestigioso status di patrimonio dell'Unesco. Il MiBac si è finalmente attivato per dare tutta la documentazione necessaria al Whc [World Heritage Committee dell'Unesco]. Nel contempo bisogna anche pensare allo stato di conservazione del sito che non versa certo in buone condizioni».

 

La Procura di Tivoli ha aperto un’inchiesta sulla lottizzazione “Comprensorio di Ponte Lucano” del costruttore Massimo Mezzaroma vicino a Villa Adriana. Si tratta infatti della “colata di cemento” che rischia di far perdere lo status di patrimonio mondiale dell’Umanità alla celebre villa dell’imperatore Adriano. Il pm Filippo Guerra ha acquisito tutta la documentazione in Comune. I carabinieri del Noe di Roma lo scorso agosto hanno fatto copia delle delibere del consiglio comunale, della convenzione urbanistica e del progetto della Impreme spa di Mezzaroma, ora a disposizione del pubblico ministero. Le palazzine di Mezzaroma violerebbero la
cosiddetta buffer zone, una sorta di zona cuscinetto stabilita con un accordo internazionale tra la Repubblica italiana e l’Unesco per proteggere l’area archeologica. Violazione a causa della quale il monumento potrebbe essere cancellato dall’elenco dei siti patrimonio dell’Unesco. Una figuraccia internazionale che, ora, anche il ministero dei Beni Culturali è intenzionato a scongiurare: “Mi adopererò in tutti i modi” dice il sottosegretario Ilaria Borletti Buitoni, ex presidente del Fai. Oltre all’inchiesta in corso ci sono anche due ricorsi pendenti al Tar promossi da Italia Nostra e un paio di interrogazioni parlamentari presentate da alcuni senatori del Movimento 5 Stelle che stanno organizzando anche un’ispezione nel sito archeologico di Villa Adriana per verificarne lo stato di conservazione.
Borletti Buitoni: “Bisogna chiudere il prima possibile questa storia” Il sottosegretario ai Beni Culturali Borletti Buitoni usa parole chiare: “Mi adopererò in tutti i modi per bloccare questa speculazione. Bisogna assolutamente chiudere il prima possibile questo triste capitolo tutto italiano. Prima che il mio incarico termini, voglio risolvere questa vicenda”. Il World Heritage Committee dell’Unesco, dopo la riunione annuale del giugno 2012, aveva chiesto al governo italiano di “informare il Whc in tempo utile rispetto a qualsiasi progetto di sviluppo pianificato nell’area buffer, includendo anche il progetto di sviluppo edilizio del ‘Comprensorio di Ponte Lucano’”. Il comitato aveva anche stabilito un limite di tempo oltre il quale l’Italia non poteva andare, intimando al nostro Paese “di inviare al Whc entro il 1 febbraio 2014 un report aggiornato sullo stato di conservazione del sito”. Una sorta di cartellino giallo che potrebbe tramutarsi in rosso e che il ministero è intenzionato ad evitare. “L’Italia non può rendersi ridicola davanti alla comunità internazionale, permettendo che una speculazione edilizia privi uno dei siti archeologici più importanti del mondo del prestigioso status di patrimonio dell’Unesco – prosegue il sottosegretario Borletti Buitoni – Il Mibac si è finalmente attivato per dare tutta la documentazione necessaria al Whc entro la data stabilita. Nel contempo bisogna anche pensare allo stato di conservazione del sito che non versa certo in buone condizioni”.
Italia Nostra: “La delibera del Comune ignora l’accordo con l’Unesco” Il primo ricorso di Italia Nostra al Tar è stato presentato nel febbraio del 2012 e contesta il metodo con cui è stata condotta l’intera vicenda, a partire dall’iter burocratico attuato dall’amministrazione comunale. “In sostanza – spiega Luciano Meloni, Italia Nostra Tivoli – chiediamo l’annullamento dell’ultima delibera del 2011, con la quale si approva definitivamente la lottizzazione in questione. Tale atto amministrativo salta a piè pari tutto ciò che è accaduto dal 1993 al 2006, quando una sentenza del Consiglio di Stato ha riconosciuto i diritti pregressi ai costruttori in base però ad un piano presentato nel 1993. Nel frattempo però il piano del 1993 era decaduto poiché erano scaduti i termini di legge e, tra l’altro, la Impreme, subentrata alle ditte precedenti, nel frattempo aveva presentato nel 1998 un nuovo piano di lottizzazione”. Sostanzialmente, secondo i legali di Italia Nostra, il Comune di Tivoli ha riconosciuto alla società di Mezzaroma lo status giuridico del 1993, senza tener conto che ditta e progetto nel frattempo erano cambiati e senza considerare anche gli interventi del governo e della Regione che nel contempo hanno “blindato” l’area con una serie di vincoli. “Nel 1999 – prosegue Meloni – Villa Adriana diventa patrimonio dell’umanità e quindi, in base agli accordi internazionali fra Unesco e Italia, l’intera area viene designata come area buffer. Nel 2001 poi viene applicato un vincolo paesaggistico dal ministero. Nel 2008 infine il nuovo Piano territoriale paesaggistico regionale ribadisce tale vincolo”. Nonostante accordi internazionali e vincoli però nel 2011 viene approvata la delibera che autorizza definitivamente la lottizzazione. Delibera che figura anche nell’elenco dei documenti consegnati dai carabinieri del Noe alla Procura di Tivoli.
L’altro ricorso presentato a luglio dello stesso anno invece punta il dito contro il silenzio della direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici del Lazio. “Il direttore Federica Galloni – afferma Meloni – non ha giustificato come la lottizzazione sia compatibile con gli accordi internazionali stabiliti tra Italia e Unesco, a seguito dell’inserimento del sito di Villa Adriana nell’elenco dei beni considerati patrimonio dell’umanità”.
E nella villa ecco le nuove scoperte: il giardino segreto In attesa che il Tar si pronunci e che l’inchiesta della Procura di Tivoli giunga a conclusione, circa un mese fa nel sito archeologico è stato scoperto il “giardino segreto” dell’imperatore Adriano. Cinque edifici monumentali di rara raffinatezza architettonica progettati da Adriano per offrire percorsi privilegiati con sfondi paesaggistici unici. Il paesaggio, la contemplazione del bello, concetti che l’imperatore romano conosceva bene e che guidavano spesso le sue decisioni. Concetti che l’hanno spinto a costruire uno dei musei a cielo aperto fra i più importanti al mondo.

 

]]>
Sun, 21 Jul 2013 10:21:13 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1200-cancellazione-di-villa-adriana-dai-siti-unesco
Salvati i sedici maiali di San Gregorio http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1199-salvati-i-sedici-maiali-di-san-gregorio pig

Terranomala, Per Animalia Veritas e LAV sono riuscite nel loro intento di salvare la vita a 16 maiali che erano stati allevati in una discarica a San Gregorio da Sassola.

Le tre associazioni sono riuscite a salvare i suini destinati all'abbattimento, ed ora stanno raccogliendo fondi per contribuire al sostegno di questi animali, per aiutare chi si offrirà di adottarli.

]]>
Wed, 17 Jul 2013 17:13:31 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1199-salvati-i-sedici-maiali-di-san-gregorio
Divieto di balneazione a Tivoli Terme http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1198-divieto-di-balneazione-nelle-piscine-alternative-al-complesso-terme-di-roma  terme 01
A seguito dei controlli effettuati sulle acque delle piscine di Bambù, Eden, Parco Tivoli e H2SO, è stato posto il divieto di balneazione agli avventori dei siti che si ponevano, soprattutto in tempi di crisi economica come quello attuale, come valide alternative allo stabilimento termale di Tivoli Terme.Un duro colpo non soltanto per le piscine che durante i fine settimana fanno generalmente registrare il “tutto esaurito”, ma anche per coloro che preferivano avere la possibilità di scegliere dove andare a prendere un po' di sole e farsi il bagno.

I gestori delle piscine dichiarano di aver fatto effettuare di prelievi per l'analisi delle acque e ch questi erano risultati regolari. Adesso si preannuncia un ricorso al TAR, ma finchè questo non sortirà qualche effetto le piscine rimarranno transennate.
L'acqua non sarà chiara e limpida, ma tutto il resto lo è? Come al solito bisognerebbe chiedersi "A chi giova tutto questo?"

]]>
Wed, 17 Jul 2013 16:40:59 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1198-divieto-di-balneazione-nelle-piscine-alternative-al-complesso-terme-di-roma
Il comune di Guidonia in aiuto a rifugiati politici. http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1197-il-comune-di-guidonia-in-aiuto-a-richiedenti-asilo-e-rifugiati esternonewbig
Il comune di Guidonia aderisce al progetto SPRAR - Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati.
L'accoglienza avverrà presso il Fabio Hotel e sarà coordinata dalla cooperativa Domus Caritatis.
Positivi i commenti del Sindaco di Guidonia Eligio Rubeis e del consigliere Marianna De Maio sull'iniziativa.
Anche Vincenzi esprime parere positivo nei confronti di un'iniziativa volta ad aiutare esseri umani fuggiti da paesi governati da dittatori, obbligati a lasciare la propria terra spesso solo per aver tentato di affermare valori di democrazia e libertà.

]]>
Wed, 17 Jul 2013 16:20:05 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1197-il-comune-di-guidonia-in-aiuto-a-richiedenti-asilo-e-rifugiati
Rifiuti, una risorsa http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1196-rifiuti-una-risorsa rifiuti-una-risorsa

Venerdì 19 luglio dalle 9.00 alle 13.00, presso le Scuderie Estensi di Tivoli, inizierà il convegno organizzato dall'associazione culturale "1° Maggio" in collaborazione con "Ulisse": RIFIUTI, UNA RISORSA - La raccolta differenziata come occasione di sviluppo.
Si tratterà dei vari aspetti della gestione dei rifiuti, dai dati statistici al problema delle infiltrazioni mafiose.
Al centro del dibattito la necessità di superare le barriere dell'inefficienza gestionale promuovendo una cultura sana della gestione integrata dei rifiuti, fondata su basi scientifiche e sull'osservazione del contesto territoriale nel pieno rispetto della legalità.
Le associazioni promotrici già dal 2012 hanno avviato un percorso dedicato al tema attraverso la promozione di iniziative di sensibilizzazione nelle scuole, come l'Istituto Comprensivo"V.Pacifici", il Liceo delle Scienze Umane e Liceo Linguistico "Isabella d'Este" e l'Istituto di Formazione Professionale "Rosmini".

]]>
Wed, 17 Jul 2013 16:02:43 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1196-rifiuti-una-risorsa
Fulmini e temporali http://www.anieneonline.com/rubr/sicurezza/1195-fulmini-e-temporali fulmini


I temporali estivi sono per eccellenza dei fenomeni che si sviluppano a seguito di violenti scontri tra masse d'aria calda e fredda provocando disagi e danni incalcolabili. In quest'ultimi pomeriggi stiamo assistendo ad eventi temporaleschi in tutta la penisola, che colgono di sorpresa soprattutto chi ha deciso di passare qualche ora lungo i litorali esponendosi ad un livello di rischio medio/alto.

Oltre all'acqua rovesciata dalle nubi con violenza e senza sosta, provocando frane improvvise e ingrossamento dei fiumi, dobbiamo prestare molta attenzione ai fulmini, i quali devono essere prevenuti ed evitati per quanto possibile.

Abbiamo ritenuto utile raccogliere qualche consiglio per tutti voi.

Consigli:

- Il fulmine è un evento che può essere letale anche a grande distanza, ed è bene calcolarne la distanza che ci separa dalla cella temporalesca, il calcolo è semplice basta moltiplicare i secondi che intercorrono fra lampo e relativo tuono per 330 (la velocità del suono in metri al secondo), ottenendo come risultato la distanza in metri. Per esempio se fra lampo e tuono ci fosse un intervallo di 10 secondi, basta fare 330 x 10 = 3300 metri.

- La spiaggia è uno dei luoghi a maggior rischio poiché il nostro corpo può facilmente essere visto dalla scarica elettrica come un parafulmine e qualora venisse colpito un ombrellone, la scarica potrebbe colpirci indirettamente. Di conseguenza se siete in spiaggia e notate un temporale in avvicinamento è necessario :
– non tuffarsi o uscire immediatamente dall'acqua
– allontanarsi dagli ombrelloni
– allontanarsi dalla spiaggia e ripararsi in auto o in casa

- Evitare gli sport all’aperto che prevedono l'uso di oggetti metallici come la pesca, il golf o il ciclismo.

- Allontanarsi da qualsiasi oggetto appuntito poiché quest'ultimo funge da parafulmine, mezzo che permette facilmente di scaricare a terra la potenza del fulmine.

- Per salvaguardare i nostri elettrodomestici è utile staccare il cavo di alimentazione, in quanto può condurre il fulmine attraverso il cavo per poi "bruciare" l'elettrodomestico.

- Se siete in strada l'auto è uno dei luoghi più sicuri poiché funge da Gabbia di Faraday isolando elettricamente l'ambiente interno. Un’automobile anche se riceve la scarica elettrica, non la propaga al suo interno ma la rilascia al suolo attraverso le ruote. Ovviamente la cosa migliore è evitare il contatto con la carrozzeria interna (ad esempio gli sportelli).

]]>
Wed, 17 Jul 2013 15:30:33 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/sicurezza/1195-fulmini-e-temporali
Uno sportello contro la violenza sulle donne e sui minori http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1194-uno-sportello-contro-la-violenza-sulle-donne-e-sui-minori 945568 380742278709313 1613626866 nAprirà domani 3 Maggio 2013 a Castel Madama una struttura d’ascolto per le vittime di violenza di genere. Si tratta de "La Via Lattea" il progetto di un centro antiviolenza dell'associazione Differenza donna, finanziato dal Dipartimento pari opportunità.

Nasce quindi il primo centro antiviolenza del territorio patrocinato dal Comune di Castel Madama. Lo sportello castellano, che sarà ospitato presso il consultorio familiare di via di Nassirya, ha avuto l'apporvazione dalla giunta ed è stato fortemente voluto dall'assessore alle politiche sociali, Pamela Lolli.

«L’obiettivo è quello di favorire interventi di prevenzione e contrasto alla violenza sulle donne e sui minori. Vogliamo – continua Lolli - potenziare la rete di servizi per prevenire e contrastare il fenomeno. Vogliamo, inoltre, che le persone non siano sole e offrire assistenza specialistica per intraprendere percorsi individuali di uscita dalla condizione di violenza, di autonomia e reinserimento sociale».

Lo sportello sarà aperto una volta a settimana il venerdì mattina. «Siamo riusciti ad aprire questo centro di ascolto – ha concluso l’assessore - grazie anche alla disponibilità del capodistretto della Asl Adalgisa De Arcangelis alla quale non posso che essere grata».

Fonte: Ufficio Stampa Comune di Castel Madama

]]>
Fri, 03 May 2013 08:46:24 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1194-uno-sportello-contro-la-violenza-sulle-donne-e-sui-minori
Tivoli: La scuola dell’infanzia adotta un albero http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1192-tivoli-la-scuola-dell-infanzia-adotta-un-albero albero-scuola-infanzia

I bambini della scuola dell'infanzia di Villa Braschi adottano un albero di olivo. L'iniziativa, promossa dall'assessorato all'Ambiente del Comune di Tivoli, rientra nei progetti di tutela e valorizzazione dell'arredo urbano avviati dall'amministrazione.

"E' davvero importante portare avanti discorsi legati all'educazione ambientale partendo dai più piccoli - ha commentato l'assessore Federico Lazzaro -. L'esempio della scuola dell'infanzia diretta da Loretta Macrì è motivo di soddisfazione per chi crede nella partecipazione delle varie realtà cittadine a lavorare per migliorare, anche con piccoli interventi, la nostra Tivoli. A tal proposito ricordo che è attivo un indirizzo e-mail, aiutaciapuliretivoli@gmailcom, ideato sia per raccogliere segnalazioni sia per ricevere proposte di collaborazione per adottare strade, vicoli, giardini o anche aiuole e vasi".

"La nostra scuola - ha commentato la direttrice Macrì - già da alcuni anni è impegnata in iniziative di solidarietà e di educazione ambientale rivolte alla sensibilizzazione dell'individuo sin della prima infanzia. Partendo dalla propria realtà locale per acquisire nel tempo la consapevolezza di vivere in un mondo più vasto e del ruolo d'ogni individuo come cittadino del mondo. L'iniziativa di richiesta di adozione dell'albero di olivo "dalla strada alla scuola" è uno dei tasselli del nostro percorso".

Nella foto: l'assessore all'Ambiente del Comune di Tivoli Federico Lazzaro con la direttrice della scuola e le insegnanti vicino l'albero "adottato".

 

]]>
Fri, 22 Mar 2013 08:04:40 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1192-tivoli-la-scuola-dell-infanzia-adotta-un-albero
Tivoli: il sindaco Gallotti revoca gli assessori Capobianchi e Fidanza http://www.anieneonline.com/notizie/politica/1191-tivoli-il-sindaco-gallotti-revoca-gli-assessori-capobianchi-e-fidanza gallotti

Il sindaco Sandro Gallotti ha revocato le deleghe di assessore ai Lavori pubblici Marino Capobianchi e di assessore alle Politiche per la famiglia e welfare Alessandra Fidanza. Lo ha comunicato oggi pomeriggio durante la seduta del Consiglio comunale.

"Oggi - ha spiegato il sindaco - in Consiglio comunale si sarebbe dovuto discutere e votare il regolamento per l'applicazione della Tares, un atto di estrema importanza per il futuro dell'Asa, la società partecipata del Comune. Di fronte a questo appuntamento trovo incomprensibile ed offensivo nei confronti della cittadinanza e dei lavoratori dell'Asa stessa che i consiglieri comunali di Alleanza per Tivoli non siano stati presenti in Aula. Un'assenza che grida allo scandalo visto che proprio questo gruppo politico ha espresso il presidente dell'Asa e quindi dovrebbe sentire più di tutti il peso della responsabilità nell'affrontare i problemi che interessano la società.

Un atteggiamento a dir poco irresponsabile da parte di questi consiglieri che hanno dimostrato alla città di non avere la volontà di affrontare e risolvere i problemi della collettività.

Alla luce di quanto accaduto – ha aggiunto il sindaco Gallotti – credo sia stato un atto doveroso procedere con la revoca dei due assessori di riferimento di Alleanza per Tivoli. Questo gruppo politico che dovrebbe sostenere la maggioranza si è dimostrato irresponsabile giocando sulla pelle della società Asa, dei 150 dipendenti che oggi si aspettavano una risposta dall'amministrazione comunale. A loro voglio rivolgermi rassicurandoli del fatto che il sindaco reputa una priorità la salvezza della società partecipata e la tutela dei posti di lavoro. Ogni strategia che potrà essere attuata per risolvere i problemi dell'Asa avrà come primo punto la garanzia del mantenimento dell'attuale livello occupazionale.

L'Asa vive la situazione paradossale di ben 18 milioni di euro che devono essere incassati che però non si riesce ad incassare. Nonostante questi introiti che la renderebbero una società sana sotto ogni aspetto incombe la minaccia dei 9 milioni di euro di debiti accumulati nei confronti della società Ecoitalia che gestisce la discarica dell'Inviolata. E' chiaro che questa situazione non può essere più sostenibile. Ho avuto e sono in programma incontri con i vertici di Ecoitalia per trovare delle intese sul pagamento del debito. Inoltre è in atto una strategia per il recupero dell'evasione.

L'azienda è da salvare – ha concluso il sindaco - e questa amministrazione farà del tutto per salvarla. E' un obbligo morale e un dovere istituzionale lavorare per questo scopo, ma purtroppo oggi è stata data la dimostrazione da parte di un gruppo politico che non tutti hanno questa sensibilità e questo senso di responsabilità a cui continuamente faccio appello in nome del bene comune".

]]>
Sat, 09 Mar 2013 18:19:57 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/politica/1191-tivoli-il-sindaco-gallotti-revoca-gli-assessori-capobianchi-e-fidanza
Sport,benessere e turismo si intrecciano nella seconda edizione dello Sport. http://www.anieneonline.com/notizie/sport/1190-sport-benessere-e-turismo-si-intrecciano-nella-seconda-edizione-dello-sport sport

Dopo il grande successo dell’anno scorso quest’anno ritorna la seconda edizione della Festa dello Sport che si svolgerà nei giorni 15-16-17 e 22-23-24 marzo a Tivoli in Piazza Garibaldi.

Una manifestazione che piacerà a molti, soprattutto ai bambini e ai tanti appassionati di sport che potranno esercitarsi nella propria specialità o in qualsiasi altra disciplina sportiva.
Quest'anno la Festa dello sport si arricchirà di momenti dedicati ai temi salute e sport con molte conferenze che si terranno presso le Scuderie Estensi nei giorni della manifestazione.
Sempre più numerosa la partecipazione delle scuole e delle associazioni sportive e sempre più ricco il programma dove sport, cultura, turismo, salute, benessere, medicina e alimentazione legata allo sport si uniranno in un unico grande evento.
Quest’anno vi saranno rappresentanze, portate da associazioni sportive, scuole e pro loco di cittadine vicine.
L'obiettivo è quello di divertirsi e far divertire in un momento tutto dedicato alla passione comune per lo sport.
Tante le associazioni che vi parteciperanno con un vasto programma di cui maratonine a "bimbi in bici" per poi passare alle arti marziali, alle danze, balli, hip hop, zumpa, spinning, nordic walking, maratonine genitori-figli, salto in alto, salto in lungo, pattinaggio artistico, hokey a rotelle, tiro con l'arco, pallavolo, pallacanestro, palla pugno, scherma e il calcio.

]]>
Mon, 04 Mar 2013 17:07:46 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/sport/1190-sport-benessere-e-turismo-si-intrecciano-nella-seconda-edizione-dello-sport
Tivoli - Acque Albule, rinnovato il Cda: entra Giuseppe Sorbera. http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1189-tivoli-acque-albule-rinnovato-il-cda-entra-giuseppe-sorbera terme 01

Giuseppe Sorbera, Francesco Di Romano e Bartolomeo Terranova sono i membri del rinnovato Cda della Acque Albule Spa. Le nomine sono avvenute questa mattina durante l'assemblea dei soci della partecipata del Comune di Tivoli. Sorbera, ragioniere commercialista, già membro del collegio sindacale della Acque Albule Spa, è di fatto l'unica new entry all'interno del Cda visto che per Di Romano e Terranova si tratta di due conferme.

Sarà proprio il nuovo Cda che giovedì 7 marzo avrà il compito di formalizzare cariche e deleghe e nominare il nuovo presidente della società.

"Questa amministrazione comunale - ha commentato il sindaco di Tivoli Sandro Gallotti - ha tracciato un percorso ben definito per quanto riguarda il futuro della società Acque Albule all'insegna della massima trasparenza e della tutela degli interessi del Comune di Tivoli. Stiamo procedendo sulla strada che porterà alla privatizzazione totale della società. Il Cda ed il presidente che sarà nominato tra pochi giorni avranno il compito di gestire questa delicata ed importante fase che dovrà portare alla pubblicazione del bando europeo per la vendita del pacchetto di azioni possedute dal Comune, ovvero il 60% del totale. E' necessario poter garantire una guida della società dove il Comune torni ad essere il principale punto di riferimento ed arrivare nella massima serenità al passaggio della privatizzazione che potrà significare grandi benefici per la collettività di Tivoli".

]]>
Mon, 04 Mar 2013 16:45:30 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1189-tivoli-acque-albule-rinnovato-il-cda-entra-giuseppe-sorbera
Nasce a Tivoli l'Ecosportello http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1188-nasce-a-tivoli-l-ecosportello biocasa

A Tivoli è stato istituito un punto di informazione per i cittadini che vogliano notizie e approfondimenti su risparmio energetico, installazione di impianti per la produzione di energia rinnovabile fotovoltaica e termica, riciclaggio e riduzione dei rifiuti, risparmio idrico: questa è la mission dell’Ecosportello del Cittadino del Comune di Tivoli.

"L’EcoSportello del Cittadino - ha dichiarato l’assessore all’Ambiente del Comune di Tivoli Federico Lazzaro - ha soprattutto il compito di fornire ai cittadini ed alle imprese una corretta informazione sulle opportunità offerte dalla tecnologia e dalla legislazione attuale per l’impiego, in casa o in azienda, dell’energia solate termica e fotovoltaica. Finanziata dall’assessorato all’Ambiente e Sviluppo sostenibile della Regione Lazio, l’iniziativa, che in via sperimentale avrà durata fino al mese di giugno 2013, conferma la sensibilità dell'amministrazione Gallotti verso i temi dell'ambiente ed in particolare delle energie rinnovabili".

"Parlare di risparmio energetico e fonti rinnovabili oggi significa aprire la strada verso opportunità di sviluppo sostenibile che possono essere alla portata non solo delle aziende ma anche di famiglie - ha dichiarato il sindaco Sandro Gallotti -. Obiettivi importanti che devono segnare l'attività dell'amministrazione a sostegno dell'ambiente, dell'economia ed anche dell'occupazione".

Gestito dall'associazione Terraverde onlus, l’EcoSportello ha il compito di garantire una corretta informazione ambientale, promuovere e diffondere esperienze e comportamenti eco-compatibili, far conoscere le opportunità offerte delle Energie rinnovabili, in un periodo in cui si rende sempre più necessario promuovere forme di energia pulita e sostenibile come il solare fotovoltaico, sostenendo così le imprese del territorio che sempre di più colgono le opportunità offerte da un settore in grande espansione.

Lo Sportello è situato al piano primo delle Scuderie Estensi in vicolo Barchetto, ed è aperto il lunedì dalle 10 alle 14, il martedì e giovedì dalle 14 alle 18.

Il telefono è 0774 453.563 fax 0774 453.589 ; mail ecosportello@comune.tivoli.rm.it.

E’ inoltre attivo anche un sito internet dedicato al progetto, consultabile all’indirizzo www.ecosportellotivoli.org

]]>
Tue, 19 Feb 2013 07:42:25 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1188-nasce-a-tivoli-l-ecosportello
Domani la presentazione del progetto dedicato a giovani diversamente abili e ragazzi stranieri http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1187-presentazione-tivoli-inabilarte magico-mondo-dei-bambiniPrende il via il progetto "TivolInAbilArte", una serie di laboratori che coinvolgeranno giovani diversamente abili e ragazzi di origine straniera con l'obiettivo di favorire processi di socializzazione e condivisione attraverso percorsi di espressione creativa sull’identità tiburtina.

Domani, giovedì 14 febbraio alle ore 9,30 presso le Scuderie Estensi, appuntamento con il convegno di presentazione del progetto che vede capofila l'amministrazione comunale di Tivoli con l'assessorato alle Politiche per la Famiglia e Welfare.

Entro il mese di febbraio saranno attivati cinque laboratori artistici gratuiti destinati ai ragazzi, di età compresa tra i 15 e i 25 anni, che riguarderanno scrittura creativa, teatro, ceramica, disegno e pittura, arti visive e comunicazione multimediale. All'interno dei laboratori i giovani lavoreranno insieme per condividere, raccontare e comunicare il loro modo di vedere e sentire la storia e la cultura di Tivoli. I risultati di queste esperienze saranno poi presentati in eventi dedicati e in occasioni organizzate durante l’anno presso i luoghi e gli scenari più rappresentativi di Tivoli, oltre che, sul sito dedicato all’iniziativa www.tivolinabilarte.it.

I laboratori di "TivolInAbilArte" vengono portati avanti in collaborazione con l'Associazione nazionale comuni italiani, “Form.Azione”, l'università degli Studi "Guglielmo Marconi", il liceo delle Scienze umane e Linguistico “Isabella d’Este”, l’istituto superiore via Tiburto 44 sede associata Liceo artistico e Liceo classico, l’associazione Famiglie di Angeli Onlus e il Centro d’Integrazione Sociale Onlus.

 

]]>
Thu, 14 Feb 2013 15:06:10 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1187-presentazione-tivoli-inabilarte
Al teatro Giuseppetti va in scena “Vetrina della Danza” http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1185-al-teatro-giuseppetti-va-in-scena-vetrina-della-danza BdS OnceUponAtime2

Sabato 16 febbraio sul palcoscenico del Teatro Giuseppetti di Tivoli, si svolgerà la diciottesima edizione 2013 della storica rassegna Vetrina della Danza, organizzata dalla dinamica associazione Centro Promozione Danza.

Patrocinata dalla Regione Lazio, dalla Provincia di Roma, dal Comune di Tivoli e dal Comune di Marcellina, alla manifestazione partecipano diverse scuole di danza che esporranno la loro produzione coreutica nei diversi generi e tecniche di danza. Anche quest’anno sarà ospite la compagnia Il Balletto di Spoleto diretta da Marco Schiavoni e Caterina Genta che presenterà stralci della coreografia Sette coreografi per il Balletto di Spoleto.

Nel corso della rassegna i componenti della Giuria del Premio Anita Bucchi selezioneranno una scuola alla quale sarà assegnato il prestigioso riconoscimento, insieme alle altre scuole selezionate in altri contesti, nel corso della serata finale del Premio Anita Bucchi per le scuole che si terrà nello stesso Teatro Giuseppetti l’indomani domenica 17 febbraio alle ore 18,00.

Dalla collaborazione tra Centro Promozione Danza che organizza Vetrina della Danza e Teatro Tesi, organizzatore del Premio Anita Bucchi, nasce una originale e innovativa iniziativa: un Open Day che si terrà domenica 17 febbraio dalle ore 9,30 fino alle 15,45 nella sede del Centro Promozione Danza in Via della Stazione (S.P. 30a), 95 a Marcellina. Si tratta di una maratona di 10 lezioni di diversi generi e tecniche di danza che i maestri della Giuria del Premio Anita Bucchi terranno nelle due sale del Centro Promozione Danza. All’Open Day potranno partecipare allievi ed insegnanti delle scuole di danza versando una quota simbolica di soli 10 euro (solo per gli allievi - non dovuta dagli insegnanti), che consentirà di partecipare a tutte le lezioni che riusciranno a seguire e che contribuirà ad autofinanziare gli eventi organizzati.

Alcune lezioni saranno tenute da coreografi che partecipano agli eventi organizzati e una lezione sarà tenuta dall’insegnante della scuola che sarà selezionata per il Premio Anita Bucchi a Vetrina della Danza nello spettacolo di sabato 16 al Giuseppetti.

Nel corso dell’Open Day i maestri della Giuria del Premio, osserveranno allievi e insegnanti delle scuole di danza particolarmente dotati che potranno essere segnalati per future attività di carattere professionale.
La giuria della corrente edizione del Premio Anita Bucchi è composta da: Lia Calizza; Paola Catalani; Guido Pistoni; Luciano Cannito; Franco Miseria; Paolo Pesce; Mimmo del Prete.

Le importanti novità della 18a edizione faranno di Vetrina della Danza uno spettacolo da non perdere, occasione unica per vedere su un unico palcoscenico importanti artisti nazionali e internazionali con il meglio della produzione delle scuole di danza.


Per info e contatti:

• Oscar Bonavena (organizzatore) tel. 333 7652003 info@vetrinadelladanza.it www.vetrinadelladanza.it

• Centro Promozione Danza tel. 0774 425883 info@cpdanza.it www.cpdanza.it

• Associazione Teatro Tesi tel. 068845975 - 331/2326360 info@teatrotesi.it www.teatrotesi.it

]]>
Mon, 11 Feb 2013 22:08:43 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1185-al-teatro-giuseppetti-va-in-scena-vetrina-della-danza
Spettacolo teatrale al Giuseppetti di Tivoli http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1184-spettacolo-teatrale-al-giuseppetti-di-tivoli il-tempo-e-l-ombra

L'Associazione Culturale La Nave dei Folli presentera lo spettacolo teatrale Il Tempo e l'Ombra che si terra alle 21,00 del dodici febbraio presso il Teatro Giuseppetti, in Via Inversata. L'associazione è composta da una compagnia di attori provenienti da diverse esperienze teatrali, che hanno deciso, dopo tanto vagabondare, di costituire un gruppo dove poter mostrare l'esperienza accumulata nel corso degli anni.

Un lavoro particolare, come afferma il regista, che si potrebbe definire un noir, senza connotazioni di tempo e luogo, intrigante e pieno di simboli, in cui vengono esplorate le tematiche inerenti al significato che sta alla base dell'intendimento stesso dell'interpretazione teatrale.

]]>
Mon, 11 Feb 2013 21:44:40 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1184-spettacolo-teatrale-al-giuseppetti-di-tivoli
Pallavolo/ Doppia battuta d'arresto per i team amarantoblu http://www.anieneonline.com/notizie/sport/1183-pallavolo-doppia-battuta-d-arresto-per-i-team-amarantoblu df-andreadoriativoliguidonia-gbvico 21Nell’ultimo turno le formazioni tiburtine vengono fermate sullo stesso risultato sfavorevole di 3-1 da Genzano e Vico

Due risultati e una stessa sorte, in una domenica tutta da dimenticare per entrambe le nostre formazioni, che dopo la sosta incappano in una doppia sconfitta per 3-1.

Continua la striscia negativa per i ragazzi della serie C guidati da mister Christian Moscetti che in quel di Genzano non riescono a bissare la bella prova della gara di esordio ed escono sconfitti per 3-1.

Un match sentito, anche per i trascorsi delle scorse stagioni, ma che dopo la breve folata iniziale e la vittoria del primo set ha visto i nostri ragazzi non riuscire a tenere il passo della gara, commettendo una buona serie di errori, ma anche di disattenzioni, che alla fine ha compromesso il match.

Stesso risultato e stesso finale anche per il team femminile guidato da mister Ivan Guzzo, che contro il Vico, già vittorioso all’andata, gioca e lotta praticamente solo nei primi due set e subisce un’altra sconfitta.

Un match a metà, con una prima parte giocata ad armi pari ed un secondo set perfetto, poi… il buio, con un calo di tensione che deve far riflettere per il proseguo del campionato.

Ora durante la settimane per entrambe le formazioni ci sarà tempo per analizzare e allenarsi al meglio in vista dei prossimi impegni casalinghi di sabato 9 febbraio contro il Volley 4 Strade, per la serie D Femminile, e le Nuove Fiamme Azzurre, per la serie C Maschile.

In allegato le classifiche aggiornate alla 14a giornata di campionato
- Serie CM Gir. A - Risultati e Classifica 14a Giornata
- Serie DF Gir. A - Risultati e Classifica 14a Giornata

Questi i tabellini con i parziali:
CM - ASD Libertas Genzano - Andrea Doria Tivoli Guidonia 3-1 (22/25-25/15-25/20-25/15)
DF - APD GB Vico - Andrea Doria Tivoli Guidonia 3-1 (27/25-14/25-25/18-25/19)

Questo il programma del prossimo turno di campionato:
Sab. 09/02: DF - Andrea Doria Tivoli Guidonia - ASD Volley 4 Strade - ore 16
Sab. 09/02: CM - Andrea Doria Tivoli Guidonia - Nfa Saet - ore 18:30

Mariano Trissati
Area Comunicazione e Stampa
A.S.D. Andrea Doria Tivoli Sez. Pallavolo
www.volleyandreadoria.it

]]>
Wed, 06 Feb 2013 22:59:03 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/sport/1183-pallavolo-doppia-battuta-d-arresto-per-i-team-amarantoblu
Tivoli - Il sindaco Gallotti ha dato le dimissioni http://www.anieneonline.com/notizie/politica/1182-tivoli-il-sindaco-gallotti-ha-dato-le-dimissioni gallotti

06 febbraio 2013: il sindaco Sandro Gallotti si è dimesso questa mattina. Un atto dovuto il suo, dopo la richiesta che è stata  fatta nel Consiglio Comunale da parte di Alleanza per Tivoli. Gallotti avrà venti giorni per la verifica della maggioranza.

]]>
Wed, 06 Feb 2013 14:43:17 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/politica/1182-tivoli-il-sindaco-gallotti-ha-dato-le-dimissioni
Il bullismo al di là dei luoghi comuni. http://www.anieneonline.com/rubr/psicologia/1181-il-bullismo bullismo

Lo studio del fenomeno del bullismo affonda le sue radici negli anni ’70 quando in Norvegia un gruppo di psicologi propose un'intervista strutturata a un campione di 150.000 ragazzi per l'analisi dei comportamenti di prepotenza nelle scuole. Oggi è un fenomeno ancora estremamente diffuso e nella nostra attività professionale, ci accade frequentemente di essere chiamate a gestire episodi di bullismo. Si parla di atti di bullismo quando sono presenti comportamenti di prevaricazione, oppressione perpetuata e ripetuta nel tempo; può riguardare un singolo ragazzo o, più frequentemente, un piccolo gruppo (bulli) che agisce su un compagno (vittima) che viene percepito come debole. Una caratteristica specifica è la presenza “di cornice” di un restante gruppo di ragazzi che rimane silente osservatore dello svolgimento di questo dramma.

Non è facile, ma talvolta qualche giovane chiede aiuto e ciò avviene sia per coloro che assumono ruoli di vittima, ma anche per quei ragazzi che invece agiscono le prepotenze e vanno a impersonare il ruolo del bullo. Ciò aviene attraverso varie figure: un docente fidato, un genitore, lo psicologo scolastico (laddove ancora sia un servizio offerto dall'Istituto o dalle ASL), un compagno . Quando ciò avviene, solitamente le difficoltà segnalate riguardano: 

-        il sentirsi ingiustamente aggrediti da amici/compagni;

-        il disagio per il percepisi esclusi dal gruppo;

-        la preoccupazione per la propia incapacità a controllare l' aggressività (a volte i ragazzi si accorgono di riuscire a stare in relazione con i compagni solo adottando questo ruolo)

-        il conflitto tra l'attrazione per quelle che definiscono "cattive compagnie" e il desiderio di cambiare; tale conflitto è determinato dalla critica verso se stessi e le proprie scelte.

Trovarsi all'interno di gruppi giovanili caratterizzati da prepotenze, sbilanciamenti di potere, aggressività, è un'esperienza che lascia dei postumi: sintomi somatici e psicologici; espone ad irridigimenti psichici, specie sul versante dell'identità (identificazione con figure violente, ma anche timidezza e insicurezza).

Le vittime manifestano: solitudine, depressione, disturbi del sonno, incubi notturni, disturbi dell'alimentazione, ma il rischio sociale più preoccupante è l'abbandono scolastico, che talvolta  viene pensato come l'unico modo per sottrarsi alle prepotenze.

Ma anche i bulli rischiano! Soprattutto di rimanere intrappolati in una modalità di comportamento antisociale, sotto il predominio della prepotenza; si possono trovare incapaci si instaurare relazioni basate sulla comprensione, la condivisione, la stima, la responsabilità e l'affetto.

Il senso di colpa, di inadeguatezza e l'insicurezza suscitata dal trovarsi in situazioni pericolose sono i sentimenti circolanti negli ambienti scolastici in cui si rilevano fenomeni di bullismo.  

Da un'attenta lettura clinica si comprende quanto queste sofferenze, apparentemente così diverse, rimandano ad una comune difficoltà: l'incapacità della gestire la propria aggressività, che invece di essere utilizzata in modo adeguato o viene inibita (è ciò che accade per lo più alla vittima) o viene espressa in maniera diretta e violenta, senza mediazioni e talvolta con esibizione, spinta e sostenuta più dalle dinamiche del gruppo che per una scelta e una predisposizione personale (è ciò  che accade al  bullo).

A cura delle dott.sse Marcella Fazzi e Barbara Vecchioni

Studio di Psicologia Tivoli

www.studiopsicologiativoli.it

0774.335712

]]>
Mon, 04 Feb 2013 17:15:33 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/psicologia/1181-il-bullismo
Vespa Club Valle dell'Aniene http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1180-vespa-club-valle-dell-aniene Quanti di Voi non sono mai saliti in sella ad una Vespa? Anche per un solo giro, per un solo giorno o per un passaggio….

Noi del VESPA CLUB Valle dell’Aniene lo abbiamo fatto e siamo rimasti “folgorati” da quella sensazione di libertà e spensieratezza che ti trasmette un giro in Vespa.

Da qui, ognuno di noi ha coltivato la propria passione per questo mezzo a due ruote che oggi ci accompagna in ogni nostro giorno, nei modi più disparati; l’incontro con degli amici che condividevano e condividono la stessa passione ci ha portati dapprima a partecipare alle manifestazioni turistiche “in Vespa” per tutto il Lazio, poi ad organizzare il primo “Vespa raduno” della storia di Castel Madama, un successo inaspettato con oltre 100 Vespe iscritte.

Il passo successivo era fondare un Vespa Club, riconosciuto a livello nazionale, tramite affiliazione con il VESPA CLUB D’ITALIA, storico club che esiste dal 1950, e cosi dopo qualche riunione, si è deciso di fondare il Vespa Club Valle dell’Aniene; cosi denominato perché i componenti del direttivo, sono residenti in altri Comuni, oltre che a Castel Madama.

In principio il nostro gruppo era denominato”gruppo Vespisti Castel Madama”. Ci sembrava cosi giusto trovare un nome adeguato dove tutti i Soci del Club si riconoscessero; anche il nostro logo è stato pensato al nostro paesaggio e ovviamente alla Vespa, difatti è strutturato con un acquedotto Romano sullo sfondo (la valle dell’Aniene è ricca di questi reperti) ed una Vespa in primo piano (una delle prime Vespa prodotte dalla Piaggio).

vespaclub

  Il Vespa Club, oltre a partecipare a manifestazioni che riguardano il ”Mondo Vespa” è attivo anche con altre iniziative: a meno di 10 giorni dalla nascita, il 21 dicembre abbiamo partecipato all’iniziativa “Natale Insieme", giornata di beneficenza per la raccolta di fondi destinati alla Scuola Media di Castel Madama per l’acquisto di strumenti musicali; il giorno del Santo Natale, vestiti da Babbo Natale abbiamo fatto dei giri in Vespa tra Tivoli e Castel Madama, con lo stupore dei più piccini che non hanno perso tempo a fare spiritose foto con Babbo Natale in Vespa!

Il 6 Gennaio presenti con le nostre Vespe per l’iniziativa ”la Befana arriva in Vespa” in piazza Dante (Castel Madama).

vespalocandina

Il Vespa Club Valle dell’Aniene a livello giuridico è un’associazione sportiva dilettantistica, no profit, con i suoi soci che rinnovano il tesseramento annualmente. Per far si che la “vita” del Club vada bene, cerchiamo persone volenterose e con spirito d’iniziativa per realizzare sempre belle manifestazioni per divertirsi e far divertire.

Il Direttivo del Vespa Club Valle dell’Aniene

 

]]>
Mon, 04 Feb 2013 16:07:41 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1180-vespa-club-valle-dell-aniene
Tecnologia al servizio della sicurezza domestica http://www.anieneonline.com/rubr/sicurezza/1178-tecnologia-al-servizio-della-sicurezza-domestica sicurezza in casaLa difesa della casa e dei suoi occupanti è un obiettivo molto importante al giorno d'oggi poiché i pericoli che la minacciano sono molti. Parliamo di rischio d’intrusione da parte di malintenzionati ma anche dei rischi che si nascondono nel possibile malfunzionamento di impianti, dagli allagamenti agli incendi.

Fortunatamente oggi ci viene incontro la tecnologia che ha portato ad uno sviluppo notevole nel campo dell’automazione, utile non solo per la comune videosorveglianza degli edifici, ma anche per programmare un utilizzo più efficiente degli impianti e una riduzione dei consumi. Gli impianti dedicati alla sicurezza possono essere divisi principalmente in due gruppi: quelli destinati alla difesa dai pericoli provenienti dall'esterno e quelli dedicati all'incolumità degli occupanti.

Vediamo brevemente quali sono le principali tipologie di impianti:

Rilevazione incendio e gas

I rilevatori di incendi e scintille, obbligatori in determinati contesti (come per esempio, alberghi e strutture pubbliche), sono composti da una serie di sensori in grado di riconoscere, grazie alle radiazioni emesse dai corpi incandescenti, la presenza di scintille o l’aumento di temperatura. Il dispositivo si completa con allarmi acustici e dispositivi per lo spegnimento automatico.

Gli impianti di rilevazione gas, invece, hanno il compito di evidenziare la presenza di gas quando questa supera una determinata concentrazione. Il numero di sensori necessario e la loro disposizione dipende dal tipo di gas da rilevare, dalla grandezza dell’area da monitorare e dalla sua geometria.

Antintrusione

E’ un sistema di antifurto elettronico che può gestire, varie zone della casa o diversi livelli anche in maniera indipendente, in modo da poter essere attivato completamente o parzialmente, quando la casa è abitata. Gli elementi fondamentali di cui è composto sono; i sensori, che rilevano eventuali presenze indesiderate o rottura di vetri e apertura dei serramenti, una centrale di controllo e degli avvisatori di allarme.

Videosorveglianza

Un impianto di videosorveglianza si compone essenzialmente di una serie di telecamere, nel numero e nella posizione necessaria per coprire tutta l’area che si intende tenere sotto controllo. Per maggiore sicurezza è possibile anche installare telecamere nascoste opportunamente mimetizzate. Le immagini riprese sono poi visibili su uno o più monitor e possono essere registrate. E’ importante ricordare, però, che per questo tipo di impianti, bisogna rispettare correttamente tutte le direttive previste dalla normativa sulla privacy, perché si può incorrere in severe sanzioni.

Citofonia e Videocitofonia

Gli impianti citofonici e videocitofonici si sono evoluti di pari passo con lo sviluppo dell’edilizia residenziale, tanto che oggi sono realizzati con sofisticate tecnologie. E’ il caso della tecnologia bus, che oltre ad essere più evoluta, permettendo, ad esempio, l’interconnessione tra più utenti di uno stesso condominio, consente una maggiore facilità di installazione degli impianti.

]]>
Thu, 24 Jan 2013 10:09:21 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/sicurezza/1178-tecnologia-al-servizio-della-sicurezza-domestica
Pallavolo/ Doppia sconfitta al giro di boa http://www.anieneonline.com/notizie/sport/1177-pallavolo-doppia-sconfitta-al-giro-di-boa cm-tigitcasaldepazzi-andreadoriativoliguidonia 19Nell’ultimo turno del girone di andata le formazioni tiburtine incappano in una giornata negativa perdendo 3-0 contro Velletri e Talete

Una giornata da dimenticare per entrambe le nostre formazioni, che dopo la doppia vittoria nel turno casalingo, tornano a casa senza punti.

Nel primo incontro in programma sabato a Velletri la C maschile guidata da mister Christian Moscetti non riesce a tener testa alla formazione veliterna, imbattuta sino ad ora fra le mura casalinghe, che ha la meglio sugli atleti amarantoblu per 3-0 guadagnando la vetta del campionato con 33 punti al termine del girone di andata, anche approfittando del passo falso del Volley 2000 Victoria contro il Casal de Pazzi. Adesso dopo la sosta si torna in campo il 3 febbraio a Genzano, per dimostrare che la sconfitta subita è stata solo un passo falso di questo difficile torneo.

Stesso risultato e stessa sorte anche per il team femminile guidato da mister Ivan Guzzo, che inspiegabilmente non riesce a entrare in partita contro il Talete e subisce un’altra sconfitta.
Gara quest’ultima dominata da tanti e forse troppi errori che hanno permesso alle avversarie di conquistare la vittoria in tre set.

Ora dopo la pausa le ragazze tiburtine saranno impegnate in trasferta il 3 febbraio contro il Vico, vittorioso nella gara di esordio del campionato al Baccelli per 3-0. Due settimane per recuperare e analizzare questa prima parte di campionato per far meglio e puntare al traguardo playoff prefissato ad inizio stagione.

Per tutti gli appassionati di statistica in allegato le classifiche al termine del girone di andata della scorsa stagione assieme a quella in corso.

Stagione 2012-2013 - Attuale
- Serie CM 2012-2013 - Risultati e Classifica 13a Giornata
- Serie DF 2012-2013 - Risultati e Classifica 13a Giornata

Stagione 2011-2012
- Serie CM 2011-2012 - Risultati e Classifica 13 Giornata
- Serie DF 2011-2012 - Risultati e Classifica 13 Giornata

Questi i tabellini con i parziali:
CM - ASD Pallavolo Velletri - Andrea Doria Tivoli Guidonia 3-0 (25/19-25/14-26/24)
DF - Olimpia Agency Talete - Andrea Doria Tivoli Guidonia 3-0 (25/23-25/22-26/24)

Questo il programma del prossimo turno di campionato:
Dom. 03/02: CM - ASD Libertas Genzano - Andrea Doria Tivoli Guidonia
Palestra Ist. Marchesi - Via della Selva - Genzano di Roma - ore 18:30
Dom. 03/02: DF - APD GB Vico - Andrea Doria Tivoli Guidonia
Palestra Agnini - Ex GIL - Viale Adriatico 136 - Roma - ore 18:30

Mariano Trissati
Area Comunicazione e Stampa
A.S.D. Andrea Doria Tivoli Sez. Pallavolo
www.volleyandreadoria.it

 

]]>
Thu, 24 Jan 2013 01:37:27 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/sport/1177-pallavolo-doppia-sconfitta-al-giro-di-boa
Sindaci alla riscossa: "Basta candidati scelti dall'alto" http://www.anieneonline.com/notizie/politica/1176-sindaci-alla-riscossa-basta-candidati-scelti-dall-alto I sindaci del Pdl della provincia di Roma scrivono a Berlusconi e Alfano:

"Rappresentiamo oltre 250mila abitanti e siamo stanchi di essere trattati come riserve indiane da depredare. Vogliamo esprimere i nostri rappresentanti, altrimenti siamo pronti a decisioni drastiche"

Il documento condiviso dai sindaci di Tivoli, Guidonia Montecelio, Marcellina, Palombara Sabina, Fonte Nuova, Moricone, Montelibretti, Vicovaro, Cineto Romano, San Polo dei Cavalieri, Agosta, Affile, Nerola, Monteflavio, Castel Madama, Mandela, Vallepietra ed altri pronti ad aderire alla protesta.

"Una candidatura in difesa del nostro territorio". I sindaci del nordest della provincia di Roma sono pronti a scendere in piazza per rivendicare un maggior coinvolgimento in vista delle prossime elezioni regionali e politiche. Sono già 17 i primi cittadini che hanno aderito all'appello lanciato dal collega Pietro Nicotera del Comune di Marcellina, e molti altri quelli che si sono dichiarati interessati a sottoscrivere un vero e proprio documento politico.

Da Tivoli a Guidonia Montecelio, da Vallepietra a Fonte Nuova l'area interessata dall'iniziativa dei sindaci conta oltre 250mila abitanti. Tutte le amministrazioni coinvolte sono espressione di compagini politiche di centrodestra ed è per questo che la lettera firmata da tutti i sindaci è indirizzata ai vertici del Pdl: il presidente Silvio Berlusconi ed il segretario Angelino Alfano.

sindacinordest"Lo spirito di questa iniziativa - ha spiegato Nicotera - è quello di denunciare la situazione di estremo disagio ed imbarazzo che noi sindaci del nord est della provincia di Roma viviamo di fronte ad un modo di fare politica che non ci appartiene e da cui ci sentiamo distanti: è ora di dire basta alle nomine dei candidati scelti dall'alto. E' necessario che i territori abbiano dei rappresentanti sovracomunali, maggiormente radicati sul territorio".

"Senza il sistema delle preferenze sono venuti a mancare i riferimenti territoriali - ha aggiunto il sindaco di Tivoli Sandro Gallotti -. I sindaci vivono tutti i giorni le problematiche locali e sono gli unici che oggi hanno un contatto diretto con i cittadini. Ci troviamo ad essere in prima linea ad affrontare le esigenze delle città e dei cittadini. Chi viene nominato dall'alto come candidato è troppo spesso distante anni luce dalla realtà locale".

Sulla stessa linea di pensiero il primo cittadino di Guidonia Montecelio Eligio Rubeis: "Se i sindaci del nord est della provincia di Roma condividono questo percorso è perché sono accomunati da interessi territoriali comuni e sono stanchi di elemosinare attenzioni dall'alto. E' un dovere accettare l'espressione di rappresentanti del territorio. Noi sindaci vogliamo difendere il nostro territorio, vogliamo esserci, vogliamo che le nostre proposte siano ascoltate".

"Basta snobbarci, i candidati devono essere decisi dai territori che sono destinati a governare. La verità è che i politici nominati dall'alto hanno paura di confrontarsi con quelli che provengono dal basso, dalla gente" ha rincarato la dose il sindaco di Vicovaro Giovanni Sirini.

"Vorrei essere rappresentato da un collega sindaco. Sarebbe l'unico che sono certo sarebbe consapevole delle istanze locali" ha aggiunto il sindaco di San Polo dei Cavalieri Paolo Salvatori.

Polemico anche il sindaco di Cineto Romano Amedeo Latini: "Chi si trova a decidere le candidature deve capire che i nostri comuni non sono riserve indiane".

Anche da Montelibretti e Palombara Sabina arriva la voce della protesta: "Chi viene da Roma ad imporre le proprie decisioni viene a depredare il nostro territorio e poi sparisce, non si può più andare avanti così" hanno detto i rispettivi vice sindaco Emiliano Petrucci e Danilo Quaglini.

"La posizione di tutti questi sindaci non è una rivolta ma un'aspettativa legittima. E ci aspettiamo risposte concrete ed immediate" ha sottolineato il sindaco di Fonte Nuova Graziano Di Buò.

Posizioni condivise anche, tra gli altri, dai sindaci di Castel Madama, Agosta, Affile, Nerola, Monteflavio e Mandela.

I sindaci firmatari hanno quindi rivendicato "la necessità ed il bisogno che per le candidature regionali e nazionali vengano ascoltati i sindaci del territorio affinché gli stessi possano proporre delle candidature che siano espressione locale e per le quali possano essere messi in condizione di profondere sforzi in campagna elettorale. Ove questo appello dovesse restare inascoltato - hanno scritto rivolgendosi a Berlusconi e Alfano - si è deciso di riconvocarsi, a stretto giro, al fine di adottare le determinazioni ritenute più opportune, non esclusa quella di organizzarsi nel miglior modo per affrontare la prossima tornata elettorale. I firmatari rappresentano l'area più popolosa della provincia romana e che sono disposti al dialogo costruttivo, in qualsiasi momento ma anche a scelte drastiche ove si reputi necessario".

Tra i primi commenti arrivati a margine della prima riunione dei sindaci quello del consigliere regionale Pier Ernesto Irmici: "L'iniziativa proposta da Nicotera è una significativa occasione che non va persa e per rivitalizzare la nostra democrazia che oggi sta attraversando un momento di crisi".

]]>
Wed, 23 Jan 2013 10:50:09 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/politica/1176-sindaci-alla-riscossa-basta-candidati-scelti-dall-alto
Carnevale di Tivoli 2013 http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1175-carnevale-di-tivoli-2013 carnevale2013

Anche quest’anno Tivoli sarà protagonista del Carnevale, organizzato dall’associazione ACCT in collaborazione con il Comune e che aprirà i battenti il 27 gennaio per poi proseguire il 2 a Villa Adriana, il 3 e il 10 febbraio a Tivoli.
Un evento importante,che si è potuto realizzare grazie alla volontà e dell’Associazione ACCT che tiene in particolar modo a questa manifestazione perché non si dimentichi la tradizione del Carnevale tiburtino.
Carri, gruppi mascherati, una serata teatrale della compagnia della “Nave dei folli” e un’esibizione della palestra Tibur Club e il mercatino degli ambulanti di Forte dei Marmi sono i protagonisti di questa manifestazione.
L’Associazione Sportiva Tibur Club il 2 febbraio presenterà varie coreografie di danza moderna e di hip hop, una dimostrazione di zumba e di samba, il tutto amalgamato dalla maestria e simpatia di un presentatore che allieterà gli intervalli tra una esibizione e l’altra intrattenendo il pubblico.
Quest’anno sfileranno il carro del Comitato di Casal Bellini che ha scelto di prendere spunto dalla Walt Disney, quello di Villa Adriana “Fatta e rifatta”, ossia una parodia sulla chirurgia estetica della donna, e il carro dell’Associazione della Cittadella “Ci stannu a fa vede le streghe” che ritrae la fotografia del momento di crisi che stiamo vivendo.
A tutto questo si aggiunge la sfilata del gruppo di Via Empolitana “La Tana del drago 2” che si rifà al modello inglese del Cosplay, la pratica di indossare un costume che rappresenti un personaggio riconoscibile in un determinato ambito e di interpretarne il modo di agire.
Molto interessante è la serata teatrale che si terrà il 12 febbraio alle ore 21 al Teatro Giuseppetti con uno spettacolo “Il Tempo e l’Ombra” rivisto dal regista, presidente e direttore artistico Marco Bonamoneta della stessa associazione che è composta da una compagnia di attori provenienti da diverse esperienze teatrali, che hanno scelto dopo tanto “vagabondare”, di costituire un gruppo dove mettere in pratica l’esperienza accumulata nel corso degli anni, nelle situazioni più disparate e in alcuni casi anche in ambito professionistico.
Ad aggiungersi a tutto questo vi sarà il mercatino degli ambulanti di Forte dei Marmi il 26 e 27 gennaio all’Anfiteatro di Bleso e il mercatino tradizionale che si terrà in piazza Garibaldi.

]]>
Tue, 22 Jan 2013 11:03:43 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1175-carnevale-di-tivoli-2013
Eredità di Lilli Gruber http://www.anieneonline.com/rubr/libri-per-tutti-i-gusti/1174-eredita-di-lilli-gruber eredita

Rosa, la protagonista del romanzo, nasce a Pinzon, nel Sudtirolo, terra austriaca fino al 1919.
In questo contesto la protagonista vede la sua terra conquistata dagli italiani e stravolta dagli eventi successivi alla Prima Guerra Mondiale, comincia quindi a sentirsi straniera nella sua terra natale insieme al marito Jacob e i loro sei figli.
Nel diario Rosa annota i suoi sentimenti e quelli dei suoi familiari, anche se tavolta incompatibili con ciò che pensa.
Tra questi vi sono quelli della figlia Hella, attratta dalle idee politiche di Adolf Hitler, da lei ritenuto l'unico politico in grado di riscattare le tradizioni linguistiche e culturali sudtirolesi, abolite in seguito alla conquista italiana e alle successive pretese egemoniche proprie della tirannia fascista, non sapendo tutto ciò che accadrà dopo.
Un romanzo che punta a far capire l’importanza della famiglia, mettendo in rilievo che le origini sono sempre presenti nella nostra vita e che ci fa scoprire o ricordare la storia del Sudtirolo.

Lilli Gruber è vissuta ad Egna, capoluogo della Bassa Atesina. Giornalista televisiva celebre in Italia, è stata conduttrice sia del TG2 che del principale notiziario televisivo del primo canale RAI, il TG1. Nota anche in Germania per aver condotto alcuni programmi giornalistici, il più conosciuto sull'emittente privata Pro7. Si è sposata a Montagna, paese d'origine della propria famiglia, col giornalista francese Jacques Charmelot. Tra i suoi libri Chador - Nel cuore diviso dell'Iran, America anno zero - Viaggio in una nazione in guerra con se e Figlie dell'Islam. Attualmente lavora a La 7 nel programma Otto e mezzo.

]]>
Fri, 18 Jan 2013 12:34:42 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/libri-per-tutti-i-gusti/1174-eredita-di-lilli-gruber
Papà facciamo l’aeroplano? http://www.anieneonline.com/rubr/psicologia/1173-papa-facciamo-l-aeroplano aerei-di-carta

I padri all’interno della famiglia svolgono molti compiti: con il loro lavoro contribuiscono in gran parte al mantenimento del benessere familiare, collaborano ai lavori domestici, condividono la responsabilità dell’educazione dei figli. Però nei primi anni di vita di un figlio, forse il compito che più li coinvolge (e dà loro maggiore soddisfazione) è quello di far giocare i bambini. Questi con i loro padri solitamente si divertono di più che con le mamme o le baby-sitter, dal momento che i giochi di papà sono più rumorosi, turbolenti e stravaganti: “i padri improvvisano giochi attivi ed eccitanti” (Mac Donald e Parke, 1986). Solitamente le mamme cantano, parlano, raccontano le favole e consolano, giocano mentre accudiscono e nutrono il loro bambino. I papà, invece, da subito muovono ai bambini le gambette e le braccia, fanno volare, fanno il solletico, danno colpetti sulla pancia, ecc… e i bambini ridono.
Le diverse modalità di giocare della mamma e del papà corrispondono alle loro diverse modalità di prendersi cura del proprio bambino, entrambe fondamentali per la crescita. Numerosi studi dimostrano l’importanza della relazione di gioco in questa fase della vita per lo sviluppo generale del bambino e in particolar modo per lo sviluppo delle sue abilità sociali. Si osserva infatti che i bambini che giocano bene con i loro papà hanno più curiosità e meno timore verso figure estranee al contesto familiare; pertanto affrontano in modo meno traumatico le separazioni come quelle necessarie per l’inserimento all’asilo, avendo maggiore facilità ad entrare in contatto con le insegnanti e con gli altri bambini.
L’esperienza di gioco che il bambino può fare con la figura paterna è basilare per lo sviluppo della sua capacità di stare con gli altri, della propria autostima e della sicurezza di sé: un bambino che si diverte a stare col padre, probabilmente si divertirà anche a stare con le altre persone, sarà più intraprendente, meno pauroso e più sicuro.

“L’uomo è veramente uomo soltanto quando gioca”
Friedrich Schiller, 1795

 

A cura delle dott.sse Marcella Fazzi e Barbara Vecchioni
Studio di psicologia Tivoli
www.studiopsicologiativoli.it - Tel.0774.335712

]]>
Fri, 18 Jan 2013 09:33:09 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/psicologia/1173-papa-facciamo-l-aeroplano
Pallavolo/ Weekend col botto http://www.anieneonline.com/notizie/sport/1172-pallavolo-weekend-col-botto CM - Andrea Doria Tivoli Guidonia - Pol. Roam 7 VolleyLe formazioni tiburtine infilano la doppietta vincendo 3-0 contro Roma 7 e Volley Friends

Una giornata da ricordare, quella di sabato 12 gennaio al Baccelli, dove entrambe le formazioni tiburtine escono vittoriose con lo stesso e rotondo risultato di 3-0. A farne le spese prima la giovane formazione del Volley Friends Roma e poi i ragazzi del Roma 7.

Cominciano come da calendario le ragazze della D guidate da mister Guzzo, che inanellano la seconda vittoria consecutiva del 2013, dopo quella di settimana scorsa contro il Volleyrò.
Le ragazze tiburtine con una gara attenta e ordinata svolgono al meglio le direttive impartite dalla panchina dal mister e chiudono agevolmente la pratica in poco più di un’ora di gioco.

Due vittorie consecutive che fanno morale anche in vista del prossimo e più impegnativo incontro contro l’Olimpia Agency Talete che chiuderà il girone di andata del campionato di serie D Femminile.

Nell’incontro successivo i ragazzi della C guidati da mister Moscetti tornano alla vittoria e ai tre punti contro il Roma 7. Vittoria con i tre punti che mancava dalla seconda giornata di campionato contro le Nuove Fiamme Azzurre. Un match nel quale i ragazzi amarantoblu hanno dimostrato al pubblico accorso per l’occasione di essere squadra quadrata e compatta.

Una vittoria che serve a risollevare il morale e che lascia sperare bene per il futuro, anche se l’impegno contro il Velletri in calendario sabato prossimo a chiusura del girone di andata, si preannuncia veramente impegnativo. Velletri a soli due punti dalla capolista Volley Victoria Frosinone e imbattuto fra le mura casalinghe.

Questi i tabellini con i parziali:
CM - Andrea Doria Tivoli Guidonia - Pol. Roma 7 Volley 3-0 (25/21-25/22-25/17)
DF - Andrea Doria Tivoli Guidonia - Volley Friends Roma 3-0 (25/20-25/18-25/16)

In allegato i risultati e le classifiche dopo la dodicesima giornata.

- Serie CM Gir. A - Risultati e Classifica 12a Giornata
- Serie DF Gir. A - Risultati e Classifica 12a Giornata

E qui le rispettive gallerie con le immagini delle gare:

- CM - Andrea Doria Tivoli Guidonia - Pol. Roma 7 Volley
- DF - Andrea Doria Tivoli Guidonia - Volley Friends Roma

Questo il programma del prossimo turno di campionato:

- Sab. 19/01: CM - ASD Pallavolo Velletri - Andrea Doria Tivoli Guidonia
Palestra Ist.  Agrario - Via Ferruccio Parri - Velletri (RM) - ore 18:30
- Dom. 20/01: DF - Olimpia Agency Talete - Andrea Doria Tivoli Guidonia
Pala Aurelio - Via Boccea 360 - Roma - ore 18

Mariano Trissati
Area Comunicazione e Stampa
A.S.D. Andrea Doria Tivoli Sez. Pallavolo
www.volleyandreadoria.it

]]>
Mon, 14 Jan 2013 23:25:19 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/sport/1172-pallavolo-weekend-col-botto
Pallavolo/ Befana agrodolce per i team tiburtini http://www.anieneonline.com/notizie/sport/1171-pallavolo-befana-agrodolce-per-i-team-tiburtini Sconfitta al tie-break per la C maschile e vittoria per 3-0 delle ragazze della D

cm-tigitcasaldepazzi-andreadoriativoliguidonia 48Dopo la breve pausa natalizia si torna in campo, e il calendario dell'undicesima giornata prevede un doppio match al PalaFord di via Rossellini alla vigilia dell’Epifania.

Si comincia con l’incontro fra i ragazzi della C guidati da mister Christian Moscetti che affronta il team di casa del Casal de Pazzi di mister Carlo Ponzo.

Incontro dai molti alti e bassi, con tanti e troppi errori e alcune sviste arbitrali, soprattutto nel tie-break, che la formazione tiburtina riesce a raddrizzare, ma deve cedere ai vantaggi nel quinto set.

Un punto che smuove la classifica, ma di certo deve far riflettere in vista del match casalingo di sabato prossimo contro Roma 7, nel quale i ragazzi tiburtini dovranno cercare di tornare alla vittoria.

Tutt’altro tono la gara successiva, quella che ha visto in campo le ragazze di mister Guzzo contro il giovane team del Volleyrò guidato da mister Giovannetti, con le ragazze tiburtine, determinate a non commettere più passi falsi in campionato e vittoriose per 3-0.Un’ottima prova, anche se dall’altra parte la giovane età, ma non per questo la determinazione e la bravura, l’ha fatta da padrona contro la maggiore esperienza del team tiburtino.

Ora è tempo per entrambe le nostre formazioni di pensare al prossimo turno di campionato, turno casalingo in programma presso la Palestra Baccelli sabato prossimo 12 gennaio. Questi nel dettaglio gli orari degli incontri:
- Sab. 12/01: DF - Andrea Doria Tivoli Guidonia - Volley Friends Roma - ore 16
- Sab. 12/01: CM - Andrea Doria Tivoli Guidonia - Pol. Roma 7 Volley - ore 18:30

Questi i tabellini con i parziali:
- CM - Tigit Casal de Pazzi - Andrea Doria Tivoli Guidonia 3-2 (25/17-23/25-25/15-23/25-17/15)
- DF - Volleyrò Casal de Pazzi - Andrea Doria Tivoli Guidonia 0-3 (20/25-12/25-19/25)

In allegato i risultati e le classifiche dopo l’undicesima giornata.
- Serie CM Gir. A - Risultati e Classifica 11a Giornata
- Serie DF Gir. A - Risultati e Classifica 11a Giornata

E qui le rispettive gallerie con le immagini delle gare:
- CM - Tigit Casal de Pazzi - Andrea Doria Tivoli Guidonia
- DF - Volleyrò Casal de Pazzi - Andrea Doria Tivoli Guidonia

Mariano Trissati
Area Comunicazione e Stampa
A.S.D. Andrea Doria Tivoli Sez. Pallavolo
www.volleyandreadoria.it

]]>
Wed, 09 Jan 2013 00:25:15 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/sport/1171-pallavolo-befana-agrodolce-per-i-team-tiburtini
Pallavolo/ Un panettone amaro servito in anticipo http://www.anieneonline.com/notizie/sport/1170-un-panettone-amaro-servito-in-anticipo DF - Andrea Doria Tivoli Guidonia - ViviVillalba PalombaraLe formazioni tiburtine chiudono l’anno con una doppia sconfitta per 3-0 fra le mura di casa

Finisce l’anno nel peggiore dei modi. Due sconfitte che lasciano l’amaro in bocca soprattutto per la prestazione, per molti versi deludente e poca grintosa.

Partite dalle tante aspettative, soprattutto dal team femminile che ha affrontato nel derby il ViviVillalba Palombara, mentre la formazione maschile ha ospitato il Volley 2000 Victoria guidato da mister Alberto Gatto, noto al pubblico per i suoi trascorsi  nazionali dalla B2 alla A2 maschile nel Sora.

Come detto ad aprire la giornata il match fra le nostre ragazze della D contro il ViviVillalba Palombara. Gara sentita anche per i trascorsi della scorsa stagione di alcune atlete che hanno disputato il campionato nel progetto di “fusione” tra Tivoli e Palombara.

Purtroppo in campo è scesa un’unica formazione, le ospiti, che hanno approfittato dei molti errori commessi e della giornata storta delle nostre atlete.

Stesso risultato anche sul fronte maschile, che dopo la sconfitta di settimana scorsa contro il Nettuno non riesce ancora a trovare il bandolo della matassa ed esce sconfitta per mano del Volley 2000 Victoria Frosinone che con i tre punti conquistati si conferma in testa alla classifica del girone.

La pausa natalizia mai come prima sarà un momento per riflettere e ricaricare le energie in vista del prossimo turno che vedrà le nostre formazioni in campo sabato 5 gennaio presso il Pala Ford Star di Via Rossellini nel doppio incontro contro le formazioni del Casal de Pazzi in serie C Maschile dalle 16 e alle 19 per la serie D Femminile contro il Volleyrò.

L’occasione è lieta per augurare a tutti i nostri sostenitori un Buon Anno.

Questi i tabellini con i parziali:

CM - Andrea Doria Tivoli Guidonia - Volley 2000 Victoria FR 0-3 (21/25-22/25-12/25)
DF - Andrea Doria Tivoli Guidonia - ViviVillalba Palombara 0-3 (17/25-21/25-17/25)

E qui le rispettive gallerie con le immagini delle gare:

CM - Andrea Doria Tivoli Guidonia - Volley 2000 Victoria Frosinone
DF - Andrea Doria Tivoli Guidonia - ViviVillalba Palombara

Questo il programma del prossimo turno di campionato:

Sab. 05/01: CM - Tigit Casal de Pazzi - Andrea Doria Tivoli Guidonia - Pala Ford Star - Via Rossellini 11 - Roma - ore 16

Sab. 05/01: DF - Volleyrò Casal de Pazzi - Andrea Doria Tivoli Guidonia - Pala Ford Star - Via Rossellini 11 - Roma - ore 19

Mariano Trissati
Area Comunicazione e Stampa
A.S.D. Andrea Doria Tivoli Sez. Pallavolo
www.volleyandreadoria.it

]]>
Sat, 29 Dec 2012 14:45:10 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/sport/1170-un-panettone-amaro-servito-in-anticipo
Concerto dell'Epifania a Monterotondo http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1169-concerto-dell-epifania-a-monterotondo Concerto-epifania

I giovani attori, cantanti e ballerini dell’associazione e compagnia “Un Bacio a Mezzanotte” saranno di nuovo in scena con un meraviglioso concerto dell’Epifania che si terrà venerdì 4 gennaio alle ore 21 all’Auditorium Gesù Operaio in via Piave, 12 a Monterotondo .

A incantare  il pubblico con le loro voci saranno due talenti di Monterotondo, Veronica Rossetti e Marco D’Agostino, accompagnati dai ballerini Ivana Maltese e Simone Rozzi.

Gli attori  Andrea Bernardini, Elisa Sciacquatori, Lara Di Sante, Fabio Iacovacci e Mara Sabbioni, interpreteranno alcuni monologhi volti a far riflettere il pubblico sulle più attuali tematiche sociali.

Per Veronica Rossetti, l’idea di questo concerto nasce proprio dalla volontà di ricreare l’atmosfera natalizia a teatro, quell’atmosfera che riscalda il cuore e rilassa la mente da tutte le preoccupazioni della vita quotidiana.

Per Andrea Scarpino, il concerto è nato per regalare momenti di spensieratezza attraverso le canzoni e momenti di riflessione attraverso i monologhi e magari riusciremo anche a far ballare il pubblico.

Il repertorio è vario, da Mariah Carey a Zucchero - ci racconta Marco D’Agostino, nuovo volto della compagnia - da Michael Bublè a Christina Aguilera. .

Insomma, un appuntamento da non perdere, ricco di musica, danza e recitazione.

Un concerto per divertirsi e per salutare le feste con le più belle canzoni natalizie.

La supervisione artistica è affidata ad Andrea Scarpino, mentre l’organizzazione generale a Domenico Rozzi ed Elisabetta Piccolo.

Le prevendite sono già aperte a Monterotondo presso l’agenzia Multiservice 2, via XXV Ottobre, 15 – tel. 06.90627207.  Il costo del biglietto è di 8 €.

]]>
Fri, 28 Dec 2012 13:21:28 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1169-concerto-dell-epifania-a-monterotondo
Guidonia - Franco Caponera viene riconfermato Presidente del Comitato CRI. http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1168-guidonia-franco-caponera-viene-riconfermato-presidente-del-comitato-cri cri

Franco Caponera, nel corso delle votazioni tenutesi nella giornata di domenica, è stato riconfermato nell’incarico di Presidente del Comitato Cri di Guidonia Montecelio. “Sono onorato da questa riconferma - ha dichiarato Caponera - che è la riprova del nostro buon operato nell’interesse della collettività. Ci tengo a ringraziare, comunque, quanti hanno voluto nuovamente accordarmi la loro fiducia e quanti, con grande spirito di solidarietà e gratuitamente, prestano quotidianamente servizio al nostro fianco fornendo assistenza a chi ha bisogno”.

]]>
Wed, 19 Dec 2012 20:52:12 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1168-guidonia-franco-caponera-viene-riconfermato-presidente-del-comitato-cri
Tivoli - Prende il via il progetto “Teatrando un mondo” http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1167-tivoli-prende-il-via-il-progetto-teatrando-un-mondo teatrando

Gli studenti dell’Istituto “A.Volta “ di Tivoli per la prima volta si metteranno alla prova con il progetto  teatrale “TEATRANDO UN MONDO” che si svolgerà tra dicembre e aprile.

Si tratterà di  un laboratorio proposto e gestito dalla FOCUS –Casa dei Diritti Sociali con il patrocinio del Comune di Tivoli nell’ambito delle attività volte all’educazione interculturale per una didattica di scuola nuova al passo con i cambiamenti della nostra società.

Fabrizio Romagnoli, professionista esperto in arte della recitazione, sarà il maestro che porterà sul palco del teatro Comunale venticinque studenti dell’Istituto Volta che per la prima volta debutteranno a teatro.  Con questo progetto si vuole diminuire la dispersione scolastica, in particolare nel passaggio alle superiori, favorire, implementare o migliorare le relazioni degli adolescenti con i coetanei e rafforzare lo spirito di gruppo e di solidarietà generazionale e orientare correttamente, ed eventualmente ri-orientare quelle scelte scolastiche che si credono inevitabili, verso un percorso adeguato alle loro inclinazioni e individuare e intervenire su quei fattori che causano conflittualità, in particolare con i genitori.

Lo scopo di offrire sostegno psicologico ai giovani si intreccerà con le attività di laboratorio teatrale e scrittura creativa. Ogni adolescente scriverà una storia basata su un’ esperienza autobiografica piú o meno romanzata, seguendo un criterio di privacy che ne tuteli la propria serenità.

Tanti  temi che potranno essere affrontati tra cui l’arrivo in Italia; le difficoltà di adattamento alla nuova vita e al nuovo paese o, se di seconda generazione, le modalità in cui viene vissuta la propria identità, in oscillazione tra un paese che si sente proprio ma che non sempre lo ricambia; il contrasto dovuto al confronto con la cultura dei genitori che, a volte, viene difficilmente accettata dai figli. 

]]>
Wed, 19 Dec 2012 20:36:49 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1167-tivoli-prende-il-via-il-progetto-teatrando-un-mondo
Intervista a Giovanni Merenda http://www.anieneonline.com/rubr/libri-per-tutti-i-gusti/1166-intervista-a-giovanni-merenda la-scomparsa

Abbiamo intervistato lo scrittore Giovanni Merenda che ha pubblicato da poco il suo  romanzo “La Scomparsa” per sapere qualcosa in più su di lui e sul suo libro.

Da quanto tempo scrivi? 

Direi da sempre, prima le solite poesie poi per il teatro negli anni 70, ma scrivo romanzi dal 1991.

Gli autori da cui prendi esempio? 

Leonardo Sciascia è il mio dio.

Il tuo genere letterario? 

Prima solo gialli, poi mi ha cominciato ad  attrattore  il  noir. Le mie ultime cose invece non rientrano in nessun genere. Ho appena finito Il mio nome è Odisseo, il ritorno di Ulisse raccontato da lui in prima persona e ora sto scrivendo Da Amleto a Riccardo, storia di due anni e mezzo di esperienza nel teatro d'avanguardia da fine 1974 a metà del 1977. Ma non solo, è anche un storia della mia città e dell'Italia in quel periodo. Poi ho un progetto rimandato da tempo. La storia di un mio omonimo bruciato sul rogo come stregone vicino a Sondrio.

Qualcosa su “La Scomparsa?” E' la quarta e penultima avventura dei miei personaggi. Dopo verrà, sempre come e-book credo, La danzatrice di Ragusa, molto giallo e molto divertente, direi alla Westlake. Ho smesso quando i miei personaggi ancora erano vivi. Non ho voluto che facessero la fine dei personaggi di Camilleri. I miei lettori dicono che La scomparsa è un bel romanzo, un noir pieno di humour. Credo che sia una delle mie opere migliori.

La risposta del Pubblico? Non so come vanno di solito le cose per gli e-book. Intanto lo hanno preso quasi tutti in edizione cartacea, quindi si vede che il mio pubblico preferirebbe trovarmi il libreria. Cosa che sarà possibile presto verso fine gennaio quando in libreria uscirà edito da Nuova Ipsa la mia quinta opera , sempre un noir dal titolo “SENZA NOME”, che i miei lettori abituali, quelli a cui faccio leggere le mie opere appena scritte per avere un giudizio, definiscono la mia opera migliore.

]]>
Wed, 19 Dec 2012 20:29:13 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/libri-per-tutti-i-gusti/1166-intervista-a-giovanni-merenda
Tivoli - Al via la nuova gestione per l'Ariston Bar http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1165-tivoli-al-via-la-nuova-gestione-per-l-ariston-bar ariston-bar

Lo storico bar tiburtino cambia gestione e punta al rinnovamento. L'Ariston Bar, storico punto di ritrovo a Piazza Garibaldi, dopo la gestione degli ultimi anni sotto il nome di Arist, torna ad impossessarsi del suo vecchio nome sotto la gestione di due imprenditori locali, Gino Lori e Daniele Bacecci.

Tra le principali novità la possibilità di acquistare una serie di prodotti enogastronomici di qu8alità, il rinnovato servizio di ristorazione ed un divertente HAPPY HOUR tutti i venerdì e il sabato a partire dalle ore 18 con ricco buffet.

L'Ariston di Tivoli torna ad essere quindi non soltanto un bar, ma un vero e proprio punto di incontro dalle molteplici proposte per piacevoli momenti di relax.

]]>
Sat, 15 Dec 2012 11:30:09 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1165-tivoli-al-via-la-nuova-gestione-per-l-ariston-bar
Riapre a Tivoli il Mercatino di Natale http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1164-riapre-a-tivoli-il-mercatino-di-natale Xmas-Market-Tivoli

Un Natale tiburtino all'insegna delle tradizioni e alla riscoperta dell'artigianato, ricco di appuntamenti con la musica e con momenti dedicati ai più piccoli, veri protagonisti dei giorni delle Festività.

Sabato 15 dicembre apre i battenti il tanto atteso "Xmas Market", il mercatino di Natale di Tivoli. Fino al 6 gennaio piazza Garibaldi farà da suggestiva cornice delle casette in legno allestite per l'occasione per ospitare la rassegna dedicata all'artigianato. La piazza si trasformerà in un vero e proprio villaggio di Babbo Natale pronta ad ospitare famiglie e bambini con spettacoli, eventi ed animazione ad allietare ogni momento della giornata.

Tra gli appuntamenti in programma: lunedì 24 dicembre Babbo Natale in carne ed ossa sarà presente al mercatino per chiunque vorrà una foto ricordo; da venerdì 28 a domenica 30 dicembre il duo Fiammetta & Scintilla offrirà grandiosi spettacoli con trampolieri, artballon e show con il fuoco; lunedì 31 dicembre l'immancabile concerto di Capodanno; domenica 6 gennaio "Foto con la Befana". Inoltre tutti i fine settimana sono in programma gli "Aperitivi Musicali"

"Quest'anno abbiamo voluto puntare sull'arte dell'artigianato - ha commentato l'assessore al Turismo del Comune di Tivoli Vincenzo Tropiano - per creare un mercatino che sappia raccontare la vera atmosfera del Natale, quella legata alla magia di quello che penso sia il momento più atteso dell'anno dai bambini. Sono molto soddisfatto dello spirito di collaborazione dimostrato dai commercianti, Tivoli è in grado di offrire davvero molto quando c'è il genuino entusiasmo di fare le cose puntando sulla qualità".

L’iniziativa di questo mercatino ha già raccolto il plauso dei commercianti del centro di Tivoli: "Con l’attenzione posta alla ricerca di espositori di qualità, provenienti per lo più da questa zona – ha commentato Augusto Masotti, coordinatore del progetto Tivoli Salvadanaio 2013 a cui hanno aderito molti negozianti – sarà un bel mercatino. Noi abbiamo cercato di dare il nostro contributo, anche come singoli commercianti, per poter realizzare questa iniziativa. Questo mercatino dovrebbe diventare un appuntamento fisso, rappresentando così un’attrazione che porti nella nostra città visitatori e turisti, al pari di tanti altri centri in Italia. Per far questo, però, si deve puntare con decisione sulla qualità, tanto degli espositori quanto della location e della coreografia, sulla progettazione e su una comunicazione adeguata all’importanza che ha Tivoli".

Proseguono inoltre gli appuntamenti della rassegna "Tivoli Musica - Concerti di mezzo inverno 2012". Domenica 16 dicembre presso le Scuderie Estensi è in programma il recital del giovane talento Antonino Fiumara; venerdì 21 dicembre all'ex chiesa di Santo Stefano ai Ferri va in scene "L'arte dell'arco nel Barocco tra il XVII e XVIII secolo - ensemble labirinto armonico" a cura di Pierluigi Mencattini (violino) e Stefania Di Giuseppe (clavicembalo); domenica 23 dicembre alle Scuderie Estensi sarà "Tempo di emozioni" con gli arrangiamenti inediti di grandi successi nazionali ed internazionali con Roberta Albanesi (voce) e Daniele Trissati (chitarra). Ogni concerto avrà inizio alle ore 18.30 con biglietto di ingresso di euro 5.

]]>
Sat, 15 Dec 2012 10:04:50 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1164-riapre-a-tivoli-il-mercatino-di-natale
Il successo di e-Care Family http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1163-il-successo-di-e-care-family volta

Nella mattinata di giovedì 13 dicembre a Tivoli presso l’Istituto Tecnologico Alessandro Volta  si potrà partecipare a un convegno dove si racconteranno i successi del progetto  organizzato dalla Fondazione Mondo Digitale insieme all’ INAIL Lazio per l’alfabetizzazione intergenerazionale sulla sicurezza a scuola, a casa e sul posto di lavoro dove giovani, adulti, anziani e assistiti Inail diventeranno  esperti di prevenzione per l’inclusione sociale e digitale. In questa giornata si premieranno i  vincitori del concorso “Volontari della conoscenza - edizione speciale prevenzione e sicurezza”.

]]>
Thu, 13 Dec 2012 09:01:56 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1163-il-successo-di-e-care-family
Attenti che si scivola! Guidare con neve e ghiaccio. http://www.anieneonline.com/rubr/sicurezza/1162-attenti-che-si-scivola-guidare-con-neve-e-ghiaccio guidare-con-la-neve

Cosa fare per muoversi sulla neve

In caso di neve o ghiaccio la guida diventa molto complessa e richiede moltissima calma e attenzione. Alcuni fattori di pericolo possono essere: scarsa aderenza, visibilità limitata e non da sottovalutare il restringimento della carreggiata causata da cumoli di neve oppure da operai o camion spargisale e spazzaneve a lavoro.

L'ELETTRONICA - Sulle nuove vetture abbiamo dei dispositivi ausiliari elettronici che davanti a una strada innevata possono aiutare ma non possono assolutamente risolvere il problema dell’aderenza. Sulla neve e, ancor peggio, sul ghiaccio l'aderenza scarseggia variando di continuo in modo imprevedibile, rendendo molto difficile la guida e l’attenzione e l’esperienza devono farla da padrona in questi casi, non bisogna mai affidarsi completamente ai dispositivi elettronici.
DISINSERIRE IL CONTROLLO DI TRAZIONE - Per partire su una strada innevata è necessario disinserire il controllo di trazione il quale “taglia” la potenza per evitare lo slittamento delle gomme. Di solito il tasto per disinserirlo ha la sigla ESP, ASR o TCS. Fate attenzione però perchè sulla neve questa logica non funziona e la potenza “tagliata” può essere così tanta da impedire la partenza. Una volta partiti, il pulsante del controllo di trazione va premuto nuovamente riattivando i controlli di trazione. L'elettronica si occuperà di ridurre al massimo qualunque perdita di aderenza e l'auto sarà più guidabile. Disattivare il controllo della trazione, in alcune situazioni può essere un buon modo per uscire da una situazione di "stallo".

FRENARE - La scarsa aderenza sulla neve è un problema soprattutto quando si deve frenare. Il dispositivo d’ausilio per la frenata è l'ABS che per legge non è disinseribile, dunque non rimane che premere forte il freno e affidarsi all'elettronica. Se sentite il pedale che vibra, non preoccupatevi, è normale significa che il sistema sta regolando la forza da applicare ai freni per ridurre gli spazi di frenata evitando il bloccaggio totale delle ruote e il successivo slittamento. Ovviamente è consigliabile usare prima di tutto il freno motore per far diminuire velocità al veicolo.
In ogni caso, una delle armi migliori contro la neve e il ghiacchio è moderare la velocità: per evitare i tamponamenti, le distanze di sicurezza vanno triplicate. Sarebbe opportuno anche montare le gomme da neve, ma vanno bene anche le catene.

IN PARCHEGGIO - Se ci sono mucchi di neve sparsi sulla strada, ricordatevi di non parcheggiare in modo “selvaggio”. Col fondo scivoloso si rischia di essere tamponati. Se l'auto è parcheggiata in pianura, non utilizzate il freno a mano. Sotto lo zero i cavi potrebbero gelare e disinserirlo potrebbe essere un problema. Inoltre, se faticate a uscire da un parcheggio, provate a prendere un po' di slancio con dei brevi “prima-retro”. Potreste riuscire a muovervi senza bisogno di qualcuno che spinga la vostra vettura.
PRENDERE CONFIDENZA CON LA NEVE - Se vi trovate su un piazzale innevato e sgombero da altre automobili, provate a prendere confidenza con la vostra auto sulla neve. A circa 30-40 km/h tentate qualche sterzata decisa, sia accelerando, sia rilasciando il gas. Non appena le ruote iniziano a slittare, bisogna subito togliere il piede dall'acceleratore. Se invece è la coda a perdere aderenza, girate il volante dalla parte opposta verso cui sta sbandando l'auto (controsterzo) e appena la presa torna ricordatevi di raddrizzarlo per riprendere il controllo della vettura.

]]>
Wed, 12 Dec 2012 16:43:53 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/sicurezza/1162-attenti-che-si-scivola-guidare-con-neve-e-ghiaccio
Domenica 16 dicembre il bellissimo concerto della Filarmonica di Tivoli. http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1161-domenica-16-dicembre-il-bellissimo-concerto-della-filarmonica-di-tivoli filarmonica-tivoli-16-dicembre

Domenica 16 dicembre alle ore 19 nella chiesa di S. Biagio in piazza del Plebiscito sara possibile ascoltare il bellissimo concerto dell'Orchestra Filarmonica di Tivoli.

A poco più di un anno dal suo esordio, siamo lieti di esprimere il nostro apprezzamento a questa giovane realtà musicale tiburtina, che con considerevole impegno da parte di tutti i componenti - musicisti, direttivo e collaboratori - regalerà alla nostra città due ore di buona musica.

Un grazie particolare al presidente Loris Di Domenicantonio, al Maestro Francesco Romanzi e alla coordinatrice e fotografa Paola Testi.

L'ingresso è libero! Non mancate.

Programma:

J. S. Bach, "Corale" dalla Cantata BWV 147
Mozart Medley
W. A. Mozart, Concerto K622 per clarinetto ed orch. - II mov .
A. Vivaldi, Concerto per violino ed orchestra RV 356 - I mov .
A. Corelli, "Pastorale" dal Concerto Grosso n. 8
A. Piazzolla, Ave Maria
A. Piazzolla, Oblivion
M. Frisina, Magnificat
G. Bizet, "Carillon" dalla Suite Arlesienne n. 1
G. F. Handel, "La Rejouiassance" dalla Musica per i Reali Fuochi d'Artificio

]]>
Tue, 11 Dec 2012 22:01:31 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1161-domenica-16-dicembre-il-bellissimo-concerto-della-filarmonica-di-tivoli
“Bonus bebè” in distribuzione al Comune di Tivoli http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1160-bonus-bebe-in-distribuzione-al-comune-di-tivoli bonus-bebe

Bonus bebè per le famiglie tiburtine. Dalla prossima settimana le famiglie che ne hanno fatto richiesta entro il 31 gennaio 2012 potranno ritirare i carnet coi i voucher presso gli uffici dei Servizi Sociali del Comune di Tivoli. Si tratta di una somma complessiva di 450 euro a bambino, da spendere entro il 31 dicembre 2013, presso una rete di oltre duemila punti convenzionati in tutto il Lazio: farmacie, supermercati, alimentari, negozi di abbigliamento e articoli per l'infanzia per acquistare prodotti appunto per l'infanzia.

"E' un contributo importante che riguarderà ben 70 famiglie tiburtine - ha spiegato l'assessore alle Politiche per la famiglie e Welfare del Comune di Tivoli, Alessandra Fidanza - e il fatto che venga erogato proprio in prossimità delle festività natalizie credo sia un ulteriore motivo per apprezzare l'iniziativa. Visto il momento di crisi che coinvolge le tante famiglie credo sia estremamente importante riuscire a portare avanti progetti a sostegno delle fasce più deboli della popolazione. A breve comunicheremo anche i dettagli per il contributo "Una tantum" destinato sempre alle famiglie più bisognose, inoltre stiamo sollecitando la Regione Lazio all'erogazione dei contributi per i canoni di locazione. L'impegno è davvero massimo e tutti i giorni l'amministrazione comunale e gli uffici sono in prima linea per affrontare le emergenze sociali della nostra città".

Insieme ai voucher ogni famiglia assegnataria disporrà anche di due card: la Farma Card e la Card Club Bonus Bebè per accedere a sconti e vantaggi esclusivi presso le farmacie e i negozi convenzionati.

L'apertura al pubblico per la consegna dei "Bonus bebè" è stata programmata per lunedì 17 dicembre dalle 9,30 alle 12 (cognomi dalla lettera A alla C) e dalle 15 alle 17 (cognomi dalla lettera D alla H); martedì 18 dicembre dalle 9,30 alle 12 (cognomi dalla lettera I alla O) e dalle 15 alle 17 (cognomi dalla lettera P alla R); mercoledì 19 dicembre dalle 9,30 alle 12,30 (cognomi dalla lettera S alla Z).

Si ricorda che per ritirare il buono è necessario essere muniti di documento d'identità. In caso di delega serve la delega firmata dal richiedente e la fotocopia del documento d'identità del richiedente. Sarà consentito l'accesso ad un solo componente per famiglia richiedente.

Sul sito internet del Comune di Tivoli sarà possibile trovare tutte le informazioni necessarie.

]]>
Tue, 11 Dec 2012 21:50:33 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1160-bonus-bebe-in-distribuzione-al-comune-di-tivoli
OPERAZIONE CICLAMINO, i commercianti di Tivoli rifanno il trucco alla città http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1159-operazione-ciclamino-i-commercianti-di-tivoli-rifanno-il-trucco-alla-citta I commercianti di Tivoli abbelliscono la città

I commercianti del centro tiburtino scendono ancora una volta in campo per abbellire la città e strapparla dal grigiore. La mattina dell'11 dicembre sono stati piantati fiori nei vasi all’ingresso di palazzo San Bernardino, un piccolo gesto, ma carico di significato.

"Vogliamo rinnovare Tivoli e non potevamo farlo se prima non pensavamo a sistemare l’area antistante il municipio. Proprio per questo abbiamo dato il via all’Operazione Ciclamino dalla “casa” del Sindaco", ha commentato Augusto Masotti, il coordinatore del progetto Tivoli Salvadanaio 2013.

"Tivoli è una bella signora, ma necessita di maggiori cure e di qualche attenzione – aggiunge Masotti – è necessario rifargli il “trucco”. Già abbellirla con dei fiori, e curare aiuole e vasi, è un inizio. Poi si penserà all’arredo urbano ed al decoro."

I commercianti hanno già “adottato” alcune aiuole in piazza Santa Croce ed in via Aldo Moro, ma questi sono solo i primi, piccoli, passi di un progetto ben più ampio.

"Stiamo lavorando a diverse iniziative per rilanciare la città e per farla tornare a vivere – spiega il coordinatore del progetto Tivoli Salvadanaio 2013 – ma prima di tutto dobbiamo pensare a renderla più accogliente. E’ inutile invogliare turisti e visitatori a venirci a trovare se poi non gli offriamo uno scenario decoroso. Noi vogliamo una città pulita, curata, piena di colori e di fiori. Per questo abbiamo pensato all’Operazione Ciclamino."

Questo progetto è la naturale prosecuzione delle giornate di pulizia dei volontari di Si Può Fare, coordinati da Stefano Berti. Durante quei due sabati di lavoro, un giardiniere in pensione si offerto di collaborare gratuitamente per migliorare il decoro della città.

"Il signor Alessandro si è fatto avanti per darci una mano, noi gli stiamo offrendo il materiale necessario. In accordo con l’assessore all’Ambiente Federico Lazzaro abbiamo sistemato i vasi del municipio, che erano pieni di erbacce e immondizia. Ora continueremo con la nostra Operazione Ciclamino anche in altre aree."

"Questo è il primo step di un progetto ben più ampio – continua Augusto Masotti - confidiamo di poter collaborare, oltre che con l’assessore all’Ambiente, anche con quelli alla Cultura, Turismo e Sport, in modo da poter creare un calendario unico degli eventi del 2013 da poter comunicare e pubblicizzare in tutto il centro Italia. In un raggio di 200 chilometri intorno a Tivoli vivono 9.5 milioni di persone, noi vogliamo rivolgerci a loro come abbiamo già fatto lo scorso luglio per Benvenuta Estate quando ai negozi aperti fino alle 24 abbiamo abbinato spettacoli di artisti di strada e menù a prezzi d’occasione in alcuni locali del centro. Il nostro obiettivo è far vivere questa città tutti i mesi dell’anno ed alcuni commercianti hanno già spostato questo progetto. Stiamo lavorando ad 2013 che possa rilanciare Tivoli, in quest’ottica abbiamo già raggiunto ottimi risultati. Vogliamo “contagiare” la città con queste idee."

]]>
Tue, 11 Dec 2012 21:43:13 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1159-operazione-ciclamino-i-commercianti-di-tivoli-rifanno-il-trucco-alla-citta
Tivoli - La CAT sospende il servizio di trasporto pubblico urbano http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1158-tivoli-la-cat-sospende-il-servizio-di-trasporto-pubblico-urbano I dipendenti della CAT davanti a palazzo San Bernardino

Dal 10 dicembre a Tivoli non è più possibuile usufruire del servizio di trasporto pubblico urbano. La causa del disservizio è da individuare nella mancanza di risorse che sarebbero dovute arrivare dalla Regione Lazio.
La CAT non ha più disponibilità economica per la manutenzione dei mezzi e l'acquisto di carburante, e anche al personale non vengono erogati stipendi e contributi. Purtroppo questa situazione, ormai insostenibile, dura da più di un anno.

Nonostante Governo, Regione, Comune ed altre autorità siano state avvisate in anticipo su quanto stava accadendo, non si è ottenuta sino ad pggi nessuna risposta che potesse far intravedere una soluzione al problema.

Si attende che si faccia al più presto qualcosa di concreto per far sì che il servizio di trasporto pubblico possa tornare a funzionare regolarmente e che i dipendenti, che con il loro stipendi ci campano, possano tornare presto ad avere una situazione lavorativa serena.

La domanda che sorge spontanea è: c'è qualche politico o qualche dipendente, dal comune alla regione, che da più di un anno non prende lo stipendio?

]]>
Tue, 11 Dec 2012 21:20:23 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1158-tivoli-la-cat-sospende-il-servizio-di-trasporto-pubblico-urbano
"Canto di Natale" di Charles Dickens http://www.anieneonline.com/rubr/libri-per-tutti-i-gusti/1157-canto-di-natale-di-charles-dickens canto-di-natale 

Il Canto di Natale racconta una storia natalizia molto commovente. L’autore parla di Ebenezer Scrooge, un tirchio finanziere per il quale il Natale è una perdita di tempo.

Per questo motivo il suo impiegato Bob Cratchit è costretto a lavorare anche durante la vigilia di Natale.

Odia chi gli fa gli auguri e non accetta l’invito a pranzo da parte del nipote, figlio della defunta sorella Fanny.

Lui ama solo i soldi e per questo motivo molti non lo possono vedere.

La sera della vigilia si sta avviando verso casa, ma a un certo gli sembra di vedere il volto del defunto socio in affari Jacob Marley, morto sette vigilie di Natale prima.

Si rinchiude a casa dove comincia a sentire rumori strani.

A quella del suo socio si aggiunge la visione del fantasma di Marley… una visione tremenda, intorno alla vita tiene una catena con tutte quelle cose che, secondo l'ammissione di Marley, lo ha distolto dal fare del bene agli altri accumulando denaro tutto per sé: il rimpianto per aver vissuto egoisticamente rappresenta la sua pena eterna, una dannazione che lo costringe a girovagare per il mondo senza poter vedere la luce di Dio.

Se andrà avanti così, anche lui patirà la stessa fatalità. Marley gli annuncia allora la visita di tre spiriti: uno che incarna i natali passati, un altro quello presente, l'ultimo il natale futuro.

Il finale di questa splendida fiaba lo lascio a voi lettori con la speranza che vi faccia riflettere su quanto è importante vivere pensando anche agli altri.

 

Charles Dickens nacque a Portsea nel 1812. Era il secondo di otto figli. Nel periodo della sua infanzia, la famiglia fu costretta a trasferirsi a Londra, dove per Charles iniziò un periodo brutto. All'età di dodici anni venne mandato ad incollare etichette in una fabbrica di lucido da scarpe. A quindici anni entrò in uno studio di avvocati come praticante e iniziò a studiare stenografia, diventando cronista parlamentare.

Tra il 1829 e il 1830 si innamorò della figlia di un banchiere, ma la storia si concluse a causa delle differenze sociali tra i due e così cominciò a dedicarsi alla scrittura finché a ventisei anni venne pubblicato sull'Evening Chronicle, in dispense mensili, il romanzo "Quaderni postumi del Circolo Pickwick”, che lo rese famoso nel panorama della narrativa inglese. Nel frattempo aveva sposato Catherine Hogarth, figlia del direttore del giornale. Tra le sue opere Oliver Twist e David Copperfield.

]]>
Mon, 10 Dec 2012 13:47:14 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/libri-per-tutti-i-gusti/1157-canto-di-natale-di-charles-dickens
Tivoli Terme - Insieme per Borgonuovo http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1156-tivoli-terme-insieme-per-borgonuovo borgonuovo

"Insieme per Borgonuovo” è la giornata dedicata alla solidarietà che si è svolta domenica 9 dicembre, a Tivoli Terme. L'evento è stato organizzato dall’Associazione “L’Alberone”.

"Sono stati consegnati, a partire dalle ore 12, cinquanta pacchi contenenti generi alimentari a famiglie bisognose - spiega Fabio Proietti, il presidente de L’Alberone - e, nel pomeriggio, dalle ore 16, presso la scuola materna delle “Ancelle del Sacro Cuore di Gesù”, grande festa con il maestro Nunzio”. L'evento è terminato con una tombolata di beneficenza e il rinfresco. “Siamo particolarmente soddisfatti perché - evidenzia Proietti - in un momento così difficile per molte famiglie, e con modeste risorse, siamo riusciti a organizzare questa bella manifestazione”.

]]>
Mon, 10 Dec 2012 08:36:01 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1156-tivoli-terme-insieme-per-borgonuovo
Tivoli - Continua la protesta per la situazione del Rosmini http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1155-tivoli-continua-la-protesta-per-la-situazione-del-rosmini rosmini

La mattina di venerdì sette dicembre gli insegnanti del Centro Professionale di Tivoli Forma sono scesi davanti al Comune per manifestare contro la loro situazione che sta sempre più peggiorando.
All’evento oltre i rappresentanti sindacali dell’istituto tra cui Barbara Proietti Onorati e regionali tra cui Mara Sbragaglia che ha ribadito l’importanza di una piattaforma sindacale per avere un metodo di assunzioni regolari e un elenco dei lavoratori che ancora non viene fornito.
Sono due mesi che non viene riscosso lo stipendio da parte degli insegnanti ed è proprio per questo motivo che si chiede il blocco delle assunzioni a tempo determinato se non quelle legate alla docenza e la volontà di riaprire il confronto con le RSU per la contrattazione dell’ente.
Importante è stata anche la dichiarazione di Andrea Ferro che ha confermato che il presidente della società ha un atteggiamento intollerabile verso sindacati. Si continua con le assunzioni clientelari dettate dalla politica non pensando alla gente e ai lavoratori.
La società deve essere riformata e cambiata.
Se non si smuoverà nulla la manifestazione sarà ripetuta martedì sempre sotto il Comune, questo dice Barbara Proietti Onorati.
Il sindaco a tutto questo ha risposto che in realtà non ci sono tutti questi problemi, che la manifestazione è un cosa strumentale e che al più presto gli stipendi saranno pagati.

]]>
Sun, 09 Dec 2012 13:21:31 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1155-tivoli-continua-la-protesta-per-la-situazione-del-rosmini
Tivoli - Un mercatino con i lavori dei bambini a San Getulio http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1154-tivoli-un-mercatino-con-i-lavori-dei-bambini-a-san-getulio lavoretti-di-Natale-per-bambini

In attesa del natale il 20 dicembre alle ore 17 presso la Scuola Paritaria San Getulio ci sarà una mostra- mercato con lavori creati su carta, tessuto e polistirolo organizzata dai ragazzi dell’istituto che sono stati seguiti dalla signora Josephine Maugliani e il cui ricavato sarà devoluto alla scuola stessa.
Tante sono le iniziative organizzate dall’istituto tra cui quelle legate a corsi di pittura e portamento, che dopo il successo della sfilata dei bambini dello scorso anno si è voluto ripetere la stessa attività anche quest’anno.
La giornata sarà poi allietata dallo spettacolo teatrale organizzato sempre dalla Maugliani dove si esibiranno nove piccoli attori tra cui Edoardo, Giorgia, Elisa, Sofia, Alessandro, Lorenzo, Manuel e i fratellini Micaela e Valerio.
Al termine si potrà partecipare a uno piccolo buffet.

]]>
Sun, 09 Dec 2012 11:45:17 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1154-tivoli-un-mercatino-con-i-lavori-dei-bambini-a-san-getulio
Un anno fa esordiva l' Orchestra Filarmonica di Tivoli http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1153-un-anno-fa-esordiva-l-orchestra-filarmonica-di-tivoli orchestra-filarmonica-settembre-tiburtino

Il 4 Dicembre 2011 la Filarmonica si preparava a staccare le prime note del suo concerto d'esordio.

Il concerto si tenne a Tivoli, all'interno delle Scuderie Estensi ed il concerto era in onore degli ospiti europei del progetto Comenius, realizzato dalla Scuola Elementare "Giordani".

In questi dodici mesi di prove e concerti, di lavoro e di infinita passione, c'è stato un incremento qualitativo che registriamo con moderata soddisfazione.

L'analisi per individuare le aree di miglioramento è continua e parte integrante del modus operandi dell'orchestra, a cui va il nostro più sentito riconoscimento, in particolare a tutti coloro che si sono impegnati per far si che questo avvenisse: alla gestione, ai musicisti, ai maestri ed al pubblico che l'ha supportata.

Pubblico che viene sempre considerato con attenzione quando in fase progettuale dei concerti, si scelgono i brani da eseguire. Questo porta a nuovi e continui inserimenti di pezzi nel repertorio, proprio per avere la possibilità di offrire una scelta che sia la più vasta possibile.

Al momento si stanno disegnando i prossimi appuntamenti, imbastendo, tra le altre cose, alcune sorprese che sottolineeranno l'imprevedibilità della musica e soprattutto dei musicisti, lungi dall'essere gente scontata. Ci mancherebbe altro!

]]>
Thu, 06 Dec 2012 14:36:52 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1153-un-anno-fa-esordiva-l-orchestra-filarmonica-di-tivoli
Tivoli - Al via gli interventi di pulizia di strade e marciapiedi http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1152-tivoli-al-via-gli-interventi-di-pulizia-di-strade-e-marciapiedi pulizia-strade

Pulizie straordinarie di strade e marciapiedi nei quartieri più periferici della città: dopo Tivoli Terme sarà la volta di Campolimpido, Favale e Paterno. Ad annunciare la serie di interventi attuati da Asa Spa è l'assessore all'Ambiente del Comune di Tivoli Federico Lazzaro che ha fortemente voluto l'avvio delle operazioni di riqualificazione.

"L'obiettivo è quello di migliorare la qualità della vita in città - ha commentato l'assessore Lazzaro - attraverso iniziative pianificate dall'amministrazione comunale che vadano a valorizzare il territorio. Dopo Tivoli Terme partirà il piano di interventi per altre aree, come Campolimpido, Favale e Paterno, e quindi si arriverà ad interessare anche il centro cittadino con particolare riferimento alle vie con maggiore presenza di esercizi commerciali, visto l'approssimarsi delle festività natalizie. E' un primo passo verso una programmazione ben più ampia che impegnerà l'amministrazione comunale a sostenere una campagna di sensibilizzazione contro il degrado e a favore della sostenibilità ambientale".

L'assessore Lazzaro e il consigliere comunale Ettore Tirrò hanno effettuato un sopralluogo durante gli interventi di pulizia a Tivoli Terme per seguire i lavori portati dagli operatori anche con spazzatrici meccaniche: "Devo ringraziare – ha aggiunto Lazzaro - tutti i dipendenti di Asa Spa per la collaborazione e l'impegno dimostrati in questi giorni".

Gli interventi a Tivoli Terme hanno riguardato largo Tasso, via Petrarca, via Ariosto, via Parini, via Manzoni, via Alfieri, piazza Galvaligi, via Leopardi, via Monti, via Deledda, via Pirandello, via Verga, via Belli, via Trilussa, via dei Laghi, via Angiolieri, via Petrocchi, via Cesare Augusto, largo La Malfa, via Don Minzoni, piazza Nassiriya, via dei Fauni, via Borromini, via Bagni Vecchi, via Brunelleschi, via Martiri Tiburtini, via Tommaso Neri, via Collodi, via Cappello, via Negri, via Bacci, via Archigene, via Aureliano, via D'Egina, via Pio IX, via Nicodemi, piazza d'Este, via Caio Plinio e via Baccelli.

La seconda serie di interventi che partirà il 13 dicembre riguarda invece: via Sansovino, via Bernini, via Palladio, via Casal Bellini, via Madre Teresa di Calcutta, piazza Padre Pio, via San Simplicio Papa, via San Francesco d'Assisi, via Campolimpido, via Leonini, via Libertucci, via Radiciotti, via Pierattini, via del Melograno, via dei Cedri, via Tognazzi, via San Carlo Borromeo, via Marcotulli, via Croce, via Casal Fraschetti, via Coccanari, via Val di Cadore, via Veneto, via Lucania, via Paterno.

I lavori sono adeguatamente segnalati da pannelli in modo da garantire sicurezza alla viabilità. Sono state predisposte ordinanze di divieto di sosta dei veicoli necessarie al corretto svolgimento dei lavori che avranno inizio alle ore 6 del mattino. Nessun tratto stradale sarà chiuso e dunque non ci sarà bisogno di intraprendere percorsi alternativi. La programmazione degli interventi può subire delle variazioni a causa del maltempo.

 

]]>
Thu, 06 Dec 2012 08:00:25 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1152-tivoli-al-via-gli-interventi-di-pulizia-di-strade-e-marciapiedi
Pallavolo/ Weekend negativo per le formazioni tiburtine http://www.anieneonline.com/notizie/sport/1151-pallavolo-weekend-negativo-per-le-formazioni-tiburtine DF-Volley4Strade-AndreaDoriaTivoliGuidonia 03Fine settimana dal sapore amaro per le formazioni dell’Andrea Doria

Nell’ottavo turno di campionato le formazioni guidate da mister Moscetti e Guzzo, incappano in una doppia sconfitta dall’identico risultato.

Nella giornata di sabato i ragazzi della serie C vengono fermati dalla Virtus Roma per 3-1.

Dopo un parziale sfavorevole di 2-0 il team guidato da mister Moscetti cerca di rimettersi in pista, guadagnando il terzo parziale ai vantaggi per 29/27. Purtroppo la verve si spegne lì e alla fine la formazione di casa ha la meglio sui nostri ragazzi.

Un nuovo passo falso che deve far riflettere e dal quale bisognerà riscattarsi già dal prossimo turno casalingo, dopo la sosta dell’8 dicembre, contro il Nettuno.

Nell’incontro domenicale la serie D Femminile va visita al Piva, ma all’arrivo una sorpresa attende le nostre ragazze. Il campo della palestra Agnini di Viale Adriatico risultava parzialmente allagato dalle infiltrazioni presenti sul tetto. Una struttura a dir poco fatiscente e avviata al degrado dove si fatica a concepire ad oggi l’uso di una pratica sportiva svolta in tutta sicurezza per gli atleti.

Forse proprio l’indecisione e il notevole ritardo (circa un’ora e mezza da come programmato in calendario) sono stati gli ingredienti che hanno certamente falsato lo svolgimento della gara. Incontro di cartello dell’ottava giornata e che alla fine ha visto uscire sconfitte le nostre ragazze per 3-1.

Adesso dopo la sosta è tempo di pensare all’incontro clou della nona giornata contro la capolista eretina della Pro Juventute in programma al Baccelli il 15 dicembre.

Questi i tabellini con i parziali:
CM - Virtus Roma - Andrea Doria Tivoli Guidonia 3-1 (25/21-25/15-27/29-25/14)

DF - Piva Pallavolo - Andrea Doria Tivoli Guidonia 3-1 (25/16-24/26-25/14-25/21)

In allegato i risultati e le classifiche dopo l’ottava giornata.

E questi gli orari degli incontri di sabato prossimo 15 dicembre con le due partite casalinghe che vedranno impegnate le nostre formazioni presso la Palestra Baccelli di Tivoli, nei seguenti orari:

Sab. 15/11: DF - Andrea Doria Tivoli Guidonia - Pro Juventute - ore 16

Sab. 15/11: CM - Andrea Doria Tivoli Guidonia - TechPlanet.it Nettuno - ore 18:30

Mariano Trissati
Area Comunicazione e Stampa
A.S.D. Andrea Doria Tivoli Sez. Pallavolo
www.volleyandreadoria.it

]]>
Thu, 06 Dec 2012 07:47:08 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/sport/1151-pallavolo-weekend-negativo-per-le-formazioni-tiburtine
Il monossido di carbonio, un assassino invisibile http://www.anieneonline.com/rubr/sicurezza/1150-monossido-di-carbonio-assassino-invisibile
Pericolo CO1Con l’entrata ufficiale dell’inverno segnata da freddo e pioggia battente che da qualche giorno sta mettendo a dura prova la nostra tempra fisica vogliamo riproporre all'attenzione il tema del buon funzionamento degli apparecchi di riscaldamento per uso domestico: l’uso scorretto o la scarsa manutenzione, possono essere causa di gravi rischi per la salute. Il pericolo maggiore è rappresentato dall'avvelenamento da monossido di carbonio.

Il monossido di carbonio (CO) è un gas incolore, inodore, insapore e non irritante. Si produce quando si brucia carbone, legna, gas, benzina o gasolio e può raggiungere concentrazioni tali da divenire mortale. L'assenza di caratteristiche specifiche lo rende quindi un pericoloso e silenzioso killer. In ambito domestico gli impianti più pericolosi sono gli scaldabagni a fiamma libera, le caldaie a gas poste in locali piccoli e con scarsa ventilazione, le canne fumarie o i canali da fumo con scarso tiraggio e gli impianti difettosi, mal funzionanti o non correttamente installati.

Perché il monossido di carbonio è così letale?

L'emoglobina contenuta nei globuli rossi del nostro organismo, è una molecola che lega l'ossigeno. I globuli rossi, quindi, in condizioni normali, trasportano emoglobina ricca di ossigeno e permettono a quest'ultimo di arrivare a tutti i tessuti. Il monossido di carbonio presenta un'affinità per l'emoglobina 200-300 volte maggiore rispetto all'ossigeno. Quando c'è in circolazione il CO, questo si lega all'emoglobina in sostituzione dell'ossigeno non permettendo più all’ossigeno di raggiungere i tessuti compresi i principali organi come cervello e cuore.

Quali sono i sintomi?

I primi sintomi vengono spesso ignorati in quanto l'esposizione a monossido di carbonio non dà inizialmente segni evidenti. Le persone presenti in un locale chiuso che si va saturando di CO, anche ammesso che sentano che qualcosa di insolito sta succedendo, non hanno sempre la chiarezza di dover reagire perché, purtroppo, i primi segni da intossicazione sono generici (mal testa, affanno, sensazione di vertigini, confusione mentale, disturbi alla vista, a volte nausea e vomito). Tutti disturbi che, nel loro complesso, possono essere associati e ricondotti a diverse e comuni cause, con un non trascurabile rischio di sottovalutazione. Se l'intossicazione è grave, senza un tempestivo intervento medico, si giunge in breve tempo alla morte.

Quali sono i primi interventi?

Appena ci si rende conto della possibilità di un'intossicazione da monossido di carbonio, è necessario spalancare le finestre e ventilare a lungo la stanza, spostare la persona intossicata dal luogo in cui è stata esposta e contattare immediatamente il 118.

 

]]>
Wed, 05 Dec 2012 13:46:53 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/sicurezza/1150-monossido-di-carbonio-assassino-invisibile
Tivoli - Il sindaco Sandro Gallotti fa chiarezza sulla situazione dell’istituto Tivoli Forma http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1149-tivoli-il-sindaco-sandro-gallotti-fa-chiarezza-sulla-situazione-dell-istituto-tivoli-forma gallotti


Il sindaco di Tivoli Sandro Gallotti ha incontrato le organizzazioni sindacali ed il direttore generale di Tivoli Forma Srl per fare il punto della situazione sulle problematiche che riguardano l'istituto di formazione.

"Possiamo affermare che gli stipendi pregressi fino a dicembre, ed anche la tredicesima, saranno pagati a breve - ha dichiarato il sindaco nel corso della riunione in risposta alle domande dei rappresentanti sindacali -. Purtroppo sappiamo tutti che l'attività della scuola è vincolata dai finanziamenti che arrivano da Regione e Provincia, e se questi ritardano ci sono ricadute inevitabili a livello locale. Nonostante tutto ci siamo già attivati anche con gli istituti bancari per individuare soluzioni finanziarie che garantisca una stabilità economica a Tivoli Forma".

Il sindaco ha voluto fornire delle precisazioni anche in merito ai bandi e le relative assunzioni che riguardano l'attività di formazione: "I criteri su cui si organizza l'attività della scuola sono due e viaggiano su percorsi paralleli: la disponibilità finanziaria, che come detto dipende dai fondi di Regione e Provincia, e le esigenze strettamente necessarie al funzionamento dei corsi. La struttura organica assunta risponde esclusivamente a questi requisiti, ad esigenze reali che assicurino il corretto funzionamento della scuola. L'unico interesse che qui si deve perseguire è quello degli studenti, dei lavoratori e della scuola nel suo insieme. Tra tutto il personale non c'è nemmeno mezza figura in più di quella che serve realmente. Le strumentalizzazioni della politica non mi interessano affatto, e non devono minare il terreno fertile di una scuola".

Un commento il sindaco lo riserva anche alle strategie che interessano il futuro di Tivoli Forma: "L'obiettivo è quello di far crescere la struttura, di potenziarla e di arricchirne la qualità dei corsi. Ci sono dei progetti molto interessanti che mirano tutti assolutamente allo sviluppo di Tivoli Forma".

]]>
Tue, 04 Dec 2012 21:31:30 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1149-tivoli-il-sindaco-sandro-gallotti-fa-chiarezza-sulla-situazione-dell-istituto-tivoli-forma
Discariche abusive a Mentana http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1148-discariche-abusive-a-mentana discarica

L’Amministrazione provvederà a eliminare le discariche abusive presenti nel territorio comunale. Con una determinazione dirigenziale, infatti, è stata impegnata la somma necessaria per la bonifica delle aree interessate. “Si tratta di una spesa che siamo costretti ad affrontare - sottolinea il Sindaco Altiero Lodi - a causa della maleducazione quanti violano le più elementari regole del vivere civile e abbandonano di tutto negli spazi pubblici. L’atteggiamento di pochi penalizza l’intera collettività, perché, è bene rammentarlo, questi interventi comportano un impegno economico non indifferente per l'Ente. Si tratta di soldi che potremmo, invece, ad esempio, utilizzare a sostegno delle fasce sociali più deboli. Chi ha modo di vedere questi vandali in azione - conclude il Sindaco Lodi - provveda immediatamente ad avvisare la Polizia Municipale e le Forze dell’Ordine”.

]]>
Tue, 04 Dec 2012 21:26:38 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1148-discariche-abusive-a-mentana
Andrea Leccese presenta a Tivoli il suo nuovo libro "Innocenti evasori" http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1147-andrea-leccese-presenta-a-tivoli-il-suo-nuovo-libro-innocenti-evasori Innocenti-evasori-di-Andrea-Leccese

Sabato otto dicembre al Caffè Mignon, un piccolo e accogliente caffè familiare sito nella cittadina tiburtina, a Vicolo del Melangolo, ci sarà l’incontro con lo scrittore Andrea Leccese che ci farà conoscere il suo libro “Innocenti Evasori”. Lo scrittore dialogherà con l’avvocato Nicola Molino. A seguire ci sarà la lettura del romanzo da parte dell’attrice Rosaria Leonardis.
Nel libro lo scrittore affronta il problema dell’evasione fiscale secondo il punto di vista tecnico, morale e politico. Per combattere efficacemente l'evasione, bisogna perciò creare un clima etico molto potente, nel quale le famiglie apprendano che il Fisco è il principio della democrazia e che le imposte finanziano una spesa pubblica di qualità; queste le parole di Andrea nel suo libro.

Andrea Leccese nasce a San Severo (FG) nel 1976. Ha studiato musica al Conservatorio di Foggia e si è laureato in Giurisprudenza, Economia e Commercio e Scienze Politiche, nel 2007. Fra i suoi scritti vi sono “Le basi morali dell’evasione fiscale” e “Torniamo alla Costituzione”.

]]>
Tue, 04 Dec 2012 21:20:45 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1147-andrea-leccese-presenta-a-tivoli-il-suo-nuovo-libro-innocenti-evasori
Parco Cani a Guidonia sogno o realtà? http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1146-parco-cani-a-guidonia-sogno-o-realta parco-cani-guidonia
Canidonia rilancia, dopo la petizione consegnata al Sindaco e all’Assessore all’Ambiente, organizza per domenica mattina 16 dicembre 2012 un corteo per le vie cittadine. Il punto di raccolta per chiunque volesse partecipare con il proprio cane (ma anche senza) è la Piazza del Mercato di Guidonia alle ore 10.00 , poi il corteo partirà alle ore 10.30.

Il perché di questo corteo è dedicato al silenzio assoluto della Amministrazione Comunale che nonostante quanto sia stato già fatto fa “orecchie da mercante”. Canidonia non esiste, i firmatari della petizione non esistono, ma i cani si quelli esistono..e infatti la nostra Amministrazione vieta, con una ordinanza fatta da loro di entrare in tutti i parchi di Guidonia pena una sanzione “salata”.

Cari concittadini Canidonia è una comunità di cittadini come voi, che ama gli animali, noi amiamo gli animali è vero, ma, rispettiamo anche chi non li ama, è per questo Canidonia è impegnata da quando è nata nella campagna “raccogli la popò del tuo cane”, proprio per il profondo rispetto verso la Città, la cosa comune e i cittadini, e sul loro sitowww.canidonia.it c’è un banner a ricordarlo sempre.

Vi chiediamo pertanto di aiutarci partecipando al corteo che sarà una passeggiata molto allegorica, colorata, con tanti cani e speriamo anche tanti bambini, è vero il 16 dicembre potrebbe fare freddino, ma un bel giubbotto e una sciarpa e cappelletto “alle brutte” e via andare.

Ci permettiamo di ricordarvi come fatto nei volantini che vedrete in giro, che il cane ci salva la vita nelle valanghe, in acqua, scova gli esplosivi e la droga, trova i dispersi, è spesso gli occhi di un cieco, è arrivato il momento che siamo noi a FARE UNA COSA PER LORO.

Venite vi aspettiamo in massa, le cose richieste dai cittadini meritano più rispetto da parte di chi ci amministra e ci cerca solo quando ha bisogno dei propri voti. FAI SENTIRE ANCHE LA TUA VOCE, vorremmo al nostro fianco anche tutte le forze politiche perche l’AMORE PER GLI ANIMALI non ha colore politico.

]]>
Mon, 03 Dec 2012 08:34:38 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1146-parco-cani-a-guidonia-sogno-o-realta
Genitori single http://www.anieneonline.com/rubr/psicologia/1145-genitori-single genitori-single

Quando pensiamo a una famiglia, l’immagine che subito ci viene alla mente è quella di una coppia di genitori con i loro bambini.
Nonostante questa sia stata la regola nel corso della storia della nostra cultura, non possiamo dimenticare un fenomeno sempre esistito, quello dei genitori single, che ormai rappresenta circa il 7,6% della popolazione (ISTAT 2002-2003). Si tratta per lo più di mamme sole con i loro bambini, ma non è improbabile che si tratti di un papà. Ciò avviene talvolta per scelta, altre per necessità, altre volte ancora è la vita, con la sua durezza, a produrre queste situazioni.
Essere genitore unico per il proprio bambino significa poter contare solo su se stessi e non avere un partner con cui condividere scelte, responsabilità, dolori e gioie, trovarsi soli a rispondere alle domande che i figli pongono sulla loro storia e più in generale sulla vita. È difficile trovare una posizione genitoriale stabile, tentati continuamente ad assumere ruoli diversi, quello della mamma e del papà.
I figli di genitori single non sono meno amati o più problematici, ma ai loro genitori spetta il gravoso compito di non farli sentire i loro partner, di non gravarli di responsabilità che ancora non sono pronti ad affrontare. Le difficoltà, però, riguardano anche il rischio di farli crescere troppo in fretta o, al contrario, di continuare a trattarli a lungo da piccoli per la difficoltà di affrontare il duro periodo delle sfide adolescenziali.
Uscire da posizioni rigide di chiusura o di apparente forza, dettate dall’orgoglio, dalla rabbia e talvolta dalla paura, chiedere aiuto a nonni, amici, vicini di casa o chiedere il sostegno di associazioni specializzate, a gruppi di genitori per fare attorno a sé “una rete”, permette di sentirsi meno soli, ma anche di far crescere i bambini in un ambiente caldo, affettuoso, ricco di persone e lo sviluppo psicologico e affettivo del bambino ne guadagnerà molto.


A cura delle dott.sse Marcella Fazzi e Barbara Vecchioni
Studio di psicologia Tivoli
www.studiopsicologiativoli.it - Tel.0774.335712

]]>
Mon, 03 Dec 2012 08:21:56 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/psicologia/1145-genitori-single
Ultimo appuntamento per Jeux d'Art 2012 http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1143-ultimo-appuntamento-per-jeux-d-art-2012 jda2012 4

Quattro prime parti per questo quarto e ultimo appuntamento della settima edizione di Jeux d’Art a Villa d’Este. Roberta Nitta, spalla dell’Orchestra sinfonica del Friuli Venezia Giulia, Andrea Noferini, primo violoncello del Teatro dell’Opera di Roma,Stefano Bartoli, già primo clarinetto della Gustav Mahler Jugend Orkester di Claudio Abbado - attualmente secondo nell'Orchestra del Teatro di San Carlo di Napoli - e il nostro direttore artistico Francesco Nicolosi insieme per i due trio diThalberg e Brahms. E se il secondo rientra fra i capolavori unanimemente conosciuti della storia della musica, il primo è una vera e propria rarità musicale. Riscoperto proprio quest’anno dal maestro Nicolosi in occasione del Bicentenario dalla nascita di Sigismund Thalberg - dobbiamo ricordare che tra le tante attività il maestro Nicolosi è anche Presidente del Centro Studi Internazionale Sigismund Thalberg di Napoli - è stato eseguito in prima assoluta al Teatro Bellini di Catania lo scorso febbraio e replicato per ilFestival di Ravello in agosto. Un lavoro interessante e raffinato che rivela aspetti compositivi inediti del grande pianista austriaco ricordato principalmente per il grande virtuosismo pianistico - fu il più grande rivale del nostro Franz Liszt - e per le parafrasi da temi d’opera.Artisti d’eccezione, un programma ricco e variegato, gli ingredienti sono perfetti per un concerto…degno di nota!!   

 
domenica 2 dicembre 2012

 

tivoli villa d'este

 

ore 12 concerto sala del trono


programma
 

Thalberg
Trio op.69
Allegretto molto moderato
Andante cantabile
Allegretto ma non troppo

Brahms
Trio op.114
Allegro
Adagio
Andantino grazioso, Trio
Allegro

 

COSTO BIGLIETTO

 

INTERO € 12

 

RIDOTTO € 10

 

DOVE ACQUISTARE I BIGLIETTI

 

BIGLIETTERIA VILLA D’ESTE

P.zza Trento, 5 - Tivoli (RM)

Orario: dal martedì alla domenica ore 8.30 -16.00;

il giorno del concerto fino al’intervallo.

Per informazioni: tel. (+39) 0774.332920

 

ONLINE

Sul sito www.listicket.it

Ritiro biglietti a partire da un’ora prima dell’evento presso la Biglietteria di Villa d’Este.

 

BIGLIETTERIA E PREVENDITA TELEFONICA

Lottomatica Italia Servizi tel. 892.982

Orario: dal lunedì al sabato ore 10.00-13.00 / 14.00-18.00

Ritiro biglietti a partire da un’ora prima dell’evento presso la Biglietteria di Villa d’Este

 

PUNTI VENDITA ESTERNI

Per la lista completa dei punti vendita esterni presenti su tutto il territorio nazionale

visitare il sito www.listicket.it

 

INFOLINE

Associazione La Stanza delle Rose (+39) 334.6227148

 

 

 

ROBERTA NITTA
Roberta Nitta ha iniziato lo studio del violino in giovanissima età diplomandosi a Napoli con la lode e la menzione speciale. Ha conseguito successivamente il Diploma all'Accademia di Santa Cecilia in musica da camera e violino. E' stata allieva di Salvatore Accardo e numerosi noti musicisti tra cui A. Pelliccia, R. Brengola. Ha vinto i concorsi di Vittorio Veneto, Città di Pescara, Pergolesi e Caruso. Si è esibita in numerosi Festival e Stagioni fra cui: Festival di Cremona, Concerti Italcable, Stagione Ferenc Liszt, I Concerti al Quirinale, Esacordo di Roma, Associazione Scarlatti, Museo Goethe di Francoforte. Ha registrato in varie occasioni per RAI Radio Tre e Radio Televisione Tedesca ZDF per la quale ha impersonato, da bambina, Paganini in un Film Tv. E' stata membro di giuria al Concorso Internazionale di liuteria Antonio Stradivari di Cremona. Recentemente ha suonato lo Stradivari Il re di Prussia 1703 in occasione della manifestazione Il suono di Stradivari.

 

ANDREA NOFERINI
Chi conosce Andrea Noferini sa che si sta parlando di un vero virtuoso del violoncello. Nato in una famiglia di musicisti, la madre pianista e il padre compositore, si è formato strumentalmente a Bruxelles, alla scuola del grande violinista Arthur Grumiaux al quale deve tutta la sua impostazione virtuosistica al Violoncello, spiccatamente di stampo violinistico. Diplomato a 18 anni nel 1987 con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio G. Verdi di Milano si è perfezionato con Antonio Janigro e ha seguito Corsi di perfezionamento con Paul Tortelier, André Navarra e Yo-Yo Ma. Ha suonato come solista con l’Orchestra Sinfonica della RAI, l’Orchestra Filarmonica di Stato di Romania e Bulgaria, Orchestra del Teatro S. Carlo di Napoli, Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma etc. Inoltre ha tenuto recital nell’ambito di importanti Festival quali Ravello, dei Due Mondi a Spoleto, della Primavera di Praga in Repubblica Ceca, dello Schleswig-Holstein in Germania etc., Il giorno di Natale, 25 dicembre 2001, ha eseguito in Mondovisione, dalla Grotta della Natività a Betlemme, la Suite per violoncello solo n.1 in sol Maggiore di J.S.Bach. Ha inciso per per Dynamic, Warner Bros, Bongiovanni e Tactus. Alla sua attività strumentale affianca quella didattica in qualità di docente di Violoncello ai Corsi di Alto Perfezionamento presso l’Accademia Musicale Pescarese, l’Arts Academy di Roma e al Laboratorio di Interpretazione del Conservatorio S. Cecilia di Roma. Da molti anni tiene i Corsi Internazionali di Formazione Orchestrale dell’Estate Musicale Frentana a Lanciano e dal 1991 è Primo Violoncello Solista al Teatro dell’Opera di Roma. In ambito cameristico è fondatore dello Schubert Trio con pianoforte e del Trio d’Archi del Teatro dell’Opera di Roma. Nel 1997 gli è stato assegnato il premio Nettuno d’Oro dalla Città di Bologna quale miglior artista dell’anno, nel 1999 il Virtuosity Award per il CD The Cello Virtuoso, nel 2001 il riconoscimento Son de Cristal per il CD Cello Miniatures, nel 2002 è stato insignito della Medaglia d’Oro dall’Associazione Foyer des Artistes per meriti artistici. Il Cd 18th Century Italian Cello Sonatas (con Bruno Canino) si è guadagnato il massimo riconoscimento della critica internazionale e ha conseguito un record di vendite. Il suo violoncello è un Tomaso Balestrieri del 1759.

 

STEFANO BARTOLI
Inizia giovanissimo i suoi studi presso la scuola di musica del suo paese in Toscana (Figline Valdarno) per poi diplomarsi brillantemente nell'Istituto Pareggiato P.Mascagni di Livorno con il maestro Giovanni Riccucci. Partecipa a varie Master Class con Karl Leister (risultato il migliore del suo corso anno '98 presso gli Amici della Musica di Firenze) e Anthony Pay '94 e '97 (vincitore borsa di studio presso la prestigiosa Accademia Chigiana di Siena). Inizia in seguito il suo nuovo percorso di studi con i Walter Seyfarth (Berliner Philharmoniker) e Gerald Pachinger (Wiener Simphoniker). Nel 1999 viene chiamato da Claudio Abbado a suonare in qualità di primo clarinetto nell'orchestra Gustav Mahler Jugend Orkester per due anni, periodo durante il quale parteciperà alle tournée italiane dell'orchestra e registrerà in un concerto dal vivo a Bolzano l'Ottetto di Schubert per la Fondazione Gustav Mahler Stiftung sotto la guida di Alfred Prinz (storico clarinettista dei Wiener Philharmoniker). A seguito di varie idoneità ai concorsi indetti dalle varie istituzioni ha collaborato con varie orchestre italiane ed estere quali: Orchestra Giovanile Italiana (primo clarinetto), Gustav Mahler Jugend Orkester (primo clarinetto), Orchestra Regionale Toscana (primo clarinetto), Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino (fila), Teatro San Carlo di Napoli (posizione che ad oggi tuttora ricopre con la qualifica di Secondo Clarinetto e Piccolo), City of Birmingham Orchestra CBSO (solo-section leader), Orquestra Sinfonica Brasileira OSB, orchestra con la quale ha iniziato una nuova collaborazione per la stagione 2011-2012 in qualità di primo clarinetto solista. E' molto attivo nella musica da camera in varie formazioni.

 

FRANCESCO NICOLOSI
Allievo di Vincenzo Vitale è considerato oggi uno dei massimi esponenti della prestigiosa scuola pianistica napoletana. Vincitore nel 1980 del terzo premio al Concorso Pianistico Internazionale di Santander e, nello stesso anno, del secondo premio (primo non assegnato) al Concorso Internazionale d’Esecuzione Musicale di Ginevra, si è affermato in tutto il mondo come uno dei pianisti più interessanti della sua generazione. Si è esibito sia in recital che come solista con orchestre prestigiose nelle più importanti sale da concerto del mondo (Queen Elizabeth Hall e Wigmore Hall di Londra, Victoria Hall di Ginevra, Radio Nacional di Madrid, Salle Gaveau di Parigi, Teatro alla Scala e Sala Verdi di Milano, Teatro dell’Opera e Accademia di Santa Cecilia di Roma, Teatro di San Carlo di Napoli, Herkulessaal di Monaco, Brahmssaal di Vienna, ecc.); oltre che in tutta Europa ha effettuato tournée in Islanda, Russia, Stati Uniti, Argentina, Giappone e Cina ed è stato ospite dei più esclusivi festival quali: Festival dei Due Mondi di Spoleto, Rossini Opera Festival, Ravenna Festival, Festival di Ravello, Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo, Estate Musicale Sorrentina, Taormina Teatro Musica, Settimane Musicali di Stresa, Settembre Musica di Torino, Mittelfest Musica, Marathon Internacional di Siviglia, Festival de Musique di Mentone, Rencontres Musicales en Artois, Weimar Kunstfest, Budapest Liszt Festival e molti altri. La sua intensa attività discografica lo vede presente nei cataloghi di tre importanti etichette: Nuova Era, Naxos e Marco Polo. I suoi dischi sono stati recensiti in maniera sempre entusiastica dalle più quotate riviste musicali europee, americane e asiatiche, e vengono regolarmente trasmessi dai canali classici delle radio di tutto il mondo. Sull’incisione per la Naxos (luglio 2004) di due rari concerti di Paisiello, l’autorevole critico e musicologo Paolo Isotta ha scritto di lui:(…) bisogna riconoscere che nessuno oggi gli può essere accostato per la luminosità del suono, la capacità di “cantare” e “legare” che per definizione sono raggiungibili dallo strumento a tastiera(...) egli va considerato uno dei migliori pianisti viventi (...) il sommo Arturo Benedetti Michelangeli eseguì musica del Settecento ispirandosi agli stessi criteri di massima adottati dal Nicolosi ma forse non con altrettanta lucidità e coerenza. Nicolosi porta a compimento ciò che Benedetti Michelangeli annuncia. Per la sua attività discografica dedicata a Vincenzo Bellini ha ricevuto nel 1994 (unico pianista a ricevere questo prestigioso premio) il Bellini d’oro. Nel 1998 assieme al pianista Vittorio Bresciani ha fondato il Franz Liszt Piano Duo con l’obiettivo di divulgare l’opera sinfonica di Franz Liszt attraverso le versioni autografe per due pianoforti. In qualità di Presidente del Centro Studi Internazionale Sigismund Thalberg affianca alla sua attività concertistica un’intensa attività di ricerca e di studio incentrata essenzialmente sulla rivalutazione della musica del grande pianista austriaco Sigismund Thalberg (fondatore della Scuola Pianistica napoletana) e di tutto il repertorio strumentale dei primi anni dell’800, diventando in pochi anni uno dei più importanti punti di riferimento della musicologia internazionale. Ricopre inoltre la carica di Direttore artistico del Premio Pianistico Internazionale Sigismund Thalberg, che si svolge a Napoli con cadenza biennale, del Festival Jeux d’Art a Villa d’Este di Tivoli, della Rassegna concertistica I concerti d’Estate a Villa Guariglia che ha luogo in costiera amalfitana e dei Corsi Internazionali di Alto Perfezionamento e Formazione Musicale che hanno sede a Napoli e Roma.

 

]]>
Fri, 30 Nov 2012 13:09:00 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1143-ultimo-appuntamento-per-jeux-d-art-2012
Concerti di mezzo inverno a Tivoli http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1144-concerti-di-mezzo-inverno-a-tivoli tivolimusica-2012

Si terrà a Tivoli il 2 Dicembre 2012, presso l’Ex Chiesa di Santo Stefano ai Ferri, l’inaugurazione di “Tivoli Musica 2012. Concerti di Mezzo Inverno”. La rassegna concertistica sostenuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali (Dipartimento per lo Spettacolo dal Vivo-Attività Musicali) in collaborazione e con il Patrocinio del Comune di Tivoli, Assessorato alle Politiche Culturali e Assessorato alle Attività Produttive e Turismo, a cura della Fondazione Arco, verrà inclusa nella programmazione comunale del “Natale a Tivoli 2012”.

La Fondazione, interessata a promuovere eventi culturali significativi, ha lo scopo di diffondere la cultura europea e asiatica per cogliere le comuni radici e le opportunità offerte da uno scambio culturale finalizzato alla conoscenza tra i popoli, organizzando eventi ricchi di fascino.

Un panorama diversificato è, appunto quello dei concerti previsti che, sotto la direzione del musicologo, critico e musicista Lorenzo Tozzi, ha lo scopo di conquistare un ampio pubblico.

La programmazione spazia dal jazz al classico, dal barocco al moderno con un occhio all’ormai prossimo clima natalizio. I concerti si svolgono a Tivoli in suggestivi cornici come quella dell’Ex Chiesa di Santo Stefano ai Ferri e delle Scuderie Estensi, luoghi di rilevante interesse storico-artistico. Ad aprire questa terza edizione, il Gino Canini Trio in un viaggio nel jazz senza frontiere. A seguire è prevista una degustazione offerta da Slow Food-Condotta di Tivoli con prodotti locali e della Valle dell’Aniene.

Lo spazio dell’Ex Chiesa di Santo Stefano ai Ferri, si presta ad accogliere iniziative come convegni, seminari, concerti da camera, mostre, proponendosi come importante struttura di servizio culturale. La chiesa, quasi nascosta in una delle vie più significative del centro storico, vanta tracce di importanti affreschi. Uno dei più pregevoli, databili alla prima metà del Duecento, raffigura due cavalieri a cavallo ed altri frammenti di un secondo cavallo, orientati dall’abside verso l’uscita, a rappresentare l’avvio verso la crociata. Un’altra data è prevista in questo storico edificio: il 7 dicembre il pianista Piero Rotolo proporrà l’esecuzione di musiche di Bach, Mozart, Chopin, Liszt, Schumann, Mascagni, Respighi, Van Westerhout, Gershwin, Piazzolla, Ginastera.

Il 21 dicembre, nell’ex Chiesa si esibirà, il complesso di musica antica fondato dal violinista Pierluigi Mencattini, Labirinto Armonico, con l’arte dell’arco nel barocco italiano tra il XVII e XVIII secolo, accompagnati da strumenti di quell’epoca o copie fedelmente riprodotte come il clavicembalo, suonato da Stefania Di Giuseppe.

I tre appuntamenti alle Scuderie Estensi invece, si svolgeranno in un edificio rinnovato, adibito a spazio espositivo, centro congressi e rassegne musicali. Le Scuderie furono costruite da Alessandro d’Este nel 1621 come stalla che poteva contenere 100 cavalli, da cui deriva il nome popolare “stallone” a servizio della vicina villa. Oggi, il sito viene utilizzato per eventi promossi dall’Amministrazione Comunale. Così il 13 dicembre, il pianista Corrado Santandrea e il violinista Andrea Camerino, eseguiranno un viaggio dalle musiche da film alle tradizioni tanghere, un itinerario da Morricone a Piazzolla. Il 16 dicembre, il recital del giovane talento Antonino Fiumara allieterà il pubblico grazie alle musiche di Chopin, Liszt, Tchaikovsky e Scriabin. A concludere la rassegna il 23, la cantante Roberta Albanesi e il chitarrista Daniele Trissati intratterranno gli spettatori con arrangiamenti inediti di grandi successi nazionali e internazionali tra cui brani intramontabili del repertorio natalizio.

Un itinerario musicale di più secoli, dunque, tra colto e popolare, ricco di sorprese e di conferme, che vuole arricchire la vita culturale della città di Tivoli, da tempo importante centro di diffusione musicale grazie al Duomo e alla famiglia Estense, ben prima che l’abate Ferenc Liszt la scegliesse come luogo di elezione dei suoi soggiorni romani e motivo di ispirazione per le sue pagine pianistiche. Una grande occasione per i cittadini e i turisti che possono visitare e scoprire alcuni luoghi prestigiosi e apprezzare capolavori della musica.

Ogni concerto avrà inizio alle ore 18.30 con biglietto di ingresso di euro 5.

A cura di:

Fondazione Internazionale Accademia Arco, Via Barberini, 67 – 00187 Roma

Dott.ssa Chiara Carrarini (Direzione Organizzazione Eventi "Tivoli Musica 2012. Concerti di Mezzo Inverno")

]]>
Fri, 30 Nov 2012 13:08:03 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1144-concerti-di-mezzo-inverno-a-tivoli
Il rischio di incendio http://www.anieneonline.com/rubr/sicurezza/1142-il-rischio-di-incendio fuocoOgni giorno sui quotidiani nazionali troviamo articoli che parlano di incidenti domestici dove a farla da padrone è il fuoco. Fatti che spaventano non soltanto per la paura che la persona sperimenta quando si trova davanti alle fiamme ma anche per l’entità e la vastità dei danni causati dal fenomeno. L’obiettivo di questo breve articolo sul mondo della sicurezza in caso di incendio è di scaturire curiosità nell’argomento e la voglia di una formazione più approfondita per ognuno di noi, soprattutto per quando siamo all’interno delle nostre abitazioni.

Che cos’è un incendio

Con la parola incendio andiamo a definire quelle combustioni libere di propagarsi in modo incontrollato al di fuori dei focolari destinati a contenerle come per esempio, il camino o il piano di cottura. Dal punto di vista chimico l’incendio può essere definito un triangolo (il famoso triangolo del fuoco) che per essere tale ha bisogno di tre lati. I tre elementi sono: combustibile, comburente e temperatura d’innesco.

Combustibile

Nell’ambiente domestico non manca di certo il combustibile, fanno parte di questa categoria i rivestimenti (parquet, moquette, tendaggi etc), gli arredi (divani, letti etc.) e non da meno i solai e il tetto in legno. Anche le bombole del gas e i liquidi infiammabili che normalmente vengono conservati in casa (alcool, vernici, acquaragia) rientrano in questa categoria ma a differenza degli altri la loro combustione può peggiorare ulteriormente la situazione in emergenza.

A livello internazionale è stata creata una scala in base al tipo di combustibile che regolamenta la prevenzione e la modalità di spegnimento dell’incendio a cui gli esperti devono fare riferimento in caso di spegnimento:

  • Fuochi di classe A : Comprendono gli incendi di combustibili solidi come legno, stracci, gomma, carta, cartone.
  • Fuochi di classe B : Comprendono gli incendi di combustibili liquidi come alcool, acetone, trielina, acquaragia, nitro, vernici, petrolio illuminante.
  • Fuochi di classe C : Comprendono gli incendi di combustibili gassosi come metano, G.P.L., acetilene.
  • Fuochi di classe D : Comprendono gli incendi di metalli combustibili come magnesio, potassio, sodio, carburi.

In ambito domestico troviamo quasi sempre elementi di classe A, B, C e raramente la classe D.

Comburenti

Il comburente per eccellenza è l’ossigeno presente nell’aria che respiriamo in una quantità del 21% circa, ma sul quale non possiamo agire in caso di prevenzione in quanto non possiamo vivere senza l’ossigeno.

Sorgenti di innesco

L’innesco di un incendio può avvenire per varie cause:

  • Accensione diretta: quando il combustibile viene direttamente a contatto con una sorgente di calore come per esempio una fiamma, una scintilla, un mozzicone di sigaretta o una lampadina a diretto contatto con carta o tendaggi
  • Accensione indiretta: quando il combustibile raggiunge la temperatura d’accensione tramite convenzione, conduzione e irraggiamento termico.
  • Attrito: quando il calore è prodotto con lo sfregamento di due materiali (poco presente in ambito domestico)
  • Autocombustione: consiste nel raggiungimento della temperatura d’innesco tramite processi di fermentazione, ossidazione e decomposizione di combustibili (poco presente in ambito domestico)

Estinzione degli incendi

Ora che abbiamo analizzato e capito le condizioni per cui viene resa possibile la combustione, e cioè l’unione dei tre elementi (combustibile, comburente e innesco) dobbiamo vedere come possiamo disattivare questa reazione chimica per spegnere l’incendio. Teoricamente è molto semplice in quanto è sufficiente andare ad agire su uno dei tre elementi per scomporre il triangolo.

Triangolo del fuocoGeneralmente le tecniche sono 3 (una per ogni lato del triangolo) :

  • Raffreddamento: inteso come abbassamento della temperatura del materiale che brucia al di sotto della temperatura d’innesco. Generalmente viene utilizzata l’acqua che a contatto con il calore evapora abbassando la temperatura oppure gli estintori ad anidride carbonica.
  • Soffocamento: ottenuto separando il combustibile dall’aria circostante impedendo in tal modo che l’ossigeno alimenti la combustione. Un esempio può essere l’uso del coperchio in una padella con dell’olio incendiato
  • Riduzione del combustibile: rimozione fisica del combustibile non coinvolto evitando di alimentare le fiamme in via di propagazione.

L’estinzione di un incendio non è una cosa facile, c’è bisogno di esperienza e di una conoscenza approfondita dell’argomento in quanto la combinazione tra tipologia d’incendio e metodo d’estinzione varia di caso in caso e non sempre c’è permesso sbagliare. Il caso più comune di errore di valutazione e di scelta del metodo è nel caso in cui utilizziamo l’acqua in un corto circuito di un quadro elettrico.

L’unico consiglio valido in caso di incendio è di chiamare i Vigili del Fuoco al numero 115

]]>
Wed, 28 Nov 2012 18:18:52 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/sicurezza/1142-il-rischio-di-incendio
Arte e territorio nel calendario tiburtino 2013 http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1141-arte-e-territorio-nel-calendario-tiburtino-2013 365 giorni a tivoli

Un calendario per promuovere l'arte e valorizzare il territorio di Tivoli. E' il progetto dell'associazione "Chi Vale" che fino a venerdì 30 novembre ha organizzato una mostra fotografica collettiva alle Scuderie Estensi in concomitanza con la presentazione dell'opera.

La prima edizione di "365 Giorni a Tivoli - Il Calendario promuove l'arte" vede il patrocinio e la collaborazione del Comune di Tivoli.

"Scopo dell'iniziativa - hanno detto gli organizzatori dell'evento - è quella di portare avanti nuovi talenti nel campo della fotografia per valorizzare il nostro territorio. Così dieci fotografi non professionisti sono stati selezionati e invitati a scoprire i siti Patrimonio dell’Unesco a Tivoli attraverso un dettagliato tour guidato per poi poterne immortalare la bellezza storica, artistica e naturale della città. Gli scatti saranno poi inseriti nel calendario 2013. Un’occasione unica per condividere arte, emozioni e istanti ogni giorno dell’anno".

"Il calendario - ha commentato l'assessore al Turismo Vincenzo Tropiano - è una vetrina delle bellezze del nostro territorio e un veicolo di cultura e promozione turistica che può funzionare 365 giorni all'anno. Un grande in bocca al lupo per l'iniziativa va all'associazione e a tutti i fotografi che hanno partecipato con i loro scatti, tutti molto suggestivi".

]]>
Wed, 28 Nov 2012 07:53:59 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1141-arte-e-territorio-nel-calendario-tiburtino-2013
i beni dell'Ex Pio Istituto Santo Spirito passano dal Comune di Tivoli alla Asl RmG http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1140-i-beni-dell-ex-pio-istituto-santo-spirito-passano-dal-comune-di-tivoli-alla-asl-rmg consegna terreni ex pio istituto santo spirito

I beni immobili dell'ex Pio Istituto Santo Spirito ricadenti nel territorio comunale di Tivoli passano nelle mani della Asl RmG. Si conclude con la firma del verbale di consegna da parte del sindaco di Tivoli Sandro Gallotti e del direttore della Asl RmG Nazzareno Renzo Brizioli un'operazione iniziata addirittura nel 1980. Dopo ben 32 anni l'azienda sanitaria locale, così come disposto dalla Legge Regione Lazio 14/2008, ha preso in consegna 258 ettari di terreni e fondi rustici.

Il documento relativo al trasferimento formale dei beni sottoscritto dal sindaco e dal direttore della Asl dovrà poi essere portato all'attenzione del Consiglio comunale.

"Siamo arrivati alla conclusione di un iter lungo molti anni - ha commentato il sindaco Gallotti -, un passo avanti fatto dall'amministrazione comunale e dalla Asl RmG per risolvere una situazione di stallo che affliggeva questo territorio da troppo tempo. Gli uffici competenti hanno effettuato un ottimo lavoro per arrivare a questo traguardo, in particolare il dirigente del settore Lavori Pubblici del Comune di Tivoli Giuseppe Petrocchi, il responsabile del procedimento Domenico Fabiani ed il dottor Federico De Rossi".

Piena soddisfazione espressa anche dal direttore generale della Asl RmG Nazzareno Renzo Brizioli: "In tempi celeri si è riusciti a dar vita ad un procedimento importante e complesso - ha dichiarato -. In un momento di crisi così particolare come quello che stiamo vivendo e dove il piano di rientro ci impone una sempre maggiore attenzione sulle risorse, i beni acquisiti con questa operazione potranno certamente contribuire a colmare il disavanzo sanitario anche attraverso procedure di recupero e valorizzazione. Sarà essenziale avviare subito i colloqui con le cooperative presenti sul territorio per condividere percorsi e per dare soluzioni ai problemi già noti. Inoltre - ha aggiunto Brizioli - ci tengo a ringraziare l'avvocato Michele Pagano per la preziosa collaborazione professionale messa a disposizione per raggiungere questo importante traguardo e per quella che continuerà a fornirci per il proseguo del procedimento. Un grazie anche al direttore amministrativo Daniele Aguzzi e all'architetto Giuliana Sacco, direttore U.o.c. - Gestione Area Patrimoniale e Tecnica della Asl RmG".

]]>
Wed, 28 Nov 2012 07:49:53 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1140-i-beni-dell-ex-pio-istituto-santo-spirito-passano-dal-comune-di-tivoli-alla-asl-rmg
progetto Contemporanea Aniene Pop Festival: è uscito il bando http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1139-progetto-contemporanea-aniene-pop-festival-e-uscito-il-bando settimocielo

E' uscito il bando indetto dall'Associazione Settimo Cielo per una residenza teatrale rivolto a giovani compagnie e singoli artisti nell'ambito del progetto Contemporanea Aniene Pop Festival, realizzato con il contributo dell'Assessorato alla Cultura Arte e Sport della Regione Lazio.
La selezione avverrà sulla presentazione di un progetto riferito a un genere definibile come "popolare contemporaneo" che sappia cioè innestare su elementi di tradizione linguaggi espressivi o temi di contemporaneità.
Per partecipare o per avere informazioni più dettagliate potete scaricare il bando direttamente dal sito www.settimocielo.net. I progetti dovranno pervenire entro il 31 gennaio 2013. Il festival si terrà a Subiaco nel mese di Aprile 2013.

]]>
Mon, 26 Nov 2012 07:49:18 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1139-progetto-contemporanea-aniene-pop-festival-e-uscito-il-bando
Il colore della memoria di Care Santos http://www.anieneonline.com/rubr/libri-per-tutti-i-gusti/1138-il-colore-della-memoria-di-care-santos il-colore-della-memoria-300x300


Il libro della scrittrice Santos è la storia di una saga familiare che include vita, amori, passioni artistiche, spiritismo, viaggi, la guerra civile, ricchezze perdute e fantasmi in una trama molto intrigante.
L’ autrice racconta di Maria del Roser Golorons, vedova Lax, che alla vigilia di Natale esce con la fedele domestica Conchita per andare ai Grandi Magazzini El Siglo, dove succederà qualcosa di straordinario.
Molti anni dopo a alle porte della guerra civile, il famoso pittore modernista Amadeo Lax dipinge la sua opera d'arte migliore in ricordo della moglie Teresa che lo ha abbandonato.
Questo è un quadro che nasconde qualcosa di oscuro.
Circa ottant'anni dopo, l'esperta d'arte Violeta Lax, nipote di Amadeo, viene invitata da una sconosciuta signora italiana che vuole dirle qualcosa di importante.
Incuriosita, Violeta decide di incontrarla, ma prima si fermerà a Barcellona per visitare la casa di famiglia, dove inizierà per lei un viaggio nel tempo alla scoperta di segreti e nuove vicende della sua famiglia.

Care Santos, dopo la laurea in giurisprudenza e filologia ha cominciato la sua carriera di giornalista per varie testate.
Ha fondato e diretto l’associazione Giovani Scrittori Spagnoli.
Sostiene laboratori di scrittura in Spagna e in America e firma articoli di critica letteraria per il quotidiano “El Mundo”.
Tra i suoi romanzi “La morte di Venere”.

]]>
Mon, 26 Nov 2012 07:29:57 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/libri-per-tutti-i-gusti/1138-il-colore-della-memoria-di-care-santos
South Sky Cello Ensemble domenica 25 a Villa D'Este http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1137-south-sky-cello-ensemble giganti
Una formazione giovanissima, nata da un’idea progettuale di Gianluca Giganti che ha scelto e adattato alla formazione assolutamente insolita dell’Ensemble di violoncelli un programma delizioso e accattivante, che spazia su tutto l’arco temporale della storia della musica occidentale dal 1500 ad oggi e mette in luce la bellezza delle sonorità dei celli. Un musicista di chiara fama dunque - Gianluca Giganti attualmente é primo violoncello dell’orchestra del Teatro di San Carlo di Napoli - che inizia un cammino insieme ai suoi migliori allievi (attuali ed ex) con la convinzione che il suonare insieme sia una grande opportunità di crescita umana e culturale oltre che di divertimento. Quest’anno l’ensemble è stato ospite di alcune importanti rassegne concertistiche tra cui Benevento Città Spettacolo il cui direttore artistico, Giulio Baffi, ha dedicato al Quartetto di violoncelli e alla loro esecuzione queste parole: Costruendo comunioni impensabili, sintonie altrimenti inafferrabili, illeggibili, impronunciabili, la musica ci parla. Così un gruppo di giovani musicisti entusiasti, Sergio De Castris, Emilio Mottola, Alberto Senatore, guidati dal loro Maestro, l’ottimo Gianluca Giganti, ci dicono del loro entusiasmo, ci danno la loro allegria e la loro fiducia, trasformando il nostro sguardo opaco e il nostro affannato sentire, illuminando il nostro tempo, cancellando la nostra malinconia. Buon concerto.

GIANLUCA GIGANTI 
Si diploma con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma nella classe di Giorgio Ravenna. 
Successivamente completa la sua preparazione con Mario Brunello, Franco Maggio-Ormezowski e Mischa Maisky, il quale gli assegna due Diplomi di Merito ai Corsi di Perfezionamento dell’Accademia Chigiana di Siena. 
E' stato premiato in due dei Concorsi Internazionali di violoncello più importanti del panorama musicale internazionale: il Primavera di Praga nel 1994 (primo italiano nell´albo d´oro della competizione) e il Roberto Caruana-Premio Stradivari di Milano nel 1996. 
Svolge sin da giovanissimo un'intensa attività che lo ha portato a suonare, sia in qualità di solista che in formazioni cameristiche, per alcune delle maggiori istituzioni e sale da concerto italiane ed estere e a collaborare con alcuni dei concertisti più prestigiosi quali Uto Ughi (con il quale ha anche effettuato una registrazione televisiva del Quartetto di F.Schubert La Morte e la Fanciulla per RAI-SAT), Chung, Vernikov, Maggio-Ormezowski. 
Ha collaborato regolarmente in qualità di Primo Violoncello con l'Orchestra Sinfonica di Roma, l´Orchestra Sinfonica dell´Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma e l´Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino, sotto la direzione dei maggiori direttori tra i quali Chung, Temirkanov, Gergiev, Pretre, Tate, Sawallisch, Sinopoli, Muti, Inbal, Yutaka Sado e Noseda. 
Attualmente ricopre il ruolo di Primo Violoncello nell’Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli. 
Come solista ha eseguito i più importanti brani di repertorio: i concerti di Haydn, Dvorak, Saint-Saens, Schostakovich, Schumann, il Don Quixote di Strauss e il Triplo Concerto di Beethoven (quest’ultimo con Domenico Nordio e Giorgia Tomassi). Nel 2007 ha effettuato, in qualità di solista con l’Orchestra de I Filarmonici di Roma, una importante tournée in Russia che lo ha visto protagonista in alcune delle maggiori sale da concerto sovietiche, tra le quali la Sala della Filarmonica di Ekaterinburg e la Sala Tchaikovsky di Mosca. 
Collabora come recensore alla rivista Archi Magazine ed è titolare di violoncello presso il Conservatorio Statale di Musica Nicola Sala di Benevento. 
Dal 2010 fa parte del Quartetto Michelangelo.

 

domenica 25 novembre ore 12 
Villa d’Este, Sala del trono
South Sky Cello Ensemble
Gianluca Giganti, Sergio De Castris Emilio Mottola,
Fabrizia Nicolosi, Alberto Senatore
violoncelli

PROGRAMMA
EUSTACHE DU CAURROY
Fantasia a 4 viole
su Ut, Re, Mi, Fa, Sol, La
MORITZ LANDGRAF VON HESSEN
Pavan a 4 viole
PETER PHILIPS
Allemand a 4 viole
AUGUSTIN BASSANO
Gagliard a 4 viole
CARL MARIA VON WEBER
Jaegerchor da Der Freischutz
RICHARD WAGNER
Pilgerchor da Tannhauser
SAMUEL BARBER
Adagio per Archi
WERNER RICHARD HEYMANN
Das ist die Liebe der Matrosen
TERRY GILKYSON
Probier’s mal mit Gemutlichkeit
BERT REISFELD / ALBRECHT MARCUSE
Mein Kleiner gruner Kaktus

]]>
Sat, 24 Nov 2012 08:40:11 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1137-south-sky-cello-ensemble
BIOCASA FELICE. Come raggiungere gli obiettivi di risparmio energetico e sostenibilità ambientale nel sistema edificio-impianto http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1135-biocasa-felice-come-raggiungere-gli-obiettivi-di-risparmio-energetico-e-sostenibilita-ambientale-nel-sistema-edificio-impianto biocasa

Giovedì 24 gennaio 2013, giornata inaugurale del prossimo KlimaHouse Bolzano, manifestazione leader del settore a livello nazionale, vi offriamo la possibilità di partecipare gratuitamente a 20 seminari di aggiornamento professionale, da noi organizzati in collaborazione con la stessa Fiera di Bolzano, sul tema:

BIOCASA FELICE. Come raggiungere gli obiettivi di risparmio energetico e sostenibilità ambientale nel sistema edificio-impianto.

Sede dei lavori per tutta la giornata sarà Sala Walch, la principale del Centro Congressi del Four Points Sheraton Hotel, adiacente alla Fiera di Bolzano.


Come relatori hanno già confermato la loro presenza docenti CasaClima ed illustri esponenti del mondo professionale ed industriale.

Questi gli argomenti dei 20 seminari:

-L’opportunità delle ESCO e del sistema di finanziamento nel settore dell’efficienza energetica

-Ventilazione meccanica controllata: efficienza energetica negli ambienti residenziali

-Soluzioni innovative per un involucro edilizio efficiente e sostenibile

-La membrana traspirante per il tetto e le pareti “Nearly Zero-Energy Building”

-Serramenti nel Sistema Tetto ad alta efficienza energetica: analisi delle prestazioni e corretta messa in opera

-Il sistema solare termico ad impatto zero

-Born to build wise

-Riqualificazione edilizia: soluzioni ad alta efficienza energetica

-Integrazione tra isolamento termico esterno e protezione antisismica, per edifici sicuri ed energeticamente efficienti

-Sistemi in pompa di calore: comfort e risparmio energetico utilizzando energia rinnovabile

-La finestra multifunzione

-Schermature solari ad alto risparmio energetico per superfici trasparenti-traslucide e opache

-Riqualificazione degli edifici. Oltre l’efficienza energetica

-Soluzioni bivalenti per il riscaldamento e l’acqua calda sanitaria (DLgs 28/11)

-Agevolazioni fiscali per l’edilizia sostenibile: energia nuova alla crescita

-Efficienza energetica delle coperture e sistemi fotovoltaici a totale integrazione architettonica

-Imparare dalla natura: involucri clima resilienti

-Tende in vetrocamera di nuova generazione. Benefici energetici ottenibili

-Edifici in laterizio, termicamente virtuosi e resistenti al sisma

-Tecnologie e sostenibilità per edifici residenziali in legno


A tutti i Partecipanti rilasceremo la documentazione tecnica relativa ai seminari e l’Attestato di Partecipazione.

La partecipazione è gratuita, ma per motivi organizzativi è assolutamente NECESSARIO accreditarsi al sito web dedicato all’evento www.ilConvegno.eu/bolzano2013

Con l’auspicio che vogliate e possiate cogliere l’occasione per un momento così importante di aggiornamento tecnico-professionale, vi salutiamo distintamente.

Sinergie Moderne Network è da anni specializzata nell’organizzazione in tutta Italia di convegni e corsi di aggiornamento tecnico / normativo ( GRATUITI per i professionisti del settore pubblico e privato) sui temi: edilizia, ingegneria, architettura, risparmio energetico, fonti rinnovabili, sicurezza, certificazione qualità, recupero edilizio e valorizzazione immobiliare. In caso di vs. interesse a sottoporci nuovi argomenti e sedi, a segnalarci delle osservazioni, così come a diventare Partner delle ns. future iniziative, vi chiediamo di rivolgervi direttamente a:

ing. Franco Saglia

Direttore


SINERGIE MODERNE NETWORK
37121 VERONA, via Teatro Filarmonico 13
Tel. 045/8000555 – Fax 045/8020203


sinergiemoderne@virgilio.it

saglia@sinergiemoderne.it

]]>
Sat, 24 Nov 2012 08:00:50 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1135-biocasa-felice-come-raggiungere-gli-obiettivi-di-risparmio-energetico-e-sostenibilita-ambientale-nel-sistema-edificio-impianto
Workshop "Cinema e sogni" al festival del cinema di Roma http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1134-workshop-cinema-e-sogni-al-festival-del-cinema-di-roma cinema
Nell’ambito delle Risonanze del Festival Internazionale del Film di Roma si è svolto, sabato 10 e domenica 11 Novembre, un workshop cinema e sogni dedicato agli operatori sanitari che seguono i pazienti colpiti da demenza presso il CEMI (policlinico universitario “Agostino Gemelli”). Sabato sera, nella sala cinematografica dell’Istituto di Stato Cine-TV “Roberto Rossellini, in via della Vasca Navale 58, è stato proiettato il film di Pupi Avati “Una sconfinata giovinezza” dopo un’introduzione del noto regista. La domenica mattina si è svolto il social dreaming, e cioè la condivisione ed il lavoro sui sogni della notte, guidato da Domenico A. Nesci (psicoanalista) e Tommaso A. Poliseno (gruppoanalista) direttori della Scuola Internazionale di Psicoterapia nel Setting Istituzionale (SIPSI). Hanno partecipati gli operatori del CEMI, compresi gli psicoterapeuti della DREAMS Cooperativa Sociale ONLUS (nata dai diplomati della Scuola) che seguono con un gruppo di sostegno psicologico i caregivers ed i familiari dei pazienti con disturbi cognitivi. Insieme a loro hanno sognato il film anche gli allievi ed i tirocinanti della SIPSI, che svolgono il loro tirocinio al Gemelli, nell’area della Psico-Oncologia del Dipartimento di Geriatria Neuroscienze e ortopedia (diretto dal Prof. Roberto Bernabei, che è stato consulente del film di Pupi Avati) e gli allievi dei corsi di formazione e perfezionamento in Psico-Oncologia dell’Università Cattolica.

]]>
Sat, 24 Nov 2012 07:56:10 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1134-workshop-cinema-e-sogni-al-festival-del-cinema-di-roma
La sicurezza negli alimenti http://www.anieneonline.com/rubr/sicurezza/1132-la-sicurezza-negli-alimenti fruttaIn tutta la catena alimentare gli agricoltori, gli addetti alla trasformazione, i rivenditori e altri utilizzano numerose procedure basate su una lunga esperienza per garantire la qualità e la sicurezza degli alimenti. In generale queste procedure sono dette "buone pratiche agricole" o "buone pratiche di produzione".

Queste pratiche hanno contribuito in maniera significativa alla sicurezza degli alimenti, ma non bisogna dimenticare che gli alimenti derivano da animali e vegetali, che fanno tutti parte di un ambiente in cui sono naturalmente presenti microrganismi e sostanze chimiche potenzialmente nocivi.

E' molto quindi importante che anche il consumatore comprenda e adotti precauzioni, in fase di acquisto, trasporto, stoccaggio, preparazione e consumo del cibo. Le "buone pratiche igieniche", sia in casa sia fuori, possono proteggere dalla contaminazione microbica e dalle malattie a trasmissione alimentare che questa può provocare. Spesso il cattivo stato di conservazione degli alimenti è dovuto ad errori commessi durante il trasporto e la conservazione.

Un'altra causa di contaminazione microbiologica e quindi di intossicazione può dipendere dal consumo di insaccati freschi, dolci con uova crude, vegetali non sufficientemente lavati, oppure dalla cattiva refrigerazione dei cibi, dall’uso di utensili per prodotti crudi o cotti, da contenitori non igienicamente puliti per la conservazione dei cibi.
Ecco alcuni consigli per la prevenzione delle tossinfezioni alimentari.


Pulisci

  • Lava accuratamente le verdure
  • lava ed asciuga le mani prima di manipolare qualsiasi alimento
  • lava ed asciuga tutti gli utensili (posate, tagliere..) usati per la preparazione di cibi crudi (carne cruda, formaggi, verdure ..) prima di riutilizzarli
  • lava periodicamente il frigorifero con acqua ed un detergente idoneo
  • cambia frequentemente tovaglioli e strofinacci.

Cuoci

  • Il calore è un ottimo mezzo per ridurre il pericolo di germi patogeni veicolati da alimenti:
  • attenzione che anche il cuore dell’alimento sia ben cotto, es. verifica che la carne all’interno di un hamburger abbia perso il colore rosa
  • Non consumare latte crudo senza averlo preliminarmente portato a ebollizione

Refrigera

  • Non lasciare gli alimenti fuori dal frigorifero
  • non mettere in frigorifero cibi ancora caldi, falli rapidamente raffreddare prima di riporli
  • se devi trasportare alimenti deperibili o stai organizzando un pic-nic procurati le tavolette refrigeranti.

Separa e proteggi

  • Conserva gli alimenti ben chiusi e separati in frigorifero
  • non conservare nello stesso recipiente alimenti cotti e alimenti crudi (no a verdure cotte assieme a verdure crude)
  • separa gli alimenti crudi dai ready to eat (ready to eat = alimenti pronti al consumo ad esempio: salumi, formaggi, latte..)
  • riponi gli alimenti che potrebbero gocciolare nel ripiano più basso del frigorifero
  • in occasione di barbecue e pic-nic all’aperto proteggi i tuoi alimenti dagli insetti e dalla polvere.

Fonte: Ministero della Salute

]]>
Mon, 19 Nov 2012 17:28:38 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/sicurezza/1132-la-sicurezza-negli-alimenti
L'inverno e gli pneumatici della nostra auto http://www.anieneonline.com/rubr/sicurezza/1131-l-inverno-e-gli-pneumatici-della-nostra-auto pneumaticidaneveLa stagione invernale è ormai alle porte e dobbiamo essere pronti all’affrontare pioggia battente, ghiaccio e neve.

Per rendere più sicuri i tragitti abbiamo bisogno di molti accorgimenti, uno tra i più importanti è l’acquisto di buoni pneumatici.

La scelta migliore è quella di montare gomme invernali (anche dette "da neve" o termiche), ma bisogna stare attenti a non farlo in modo superficiale, cioè montarle soltanto su due delle quattro ruote: gli pneumatici invernali vanno montati su tutte e quattro.

In caso di superficialità una vettura a trazione anteriore con gomme invernali montate soltanto davanti è squilibrata nel posteriore e rischia così di partire più facilmente in testacoda, al contrario, una vettura a trazione posteriore con pneumatici invernali montati soltanto dietro diventa squilibrata sull'anteriore e si rischia seriamente l'uscita di strada in curva. Nel caso in cui le gomme da neve siano montate sull'asse trascinato (quindi non sulle ruote motrici) si avranno grosse difficoltà a muoversi su fondi viscidi od innevati.

Le gomme invernali sono importantissime non soltanto su neve o ghiaccio, ma anche con la presenza di pioggia a temperature basse poiché, grazie alla sua forma specifica progettata per evacuare l'acqua, la gomma invernale riduce i rischi di aquaplaning.

La sua scultura più profonda rispetto ad uno pneumatico estivo, consente alla vettura un'aderenza migliore ed una eccellente motricità. Ma anche qui una distinzione è d'obbligo. Ci sono pneumatici invernali che riportano sulla spalla la scritta in rilievo "M+S" (Mud & Snow - Fango & Neve) che mettono al riparo da eventuali multe in caso di assenza a bordo di catene, ma non garantiscono l'efficienza ideale sui fondi più difficili. I veri pneumatici "da neve", oltre al marchio "M+S", riportano infatti un disegno che raffigura una montagna con all'interno un fiocco di neve.

In questo caso sarete ancora più tranquilli in quanto potrete affrontare senza problemi tutte le situazioni in cui le catene non si rendano strettamente necessarie.

Questi pneumatici vantano infatti una serie di intagli (lamelle) sul battistrada che creano un "effetto ventosa" incrementando ulteriormente l'aderenza su fondi scivolosi. In sostanza, lo pneumatico invernale si adatta benissimo alle basse temperature e permette una frenata migliore perché si compone di una mescola di gomma speciale a base di silice che dà il meglio nelle specifiche condizioni che si incontrano in inverno.

Quando le condizioni meteo sono particolarmente avverse, le catene rappresentano comunque l'unica soluzione e sono obbligatorie solo in alcune stazioni sciistiche e soltanto se la neve supera una certa altezza. È utile effettuare prove di montaggio e smontaggio delle catene prima di partire in condizioni normali per prendere confidenza, il montaggio su strada in presenza di acqua e neve non è del tutto facile.

In ogni caso, quando si guida sulla neve è bene limitare la velocità, soprattutto in prossimità delle curve, meglio scalando la marcia piuttosto che frenando. Evitate accelerazioni troppo brusche e frenate in modo progressivo. Ogni comando impartito al veicolo va somministrato con parsimonia e con misura.

Ecco ora alcuni consigli pratici su come conservare al meglio le gomme invernali dopo averle sostituite con le gomme estive.

  • Scrivere la posizione di ogni singolo pneumatico sulla vettura per poter invertire la posizione l’anno successivo per bilanciarne l'usura (soltanto anteriore/posteriore, non invertire a X).
  • Lavare ruote e gomme con acqua e asciugarle perfettamente per limitare l’ossidazione
  • Estrarre eventuali corpi estranei incastrati nelle scanalature (leggi sassolini).
  • Conservare gli pneumatici al riparo dalla luce e in luoghi asciutti e freschi.
]]>
Wed, 14 Nov 2012 16:56:21 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/sicurezza/1131-l-inverno-e-gli-pneumatici-della-nostra-auto
Mediazione familiare: passato e presente http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1130-mediazione-familiare-passato-e-presente tribunale

Quello che conta nel matrimonio è litigare in armonia, diceva Anita Ekberg.

E lo sanno tutti i professionisti della mediazione familiare, disciplina professionale in grande espansione che ha il merito di ottimizzare costi e benefici, nel difficile passaggio di un matrimonio che finisce.
Il ruolo di un terzo, nelle diatribe legate alla gestione dei figli e alla separazione dei beni, è sempre stata considerato fondamentale nel mondo occidentale: basti pensare alla figura di Mittler nel capolavoro di Goethe Le Affinità elettive.
Mittler era un sacerdote errante, nella Germania di inizio 800; il suo scopo, per dirla alla Wolf di Pulp Fiction, era “risolvere problemi”. E proprio qui era il principale limite dei mediatori del tempo che fu: troppo legati alla sacralità della religione per comprendere i complessi passaggi giuridici e psicologici di una relazione che si interrompe.
I mediatori familiari attuali sono figure con una grande preparazione scientifica e giuridica, abili a minimizzare i possibili danni e l’escalation di aggressività che si riscontra in molte separazioni.
I tribunali, come quello di Tivoli, hanno recepito la loro importanza e li utilizzano per spegnere i fuochi e lavorare al meglio. Difficile però trovare valide strutture per la formazione dei mediatori: nel nostro territorio il vuoto dovrebbe essere colmato da un’iniziativa di Studio HFC e dello Studio di Psicologia di Tivoli, che proporrà nella nostra cittadina un corso professionalizzante a costi contenuti. 

 

Per maggiori informazioni:

Studio di psicologia Tivoli
www.studiopsicologiativoli.it - Tel.0774.335712

]]>
Tue, 13 Nov 2012 08:25:56 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1130-mediazione-familiare-passato-e-presente
Tivoli - Massimo impegno per dire no all'elettrodotto http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1129-tivoli-massimo-impegno-per-dire-no-all-elettrodotto elettrodotto

"Il ricorso al Consiglio di Stato per opporsi alla riattivazione dell'elettrodotto di Rete ferroviaria italiana è stato presentato. Il Comune inoltre si attiverà ad organizzare un tavolo di confronto con la partecipazione degli Enti territorialmente interessati al caso, oltre Rfi e Comitato dei cittadini, per ribadire la propria netta contrarietà alla ripresa dei lavori per far funzionare la linea su tralicci". E' quanto ha comunicato l'assessore all'Ambiente del Comune di Tivoli Federico Lazzaro ai cittadini intervenuti all'assemblea pubblica organizzata presso il giardino di Casette basse in via Empolitana sabato pomeriggio.

"Posso confermare e ribadire che l'amministrazione si adopererà in ogni modo consentito per fermare la riattivazione dell'elettrodotto Sagittario a 66 Kw Roma Prenestina-Castel Madama - ha spiegato Lazzaro, presente all'incontro insieme al vicesindaco Giorgio Strafonda e all'assessore alla Pubblica istruzione Giorgio Tommasi -. C'è la massima disponibilità ad ascoltare tutte le istanze da parte dei cittadini e ad individuare soluzioni alternativi che potrebbe essere possibile realizzare collaborando. Riattivare un elettrodotto che attraversi Tivoli Terme, Villa Adriana, Strada di Pomata, quartiere Empolitano, via Sant'Agnese, località Crocetta-Reali e Bivio di San Polo significherebbe tracciare una profonda ferita per il territorio e una preoccupazione enorme per la salute pubblica".

]]>
Mon, 12 Nov 2012 23:00:00 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1129-tivoli-massimo-impegno-per-dire-no-all-elettrodotto
Collaborqazione tra Tivoli e Cina sulle strategie per lo sviluppo del territorio http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1128-collaborqazione-tra-tivoli-e-cina-sulle-strategie-per-lo-sviluppo-del-territorio delegazione-cinese-a-tivoli

Tivoli come modello di convivenza tra sviluppo urbanistico e presenza di beni culturali di importanza internazionale. Una delegazione del Parlamento di Jiangxi, provincia meridionale della Repubblica popolare cinese, è stata ricevuta a Palazzo San Bernardino dal sindaco di Tivoli Sandro Gallotti, dall'assessore al Turismo e Attività produttive Vincenzo Tropiano, dall'assessore alla Cultura Gianni Andrei e dal presidente dell'associazione "Cina Italia" Lazio, gemellata con quella di Shangai, Carlo Valentini.

Oggetto dell'incontro l'interesse da parte degli amministratori cinesi a conoscere in quale maniera il Comune di Tivoli riesce a far coesistere le politiche di sviluppo urbanistico locale con la presenza di siti turistici di livello mondiale.

"La nostra provincia - ha spiegato il deputato e direttore generale cinese Xue Xiaowei - può vantare un sito iscritto al Patrimonio dell'Umanità Unesco, il Parco di Lushan, così come la bellissima città di Tivoli che ne ha addirittura due di siti. Siamo venuti qui per apprendere dagli amministratori e dai tecnici di Tivoli in che modo si possono valorizzare i siti turistici e allo stesso tempo garantire uno sviluppo alla città. Inoltre ci interessa collaborare con Tivoli anche per il commercio e il turismo".

Soddisfatto dell'esito dell'incontro l'assessore Tropiano: "La Cina rappresenta una grande frontiera con cui relazionarsi sotto diversi aspetti. Siamo pronti ad avviare collaborazioni che possano permettere di sviluppare intese e scambi di tipo commerciale, turistico e culturale. La provincia di Jiangxi conta 44 milioni di abitanti ed il fatto che la delegazione dell'amministrazione abbia scelto Tivoli come punto di riferimento per studiare i rapporti tra territorio e beni culturali deve essere un motivo di orgoglio per tutti i tiburtini".

"Tivoli e la provincia di Jiangxi hanno in comune la presenza di importanti siti che fanno parte del Patrimonio dell'Umanità Unesco - ha commentato il sindaco Sandro Gallotti -, una reciproca collaborazione significa gettare le basi per aprirsi a realtà nuove che possono agevolare situazioni di sviluppo economico, turistico e culturale, le tre macro-aree di cui abbiamo discusso con i delegati cinesi per poter pensare di allacciare rapporti internazionali tra le due realtà".

]]>
Thu, 08 Nov 2012 09:07:21 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1128-collaborqazione-tra-tivoli-e-cina-sulle-strategie-per-lo-sviluppo-del-territorio
Tivoli - possibile un tavolo di confronto sull'elettrodotto http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1127-tivoli-possibile-un-tavolo-di-confronto-sull-elettrodotto elettrodotto

Nella mattinata del 2 novembre il vicesindaco di Tivoli Giorgio Strafonda ha incontrato una delegazione del comitato "No all'elettrodotto" per fare il punto della situazione sull'impegno del Comune di Tivoli a fermare la riattivazione dell'elettrodotto 66kv Roma Prenestina-Sagittario nella tratta Salone-Castel Madama.

Tecnici del comitato hanno consegnato al vicesindaco una dettagliata relazione già messa a disposizione dell'avvocatura comunale a supporto dell'elaborazione del ricorso al Consiglio di Stato. Il Comune infatti ha già avviato le pratiche per ricorrere contro la sentenza del Tar con la quale sarebbe stata permessa a Rete Ferroviaria Italiana la riattivazione del traliccio.

Durante l'incontro svolto in un clima di grande sintonia tra le parti è stata discussa la possibilità di organizzare un tavolo di confronto con la partecipazione diretta di Comune, Rfi e comitato. All'ordine del giorno la richiesta di individuare un percorso alternativo all'attuale progetto dell'elettrodotto. Il vicesindaco ha infine rassicurato i suoi interlocutori circa il massimo impegno messo in atto dall'amministrazione comunale che "continuerà a vigilare attentamente su ogni movimento o evento che potrà riguardare l'elettrodotto. Da parte di Rfi – ha concluso Strafonda - ci aspettiamo un comportamento che prima di ogni altra cosa vada a tutelare la salute dei cittadini e salvaguardi il territorio e l'ambiente".

]]>
Tue, 06 Nov 2012 14:59:51 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1127-tivoli-possibile-un-tavolo-di-confronto-sull-elettrodotto
Mentana - L'amministrazione approva il progetto "Contrasto alla povertà" http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1126-mentana-l-amministrazione-approva-il-progetto-contrasto-alla-poverta  Altiero-Lodi-Sindaco-di-Mentana

L’Amministrazione comunale di Mentana, con una determinazione dirigenziale, ha impegnato la somma di € 15.000,00 per la realizzazione del progetto “Contrasto alla Povertà”. «Abbiamo voluto garantire un valido supporto assistenziale alle famiglie che vivono situazioni di particolare disagio - dichiara il Sindaco Altiero Lodi (Udc) -. Approvato il progetto, lo realizzeremo con il “Centro Caritas Unito”. Questo provvedimento si somma ad altri che, come esecutivo, abbiamo assunto per andare incontro a quei nostri concittadini che, a causa anche della più generale situazione di recessione del Paese, fanno maggiore fatica ad affrontare le difficoltà quotidiane. E’ un segno di tangibile vicinanza e solidarietà nei loro confronti».

]]>
Tue, 06 Nov 2012 14:52:59 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1126-mentana-l-amministrazione-approva-il-progetto-contrasto-alla-poverta
Gli ambienti di casa e la sicurezza: le scale http://www.anieneonline.com/rubr/sicurezza/1125-gli-ambienti-di-casa-e-la-sicurezza-le-scale scale

Le scale sono un elemento costantemente presente all'interno delle nostre strutture abitative, case o ville che siano. Tutti le sottovalutiamo ma hanno una pericolositá insita nella loro struttura che quotidianamente non valutiamo. Nonostante la loro semplicità le scale riescono a farci assumere un tipo di camminata più raffinata e complessa che si basa sullo spostamento del peso del corpo su una gamba sola alla volta per poi sollevarci oltre lo scalino sovrastante per permetterci di salire; portarlo invece, controllando la forza di gravità e l’accelerazione verso il basso, nello scendere; per mantenere l’equilibrio bisogna controllare i movimenti del bacino e del tronco, dato che si carica soltanto su un arto inferiore. Tutto questo avviene con estrema facilità nella maggior parte della nostra vita, ma da piccoli o con il passar del tempo le cose più semplici possono diventare difficilissime o quasi impossibili.


Pericolosita per le persone anziane

• Spesso le gambe non sono più così resistenti, per cui le scale vengono fatte un gradino alla volta per riprendere un po’ di forza; a volte ciò avviene anche per l’affaticamento determinato da disturbi cardiovascolari o respiratori.
• La presenza di rigidità e dolore delle articolazioni rende difficile sollevare il piede oltre il gradino, con facilità all’inciampo.
• Manca il controllo della stabilità e della forza della gamba quando si appoggia il peso in discesa.
• Il tronco spesso rigido e flesso in avanti tende a far cadere il soggetto.
• C’è necessità di appoggio al corrimano che spesso è assente oppure presente da una parte sola.


Pericolosità per i bambini

• Lo scalino è spesso troppo alto per la lunghezza della gamba.
• È più difficile il controllo della stabilitá nel carico su una gamba sola.
• In discesa non viene sufficientemente valutata l’altezza del gradino e la lunghezza complessiva della scala.

Pericolosa per i disabili.

Per un disabile le scale costituiscono spesso un ostacolo quasi insormontabile, ma quando è necessario farle con un ausilio come un bastone o una stampella diventano estremamente rischiose per la facilità di inciampare o scivolare.
In alcuni casi, come per esempio disabili su sedia a rotelle, la salita delle scale diventa necessaria con l'ausilio di due o più persone le quali sono soggette a sforzi muscolari e perdita di equilibrio con estrema facilità. Per evitare qualunque forma di incidente é vivamente consigliato l'installazione di un monta scale o meglio di un ascensore.

]]>
Tue, 06 Nov 2012 09:16:40 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/sicurezza/1125-gli-ambienti-di-casa-e-la-sicurezza-le-scale
Il riscaldamento a gas http://www.anieneonline.com/rubr/sicurezza/1124-il-riscaldamento-a-gas caldaia

L'inverno si avvicina e fra poco nelle case entreranno in funzione gli impianti di riscaldamento e per prevenire spiacevoli incidenti voglio fornirvi alcuni consigli di sicurezza;

1 - tutti gli apparecchi alimentati a gas e i loro accessori devono avere il marchio CE; il marchio è garanzia di sicurezza e rispetto per ambiente e salute e corretto rendimento in termini di prestazioni;

2 - é assolutamente vietato il "fai da te" per l’installazione e la manutenzione degli impianti e degli apparecchi; dovete rivolgervi esclusivamente ad installatori e manutentori abilitati. Al termine dei lavori l’installatore deve, per legge, rilasciare una “dichiarazione di conformità” per attestare che l’impianto è stato installato a regola d’arte secondo le normative vigenti. Gli apparecchi dovranno essere sottoposti a controlli periodici.

3 - quando uscite di casa chiudete la valvola del contatore o quella di ingresso della tubazione di alimentazione del gas nei locali di abitazione o quella della bombola, quando non utilizzate gli apparecchi;

4 - acquistate piani di cottura provvisti del dispositivo di sicurezza; non allontanatevi dalla cucina lasciando cibi in cottura sul fuoco ed evitate di riempire troppo le pentole per non incorrere nella fuoriuscita di liquidi in ebollizione;

5 - installate un rilevatore di gas munito di funzione di rilevamento e segnalazione ottica/acustica della presenza di gas. Peraltro tutti gli apparecchi (ad eccezione dei piani cottura) devono essere dotati di dispositivi di sorveglianza di fiamma per bloccare la fuoriuscita del gas in caso di spegnimento della stessa;

6 - se sentite odore di gas, chiamate subito da un telefono esterno all’abitazione dove avvertite l’odore, l’Azienda del gas oppure i vigili del fuoco per tutti i controlli del caso;

7 - in presenza di fuga di gas non accendete o spegnete luci e non azionate macchinari alimentati elettricamente.

]]>
Tue, 06 Nov 2012 08:57:29 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/sicurezza/1124-il-riscaldamento-a-gas
Pallavolo/ Un’altalena di emozioni al Baccelli http://www.anieneonline.com/notizie/sport/1123-pallavolo-un-altalena-di-emozioni-al-baccelli DF-AndreaDoriaTivoliGuidonia-AscorVolley 01Prima di cominciare a descrivere brevemente gli incontri di sabato scorso è necessaria una premessa.

Durante la settimana è stata ufficialmente approvata e firmata da ambo le società (Andrea Doria e Tivoli Guidonia) la stipula del protocollo di collaborazione denominato AVT (Accademia Volley Tiburtina).

La collaborazione per il momento riguarda le formazioni che competono nei campionati regionali di serie C Maschile e serie D Femminile per le prossime due stagioni.

Gli obiettivi del progetto possono essere sintetizzati così:

- crescita tecnica degli atleti e aumento della loro prospettiva sociale;

- abbattimento del rischio che i giovani abbandonino l’attività sportiva per mancanza di opportunità sul territorio;

- incremento della formazione dei tecnici e dei dirigenti per creare e migliorare una rete di rapporti sul territorio.

Dopo questa premessa passiamo alla giornata sportiva che visto in campo le formazioni tiburtine.

Nel primo incontro del pomeriggio le ragazze della serie D guidate da mister Guzzo mettono a segno una bella vittoria e prendono i tre punti contro la giovane formazione dell’Ascor Volley, conquistando la prima vittoria fra le mura casalinghe.

Una gara a senso unico e dominata su tutti i fronti, ad eccezione del secondo set dominato dai troppi errori e che alla fine e con molta fatica le nostre ragazze hanno chiuso vittoriose sul 26-24.

Errori che sicuramente saranno analizzati sin dal primo allenamento di lunedì in vista dell’anticipo in trasferta giovedì prossimo contro il Fiano Romano.

Nell’altro incontro di giornata i ragazzi della serie C guidati da mister Moscetti vedono sfumare al tie-break la vittoria contro il team della Nuova Volley Ostia.

Una gara giocata a corrente alternata e dominata in molti frangenti da tanti e troppi errori in fase di attacco commessi dai ragazzi tiburtini. Dall’altra parte gli avversari si sono dimostrati squadra tosta e organizzata.

Un match che deve far riflettere e da cui trarre spunti di analisi per migliorare in vista dei prossimi impegni di campionato per mister Moscetti, e che vedrà il team tiburtino impegnato nel prossimo turno di sabato 3 novembre nella trasferta di Giulianello contro l’Obiettivo Volley.

Questi i tabellini con i parziali:
DF - Andrea Doria Tivoli Guidonia - Ascor Volley 3-0 (25/8-26/24-25/17)
CM - Andrea Doria Tivoli Guidonia - Nuova Volley Ostia 2-3 (23/25-25/15-21/25-25/20-16/18)

In allegato i risultati e le classifiche dopo la terza giornata.

E qui le rispettive gallerie con le immagini delle gare:

CM - Andrea Doria Tivoli Guidonia - Nuova Volley Ostia

DF - Andrea Doria Tivoli Guidonia - Ascor Volley

Questo il programma del prossimo turno di campionato:

Gio. 01/11: DF - ASD Fiano Romano - Andrea Doria Tivoli Guidonia

Palazzetto dello Sport Via Tiberina km 21,500 Fiano Romano - ore 20

Sab. 03/11: CM - Obiettivo Volley - Andrea Doria Tivoli Guidonia

Struttura Geodetica - Via Colle di Pescara - Giulianello di Cori (LT) - ore 16:30 

Mariano Trissati
Area Comunicazione e Stampa
A.S.D. Andrea Doria Tivoli Sez. Pallavolo
www.volleyandreadoria.it

 

]]>
Tue, 30 Oct 2012 08:10:11 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/sport/1123-pallavolo-un-altalena-di-emozioni-al-baccelli
60 candeline per la sezione AIA di Tivoli http://www.anieneonline.com/notizie/sport/1122-60-candeline-per-la-sezione-aia-di-tivoli 60esimo-anniversario-Aia-Tivoli

"Fischietti" in festa a Tivoli dove la locale sezione dell'Associazione Italiana Arbitri, presieduta da Augusto Salvati, festeggia il 60° anniversario della fondazione.

La cerimonia è in programma alle 18 presso la sala convegni dell'hotel "Torre Sant'Angelo" e si terrà alla presenza del presidente nazionale dell’Aia Marcello Nicchi, di tutti i componenti del Comitato Nazionale Aia, dei vari organi tecnici nazionali, del presidente Comitato Regionale Arbitri Lazio Nazzareno Ceccarelli insieme alla sua Commissione e di tutti i presidenti di Sezione del Lazio nonché rappresentanti del Comune di Tivoli, della Provincia di Roma, personalità sportive, le maggiori cariche arbitrali regionali, diversi arbitri e assistenti di Serie A e serie B.

Durante la manifestazione verranno presentati la polo celebrativa del 60° anniversario e il libro commemorativo. Sarà inoltre consegnato il prestigioso Premio Sezionale “Lallo Mariotti”, istituito 10 anni fa, all’associato che si è particolarmente distinto nella passata stagione sportiva a livello nazionale.

All’interno dell'evento un ampio spazio sarà dedicato alla storia della sezione tiburtina e degli uomini che hanno dato lustro, nell’ambito sportivo, alla città di Tivoli.

"La presenza della sezione locale dell'Associazione Italiana Arbitri è un elemento di prestigio per la città di Tivoli e per tutti i tiburtini - ha commentato il sindaco Sandro Gallotti - . Oltre i meriti sportivi che la realtà arbitrale può vantare per questo territorio, bisogna ricordare l'alto impegno sociale che l'attività dell'Aia di Tivoli porta avanti quotidianamente con il coinvolgimento di centinaia di giovani la cui formazione passa inderogabilmente attraverso gli insegnamenti di quella che è diventata una vera scuola di vita".

]]>
Tue, 30 Oct 2012 07:55:39 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/sport/1122-60-candeline-per-la-sezione-aia-di-tivoli
Tivoli - Sandro Gallotti nomina i nuovi assessori http://www.anieneonline.com/notizie/politica/1121-tivoli-sandro-gallotti-nomina-i-nuovi-assessori Tommasi-e-Sindaco-Gallotti

Sono stati nominati i nuovi assessori del Comune di Tivoli. Il sindaco Sandro Gallotti ha ufficialmente affidato gli incarichi per i rispettivi settori di competenza ai nuovi membri della Giunta.

Giorgio Strafonda è stato confermato vice sindaco e assessore alle Politiche per la Programmazione economica e finanziaria, Entrate tributarie, Patrimoniali ed extratributarie, Società Partecipate, Gestione e valorizzazione del patrimonio comunale.

Una conferma anche per Vincenzo Tropiano che mantiene l'assessorato alle Politiche per lo sviluppo delle Attività Produttive e del Commercio, Turismo e Marketing Territoriale, e per Gianni Andrei confermato assessore alle Politiche Culturali, Promozione del Lavoro, Formazione ed Integrazione, Protezione Civile.

Tornano nella squadra di governo Marino Capobianchi nominato assessore ai Lavori Pubblici, Servizi cimiteriali, Parchi e giardini; Alessandra Fidanza assessore alle Politiche per la Famiglia e Welfare, Piano di Zona; Alessia Valeri assessore alla Mobilità e Trasporti, Servizi al Tribunale, Affari legali e contenzioso, Pari Opportunità, Organizzazione amministrativa e Personale.

Entrano in giunta Federico Lazzaro nominato assessore alle Politiche del territorio, Ambiente e difesa del suolo, e Giorgio Tommasi che dimessosi da consigliere comunale è stato nominato assessore ai Servizi per la promozione dello Sport e tempo libero, Servizi per la Pubblica Istruzione e Diritto allo Studio, Tutela degli animali sul territorio, Politiche per la sicurezza. Tommasi succede in giunta a Riccardo Mancini dimessosi per sopraggiunti impegni lavorativi, mentre al suo posto in Consiglio comunale entrerà Cesare Ricci.

In mattinata il Consiglio comunale aveva eletto Carlo Centani nuovo presidente del Consiglio, ed Emanuele Di Lauro vice presidente.

]]>
Tue, 30 Oct 2012 06:58:32 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/politica/1121-tivoli-sandro-gallotti-nomina-i-nuovi-assessori
Finalmente al via la settima edizione del festival Jeux d’art a Villa d’Este http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1120-finalmente-al-via-la-settima-edizione-del-festival-jeux-d-art-a-villa-d-este  jeux-d-art
Dopo una stagione doverosamente dedicata per intero alla figura di Franz Liszt, Jeux d’Art propone al suo pubblico un cartellone che torna a spaziare in tutti gli ambiti di quella che i più chiamano musica colta. Ascolterete dunque quest’anno le pagine più note di compositori come Beethoven, Liszt, Chopin, Schumann, Brahms e Debussy.
Si parte con la principessa Caroline Haffner Murat, discendente in linea diretta di Gioacchino Murat, re di Napoli, e di Sigmund Haffner, figlio del Borgomastro di Salisburgo al quale Mozart dedicò la famosa Sinfonia n.35 che da lui prese il nome. La Murat ci condurrà attraverso le quattro ballate, lo scherzo in sib min e alcuni notturni nell’incantevole e suadente mondo sonoro di Frydeyic Chopin.
A seguire i virtuosismi di Francesco Libetta, uno dei pianisti della nuova generazione più osannati e applauditi dalla critica e dal pubblico, che ci offrirà un caleidoscopico programma che va da Beethoven, con la famosa sonata op.111 alle Estampes di Debussy passando dai poetici Fantasiestucke di Schumann.
 Un quartetto inusuale per il terzo appuntamento. Gianluca Giganti, primo violoncello dell’Orchestra del Teatro di San Carlo di Napoli e i suoi allievi Sergio De Castris, Emilio Mottola e Alberto Senatore per il Cello South Sky Quartet che attraverso audaci quanto ardite trascrizioni per quattro violoncelli si presenterà al nostro Festival in prima assoluta.
Si chiude nel nome di Sigismund Thalberg, di cui si celebra quest’anno il bicentenario della nascita, e di Johannes Brahms; il sottoscritto, Andrea Noferini, primo violoncello dell’Opera di Roma e la violinista Roberta Nitta vi faranno infatti ascoltare il rarissimo Trio per pianoforte, violino e violoncello di Thalberg, mentre nella seconda parte del programma il clarinetto di Stefano Bartoli si sostituirà al violino per deliziarvi con il celebre Trio per pianoforte, clarinetto e violoncello di Brahms.
Tutti gli ingredienti dunque, che serviti nello straordinario e incantevole palcoscenico di Villa d’Este e accompagnati da un calice di buon prosecco, renderanno il vostro mese di novembre assolutamente indimenticabile!

Per maggiori informazioni: www.jeuxdart.it

 

]]>
Sat, 27 Oct 2012 09:59:39 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1120-finalmente-al-via-la-settima-edizione-del-festival-jeux-d-art-a-villa-d-este
Valle dell'Aniene: I Giovani progettano il futuro del territorio http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1119-valle-dell-aniene-i-giovani-progettano-il-futuro-del-territorio museo-anticoli

Parte il 29 ottobre un programma di formazione gratuita per giovani dai 18 ai 35 anni residenti nei comuni di Cervara di Roma, Agosta, Anticoli Corrado, Arsoli, Riofreddo e Roviano. Il progetto si chiama Open Museum, è finanziato dalla Regione Lazio e punta alla valorizzazione dei “beni culturali” del territorio. Il Comune capofila è Cervara di Roma che aderisce all’associazione dei comuni della provincia di Roma denominata AS.TE.R.

Il programma formativo si svolgerà in tre giornate consecutive, il 29 (presso Agosta), il 30 (ad Anticoli Corrado) e il 31 di ottobre (a Cervara di Roma).

Il frutto delle ricerche effettuate dai giovani nel corso del programma formativo troverà spazio sul sito web di Marketing Territoriale, già in dotazione a tutti i comuni del Progetto Open Museum (www.marketing.territoriale.it).

I giovani più motivati potranno poi proseguire la loro preparazione nei “laboratori di marketing territoriale” che si vanno costituendo presso i Comuni. Quello di Cervara di Roma è di prossima apertura.

]]>
Sat, 27 Oct 2012 09:21:22 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1119-valle-dell-aniene-i-giovani-progettano-il-futuro-del-territorio
Al via lavori di rifacimento e messa in sicurezza del manto stradale a Campolimpido http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1118-al-via-lavori-di-rifacimento-e-messa-in-sicurezza-del-manto-stradale-a-campolimpido campolimpido

 Nuovo look per via Campolimpido. In questi giorni è stato ultimato l'intervento per il rifacimento della pavimentazione di quasi 500 metri di manto stradale di una delle vie più trafficate della frazione tiburtina.

Un intervento di riqualificazione e messa in sicurezza che proseguirà, secondo i programmi elaborati dall'amministrazione comunale, con il completamento dell'opera di asfaltatura e l'installazione di un impianto di illuminazione pubblica. Obiettivo del progetto di riqualificazione.

In attesa dell'avvio della seconda parte dei lavori, sono stati sistemati i tratti più danneggiati della pavimentazione stradale.

]]>
Sat, 27 Oct 2012 09:12:20 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1118-al-via-lavori-di-rifacimento-e-messa-in-sicurezza-del-manto-stradale-a-campolimpido
Crisi amministrativa a Tivoli: intesa tra le forze politiche http://www.anieneonline.com/notizie/politica/1117-crisi-amminstrativa-a-tivoli-intesa-tra-le-forze-politiche gallotti

Condivisione del programma, sostegno al sindaco e maggiore partecipazione nei lavori dell'amministrazione comunale.

Queste le basi dell'accordo d'intesa raggiunto dalle tre forze politiche Popolo della Libertà, Alleanza per Tivoli e Amore per Tivoli per il rilancio dell’azione amministrativa che possa garantire un efficace realizzazione degli impegni presi con la cittadinanza.

Le delegazioni delle tre forze politiche lo hanno comunicato al sindaco nella serata di mercoledì 24 ottobre 2012.

]]>
Sat, 27 Oct 2012 09:08:18 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/politica/1117-crisi-amminstrativa-a-tivoli-intesa-tra-le-forze-politiche
Interventi di pubblica illuminazione su tutto il territorio tiburtino http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1116-interventi-di-pubblica-illuminazione-su-tutto-il-territorio-tiburtino illuminazione

Interventi a tappeto su tutto il territorio comunale per la manutenzione ordinaria e straordinaria dell'illuminazione pubblica di Tivoli. Due giorni a settimana, il martedì ed il giovedì, una squadra di tecnici composta da operai specializzati, coordinati dal settore Lavori Pubblici, provvederà alla sistemazione degli impianti in tutta la città.

La serie degli interventi è stata avviata a Villa Adriana. L’illuminazione è stata ripristinata in via Sicilia e via Calabria che erano rimaste completamente al buio a causa della caduta di un ramo che ha danneggiato la linea aerea dell’impianto. Si proseguirà con un fitto calendario di interventi che interesseranno il territorio cittadino a 360 gradi. Da Villa Adriana al centro storico, da Tivoli Terme e Campolimpido fino al Bivio di San Polo, Braschi e tutte le altre frazioni.

Il programma dei lavori prevede un'attenzione particolare alle aree più periferiche della città dove si registrano i maggiori disagi legati all'illuminazione pubblica.

"Vogliamo dimostrare con i fatti che l'attenzione verso le periferie è sempre alta e c'è l'impegno a garantire una presenza costante da parte dell'amministrazione comunale - ha detto il sindaco di Tivoli Sandro Gallotti -. Assicurare il corretto funzionamento dell'illuminazione pubblica contribuisce ad incrementare lo stato di sicurezza della rete viaria sul territorio, un servizio di indiscusso beneficio per gli abitanti".

]]>
Sat, 27 Oct 2012 08:59:40 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1116-interventi-di-pubblica-illuminazione-su-tutto-il-territorio-tiburtino
Tivoli - pene relative ai reati minori convertite in lavori di pubblica utilità http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1115-tivoli-pene-relative-ai-reati-minori-convertite-in-lavori-di-pubblica-utilita scritte

Muri e giardini di Tivoli puliti da operai "speciali". In questi giorni a portare avanti interventi di decoro urbano sono anche persone incorse nei cosiddetti reati minori la cui pena è stata convertita a richiesta in lavori di pubblica utilità, così come prevede la convenzione stipulata lo scorso novembre tra Comune e Tribunale di Tivoli.

In particolare sono stati puliti i muri intorno piazza del Governo e via Lione, e la facciata dell'edificio di Palazzo Bischi che ospita uffici comunali e aule della scuola media Segrè. Le scritte e i disegni che ricoprivano le pareti sono state del tutto coperte dalla tinteggiatura eseguita dai condannati messi a disposizione del settore Lavori pubblici.

La Convenzione, che dura tre anni, non prevede rapporti finanziari fra Tribunale e Comune né costi aggiuntivi a carico del Comune. Consente che si possa svolgere lavoro di pubblica utilità coadiuvando la squadra di operai comunali. Ampio il settore degli interventi che possono andare a svolgere: si va dalla manutenzione e decoro di beni del patrimonio comunale alla manutenzione di parchi, giardini e verde pubblico fino ai lavori di segnaletica stradale.

"L'intervento di pulizia dei muri di Palazzo Bischi - ha commentato il sindaco di Tivoli Sandro Gallotti - è l'esempio della bontà di questa convenzione. Le persone alle quali è stata convertita la pena lavorano per la collettività offrendo un servizio in più per interventi di decoro urbano. L'impiego di queste persone inoltre deve essere letto anche in chiave di riabilitazione sociale, un aspetto che non è per niente di secondo piano nell'ottica della convenzione".

]]>
Sat, 27 Oct 2012 08:52:16 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1115-tivoli-pene-relative-ai-reati-minori-convertite-in-lavori-di-pubblica-utilita
L'atleta tiburtino Danilo Decembrini conquista il primo posto ai campionati di pattinaggio artistico a rotelle in Nuova Zelanda http://www.anieneonline.com/notizie/sport/1114-l-atleta-tiburtino-danilo-decembrini-conquista-il-primo-posto-ai-campionati-di-pattinaggio-artistico-a-rotelle-in-nuova-zelanda decembrini

L'atleta tiburtino Danilo Decembrini conquista il primo posto ai campionati di pattinaggio artistico a rotelle in Nuova Zelanda

L'atleta tiburtino Danilo Decembrini e Sara Venerucci si sono laureati campioni del Mondo ai campionati di pattinaggio artistico a rotelle in svolgimento ad Auckland, in Nuova Zelanda.

Una spettacolare esibizione quella della coppia di pattinatori che per la terza volta consecutiva ha conquistato il gradino più alto del podio ai campionati mondiali.

Danilo e Sara hanno primeggiato nella specialità “Libero coppie artistico seniores” ottenendo 547.300 punti. Dietro di loro altre due coppie di italiani. A completare un podio tutto azzurro Daniele Ragazzi e Giulia Merli al secondo posto, e Marco Garelli con Pamela Cappeler al terzo.

"Voglio esprimere le congratulazioni a nome di tutta la città di Tivoli a Danilo e Sara per lo straordinario successo ottenuto ai campionati mondiali in Nuova Zelanda. Un tiburtino campione del mondo è motivo d'orgoglio per tutta la comunità, un prestigio che Danilo offre a Tivoli portando in alto il nome della città nel mondo". E' quanto ha dichiarato il sindaco di Tivoli Sandro Gallotti al termine della gara che ha premiato la coppia Decembrini-Venerucci.

"Quest'anno Tivoli è stata protagonista anche alla Paralimpiadi di Londra - ha continuato il sindaco - e voglio ricordare la preziosa medaglia di bronzo conquistata da Annalisa Minetti con la guida del tiburtino Andrea Giocondi, nonché l'importante partecipazione alla maratona di Alessandro Di Lello".

]]>
Sat, 27 Oct 2012 08:45:34 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/sport/1114-l-atleta-tiburtino-danilo-decembrini-conquista-il-primo-posto-ai-campionati-di-pattinaggio-artistico-a-rotelle-in-nuova-zelanda
“Second life” di Carlo Belpoggio http://www.anieneonline.com/rubr/libri-per-tutti-i-gusti/1109-second-life-di-carlo-belpoggio second-life

Finalmente in libreria il romanzo “Second life” di Carlo Belpoggio, un libro che racconta un’esperienza di vita importante.
Per comprenderne meglio il messaggio ho intervistato l’autore.

Quando è iniziata la tua passione per la scrittura?
“La mia passione per la scrittura è nata sin da quando ero piccolo, ma poi ho pubblicato il mio primo libro da circa un anno grazie al Mio LIBRO FELTRINELLI”.

Qualcosa sul tuo romanzo?
"Second Life, è un libro in parte autobiografico e in parte di fantasia dove racconto la battaglia che ho dovuto sostenere contro il male oscuro rappresentata con la metafora della spada laser del famoso film Guerre Stellari.
Per dare un tono più dolce al libro ho aggiunto una serie di flash musicali dove racconto i più bei concerti a cui ho assistito.”

Il tuo genere letterario preferito?
“Il mio genere letterario preferito non esiste in realtà, a me piace spaziare dai romanzi di spionaggio alla psicoanalisi. Tuttavia leggo un po’ di tutto.”

Ti ispiri a qualcuno quando scrivi?
“Non mi ispiro a nessuno anche se rileggendo il mio romanzo ho trovato qualcosa di simile a quello che trovo nei romanzi di Fabio Volo.”

La riposta del pubblico?
“Per sapere qual’è la risposta del pubblico dobbiamo aggiornarci tra 10 - 12 mesi . Ora è presto anche se sto vedendo che grazie a internet sta succedendo qualcosa di clamoroso”.

 

Carlo Belpoggio, classe 1964, ama tutto ciò che arte. Si emoziona davanti a un bel quadro o a uno straordinario tramonto. Ama molto la musica e quando ha tempo partecipa a vari concerti.
Adora il mare e infatti vive proprio al Lido di tor San Lorenzo in un villino dove ama molto rilassarsi curando le sue piante, ascoltando la musica e leggendo.
La sua citazione preferita è “Sono scrittore, spero di far bene il mio lavoro e donare emozioni ai miei lettori”.

]]>
Sun, 14 Oct 2012 14:14:08 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/libri-per-tutti-i-gusti/1109-second-life-di-carlo-belpoggio
Sicurezza domestica: frullatore e pentola a pressione http://www.anieneonline.com/rubr/sicurezza/1108-sicurezza-domestica-frullatore-e-pentola-a-pressione Frullatori

frullatore

I frullatori sono utensili molto usati all’interno degli ambienti domestici ma allo stesso modo molto pericolosi in quanto possiedono una particolare lama rotante a taglio che permette di triturare tutto quello che capita nel suo raggio d’azione. La pericolosità, oltre che nell’uso, sta nella pulizia e nella manutenzione dell’utensile poiché con un attimo di distrazione le possibilità di farci del male sono elevate. Nonostante molti modelli presentino delle sicure non dobbiamo sentirci immuni da infortuni, poiché il rischio maggiore di taglio è dovuto dall’introduzione nel bicchiere (in caso di frullatori con bicchiere) delle mani per l’inserimento di alimenti da frullare, per rimuovere intasamenti che impediscono il normale movimento degli organi rotanti o per le operazioni di pulizia ordinaria.

Consigli e raccomandazioni di sicurezza

• Prima di qualsiasi operazione manutentiva o di pulizia, togliere la corrente di alimentazione;

• verificare periodicamente il corretto funzionamento del microinterruttore di blocco (ove presente);

• durante il funzionamento, non introdurre mai le mani o oggetti metallici quali cucchiai, coltelli o forchette

• prediligere l’acquisto di modelli divisibili poiché consentono di smontare l’organo lavoratore dal motore per una operazione di pulizia in condizioni di sicurezza;

• durante le operazioni di pulizia e/o rimozione di resti di alimenti dalla lama rotante, non tentare mai di liberare quest’ultima da resti di alimenti con le mani. Effettuare piuttosto cicli di funzionamento in immersione in soluzioni di acqua e detersivo per piatti, seguiti da getti d’acqua ed abbondanti risciacqui solo sulla parte operatrice, preventivamente smontata dall’impugnatura contenente il motore e le connessioni elettriche;

• non orientare mai la lama o gli elementi rotanti verso parti del corpo, capelli, indumenti, carta, buste di plastica ecc.

 

Pentola a pressione

pentola-a-pressione

La pentola a pressione è un utensile da cucina che permette una cottura accelerata grazie alle alte temperature che possono generarsi al suo interno basando il meccanismo di funzionamento sul fatto che l’ebollizione dell’acqua varia in base alla pressione.

Per far aumentare la pressione al suo interno la pentola a pressione ha un dispositivo che serve per bloccare, più o meno completamente, la fuoriuscita di aria e vapore.

In caso di pressione eccessiva subentra una valvola che alzandosi permetterà al vapore acqueo e alle goccioline d’acqua di fuoriuscire facendo scendere la temperatura gradualmente ai 100 gradi e la pressione al livello dell’ambiente. La pericolosità nello scatto di questa valvola sta nel fatto che molto vapore acqueo esce improvvisamente dalla valvola colpendo parti del corpo e/o oggetti nelle vicinanze.

• A cottura ultimata, prima di essere aperta la pentola ed il contenuto devono assolutamente essere raffreddati e riportati ad una pressione normale, aprendo la valvola manualmente o, eventualmente, mettendo la pentola sotto il getto di acqua fredda. Lo stesso discorso vale se dovesse essere necessario aprire la pentola a cottura non ultimata, ad esempio per controllare il punto di cottura degli alimenti.

• pulire periodicamente la valvola di sicurezza. I tempi di ostruzionepossono variare a seconda della frequenza d’uso ed a seconda della tipologia di alimenti che si preparano;

• evitare sovraccarichi della pentola che possano in qualche modo ostruire internamente la valvola di sicurezza;

• prima della messa in esercizio della pentola a pressione, leggere attentamente le istruzioni e le indicazioni di sicurezza specifiche indicate dal costruttore.

]]>
Sun, 14 Oct 2012 13:03:28 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/sicurezza/1108-sicurezza-domestica-frullatore-e-pentola-a-pressione
Tivoli - Il sindaco Gallotti dice "NO" all'elettrodotto http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1112-tivoli-il-sindaco-gallotti-dice-no-all-elettrodotto elettrodotto

"Contro l'elettrodotto faremo ricorso al Consiglio di Stato, proseguiremo la battaglia a tutela della salute dei cittadini e della difesa del paesaggio". Lo ha dichiarato il sindaco di Tivoli Sandro Gallotti confermando l'impegno dell'amministrazione comunale contro i lavori relativi all'elettrodotto 66kv Roma Prenestina-Sagittario tratta Salone-Castel Madama.

"La sentenza del Tar non ci ha per niente soddisfatti - ha dichiarato il sindaco -, ribadiremo le nostre rimostranze nella sede del Consiglio di Stato. Su questa vicenda l’amministrazione comunale ha una posizione netta e l’attenzione è costante. Non si può assolutamente sottovalutare l'impatto che una struttura importante come quella dell'elettrodotto può avere sul tessuto urbano, sociale ed ambientale di Tivoli. Non si può accettare che un elettrodotto attivo negli anni Trenta venga oggi rimesso in sesto, e magari potenziato, all'interno di un contesto completamente cambiato rispetto ad ottanta anni fa.

Inoltre – ha aggiunto Gallotti - quando si parla di rischio dovuto all'esposizione all’elettromagnetismo è bene ricordare che la salute dei cittadini viene prima di ogni altra cosa. Mi auguro che Rfi - Rete Ferroviaria Italiana rinunci a portare avanti il progetto così come impostato e opti per soluzioni alternative studiando interventi tecnici che riduca al minimo i rischi ambientali e paesaggistici, e fornisca le più ampie garanzie a tutela della salute pubblica”.

]]>
Thu, 11 Oct 2012 08:17:04 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1112-tivoli-il-sindaco-gallotti-dice-no-all-elettrodotto
Studenti di Tivoli sono stati ospitati in un’azienda agricola per la vendemmia http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1110-studenti-di-tivoli-sono-stati-ospitati-in-un-azienda-agricola-per-la-vendemmia vendemmia

Lo scorso 3 ottobre due classi dei Percorsi Formativi Individualizzati del Centro “Rosmini” di Tivoli, riservate a persone diversamente abili, sono state ospitate nell’Azienda Agricola del Dr. Luigi Giansanti per assistere alla vendemmia ed a tutti i processi ad essa relativi.

In tale occasione tutti gli studenti hanno potuto partecipare direttamente alla raccolta dell’uva, alla torchiatura fino ad arrivare all’ottenimento del vino ed alla riempitura delle botti.

Gli studenti, accompagnati dagli insegnanti e dal responsabile dei percorsi individualizzati Gianfranco Santolamazza, erano entusiasti di poter concretamente rendersi conto di quanto i prodotti della natura e quelli realizzati dall’uomo se coltivati ed ottenuti nel rispetto della genuinità sono certamente garanzia di ottima e sana qualità grazie anche e soprattutto al lavoro di motivati imprenditori qual è il Dr. Giansanti che ha allietato la giornata offrendo anche a tutti i partecipanti un buffet ricco di prodotti realizzati nella sua azienda.

Questa visita rappresenta soltanto una delle tante opportunità che il Centro di Formazione Professionale “Rosmini” di Tivoli mette a disposizione dei propri allievi al fine di potergli fornire elementi conoscitivi utili per scelte future di indirizzo professionale che mettano in risalto le attitudini individuali.

]]>
Thu, 11 Oct 2012 08:09:00 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1110-studenti-di-tivoli-sono-stati-ospitati-in-un-azienda-agricola-per-la-vendemmia
Tivoli - Grande successo per la mostra di Sandro Frinolli Puzzilli http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1107-tivoli-grande-successo-per-il-vernissage-si-sandro-frinolli-puzzilli mostra 01

Un ricco pubblico ha partecipato sabato sei ottobre al vernissage della mostra fotografica dell’artista Sandro Frinolli Puzzilli che si è tenuta alla Scuderie Estensi di Tivoli e che durerà per alcuni giorni.
Una mostra particolare che ha catturato un’ottima impressione da parte di chi ha partecipato all’evento.
Tante le fotografie che chiudono il suo progetto “Visioni”, ossia vere percezioni visive che Sandro ha visto lungo il suo percorso di immagini.
Di solito si intervista l’artista per comprendere qualcosa di lui e della sua arte, ma visto che la sua scelta di esporre a Tivoli è stata dettata dal fatto di voler far vedere le nuove opere ai suoi amici, ho preferito ascoltare le persone a lui vicino .
Tra queste ho ascoltato Franco, che lo conosce da una vita: “Le opere esposte sono dei veri capolavori, Sandro è sempre stato un appassionato di fotografia e le sue immagini sono sempre state particolari ed originali, ma queste superano tutte quelle che ho visto in passato”.
Anche Laura, ci dice ciò che pensa della sua arte: “Sono stata rimasta colpita da come da un oggetto se ne possa ricavare un altro e come questo nasconda un significato importante”.
Elvira, un’altra amica, racconta che è venuta per curiosità alla mostra e che è rimasta colpita dalle emozioni che queste fotografie riescono a dare a seconda degli stati d’animo in cui ci troviamo quando le guardiamo.
Delle sue foto mi ha voluto parlare anche una persona che non consoce Sandro: “Sono da poco a Tivoli – racconta Stefania - e stamattina sono andata a Villa d’Este, dove il simbolo dell’acqua è importantissimo. Ritrovare questo simbolo nelle immagini di questo fotografo mi ha dato una grande emozione. Mi ha colpito molto l’antagonismo fra fuoco e acqua che è riuscito a trasportare nelle sue fotografie”.

]]>
Thu, 11 Oct 2012 06:05:44 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1107-tivoli-grande-successo-per-il-vernissage-si-sandro-frinolli-puzzilli
Tivoli - Il sindaco Gallotti nomina quattro assessori http://www.anieneonline.com/notizie/politica/1106-tivoli-il-sindaco-gallotti-nomina-quattro-assessori gallotti
Dopo l'azzeramento della giunta comunale di Tivoli deciso dal sindaco Sandro Gallotti lo scorso 21 settembre, sono stati finalmente nominati quattro assessori. Si tratta di due conferme e due new entry, infatti oltre a Giorgio Strafonda e Vincenzo Tropiano che facevano parte già della precedente Giunta, il sindaco ha chiamato a far parte della squadra di governo cittadino anche Riccardo Mancini e Gianni Andrei.In particolare Giorgio Strafonda è stato confermato vicesindaco e nominato assessore alla Programmazione economica e finanziaria; Entrate tributarie, patrimoniali ed extratributarie; Società Partecipate; Gestione e valorizzazione del Patrimonio comunale; Servizi al Tribunale, Mobilità e Trasporti, Affari legali e contenzioso.Vincenzo Tropiano assessore alle Politiche per lo sviluppo delle Attività Produttive e del Commercio, Turismo e Marketing Territoriale; Politiche per la Famiglia e Welfare; Piano di Zona.Riccardo Mancini, assessore ai Servizi per la promozione dello Sport; Servizi per la Pubblica Istruzione e Diritto allo Studio; Tutela degli animali sul territorio; Affari Generali ed Organizzazione amministrativa; Servizi di competenza statale; Decentramento.Gianni Andrei, assessore alle Politiche Culturali; Formazione, Lavoro ed Integrazione; Giovani e Tempo Libero; Ambiente e Difesa del Suolo."Un governo di una città importante come Tivoli - ha dichiarato il sindaco Sandro Gallotti - ha bisogno di persone che amano fortemente questo territorio e la realtà cittadina, di persone che antepongono gli interessi della collettività e del bene comune ad ogni altra cosa. Abbiamo un programma elettorale da portare avanti in cinque anni con la squadra degli alleati che ha vinto le elezioni, dobbiamo rispettare gli impegni e la fiducia che ci hanno concesso i cittadini. La scelta di nominare quattro assessori è stata una presa di responsabilità da parte del sindaco per permettere alla città di avere una guida in grado di affrontare nell'immediato le problematiche e portare avanti progetti, sarebbe stato impensabile continuare ad andare avanti altri giorni senza una Giunta".

]]>
Tue, 09 Oct 2012 06:38:45 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/politica/1106-tivoli-il-sindaco-gallotti-nomina-quattro-assessori
Occhio al viaggio “fai da te” http://www.anieneonline.com/rubr/viaggi-e-vacanze/1105-occhio-al-viaggio-fai-da-te viaggio-fai-da-te

Ormai è un tormentone, che si ripete tutti santi giorni, veniamo sollecitati in continuo in TV, su Internet o tramite telemarketing da società che promettono di trovarti il migliore prezzo sul mercato per qualunque albergo nel mondo, e quindi la tentazione è grande. Trivago, Kayak, viaggio quasi gratis, Groupon ecc. per citare solo alcune. L’idea di risparmiare bei soldini attira tutti, particolarmente in questi tempi difficili che stiamo vivendo, ma siate sicuri che non vi regala niente nessuno.
Per gli internauti comprovati è questi siti rappresentano sicuramente una buona opportunità per prenotare “al volo” un lungo weekend a prezzi convenienti. Finche si tratti di un weekend per la classica gita fuori porta in Italia oppure in qualche capitale europea, sono completamente d’accordo; un mouse click, una carta di credito, e in pochi minuti il gioco è fatto. Prima di prenotare qualunque struttura (B&B, agriturismo, albergo, casa vacanza ecc.), vi consiglio vivamente di dare un’occhiata sul sito di Tripadvisor per leggere le recensioni per evitare brutte sorprese.
Quando si tratta di una vacanza più importante all’estero, il discorso cambia. E’ indifferente se si tratta delle vostre ferie estive, la vacanza da sogno che avete nel cassetto, un Foto Safari in Africa, un tour culturale in Thailandia un “fly & drive” in Australia o il vostro viaggio di nozze; affidatevi rigorosamente agli esperti del settore per evitare che la vostra meritata vacanza si trasformi in incubo.
Affidabilità, qualità, sicurezza ed assistenza prima e durante il viaggio non hanno prezzo. Il pacchetto vacanza acquistato su internet “quasi regalato” a livello legale non vi tutela in nessun modo. Solo coloro che hanno in mano un contratto di compra vendita di un pacchetto turistico o di un servizio turistico hanno diritto ai rimborsi o risarcimenti in caso in cui la struttura o il viaggio non corrisponde a quello che vi è stato illustrato in fase di prenotazione; che ve da accesso ai fondi di garanzia in caso di cause di forza maggiore come disastri climatiche (uragani, cicloni, terremoti ecc.), che vi garantisce assistenza in loco 24 h su 24 h. Gli imprevisti in viaggio possono essere tante, meglio avere le spalle coperte. Poi se pensate bene; la vostra auto non la comprate al supermercato, ma vi affidate al vostro concessionario di fiducia, vero?
Ricordate, Il viaggio perfetto esiste, è quello fatto su misura basato sulle vostre esigenze e desideri.

]]>
Mon, 08 Oct 2012 17:57:29 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/viaggi-e-vacanze/1105-occhio-al-viaggio-fai-da-te
La perizia psicologica. Strumenti per la lettura e l’utilizzo in ambito forense http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1104-la-perizia-psicologica-strumenti-per-la-lettura-e-l-utilizzo-in-ambito-forense tribunale

"La psicologia e il diritto hanno una stessa finalità: scoprire la verità sugli eventi del mondo reale."
Luisella De Cataldo

Nei mesi di Ottobre e novembre si terrà a Tivoli il corso "La perizia psicologica. Strumenti per la lettura e l’utilizzo in ambito forense".

La Psicologia Forense rappresenta il punto di incontro di due mondi che si presentano diversi tra loro: il Diritto, apparentemente delimitato dalle sue leggi, e la Psicologia, dinamica e attenta alle variabili emozionali, sociali e relazionali dell’individuo. Due modalità di leggere la realtà, uno scopo comune: scoprire la verità sugli eventi del mondo reale.

L’utilizzo della scienza psicologica in ambito forense (penale, civile, minorile) è complesso e delicato; richiede pertanto una specifica e continua formazione – in ambito giuridico-forense, psicologico e psicodiagnostico – per affrontare un contesto in cui convergono diversi linguaggi e professionalità. Il corso sarà aperto dal modulo di lezione del prof. Bruno Ferraro, Presidente emerito del Tribunale di Tivoli e Presidente aggiunto onorario della Suprema Corte di Cassazione. Il corso conferisce 24 crediti professionali per avvocati.


Obiettivi

Scopo del corso è fornire ai partecipanti competenze pratiche, nonché teoriche e metodologiche, degli aspetti giuridico-forensi, psicologici e psicodiagnostici dell’azione peritale, allo scopo di aumentare la competenza e la sinergia tra le figure coinvolte nelle consulenze tecniche e nelle perizie psicologiche in ambito civile, penale e minorile. Particolare rilievo sarà dato agli strumenti e alle tecniche utili alla realizzazione e alla stesura della perizia psicologica e della consulenza tecnica, al fine di individuare un solco comune tra consulente e avvocato rendendo comprensibili i rispettivi linguaggi, psicologico e giuridico.


Organizzazione didattica

Il corso, della durata complessiva di 28 ore suddivise in quattro sabati di lezione, è articolato in attività didattica frontale ed esercitazioni pratiche in piccoli gruppi, in cui gli allievi saranno guidati nella lettura e nell’utilizzo della perizia psicologica e della consulenza tecnica.

I corsisti riceveranno come materiale didattico l’ebook “Introduzione alla perizia psicologica – Per avvocati e psicologi in formazione” di I. Pacifico e N. Boccola (Edizione Studio HFC, 2012).


Docenti

Prof. Bruno Ferraro - Presidente emerito del Tribunale di Tivoli – Presidente aggiunto onorario della Suprema Corte di Cassazione – Docente di Ordinamento Giuridico presso Università di Bari

Dr.ssa Maria Rosetta Spina – Psicoterapeuta – Mediatore Familiare – CTU Tribunale di Roma – CTP

Prof.ssa Marcella Fazzi - Psicoterapeuta – Docente di Psicologia clinica presso Università Cattolica di Roma

Dr.ssa Paola Lausdei - Psicologa del lavoro – CTP

Dr.ssa Barbara Vecchioni - Psicoterapeuta – CTP – Specializzata in Tecnica dei Test

Dr. Nicola Boccola – Psicologo clinico – CTP – CDM di Psicologia della Pubblicità presso Università di Cassino

Dr.ssa Irene Pacifico - Criminologa – Psicologa Investigativa – Perfezionata in Analisi della Scena del Crimine e Gestione dell’Emergenza – Socio Membro Accademia Italiana di Scienze Forensi

 

Per informazioni rivolgersi alla segreteria dello Studio di Psicologia di Tivoli, al numero 0774-335712, o all’indirizzo info@studiopsicologiativoli.it

 

]]>
Mon, 08 Oct 2012 17:27:47 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1104-la-perizia-psicologica-strumenti-per-la-lettura-e-l-utilizzo-in-ambito-forense
Terapia familiare: quando e perchè? http://www.anieneonline.com/rubr/psicologia/1103-terapia-familiare-quando-e-perche {jcomments on}

famiglia

La teoria dei sistemi ha fornito una cornice unificante entro cui comprendere tutti gli studi sulla famiglia. La famiglia è il sistema di relazioni reciproche che legano i suoi componenti, la cui specificità emerge dalla loro appartenenza alla famiglia stessa; è un sistema nel quale gli individui che lo compongono sono in relazione tra loro, ognuno con la propria storia, cultura ed insieme di convinzioni.

La famiglia, durante il suo ciclo vitale, può attraversare diverse momenti di crisi, che mettono i componenti del sistema nella condizione di riorganizzare le regole ed i ruoli che l’hanno caratterizzata fino ad allora. Le circostanze che possono richiedere un cambiamento nell’organizzazione familiare possono essere il matrimonio, quindi la coppia appena sposata, l’arrivo di un figlio, vivere l’adolescenza di un figlio, tutti eventi che rientrano nei cosiddetti eventi normativi, che tutte le famiglie si trovano ad affrontare. Ci sono, inoltre, eventi paranormativi, che possono essere frequenti, ma non prevedibili, come le separazioni, malattie, morti e crisi economiche, che mettono la famiglia di fronte a difficoltà maggiori e possono bloccare lo sviluppo della stessa.

E’ importante, pertanto, poter lavorare in un contesto come quello della terapia familiare sulle problematiche emerse e segnalate da uno o più componenti della famiglia, come disfunzionali nell’ambito del sistema stesso.

Durante le sedute di terapia familiare si invitano i membri della famiglia a partecipare agli incontri per parlare, discutere ed analizzare le dinamiche relazionali della famiglia, di sofferenza, prendendo in considerazione l’eventuale insorgenza di un sintomo che uno dei membri della famiglia presenta. E’ importante dare un significato al sintomo emerso, il quale è spesso finalizzato al mantenimento di un equilibrio, che ha un significato per la famiglia stessa. Gli incontri vengono concordati con la/i terapeuti ogni quindici giorni o una volta al mese a seconda delle necessità. 

A cura della Dott.ssa Laura Viterale
Studio di psicologia Tivoli
www.studiopsicologiativoli.it - Tel.0774.335712

 

A cura della Dott.ssa Laura Viterale

Studio di Psicologia Tivoli

www.studiopsicologiativoli.it - Tel.0774.335712

        

]]>
Mon, 08 Oct 2012 06:03:00 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/psicologia/1103-terapia-familiare-quando-e-perche
Io Anna di Elsa Lewin http://www.anieneonline.com/rubr/libri-per-tutti-i-gusti/1102-io-anna-di-elsa-lewin Io-Anna

In questo suo primo romanzo la psichiatra Elsa Lewin, racconta di Anna, una donna che lasciata dal marito vive in un modesto appartamento newyorkese.

La protagonista è una donna educata, istruita, ma che si trova in un momento della vita dove prevale la sua disperazione. Comincia così a frequentare feste per single e in una di queste una sera incontra George, che seguirà fino a casa sua.

Da questo episodio per lei inizia un momento di buio totale ed è proprio in questo frangente che incontrerà Bernie, ispettore di polizia malinconico e in crisi con moglie e figlio, sulla scena di un brutale omicidio.

Anna vuole rivederlo, e quando i due si incontreranno, lei non ricorderà nulla della notte in cui lui l’ha notata. Intanto le indagini continuano e lei lentamente riesce a ricordare qualcosa di se e ad uscire da quel buio psicologico che si è creato dentro di lei.

Il finale a sorpresa lo lascio scoprire a voi lettori.

 

Elsa Lewin è riuscita a scrivere questo thriller  grazie alla sua professione come psichiatra.

Alla prima esperienza come scrittrice ha ottenuto un grande successo grazie ai temi che sono molto attuali.

Ognuno di noi infatti nell’arco della propria vita può trovarsi in un grande buio mentale.

A cura di Claudia Crocchianti

]]>
Sun, 30 Sep 2012 09:00:00 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/libri-per-tutti-i-gusti/1102-io-anna-di-elsa-lewin
Ricomincia a Tivoli il corso di teatro "Prenditi il palco!" http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1101-ricomincia-a-tivoli-il-corso-di-teatro-prenditi-il-palco sapio-repetto

Ricomincerà lunedì 15 ottobre, presso l’Ex Chiesa di Santo Stefano ai Ferri di Tivoli, il corso di teatro Prenditi il palco! a cura di Gloria Sapio, attrice, autrice, regista e operatore culturale e Maurizio Repetto.

L’evento è stato organizzato da Officina E.S.T Settimo Cielo in collaborazione con l’Associazione “I Cavalieri”.

Si tratterà di un corso base per tutti coloro che vogliono accostarsi al mondo del teatro e un corso avanzato aperto a persone che hanno già avuto esperienze sul palco e che desiderano approfondire l'argomento attraverso lo studio di testi classici e contemporanei.

Per informazioni: officinaest@gmail.com

 

A cura di Claudia Crocchianti

]]>
Sat, 29 Sep 2012 11:59:26 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1101-ricomincia-a-tivoli-il-corso-di-teatro-prenditi-il-palco
L'ombra del vento http://www.anieneonline.com/rubr/libri-per-tutti-i-gusti/1100-l-ombra-del-vento OmbraDelVento

“Solo allora mi sdraiai sul letto, il libro appoggiato sul petto, e ascoltai i suoni della città addormentata posarsi sui tetti screziati di porpora. Il sonno e la stanchezza bussavano alla porta, ma io resistetti. Non volevo abbandonare la magia di quella storia né, per il momento, dire addio ai suoi protagonisti…”

Questa frase ci fa respirare l’atmosfera di questo libro molto emozionante, che grazie al passaparola dei lettori è diventato un grande romanzo nonostante fosse uscito in sordina nel 2011.

ll protagonista è il proprietario di un negozio di libri che in un giorno d’estate del XX secolo sceglie di far conoscere al proprio figlio Daniel,che è preoccupato dalla paura di non ricordare più il volto della madre morta molto presto, il Cimitero dei Libri Dimenticati, un posto segreto dove vengono tolti all'oblio libri di cui il tempo ha cancellato il ricordo.

In questo luogo Daniel prenderà in mano un libro che lo porterà in un mondo di segreti e di misteri.

Attraverso questo romanzo il ragazzino capirà che molti fatti narrati nel libro sono legati alla sua vita.

Un libro che ha toccato, che continua a toccare e che toccherà l’animo dei lettori, che faranno molta fatica a staccarsi dal mondo di Daniel e del “Cimitero dei libri dimenticati”.

 

Carlos Ruiz Zafòn ha iniziato a scrivere nel 1993 libri per ragazzi. Vive da un po’ di anni a Los Angeles dove lavora come sceneggiatore e scrive di cultura su "El País" e "La Vanguardia".

I suoi romanzi sono molto apprezzati e letti in tutto il mondo .

Tra le sue tante opere vi sono Il gioco dell’angelo, Marina e Il palazzo della mezzanotte.

 

A cura di Claudia Crocchianti

 

]]>
Thu, 27 Sep 2012 20:33:34 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/libri-per-tutti-i-gusti/1100-l-ombra-del-vento
La bionda diventa protagonista del primo Oktoberfest della Valle dell’Aniene http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1099-la-bionda-diventa-protagonista-del-primo-oktoberfest-della-valle-dell-aniene birre

Per tutti gli amanti della birra, in contemporanea con l’Oktoberfest di Monaco di Baviera, per la prima volta si terrà il 1° Oktoberfest della Valle dell’Aniene. 

La manifestazione, che durerà fino al 7 ottobre, è nata dopo alcuni anni di lavorazione al progetto ed è stata realizzata grazie alla collaborazione tra il Golden Pot Pub e il ristorante il Casale. 

L’evento si svolgerà nel bellissimo spazio in via del Barco, presso il ristorante Il Casale dove per la manifestazione sono stati adibiti una grande sala e un Biergarten all’ aperto.

La partnership ufficiale della manifestazione sarà una delle birre più importanti delle sette sorelle di Monaco di Baviera: la HOFBRAU, ma ad accompagnarla ci saranno altre bionde tra cui AUGUSTINER, HACKER-PSHORR E PAULANER, il tutto accompagnato da cibi tipici della Baviera tra i quali stinchi, wurstel e molti altri.

Tutta la manifestazione sarà allietata da ottima musica

Aperto tutti i giorni dalle 19,00 all' 1,30 e la domenica dalle 12,00 all' 1,30 .

Per ulteriori info:www.thegoldenpot.it/oktoberfest

 

]]>
Thu, 27 Sep 2012 06:26:35 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1099-la-bionda-diventa-protagonista-del-primo-oktoberfest-della-valle-dell-aniene
Ipnosi: una strada per la cura http://www.anieneonline.com/rubr/psicologia/1098-ipnosi-una-strada-per-la-cura {jcomments on}

ipnosi

La psicoterapia ericksoniana o ipnoterapia è una forma di psicoterapia che deriva dal lavoro clinico di Milton H. Erickson, il quale è considerato tra i massimi esponenti di ipnosi clinica. L'ipnosi è un metodo che viene utilizzato anche in altre psicoterapie.
L'ipnoterapiaericksoniana o psicoterapia ericksoniana, viene definita anche come "psicoterapia breve" (si deve proprio a Erickson il primo uso di questa espressione).La psicoterapia ericksoniana può considerarsi “breve” in quanto parte dal presupposto che la psicoterapia non è una condizione naturale per l’individuo. E’ da intendersi, pertanto, come una condizione “temporanea” di cura e ridefinizione del particolare blocco evolutivo che la persona presenta attraverso i sintomi.

L’ipnoterapia ericksoniana si basa su alcuni assunti teorici

● Il paziente è un individuo unico e, pertanto, il terapeuta utilizzerà un approccio unico per curare il paziente; il terapeuta, come un sarto, cuce un abito per il paziente, in base alle sue caratteristiche e misure (tailoring).

● L'inconscio di ciascun individuo è ricco di risorse per risolvere i problemi del vivere quotidiano; le persone sono considerate capaci di autoguarirsi e autocorreggersi, se riescono a sfruttarle (naturalismo).

● Alcuni individui ha bisogno di aiuto per risolvere i propri problemi e guarire dai propri sintomi; per poterlo fare, una persona deve prima imparare nuove abilità o deve orientare la propria attenzione verso modi nuovi di guardare alle cose o di pensarvi.
● L'attività psicoterapeutica ericksoniana è principalmente orientata alla risoluzione dei sintomi o dei problemi comportamentali portati dal paziente.

● L'ipnosi è un fenomeno psicosomatico che coinvolge sia la dimensione fisica, sia la dimensione psicologica del soggetto. È una condizione particolare di funzionamento dell'individuo che gliconsente di influire sulle proprie condizioni sia fisiche, sia psichiche e sia di comportamento.

● La psicoterapia ericksoniana contempla un ulteriore importante assunto teorico e cioè che le cause del problema che un individuo presenta possono essere ricercate nel passato, ma spesso la risoluzione si trova nel presente.

Attraverso l'ipnosi o l'autoipnosi è possibile accedere alla dimensione inconscia ed emotiva del soggetto.

L’obiettivo implicito della psicoterapia ericksoniana è quello di riportare l’equilibrio nella vita dell’individuo, tenendo presente le fasi evolutive di riferimento, stabilite dall’età, e gli aspetti socio-culturali di riferimento.
In conclusione, è utile precisare che ogni forma di disagio può essere curato e trattato con l’ipnosi ericksoniana, che costituisce una tecnica di approfondimento per arrivare a comprendere e superare il momento di impasse evolutivo che si è creato nell’individuo.

A cura della Dott.ssa Laura Viterale

Studio di Psicologia Tivoli

www.studiopsicologiativoli.it - Tel.0774.335712

]]>
Wed, 26 Sep 2012 14:44:17 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/psicologia/1098-ipnosi-una-strada-per-la-cura
Una vita violenta di Pier Paolo Pasolini http://www.anieneonline.com/rubr/libri-per-tutti-i-gusti/1096-una-vita-violenta-di-pier-paolo-pasolini Pasolini

In questo romanzo troviamo tutto il neorealismo e la Roma di un tempo.

Un linguaggio crudo, forte che come sempre Pasolini ci ha fatto incontrare nelle sue opere che ancora oggi sono attuali.

Il protagonista è Tommasino, colui che vive in modo violento fin dall’infanzia nella Roma del secondo dopoguerra.

Con i suoi amici scopre la fame, la delinquenza, la prostituzione tutto ciò che c’è di più degradante.

Tommaso pensa di cambiare quando si innamora di Irene, ma ciò non accade in quanto viene arrestato per aver ferito gravemente un giovane.

Uscito dalla prigione ha di nuovo la possibilità di riscattarsi perché ai genitori è stato assegnato un alloggio dell'INA-Casa, ma in quel momento si ammala di tubercolosi.

Da qui inizia la riflessione sulla storia e sulla politica molto varia e che lo porterà a Legarsi a al PCI e a partecipare attivamente a scioperi e manifestazioni.

Il romanzo termina con un Tommaso che vive questo momento di ripresa, ma succederà qualcosa che lo turberà e che lascio scoprire a voi lettori.

 

 

Pier Paolo Pasolini nacque a Bologna nel 1922.

Frequentò il liceo e l'università a Bologna, dove si laureò in Lettere con una tesi sul linguaggio del Pascoli, nel 1945.

Nel 1945 seppe che il fratello Guido era stato ucciso in un conflitto a fuoco fra due gruppi partigiani di diverso orientamento politico. Nel 1947 si iscrisse al Partito Comunista.

Cominciò a insegnare vicino a Casarsa, per poi essere allontanato dall'insegnamento e poi anche espulso dal PCI in seguito a un episodio di omosessualità che sfociò in un processo per corruzione di minori.

Da lì tante le accuse e le critiche, ma nonostante questo è stato un grande scrittore e sceneggiatore che ci ha fatto conoscere e vedere bene la storia del dopoguerra e soprattutto il degrado della periferia.

Tra le sue opere tante poesie e romanzi come Ragazzi di vita e Petrolio.

 

A cura di Claudia Crocchianti

]]>
Tue, 25 Sep 2012 08:57:40 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/libri-per-tutti-i-gusti/1096-una-vita-violenta-di-pier-paolo-pasolini
Volete assaggiare una mozzarella di bufala eccezionale? http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1062-volete-assaggiare-una-mozzarella-di-bufala-eccezionale mozzarella di bufalamozzarella-di-bufala

A Tivoli ogni martedì, a fianco alla signora che vende la frutta vicino al casello di Castel Madama, c'è un furgone bianco...
Il proprietario si chiama Peppe, è una persona veramente carina, e porta direttamente da Caserta mozzarelle di bufala ed altri prodotti (caciocavalli, scamorze, taralli...) veramente da provare per quanto sono buoni!
Se volete potete anche chiamarlo a nome di anieneonline al numero 339 2672336.
Se siete in tempo potete arrivarci anche oggi. Vi assicuro che ne vale la pena, per questo ho voluto darvi questa informazione.
Le cose belle, in questo caso buone, vanno condivise! Buona degustazione.

]]>
Tue, 25 Sep 2012 07:00:00 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1062-volete-assaggiare-una-mozzarella-di-bufala-eccezionale
DON AIREY in concerto a Roma http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1095-don-airey-in-concerto-a-roma don-airey

Don Airey sarà in concerto a Roma martedì 25 settembre, con lui un vero e proprio supergruppo composto da musicisti provenienti dai Jamiroquai, Black Sabbath, Eric Clapton Band, Primal Scream, Gary Moore, etc.

In repertorio brani del suo nuovo cd solista, appena edito, e i più grandi classici dei Deep Purple.

Don Airey è uno dei più dotati tastieristi di sempre nell'hard & heavy e uno degli ispiratori di tutta la generazione di tastieristi heavy metal. Dal 2002 è il tastierista dei Deep Purple. Inizia a studiare musica da giovanissimo alla Royal Northern College of Music e si laurea in musica e pianoforte alla Nottingham University. Interessato a jazz e rock inizia a suonare l'organo Hammond nei cabaret e poi sulle navi crociera in giro per il mondo, già dal 1972. Ha suonato con molti dei più importanti gruppi hard rock e heavy metal dagli inizi degli anni settanta fino a oggi. Ha collaborato per la parti di tastiera in oltre 200 album spesso senza apparire nella formazione delle band e talvolta rimanendo addirittura nell'ombra durante le prestazioni dal vivo. Praticamente ogni gruppo che mancava di un tastierista stabile ha usato i suoi servigi in studio o dal vivo; più che un semplice turnista Don Airey ha reso più armonici e completi gli arrangiamenti di moltissimi gruppi lungo oltre 30 anni di carriera suonando e contribuendo attivamente a moltissi dei successi di Black Sabbath, Jethro Tull, Ozzy Osbourne, Rainbow, Whitesnake, Judas Priest, Thin Lizzy, Gary Moore, Fastway, Andrew Lloyd Webber, Cozy Powell, Graham Bonnet, Brian May, UFO, Colosseum II e molti altri. LINE UP Don Airey - keyboards Carl Sentence (Krokus, Geezer Butler Band, Monroe) - vocals Rob Harris (Jamiroquai) - guitars Lawrence Cottle (Eric Clapton, Sting, Black Sabbath, Gary Moore) - bass Darrin Mooney (Primal Scream, Gary Moore) - drums

]]>
Sun, 23 Sep 2012 14:22:40 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1095-don-airey-in-concerto-a-roma
Tivoli: il sindaco Gallotti azzera la giunta http://www.anieneonline.com/notizie/politica/1094-tivoli-il-sindaco-gallotti-azzera-la-giunta

gallotti

La decisione del sindaco di Tivoli Sandro Gallotti di azzerare la giunta comunale è stata ufficializzata nel primo pomeriggio di venerdì 21 settembre. Tutte le deleghe degli otto assessorati assegnate lo scorso 28 ottobre, compresa quella di vicesindaco, sono state ritirate.

"Siamo arrivati a metà mandato - ha commentato il sindaco - ed è giusto trarre un bilancio di quanto fatto fino ad ora ma soprattutto di quanto bisognerà ancora fare per completare il programma dell'amministrazione. Una verifica politica e amministrativa necessaria in questa fase. Inoltre il particolare periodo di crisi economica che stiamo attraversando impone un'azione di revisione delle priorità di intervento sul territorio, anche alla luce dei forti tagli e delle drastiche riduzioni dei finanziamenti decisi dagli enti sovracomunali. Adesso - ha proseguito il sindaco Gallotti - bisogna concentrarsi a pianificare le prossime attività dell'amministrazione, ci aspettano impegni importanti da portare avanti. Voglio concludere ringraziando tutti gli assessori che sono stati protagonisti di questa prima fase del governo cittadino”.

]]>
Sun, 23 Sep 2012 14:11:39 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/politica/1094-tivoli-il-sindaco-gallotti-azzera-la-giunta
Settembre Tiburtino 2012 http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1093-settembre-tiburtino-2012

 DSF9139

Tanti eventi anche quest’anno per il settembre tiburtino, organizzato dagli assessorato alle Attività Produttive, Turismo e Marketing, Politiche Culturali e Sport.

Gli eventi si svolgeranno in diversi luoghi, dai giardini Garibaldi a Piazza Plebiscito, includendo le piazzette limitrofe.

Protagonista come sempre è il Pizzutello, la particolare uva che fa parte dell’agricoltura e della tradizione culinaria tiburtina.

Tra le varie manifestazioni dal 21 al 23 ci sarà presso i giardini Garibaldi il Tour Birra Artigianale a cura dell’Associazione Culturale “Fenix Tibur” e dell’Associazione Musicale “Gli Amici di Barbanera”, il 25 ci sarà la presentazione di “Sogno di una Notte d’Estate” di William Shakespeare, con la Compagnia delle Maschere Nude presso Piazza del Tempio di Vesta e il 28 sarà il turno di ”Storia, Mito e Paesaggio a Tivoli e nella Valle dell’Aniene” con riflessioni tra Poesia e Realtà sul Territorio di Tivoli e della Valle dell’Aniene, sempre al Tempio della Sibilla.

Dal 3 al 7 ottobre sarà la volta dalla quinta edizione delle 5 Giornate dell’Arte: “VERSO CASA – Tracce” a cura dell’Associazione Culturale TivoliArte.

Molti anche gli eventi sportivi tra cui segnaliamo il 14 ottobre la Corsa delle Tre Ville.

Di seguito il programma completo:

 

SETTEMBRE TIBURTINO 2012

E 65ª SAGRA DEL PIZZUTELLO DI TIVOLI


Tivoli, dall’1 al 16 Settembre

Via Quintilio Varo, Km. 1,00

Equin’Ozio

Manifestazioni equestri con spettacoli vari

a cura dell’Associazione Sportiva e Dilettantistica “Quintilio Primo”


Tivoli – Loc. Crocetta, Domenica 2 Settembre

Parco dei Reali

III Gara di Pesca Sportiva alla Trota tra i Rioni e Borgate Cittadine

a cura dell’A.S.C.U.T. – “Associazione Sportiva Culturale Umanitaria Tiburtina”

Sabato 8 Settembre

Riserva Naturale di Monte Catillo

Info Point e partenza visite: Scuderie Estensi, orari visite: 10.45–11.45-17.15 –18.00

RISERVAci un giorno

Percorsi guidati per le vie della città fin nel cuore della Riserva Naturale di Monte Catillo dove sarà possibile degustare prodotti tipici locali

a cura del Consorzio Turistico “Tivoli Incoming”

Villa Adriana, dal 6 al 9 Settembre

Festeggiamenti in Onore del S.S. Salvatore

Domenica 9 Settembre

Giardini Pubblici

ore 21.30 Concerto di Povia

a cura della Parrocchia S. Silvestro Papa e Comitato Festeggiamenti Villa Adriana

Tivoli Terme, dall’8 al 9 Settembre

Piazza R. Galvaligi – Lottizzazione Antonelli

IX Sagra della Pizzetta Fritta Zuccherata

a cura dell’Associazione Socio-Culturale “Sorridiamo Insieme”

Tivoli – Loc. Crocetta, Domenica 2 Settembre

Parco dei Reali

Gara Amatoriale di Motocross

a cura dell’A.S.C.U.T. – “Associazione Sportiva Culturale Umanitaria Tiburtina”

Tivoli Centro, Domenica 9 – 16 - 23 Settembre

Scuderie Estensi

ore 18.00 Concerti della Rassegna Tiburtina

a cura dell’Associazione Culturale “Momenti Musicali”

9 Settembre

Duo Goya (Francesca Timperi fl. – Claudio Capuano chit.) – Emanuele Orazi pf.

16 Settembre

Matteo Santolamazza pf. – Duo Santolamazza pf. – Lucioli vl.

23 Settembre

Vera Mazzotta pf. – Duo 4 mani Buccarella-Mazzotta

(con la partecipazione di giovani studenti di musica)

In collaborazione con la “Lega Italiana Fibrosi Cistica – Associazione Laziale – Onlus”

Tivoli Terme c/o Terme di Roma, Giovedì 13 Settembre

Terme Acque Albule

ore 20.30 Finalissima “Miss Terme Lazio 2012”

a cura dell’Associazione Culturale e di Promozione Sociale “L’Alberone” in collaborazione con l’Associazione Nazionale Comuni Termali

Tivoli Centro, dal 13 al 30 Settembre

Contrada Via Maggiore

Festeggiamenti per il Settembre Tiburtino 2012

a cura dell’Associazione “Contrada Via Maggiore”

Tivoli Centro, dal 14 al 16 Settembre

Anfiteatro di Bleso

I Sagra della Trota dell’Aniene al Cartoccio

Serate di degustazione e Arte Varia

a cura del “Gruppo Butteri di Tivoli” e dell’Associazione Sportiva Culturale Umanitaria “Tibur”

Tivoli Centro, Sabato 15 Settembre

Teatrino Comunale, Via del Collegio, 6

ore 8.00-13.00 V Incontro Internazionale Amici del Sito: www.paolocason.it

Tivoli Bel Suol d’Amor

sarà predisposto un annullo postale speciale

dedicato all’evento e alla città di Tivoli su folder filatelico ricordo

con la collaborazione dell’Associazione Culturale R.D.D. “La Rosa del Deserto”

e di Poste Italiane – Divisione Filatelia Filiale Roma Nord

Tivoli Centro, Sabato 15 Settembre

Scuderie Estensi

ore 15.00 I Incontro Territoriale delle Associazioni d’Arma in Congedo

a cura del Comitato Interforze “Insieme per la Società”

65ª SAGRA DEL PIZZUTELLO DI TIVOLI

in collaborazione con:

COMITATO CENTRALE FESTEGGIAMENTI TIBURTINI

Tivoli Centro, Domenica 16

Piazza Plebiscito

ore 10.00 Corteo per le vie della città

con la Banda Musicale “G. Puccini” di La Botte, le “Majorettes di Mentana” e figuranti in costume tradizionale

ore 11.00 Apertura della manifestazione ed esposizione delle uve

con mostra fotografica antologica

Esibizione della banda Musicale “G. Puccini” di La Botte e delle

“Majorettes” di Mentana

Benedizione delle Uve e Saluto delle Autorità

ore 12.00 Distribuzione gratuita del Pizzutello

ore 16.00 Distribuzione gratuita del Pizzutello

Esibizione del Gruppo Folcloristico Sbandieratori e Musici di Castel Madama

ore 17.30 Premiazioni

ore 18.30 Dancing For Life

Spettacolo di Danza, Musica e Teatro Amatoriale

a cura dell’Associazione ASD “The Starlight Company”

ore 21.00 Una Serata Speciale… 6 Bis

Spettacolo di Danza, Musica e Teatro Amatoriale

a cura dell’Associazione” Dancemania2000 Club”

_______________

Nel corso della Sagra:

I ragazzi di Girocorto Festival allestiranno su Piazza Garibaldi un piccolo set cinematografico per dare avvio all’happening: UN MINUTO PER…

 

Chiunque interessato avrà un minuto per videoregistrare una testimonianza, un ricordo, un’emozione, una riflessione, speranze, incertezze, paure, sogni, obiettivi di vita nella propria città.

I video saranno raccolti in un dvd e proiettati nella video mostra TRACCE… Tivoli, un mosaico di vite per raccontare la città che sarà allestita dal 15 al 17 Novembre presso le Scuderie Estensi nell’ambito delle GIORNATE DI GIROCOTO FESTIVAL.

Si terrà l’esposizione delle TORTE REALIZZATE IN PASTA DI ZUCCHERO SUL TEMA DEL PIZZUTELLO. Chiunque potrà partecipare votando la torta più bella. L’iniziativa è ideata e proposta dal “FORNO PETRINI”.

 

Domenica 30

Villa d’Este

ore 10.00 Distribuzione dell’uva Pizzutello


Tivoli Centro, Domenica 16 Settembre

Scuderie Estensi

ore 21.00 Serata tra le Note

Spettacolo Musicale e di Cabaret Comico

presenta Sergio Mormile con la regia tecnica e musicale di Mario Garaffo

a cura dell’Associazione Culturale R.D.D. “La Rosa del Deserto”


Tivoli Centro, dal 21 al 23 Settembre

Piazza Garibaldi

Tour Birra Artigianale

a cura dell’Associazione Culturale “Fenix Tibur” e dell’Associazione Musicale “Gli Amici di Barbanera”

Tivoli Centro, 21 Settembre

Anfiteatro di Bleso

ore 21.00 Dea Antica Tibur

Finale del Concorso di bellezza ambientato e ricostruito nel periodo dell’antica Roma

a cura di LA WEB TV.IT


Tivoli Centro, Sabato 22 Settembre

Piazza delle Erbe

ore 18.00 Incontro del Senato Romano con il il Senato di Tibur Superbum

Rievocazione con figuranti dell’antica Roma

a cura del “Gruppo Storico Pax Augustea” di Tivoli


Tivoli Centro, Sabato 22 Settembre

Scuderie Estensi

ore 18.30 Concerto dell’Orchestra Filarmonica di Tivoli

a cura dell’Associazione “Filarmonica di Tivoli”

Tivoli Centro, Martedì 25 Settembre

Tempio della Sibilla – Piazza del Tempio di Vesta

ore 20.45 Sogno di una Notte d’Estate

di William Shakespeare, con la Compagnia delle Maschere Nude

Ingresso: € 10,00 – Info e prenotazioni 348.9305852 / 338.8986789

a cura dell’Associazione Culturale “Officine del Fare”


Tivoli Centro, Mercoledì 26 Settembre

Teatro Giuseppetti

ore 20.30 Spettacolo di Fine Corso Accademico

I Parte: L. Pirandello “Cece”

A. Cechov “Sul Danno del Tabacco”


II Parte: L. Pirandello “La Morsa”

J. Prevert “Questo Amore”

a cura del “Teatro Città di Tivoli” Direzione Artistica Elverio Veroli

Ingresso € 10,00


Tivoli Centro, Mercoledì 26 Settembre

Scuderie Estensi

ore 21.00 Concerto “Pane e Rose”

con Alberto Marchetti e la sua Band

Musiche e Testi di Alberto Marchetti


Tivoli Centro, Venerdì 28 Settembre

Tempio della Sibilla – Piazza del Tempio di Vesta

ore 19.30 Storia, Mito e Paesaggio a Tivoli e nella Valle dell’Aniene

Riflessioni tra Poesia e Realtà sul Territorio di Tivoli e della Valle dell’Aniene

Accensione del Fuoco Sacro

Saluto della Responsabile del Parco Villa Gregoriana per il FAI Dott.ssa Giorgia Montesano

Saluto dell’Assessore al Turismo e Marketing Territoriale del Comune di Tivoli Dott. Vincenzo Tropiano

Saluto del Dott. Ivano Moreschini dell’Associazione Culturale “Nuovi Orizzonti” di Castel Madama

Interventi:

Alberto Marchetti

Viaggio Extra-Ordinario lungo l’Aniene

Dott.ssa Benedetta Adembri (Soprintendenza Archeologica per il Lazio)

Non solo Ville… a Tivoli. In giro nei luoghi della cultura del territorio tiburtino

Arch. Alessandro Panci

La scoperta del Vallone dell’Aniene a Tivoli sulle tracce del Grand Tour

Alessandro Camiz Ph. D. (“Sapienza” Università di Roma)

Per il Parco e il Museo Archeologico degli Acquedotti Aniensi

Dott. Massimiliano M.M.

Publius Vergilio Maro – Georgiche 30/37 a.C.

Moderatore:

Dott. Alessandro La Porta (Coop. Culture Soc. Coop.)

ore 21.00 Degustazioni dell’antica cucina Apiciana

a cura dell’Associazione Culturale “Nuovi Orizzonti” di Castel Madama

in collaborazione con F.A.I. – Fondo Ambiente Italiano,“Slow Food” Condotta di Tivoli - “Lavangaquadra-Nova Arcadia” di Roma – Coop. Culture Soc. Coop.

e la partecipazione del “Gruppo Storico Publio Elio Adriano dell’Associazione Villa Adriana Nostra”

Interverrà LA WEB TV.IT e la DEA ANTICA TIBUR vincitrice della Finale del Concorso di bellezza ambientato e ricostruito nel periodo dell’antica Roma


Sabato 29 Settembre

Santuario di Maria SS. Di Quintiliolo

ore 18.00 I Maratonina Amatoriale “Madonna di Quintiliolo”

Il ricavato sarà devoluto in beneficenza

a cura del “Gruppo Butteri di Tivoli”


Tivoli Centro, Domenica 30 Settembre

Anfiteatro di Bleso

ore 10.30-24.00 Manifestazione Equestre (Gare, Spettacoli, Stand Gastronomici nel Villaggio Western)

a cura del “Centro Ippico Country House” di Castel Madama

Tivoli Centro, Domenica 30 Settembre

Scuderie Estensi

ore 14.00-20.00 Sfilata di Moda

a cura del Salone “Parrucchieri Contesta” di Tivoli

Tivoli Centro, dal 3 al 7 Ottobre

Vie e Piazze della Città

Le 5 Giornate dell’Arte, quinta edizione: “VERSO CASA – Tracce”

a cura dell’Associazione Culturale “TivoliArte”

Tivoli Centro, Sabato 6 Ottobre

Ex Chiesa di Santo Stefano ai Ferri

ore 21.15 L’Orlando Furioso Scende all’Inferno

Ludovico Ariosto incontra Dante Alighieri

a cura di Massimiliano M. M.

in collaborazione con l’Associazione “I Cavalieri di S. Stefano” e il “Rotary Club-Tivoli”

Tivoli Centro, Domenica 7 Ottobre

Piazza Garibaldi

ore 9.00-18.00 Giornata di Prevenzione Cardiovascolare dell’Ictus

a cura del “Rotary Club Tivoli”

Tivoli Centro, Domenica 14 Ottobre

Piazza Garibaldi

ore 9.00-14.00 Corsa delle 3 Ville

Partenza da Piazza Garibaldi (Arco dei Padri Costituenti) – Arrivo a Villa Adriana (Arco del Pecile)

a cura della “Tivoli Marathon”

Tivoli Centro, Domenica 28 Ottobre

Scuderie Estensi

ore 9.00-18.00 Convegno sulla Prevenzione Cardiovascolare dell’Ictus

a cura del “Rotary Club Tivoli”

 

]]>
Sun, 23 Sep 2012 13:51:37 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1093-settembre-tiburtino-2012
Una giornata di musica a Villa Adriana http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1091-una-giornata-di-musica-a-villa-adriana

DSCF1330

L’Associazione Culturale MONDO MUSICA comunica che si terrà una giornata interamente dedicata alla musica SABATO 22 SETTEMBRE 2012 presso la propria sede in Via delle Vigne 4, in STRADA degli ORTI a Villa Adriana.

Durante la giornata verrà presentato il gruppo degli insegnanti dell’Associazione saranno protagonisti di varie performance musicali.
L’evento avrà inizio alle 16.30 e si concluderà con buffet gastronomico di prodotti locali.
Dove richiesto sarà possibile iscriversi ai corsi di strumento.
...

INGRESSO GRATUITO


PROGRAMMA


Presentazione degli insegnanti:

Francesco Calogiuri (batteria)
Manuel Timperi (basso)
Yari Biferale (chitarra)
Fabio Liutina (chitarra)
Tony Ippoliti (flauto traverso e barocco)
Tiziano Teodori (flauto traverso e barocco)
Corrado Santandrea (pianoforte)
Danilo Palombi (fisarmonica)
Vincenzo Meloccaro (clarinetto e sax)
Pamela Lacerenza (voce)
Marina Cara (voce)


Performance musicali con repertorio di brani classici, jazz e moderni:

Pleasantly blue
Sally (Mannoia)
What's up
Besamo mucho
Someone i like you
Love (Natalie Cole)
Fly to the moon
Oggi sono io
Carmen (Bizet)

 

]]>
Thu, 20 Sep 2012 08:44:51 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1091-una-giornata-di-musica-a-villa-adriana
A Tivoli il concorso di bellezza "Dea Antica Tibur" http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1090-a-tivoli-il-concorso-di-bellezza-dea-antica-tibur dea-antica-tibur

 

Venerdì 21 settembre alle 21, nella suggestiva cornice dell'Anfiteatro di Bleso, si terrà la finale della seconda edizione del concorso di bellezza in abito d’epoca romana “Dea Antica Tibur”. La serata sarà presentata da Maura Carotti.

Evento attesissimo, ormai divenuto un appuntamento fisso per il Settembre Tiburtino, è stato fortemente voluto dall’assessore al Turismo Vincenzo Tropiano ed organizzato da “La Web Tv”, patrocinato dal Comune di Tivoli, dalla Provincia di Roma e da Roma Capitale.

Tutte le ragazze iscritte al concorso hanno affrontato accurate selezioni durante la stagione estiva, svolte in diverse tappe, che le hanno messe alla prova per giungere, determinate e combattive, all’emozionante e desiderato momento finale dell’aggiudicazione del titolo di “miss Dea Antica Tibur”, andato l’anno scorso a Chiara Salvatori.

Nel corso della serata, le finaliste, 16 bellissime aspiranti miss, sfileranno con tre diversi capi. Nella prima uscita indosseranno l’abito da ancella, nella seconda l’abito da matrona e nella terza il tipico subligaculum costume da bagno dell’epoca romana.

A completare l’esaltante avvenimento ci saranno moltissimi ospiti ed un’attenta giuria d’eccezione presieduta dall’assessore Tropiano, che supervisionerà l’evento ed incoronerà la miss prescelta.

Il concorso “Dea Antica Tibur” è un momento molto atteso dalle ragazze che si stanno preparando accuratamente per la sfilata finale, ma anche per i cittadini di Tivoli e dintorni nonché un’importante occasione accompagnata da una sana competizione, forti emozioni e una suggestiva location che, per una sera, farà percorrere a tutti i partecipanti un gradevole ed esclusivo viaggio nell’antica Roma.

 

]]>
Thu, 20 Sep 2012 08:19:09 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1090-a-tivoli-il-concorso-di-bellezza-dea-antica-tibur
C'era una volta la famiglia... http://www.anieneonline.com/rubr/psicologia/1092-c-era-una-volta-la-famiglia {jcomments on}

famiglia

 

La terapia sistemica-relazionale: un approccio per le famiglie, le coppie e gli individui


L'approccio sistemico-relazionale prevede che i sintomi e il disagio del singolo individuo siano il risultato di un intersecarsi articolato tra l’esperienza soggettiva, le qualità delle relazioni interpersonali più significative e le capacità cognitive di autovalutazione della propria situazione. I principi ispiratori derivano sia dalla teoria dei sistemi che dalla cibernetica.
L’applicazione della teoria dei sistemi alle scienze psicologiche ha seguito di pari passo l’evoluzione mostrata nel tempo dalla teoria stessa. L’idea che ciascun individuo si sviluppa ed interagisce in un sistema di cui fa parte con le persone alle quali è più strettamente legato e da cui dipende, in primo luogo la FAMIGLIA, ha segnato una profonda trasformazione delle scienze sociali, in particolare della psicologia e della psicoterapia.
Con l’affermarsi della cibernetica di secondo ordine entrava in crisi, sia nella terapia sistemica, che in quella individuale, l’idea che il terapeuta neutrale fosse esterno al sistema e che agisse su di esso senza esserne influenzato. Nella nuova concezione, infatti, il terapeuta entrava a far parte del sistema terapeutico, contribuendo in tal modo alla costruzione della realtà in cui questo operava.
Un ulteriore concetto importante è quello di "ciclo vitale della famiglia", termine coniato attorno agli anni quaranta, il quale prevede nell'evoluzione del sistema familiare l'incontro con alcuni "eventi nodali" che, attraverso la disorganizzazione-riorganizzazione del sistema stesso, implicano il superamento di alcuni compiti di sviluppo, permettendo così il passaggio ad una fase successiva.
I conflitti che tendono a disgregare il sistema-famiglia creano una tensione emotiva che di solito viene vissuta in termini drammatici dal soggetto portatore del sintomo; egli si fa carico, attraverso la manifestazione dei sintomi, di distogliere i membri della famiglia dall'affrontare in modo manifesto le proprie difficoltà di relazione, accentrando l'attenzione su di sé.
Il sintomo ha, quindi, una doppio significato: segnala alla famiglia l'esistenza di un disagio e, nello stesso tempo, rende inoffensivo il suo potere distruttivo, accentrando su di sé tutte le preoccupazioni degli altri membri.

La terapia familiare agisce attraverso varie tecniche operando su differenti livelli di osservazione:
●l'organizzazione relazionale e comunicativa attuale della famiglia;
●la funzione del sintomo del singolo individuo nell'equilibrio della famiglia;
●la fase del ciclo vitale della famiglia in cui si presenta il sintomo del singolo (ciclo vitale: rappresenta una tappa delle varie fasi evolutive attraversate da un sistema-famiglia; si parla, ad esempio, dell'uscita da casa dei figli a seguito del matrimonio, del decesso di un genitore o della nascita di un figlio, etc.; questi eventi costringono il sistema a riorganizzarsi, e quindi ad evolvere verso nuovi assetti relazionali).
● la storia trigenerazionale della famiglia (nonni-genitori-figli).

In conclusione, la terapia sistemica-relazionale prende in carico l’individuo, la coppia e la famiglia inserita in un sistema di relazioni, il cui equilibrio viene alterato dalla comparsa di un sintomo. Attualmente è venuto meno un setting che imponeva la presenza contemporanea di tutti i membri del sistema ed è rimasta un’impostazione, una linea di condotta, che evoca costantemente scenari relazionali, considerati determinanti nella spiegazione e nel tentativo di risoluzione dei problemi presentati.

 

A cura della Dott.ssa Laura Viterale
Studio di psicologia Tivoli
www.studiopsicologiativoli.it - Tel.0774.335712

 

A cura della Dott.ssa Laura Viterale

Studio di Psicologia Tivoli

www.studiopsicologiativoli.it - Tel.0774.335712

        

]]>
Thu, 20 Sep 2012 06:03:00 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/psicologia/1092-c-era-una-volta-la-famiglia
Festa degli Artisti e del Tartufo a Cervara di Roma http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1089-festa-degli-artisti-e-del-tartufo-a-cervara-di-roma cervara-di-roma

Tutta la popolazione è impegnata al meglio per accogliere i graditi ospiti che sabato e domenica prossima, numerosi si recheranno sin quassù per la Festa degli Artisti e la 13° Sagra del tartufo, due giornate a contatto con l’arte, la natura e la cucina tradizionale. Cresce di giorno in giorno la frenesia per la Festa degli Artisti che si terrà a Cervara il 22 e 23 settembre p.v.. Un intero paese è all’opera per accogliere, con la tradizionale cortesia ed ospitalità gli Artisti, che da ogni parte d’Europa e del Mondo hanno raccolto l’invito dell’Amministrazione Comunale. Un impegno tanto difficile quanto appassionante a cui tutta la popolazione partecipa con grande entusiasmo. E’ certamente l’aspetto più bello di tutta l’iniziativa; un intero paese che, con orgoglio, racconta la sua storia con lo sguardo rivolto al futuro che, non può non basarsi sul turismo e la cultura. La Festa inizierà il 22 settembre alle ore 10.30 presso l’Aula Consiliare con la PRESENTAZIONE DEL MANUALE DEL RECUPERO realizzato dall’Arch. Piero Antonucci e del Geom. Emanuele Quadrozzi, grazie al contributo della Provincia di Roma, a cui Presiedera l’On. Michele Civita Assessore alle politiche del territorio e alla tutela ambientale della Provincia di Roma - per proseguire alle ore 17.00 con la inaugurazione di un’opera del Maestro Fabio Piscopo. Alle ore 17.30 presso la Chiesa Maria SS. della Visitazione verrà proiettato un video-documentario “OMAGGIO A MARIO REFRIGERI” – giornalista Rai, scomparso lo scorso anno. Di seguito alle ore 18.30 verranno premiati i partecipanti al Premio di Poesia Cervara “Città degli Artisti”. La serata verrà allietata alle ore 19.30 con la Passeggiata Enogastronomica “QUA E LA’ DEGUSTANDO” – “UN ECOFESTA PER DIVERTIRSI SENZA INQUINARE” e da spettacoli di musica folk. In ogni angolo si potranno degustare prodotti tipici in compagnia di gruppi folk con brindisi finale e i dolci delle donne di Cervara. Domenica 23 settembre alle ore 12,30 le manifestazioni continueranno con la 13° Sagra del Tartufo e il raduno bandistico con la partecipazione delle bande musicali “La Diana” di Cervara di Roma, Giacomo Puccini de La Botte di Guidonia e di San Polo dei Cavalieri. Le iniziative culturali continueranno nelle giornate del 25/27 settembre con l’arrivo di una delegazione di studenti russi appartenenti all’Accademia di Belle Arti di Mosca che effettueranno lavori di pittura attraverso un Master-Class.

 

]]>
Wed, 19 Sep 2012 16:44:38 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1089-festa-degli-artisti-e-del-tartufo-a-cervara-di-roma
Concerto di Zè Galia http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1088-concerto-di-ze-galia  zegalia

Sabato 22 settembre presso la sede dell'Associazione Arte e Parte, in via delle querce 6 a Tivoli, si terrà uno spettacolo basato sulla storia della musica popolare brasiliana.

Voce e chitarra, prosa e musica, canto, racconto ed ironia ispirati alla grande varietà di generi musicali brasiliani ed ai periodi storici nel quale si sono formati.
Tutta la storia, l'eleganza, il brio e la “saudade” della musica brasiliana racchiusi nella voce fonda e vellutata di Zé e nell'energia della sua chitarra.

"Incantatore", affabulatore e chitarrista di Porto Alegre, Zé Galía ci accompagna in un viaggio intriso della poetica brasiliana, con i suoi suoni più amari e appassionati, le sue trame cariche di ritmo, malinconia e palpiti, descrivendoci la sua cultura derivante dalla musica india, portoghese e africana.

Uno spettacolo pieno di malia e magia, che è anche un sogno, un'avventura e un brivido.

Il Brasile da A alla...Zé!

Andrea Polinelli - sax e flauto
Giuditta Santori - batteria
Antonio Magli - pianoforte

]]>
Wed, 19 Sep 2012 15:41:59 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1088-concerto-di-ze-galia
Inizia la stagione concertistica della Filarmonica di Tivoli http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1087-inizia-la-stagione-concertistica-della-filarmonica-di-tivoli filarmonica-tivoli

Il 22 Settembre si aprirà la stagione concertistica 2012 – 2013 della Filarmonica con un concerto a Tivoli, presso le Scuderie Estensi, alle 18,30 in occasione dei festeggiamenti del “Settembre Tiburtino”.

IL programma spazierà dal classico alla maestosità di alcune delle più belle colonne sonore di sempre.

PROGRAMMA

W. A. Mozart - KV622 Conc. per clar. ed orch.- I mov.
A. Marcello – Adagio dal Concerto per Oboe ed archi
J. Brahms - Danza Ungherese n. 5
P. Mascagni – Intermezzo dalla “Cavalleria Rusticana”
M. Ravel - Bolero

Soundtracks
Nino Rota collection
OFT plays Morricone
Jones/Edelman - Last of the Mohicans
Hans Zimmer Soundtracks

Ingresso libero.

]]>
Tue, 18 Sep 2012 07:16:08 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1087-inizia-la-stagione-concertistica-della-filarmonica-di-tivoli
Terza edizione della Corsa delle 3 Ville http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1086-terza-edizione-della-corsa-delle-3-ville Corsa-delle-3-Ville

La Tivoli Marathon è una Associazione Sportiva Dilettantistica senza scopo di lucro con sede in Tivoli, con le finalità di promuovere lo sviluppo e la diffusione delle attività sportive connesse alla disciplina dell’atletica leggera, intesa come mezzo di formazione psicofisica culturale e morale dei soci.

Inoltre, al fine di implementare lo sport con le iniziative di carattere storico artistico e culturale, e quindi di valorizzare il patrimonio presente sul territorio in connessione con le tradizioni popolari in cui si opera, la suddetta associazione intende promuovere un’iniziativa rivolta all’organizzazione di un evento sportivo che coinvolga i principali poli architettonici e archeologici, già patrimonio dell’UNESCO, della zona della Valle dell’Aniene e quindi Villa Adriana, Villa Gregoriana e Villa D’Este.

Saranno, pertanto valorizzati tutti i siti storico artistico archeologici, percorrendo un viaggio a ritroso nei periodi storici a partire dalla storia contemporanea fino a giungere alla storia antica.

Il tutto in collaborazione con il Comune di Tivoli, il Ministero Dei Beni Ambientali e Culturali e la Federazione Italiana di Atletica Leggera.

DESCRIZIONE DELLE ATTIVITA’

  1. Gara podistica di 10 km, un percorso che lambisce i maggiori siti sopra descritti, iniziando dalla Villa Gregoriana, si snoda per le vie Medievali, percorrendo il Ponte Gregoriano sul fiume Aniene, attraversa il nucleo storico centrale della città di Tivoli, raggiunge la Villa D’Este, fino ad arrivare alla Villa di Adriano;

  2. Passeggiata di 2 km, con partenza dai giardini pubblici di Villa Adriano, con arrivo all’interno della Villa Adriana. Il ricavato andrà interamente devoluto all’associazione di volontariato “Per Lei”, associazione che nasce dal desiderio di alcune donne e operatori sanitari di fornire sostegno, supporto fisico e psicologico, a tutte le donne che si trovano ad affrontare la “grande sfida della vita” della diagnosi di tumore (del seno, dell’utero…) e il suo trattamento. L'Associazione è aperta: tutti i lunedì dalle 17 alle 19 presso la Scuola Media Statale "Pacifici", Strada Leonina-Villa Adriana.

  3. Nordic Walking, percorso di 6 km con partenza da Piazza Garibaldi, arrivo alla Villa Adriana, passando all’interno della Villa D’Este. Il Nordic Walking è una disciplina sportiva che sviluppa resistenza, forza e fitness, coinvolge attivamente le braccia nel movimento grazie all'uso dei bastoncini. Questo implica un utilizzo maggiore della muscolatura delle spalle e dei pettorali e un rafforzamento della muscolatura cervicale. Vengono attivati oltre 600 muscoli del nostro corpo.

]]>
Mon, 17 Sep 2012 06:04:07 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1086-terza-edizione-della-corsa-delle-3-ville
BangOut in formazione acustica a Guidonia http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1085-bang-out-in-formazione-acustica-a-guidonia BangOutLanciani

Dopo l'esordio in fomazione acustica di sabato 8 settembre, in occasione della seconda serata del progetto "Rimani in riserva" per la valorizzazione del parco naturale di Monte Catillo, i Bang Out suoneranno di nuovo in acustico sabato sera a Guidona, presso la terrazza Lanciani, in via Roma n.1. Appuntamento alle 22 per ascoltare il concerto di una delle migliori rock band del momento.  Ingresso gratuito.

]]>
Thu, 13 Sep 2012 21:18:54 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1085-bang-out-in-formazione-acustica-a-guidonia
Giornata Mondiale della Pace ad Anticoli Corrado http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1083-giornata-mondiale-della-pace-ad-anticoli-corrado Pace-Anticoli-Corrado

Venerdì 21 settembre in occasione della giornata mondiale della pace, l'Associazione Culturale Internazionale SICA, parte della coalizione globale di associazioni non profit che partecipano a Peace one day, organizzazione riconosciuta dall'ONU e da moltissimi altri organismi internazionali, ha indetto un evento diffuso in ogni nazione: Poem for Peace one day.
La Giornata Internazionale della Pace è stata stabilita con una risoluzione delle Nazioni Unite nel 1981. La prima Giornata della Pace è stata celebrata nel mese di settembre 1982. Nel 2002 l'Assemblea Generale ha dichiarato ufficialmente il 21 settembre come data definitiva per la Giornata Internazionale della Pace.
"Peace One Day" ha iniziato le sue attività nel 1999 grazie ad un giovane inglese di nome Jeremy Gilley proponendo un'iniziativa di cessate il fuoco in Afghanistan per consentire ai lavoratori di ai bambini ed alle persone bisognose di essere mantenuti, almeno per quel giorno in sicurezza e salute.
Nel 2001, gli sforzi di Peace One Day sono stati premiati quando le Nazioni Unite hanno adottato all'unanimità una nuova risoluzione con la quale la"Giornata della Pace" veniva dichiarata,inoltre, un giorno di cessate il fuoco e di nonviolenza globale. Gilley e Peace One Day sperano di vedere il 21 settembre 2012 come il giorno della più grande riduzione della violenza globale; un solo giorno nella storia, sia a livello nazionale e internazionale.
SICA è un'organizzazione internazionale senza scopo di lucro con sede a Austin, Texas. La sua missione è di promuovere e celebrare le attività che emergono dallo sviluppo e l'espressione dei propri talenti o doni interiori. SICA prevede una vivace cultura umana che arricchisce e ravviva lo spirito umano e amplia la nostra comprensione degli altri.
SICA Italy, associazione di promozione sociale indipendente, collegata e riconosciuta da SICA International in team con l'Associazione di Volontariato The Way to the Indies e con la mediapartneship della rivista on line art a part of cult(ure) organizzerà in Italia, e in rete con gli altri paesi europei che vorranno aderire La giornata della poesia per la pace.

La pace, si sa, cerca luoghi ove insediarsi con tutte le infinite opportunità che porta con sè.
La pace chiede strade, piazze ed anime dove fermarsi.
La poesia, a sua volta, è incontenibile, esce dalla penna o dalla tastiera e si moltiplica, sfugge, si annida e celebra ogni cosa che tocca.
Venerdì 21 settembre ogni gruppo di poesia, ogni poeta, ogni persona, ogni coppia e ancora gli amici, le comitive, la persone in qualsiasi forma si troveranno nella propria città, in una piazza, nelle case, o dovunque altro siano ispirate ad andare per realizzare un flash mob poetico per la pace per condividere, cantare, parlare, gridare, scrivere, recitare e celebrare la pace ad alta voce.
Venerdì 21 settembre andremo ad attaccare poesie sui muri, fermeremo i passanti e parleremo loro in versi, versicoleremo nei bar e negli uffici chiedendo cappuccini e pratiche, facendo conti correnti in rima.
Venerdì 21 settembre si parlerà di pace, ovunque saremo, anche davanti alle caserme, nelle armerie, sui confini reali e inventati. Organizzeremo feste di poesia, readings spontanei, declameremo poesie sugli autobus per parlare di pace.
Ovunque libereremo la pace attraverso la poesia e la poesia, di certo, libererà noi.
Ogni partecipante documenterà la sua azione poetica, il suo piccolo ingorgo di parole con foto o video e tutti saranno diffusi nei canali di Peace One Day, SICA International, SIca Italy e di tutti coloro che aderiranno.
Per aderire al progetto, inviare idee, organizzare la giornata individualmente o collettivamente, definire luoghi e programmi e per ogni altra informazione contattate sicaitaly@gmail.com.
O lasciate un commento sul gruppo di Facebook "Poesie per la Pace ‐ Poems for Peace ‐ 21 Settembre"

]]>
Thu, 13 Sep 2012 08:13:42 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1083-giornata-mondiale-della-pace-ad-anticoli-corrado
Tivoli - Gallotti supervisiona i lavori di riqualificazione del centro storico http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1082-tivoli-gallotti-supervisiona-i-lavori-di-riqualificazione-del-centro-storico

sopralluogo-gallotti

 

Il sindaco di Tivoli Sandro Gallotti e l'assessore ai Lavori pubblici Marino Capobianchi hanno deciso di effettuare un sopralluogo per controllare di persona l'andamento dei lavori di riqualificazione del centro storico in piazza Tempio d'Ercole.

I lavori già avviati riguardano piazza Tempio d'Ercole, via Olivieri, piazza dei Selci, via dei Selci, vicolo dei Ferri, via del Duomo, vicolo dei Palatini, vicolo delle Erbe, piazza delle Erbe, via del Governo, via Missoni, via Colsereno, largo Baia. Gli interventi dureranno due anni e sono finanziati con un contributo regionale ottenuto dall'amministrazione Gallotti per un milione e duecentomila euro. Si inizierà dalla rimozione dei sampietrini e il rifacimento dei sottoservizi per poi proseguire con la riqualificazione di un'area che misura complessivamente 5000 metri quadrati.

"I lavori iniziati nel centro storico - ha dichiarato il sindaco Sandro Gallotti - permetteranno di portare avanti un'importante opera di riqualificazione nel cuore della città, un intervento atteso da anni e che viene realizzato da questa amministrazione comunale. Sistemare il centro storico significa non solo abbattere i disagi legati allo stato di abbandono in cui versavano da troppo tempo strade, vicoli e piazze, ma significa soprattutto andare a valorizzare angoli della città forse poco noti ma che possono vantare una bellezza rara. Mi auguro che il centro storico di Tivoli possa tornare a splendere come merita. I lavori di riqualificazione garantiranno miglioramenti di sostanza ad una zona che ha un potenziale turistico davvero elevato. Oltre alla valorizzazione del tessuto urbanistico sarà doveroso da parte dell'amministrazione comunale incentivare la vita socio-culturale ed economica dell'area del centro storico".

Per terminare la prima fase - ha aggiunto l'assessore ai Lavori pubblici Marino Capobianchi - serviranno circa quindici mesi, per ridurre al minimo i disagi i lavori saranno divisi in piccoli lotti realizzati uno per volta. Lavorare tra i vicoli del centro storico rappresenta una difficoltà notevole ma una volta chiuso l'ultimo cantiere Tivoli potrà godere di un centro praticamente rimesso a nuovo".

]]>
Thu, 13 Sep 2012 08:03:10 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1082-tivoli-gallotti-supervisiona-i-lavori-di-riqualificazione-del-centro-storico
La dislessia http://www.anieneonline.com/rubr/psicologia/1084-la-dislessia {jcomments on}

psicologia spt

La Dislessia è un Disturbo Specifico dell'Apprendimento (DSA) in cui vengono coinvolte le abilità scolastiche di lettura, scrittura e calcolo ovvero: DISLESSIA, DISORTOGRAFIA, DISGRAFIA E DISCALCULIA.

Il bambino con DSA non deve presentare:

ñ    deficit intellettivi;

ñ    problemi ambientali o psicologici;

ñ    deficit sensoriali o neurologici.

Questo disturbo è determinato da un'alterazione neurobiologica, ossia una disfunzione nel funzionamento di alcuni gruppi di cellule deputate al riconoscimento delle lettere-parole e il loro significato.

In Italia la dislessia riguarda il 3-4% della popolazione scolastica (fascia della Scuola Primaria e Secondaria di primo grado). Si presenta quasi sempre associata ad altri disturbi, per questo motivo manifesta con profili eterogenei tanto che, spesso, ha significative ricadute sulle indagini diagnostiche rendendole più lunghe e difficoltose.

Generalmente il dislessico ha difficoltà di attenzione e concentrazione e, per tale motivo, ha un impatto significativo negativo nelle attività scolastiche e /o di vita quotidiana.

Di norma la diagnosi viene effettuata intorno alla fine della II elementare, tuttavia già alla fine della I elementare possono esserci indici predittivi che, associati anche ad una familiarità con il disturbo (presenza di un dislessico in famiglia), sono elementi importanti per un eventuale invio alla struttura competente.

In realtà anche dall'ultimo anno della scuola dell'infanzia il pediatra potrebbe fare l'invio ad un'equipe competente qualora un bambino presentasse difficoltà nello sviluppo linguistico (in produzione e comprensione) e familiarità per il disturbo.

L'equipe competente che effettua la diagnosi è multidisciplinare e, come tale, composta da neuropsichiatra infantile, psicologo e logopedista.

Una volta fatta la diagnosi, il percorso da intraprendere è diversificato a seconda dell'età del bambino o ragazzo, della gravità e delle abilità scolastiche compromesse.

La scuola, come la famiglia, deve prendere atto delle difficoltà che il disturbo comporta e utilizzare e attivare strumenti e strategie compensativi ricordando sempre che “

I ragazzi dislessici possono imparare anche se in maniera un po' diversa dagli altri”.

 

A cura di Katiuscia Cozza - Logopedista

Studio di Psicologia Tivoli

www.studiopsicologiativoli.it - Tel.0774.335712

        

]]>
Thu, 13 Sep 2012 06:03:00 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/psicologia/1084-la-dislessia
Ultimi giorni per visitare la mostra di Leonardo a Valmontone http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1080-ultimi-giorni-per-visitare-la-mostra-di-leonardo-a-valmontone leonardo

Questa preziosa mostra, nata dalla necessità di riaggiornare alcuni aspetti della ritrattistica leonardiana, vuol considerarsi come un riflesso delle recenti discussioni sulle fattezze del genio di Vinci proiettandosi in concerto con le più moderne tecniche di indagine sul Bene Culturale. Una occasione propizia per la contestualizzazione del Presunto Autoritratto Lucano di Leonardo, opera di recentissima attribuzione, che da ogni parte del mondo suscita fermento e discussione: una analisi profonda del repertorio iconografico leonardiano, che vede dialogare le più antiche segnalazioni documentarie con la recente e preziosa serie di aggiornamenti scientifici che da più discipline concorrono per la ricostruzione delle sembianze di Leonardo. La Tavola Lucana, ospitata nel piano nobile di Palazzo Doria Pamphilj, sarà accompagnata da materiali grafici desunti dal protocollo scientifico attributivo e da una collana di raffigurazioni di Leonardo dal Cinquecento al Settecento.

Il catalogo della mostra gode della preziosa nota introduttiva del Prof. Carlo Pedretti, Direttore dell'Armand Hammer Center for Leonardo Studies presso la University of California di Los Angeles - UCLA e presso l'Università degli Studi di Urbino, a tutt'oggi considerato uno dei maggiori studiosi di Leonardo da Vinci al mondo, riconosciuto ed accreditato a livello internazionale.

]]>
Wed, 12 Sep 2012 12:28:06 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1080-ultimi-giorni-per-visitare-la-mostra-di-leonardo-a-valmontone
Yoga e natura a Villa Gregoriana http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1079-yoga-e-natura-a-villa-gregoriana yoga-e-natura

Sabato 15 settembre 2012 evento da non perdere al Parco Villa Gregoriana a Tivoli (Roma), doveil FAI – Fondo Ambiente Italiano organizza “Yoga nel Parco”, un pomeriggio all’insegna del benessere psico-fisico grazie a un evento che permetterà a tutti i visitatori di sperimentare la disciplina dello yoga circondati dalla natura rigogliosa e dalle vestigia romane che caratterizzano questo luogo ricco di fascino.

Alle ore 15.30 sarà infatti possibile partecipare a “Camminare Meditando” (prenotazione obbligatoria al numero dell’Associazione K. Yoga Sangat 3774509226–3480585916), un percorso yogaalla scoperta delle bellezze di Villa Gregoriana. In questa location d’eccezione i partecipanti potranno quindi rilassarsi grazie al breath walking, disciplina che combina respirazione e movimento, praticabile da chiunque in modo efficace e divertente. Al termine del percorso sarà anche possibile sperimentare i massaggi Sat Guru Charan, che attivano il processo di defaticamento attraverso un particolare trattamento ai piedi: questo metodo di riflessologia si avvale delle conoscenze energetiche/fisiologiche e delle pratiche di Kundalini Yoga, secondo gli insegnamenti dell’ideatore indiano Yogi Bhajan.

Orari:

Apertura Parco Villa Gregoriana: ore 10

Percorso “Camminare Meditando”: dalle ore 15.30

 

Biglietto di ingresso al Parco: Adulti: 5 €; Ragazzi (4-14 anni): 2,50 €; Famiglie: 12€; Ridotto Gruppi: 4 €; Residenti: 2,50 €; Iscritti FAI: gratuito.

Quota di partecipazione al percorso yoga: 15 € a persona.

Per informazioni sul Parco: Parco Villa Gregoriana – tel. 06/39967701.

Per informazioni su “Camminare Meditando”: Associazione K. Yoga Sangat 3774509226- 3480585916

Per maggiori informazioni sul FAI: www.fondoambiente.it

Ufficio Stampa FAI:
Elisabetta Cozzi tel. 02.467615220; e.cozzi@fondoambiente.it

]]>
Wed, 12 Sep 2012 10:44:36 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1079-yoga-e-natura-a-villa-gregoriana
Narciso e Boccadoro di Hermann Hesse http://www.anieneonline.com/rubr/libri-per-tutti-i-gusti/1078-narciso-e-boccadoro-di-hermann-hesse libri

Questo romanzo di Hesse è ambientato nel Medioevo e racconta la storia di un’amicizia fra il novizio Narciso e lo studente Boccadoro quando quest’ultimo viene mandato dal padre a studiare dai monaci nel convento di Mariabronn.

narciso e boccadoro

 

Due personaggi con caratteristiche diverse che però saranno uniti da un profondo sentimento di amicizia: uno era un artista, l’altro un serio teologo che spinse Boccadoro a ritrovare sé stesso e ricordare sua madre che lo aveva abbandonato perché solo così poteva scoprire il suo equilibrio.

Boccadoro  accettò il consiglio del suo maestro di ritrovare se stesso.

È proprio per questo motivo che fuggì dal convento per vivere come un giramondo amando molte ragazze perché in ognuna  ritrovava la madre che lo aveva abbandonato da piccolo.

Boccadoro diventò anche un assassino. Fu condannato all’impiccagione perché si era interessato all’amante del governatore, ma fu salvato con la grazia ottenuta dal suo amico Narciso ormai diventato abate.

Rimase a lavorare come scultore nel convento fino a quando decise di ripartire per poi tornare malato e morire vicino all’amico.

 

 

 

Hermann Hesse nasce nel 1877 da un missionario, che gli impartì un'educazione rigidamente protestante.

Le sue prime opere hanno uno stile romantico mentre le altre sono legate a un

un viaggio che fece in India dove fu influenzato dalla spiritualità orientale.

Nel 1923 divenne cittadino della Svizzera dove morì nel 1962.

I suoi romanzi e racconti furono da modello per il movimento di ribellione dei giovani che avvenne negli 60 e 70.

Nel 1946 vinse il premio Nobel per la letteratura.

Tra i suoi romanzi “Siddharta”, “Il lupo della steppa”, “Sotto la ruota” e “Il gioco delle perle di vetro”.


A cura di Claudia Crocchianti

]]>
Wed, 12 Sep 2012 09:35:31 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/libri-per-tutti-i-gusti/1078-narciso-e-boccadoro-di-hermann-hesse
Paolo di Paolo racconta di sé e del suo romanzo “Dove eravate tutti” http://www.anieneonline.com/rubr/libri-per-tutti-i-gusti/1077-paolo-di-paolo-racconta-di-se-e-del-suo-romanzo-dove-eravate-tutti libri

Continua il grande successo del libro scritto da Paolo di Paolo ”Dove eravate tutti”.

Pubblichiamo un’intervista per conoscere meglio lo scrittore e il suo libro.

paolo di paolo

Da quanto tempo scrivi? Solo dopo la scuola superiore ho cominciato a tentare seriamente di concludere qualche racconto. Ma se devo fare riferimento a una scrittura intesa anche come prova, come passatempo, come sogno, devo tornare molto indietro. Perfino durante la tarda infanzia improvvisavo libretti improbabili ticchettando su una vecchia macchina da scrivere. 

Il tuo genere letterario preferito? Il mio genere preferito è ciò che non è catalogabile come "genere". Mi piacciono i libri che una volta si sarebbero chiamati "di letteratura". Non per snobismo, ma proprio perché che l'autore sappia raccontarmi una storia non mi basta. Mi interessa il modo in cui la racconta, le immagini, il mondo di visioni che porta con sé. Mi interessa uno stile. 

A quali scrittori sei più legato? Sicuramente, rispetto ai miei primi tentativi di scrittura, sono state decisive la lettura di Proust e di Virginia Woolf, negli ultimi anni di liceo. Questi due autori mi hanno dato una febbrile e sconcertante sensazione: quella di aver scritto ciò che anche io avrei voluto scrivere. Tra gli italiani più vicini a noi, direi Antonio Tabucchi, incontrato prima sulle pagine e poi da vicino, come un amichevole e imprevedibile maestro.

Cosa ci dici del tuo romanzo? Che finalmente posso allontanarlo da me. L'ho accudito e seguito in giro per l'Italia, facendo moltissime presentazioni. Ora è il momento di lasciarlo alla sua strada e magari di aspettare che evapori la coltre di attualità politica che ha fatto perdere di vista alcune cose a cui tenevo molto.

La risposta del pubblico? È stata notevole. Ovviamente c'è chi non lo ha amato, ed è giusto e normale così. Ma quando ti capita di ricevere non tanto un semplice complimento, quanto una lettura partecipata e perfino rivelatrice, ti accorgi che non è stato inutile scrivere. 


A cura di 
Claudia Crocchianti

]]>
Wed, 12 Sep 2012 09:31:20 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/libri-per-tutti-i-gusti/1077-paolo-di-paolo-racconta-di-se-e-del-suo-romanzo-dove-eravate-tutti
Dacia Maraini e il suo ultimo romanzo “L’amore rubato” http://www.anieneonline.com/rubr/libri-per-tutti-i-gusti/1076-dacia-maraini-e-il-suo-ultimo-romanzo-l-amore-rubato libri

Dacia Maraini è una scrittrice che nei suoi romanzi ha sempre saputo coinvolgere il suo pubblico mettendo in risalto tematiche importanti ed evidenziando i problemi della quotidianità.

Basta pensare al romanzo “La lunga vita di Marianna Ucrìa” dove l’autrice narra la storia di questa donna costretta a sposarsi giovane in una Sicilia antica.

Il tema che Dacia affronta nel romanzo “L’amore rubato” è sempre attuale in quanto riguarda storie di donne e di violenza su di loro.

Con il suo linguaggio chiaro e semplice riesce ad avvicinare un vasto pubblico di lettori.

l-amore-rubato-dacia-maraini

Le protagoniste del nuovo romanzo della Maraini sono sette donne, ognuna con una propria storia, ma con un filo conduttore che è sempre lo stesso: quello della violenza che avviene nei loro confronti.

Le protagoniste di questo romanzo mostrano tutte la loro forza e la voglia di lottare, ma nello stesso tempo anche la loro debolezza di fronte ai grandi problemi della vita.

“L’amore rubato”… questo il titolo, perché a queste donne è stato rubato un sentimento importante: l’amore che ti dà la forza di andare avanti.

Tra le varie protagoniste citiamo Marina, che continua a dire ogni volta che si reca al pronto soccorso di essere caduta dalle scale, pur sapendo che quei lividi sono il frutto della violenza del suo compagno, Angela, che si lega alle parole della chiesa perché si sente colpevole del suo gesto di disobbedienza e Ale, che decide di abortire quel figlio concepito durante una violenza.

Lasciamo ai lettori la scoperta di queste e delle altre storie contenute nel romanzo.

dacia-maraini

Dacia Maraini nasce a Fiesole.

Nel 1962 pubblica il suo primo romanzo, La vacanza, per poi continuare con L’età del malessere .

Dacia Maraini si è occupata anche di teatro con al fondazione assieme ad altri scrittori, il Teatro del Porcospino, in cui si rappresentano solo novità italiane.

Tra i suoi tanti romanzi si ricordano la “Lunga vita di Marianna Ucrìa”, che vince il Campiello, la raccolta di poesie “Viaggiando con passo di volpe”, “Bagheria” e “La ragazza di via Maqueda”.

 

 

A cura di Claudia Crocchianti

]]>
Wed, 12 Sep 2012 09:20:41 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/libri-per-tutti-i-gusti/1076-dacia-maraini-e-il-suo-ultimo-romanzo-l-amore-rubato
Dal 6 al 12 ottobre a Tivoli la mostra del fotografo Sandro Frinolli Puzzilli http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1075-dal-6-al-12-ottobre-a-tivoli-la-mostra-del-fotografo-sandro-frinolli-puzzilli frinolli

A Tivoli dal 6 al 12 ottobre, presso le Scuderi Estensi, ci sarà la mostra “Visioni” del fotografo Sandro Frinolli Puzzilli. Una mostra particolare, come possiamo capire dalle parole dello stesso Sandro.

Perché hai scelto di esporre a Tivoli?

Tivoli è la mia città natale e dove sono cresciuto e vorrei che i mie amici conoscessero la mia attività artistica .

Che opere si potranno ammirare?

Esporrò 33 opere, quelle che concluderanno questo mio progetto a cui sono molto legato. Si tratta di opere in bianco e nero e a colori che riguardano elementi della natura come l’acqua, il fuoco e la terra. Un altro tema trattatoè il cibo, visto in un modo diverso dal solito e più sensuale.

Qualcosa su di te e la tua arte?

La fotografia è sempre stata la mia passione e la mostra a cui sono più legato è quella di Venezia dell’ottobre del 2011

La risposta del pubblico?

All’inizio sorpreso, davanti al mio modo di fare fotografia, ma poi sempre più interessato a questo mio modo originale di vedere le cose.

 

La carriera di Sandro Frinolli Puzzilli è incominciata col fare ritratti e sperimentando in camera oscura per studiare e capire la stampa in bianco e nero. Ha lavorato per molti anni nella moda e nella pubblicità a cui ancora oggi rimane molto legato. Per qualche tempo Sandro ha insegnato in corsi di fotografia e workshop. Ama fotografare la natura e i suoi elementi per poi trasformarli in delle immagini particolari. È innamorato dell’acqua e per questo motivo ha scelto di andare a vivere in un luogo di mare.

]]>
Tue, 11 Sep 2012 16:54:56 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1075-dal-6-al-12-ottobre-a-tivoli-la-mostra-del-fotografo-sandro-frinolli-puzzilli
Festival della Creatività del Nordest http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1074-festival-della-creativita-del-nordest  festival-creativita
Musica, teatro, cinema e tanta creatività al Teatro dell’Applauso

L'Associazione Mi-Ti Ascolto nella mattinata di sabato 15 settembre presso le Scuderie Estensi presenterà il programma della prima edizione del “Festival della Creatività del Nordest”. Il Festival, che avrà la direzione artistica di Roberto Valenti, si sosterrà dal 22 settembre al 24 novembre presso il Teatro dell'Applauso e sarà una rassegna creativa dove protagonisti saranno la musica, il teatro ed il cinema del nordest romano.

L’evento è stato realizzato con il patrocinio ed il contributo della Provincia di Roma.

Tanti gli artisti che vi parteciperanno: Simone Saccucci, New Jersey Quay, La categoria dei pesi variabili, l'Orchestra Ghironda, Romolo Belvedere, Il Delfino, NO-VI, Capitelli-Varvaro, Teatro... Dimenticato e I Sani da legare.

Possiamo capire l’importanza dell’evento dalle parole della presidentessa dell’associazione Margherita Valenti che dice “Il festival è un'espressione della modalità d'azione di Mi-Ti Ascolto, modalità che io ho sperimentato in venti anni di formazione con i ragazzi del circolo didattico Eduardo De Filippo di Villanova. Semplicemente, cerchiamo di fare in modo che le persone possano rendersi conto dei mezzi che hanno a disposizione nel loro percorso di auto realizzazione”.

 

Il programma:

sabato 22 settembre ore 20:30:Simone Saccucci in concerto

sabato 29 settembre ore 20:30:Orchestra in Corto:Orchestra Ghironda+ Preview del cortometraggio di Romolo Belvedere"Moo..Ranu.Mo"

sabato 6 ottobre ore 20:30:La Categoria dei pesi variabili in concerto

sabato 13 ottobre ore 20:30:Il Delfino in scena con due atti unici: "Verrà la morte e avrà ciò che resta" e "Febbri Metropolitane"

sabato 20 ottobre ore 20:30:New Jersey Quay in concerto

sabato 27 ottobre ore 20:30:No-Vi in scena con "Gocce di Nonviolenza"

sabato 10 novembre ore 20:30: Capitelli- Varvaro "in opera (e non)”

domenica 18 novembre ore 17:30:Teatro...dimenticato in scena con "Io mi ricordo...(femminile singolare)"

sabato 24 novembre ore 20:30:I Sani da legare in scena con "Il Rompiballe”

]]>
Tue, 11 Sep 2012 16:21:22 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1074-festival-della-creativita-del-nordest
Giovedì sera si conclude il concorso Miss Terme Lazio http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1073-giovedi-sera-si-conclude-il-concorso-miss-terme-lazio

miss-terme-lazio-2012

Tutto pronto per la finalissima del concorso Miss Terme Lazio 2012, in programma giovedì 13 settembre all'interno della suggestiva location delle Terme di Roma a Tivoli.

A contendersi l'ambito titolo sono le Miss delle Terme di Roma, delle Terme di Fiuggi, delle Terme di Cotilia, delle Terme di Cretone, delle Terme Vescine, delle Terme Pompeo, delleTerme di Orte e delle Terme di Viterbo.

Le 24 bellissime sfileranno all'interno del prestigioso "Victoria Terme Hotel" di Tivoli Terme.

L’evento avrà inizio alle ore 20.30. Le Miss sfileranno in abiti sportivi, eleganti e in costume da bagno.

La manifestazione è patrocinata dalla Regione Lazio e dal Comune di Tivoli, che l’ha promossa, tramite l'assessorato al Turismo guidato da Vincenzo Tropiano, e ne ha delegato l'organizzazione a Fabio Proietti, presidente dell'associazione ‘L’ Alberone’.

Annunciati volti noti del mondo dello spettacolo tra i componenti della Giuria.

"Questa prima edizione di Miss Terme Lazio - ha dichiarato Fabio Proietti - è stata particolarmente impegnativa dal punto di vista dell'organizzazione, ma anche molto gratificante, anche dal punto di vista personale, visto il successo che la manifestazione sta raccogliendo. A conferma ulteriore della validità dell'evento voluto dall'amministrazione tiburtina”.

"E' un onore poter ospitare a Tivoli la finalissima di Miss Terme Lazio - ha commentato l'assessore al Turismo del Comune di Tivoli Vincenzo Tropiano -, un appuntamento che ha visto protagoniste tante ragazze provenienti da ogni parte del Lazio e per le quali questa vetrina potrebbe rappresentare un primo trampolino di lancio verso palcoscenici ancora più ambiti. Un concorso di bellezza che si sposa in maniera eccellente con l'idea di salute e benessere rappresentata dalla qualità delle Terme".

]]>
Tue, 11 Sep 2012 15:12:54 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1073-giovedi-sera-si-conclude-il-concorso-miss-terme-lazio
Festival internazionale di organo e strumenti antichi a Orte http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1071-festival-internazionale-di-organo-e-strumenti-antichi-a-orte  orte festival internazionale organo strumenti antichi

E' in corso, nella splendida cornice del Comune di Orte l'XI Festival internazionale di organo e strumenti antichi, in programma dal 20 maggio al 29 dicembre 2012

La città di Orte è famosa proprio per l'organo ubicato nella Basilica Cattedrale di S. Maria Assunta della soppressa diocesi di Orte e Civita Castellana. Collocato in cantoria all'interno di una cella organaria in muratura nella parete del braccio destro del transetto e rivolto verso l’assemblea. Fu costruito nel 1721, durante l'episcopato di Giovanni Battista Tenderini, da Domenico Densi (1691-1779) che riutilizzò un cospicuo numero di canne dello strumento preesistente costruito nel 1582 da Domenico Benvenuti da Colle Val d'Elsa (1522-1587). Ha una facciata composta di 25 canne di stagno del Principale (da Sib- 1 a Sib2),divise in tre cuspidi (9+7+9) con bocche allineate e labbro superiore a mitria. Tastiera di 50 note (Do-1/Fa5) con diatonici ricoperti in osso e cromatici in noce tinto di nero.

A proposito dello storico organo, Armando Carideo Presidente dell'Istituto dell'Organo Storico Italiano, lo ha definito fra i più preziosi in Italia, uno strumento entusiasmante che suscita l'ammirazione di tutti gli organisti specialisti della musica antica, italiani e stranieri, che numerosi vengono a visitarlo. Per questo l'Istituto dell'Organo Storico Italiano ha accolto con grande interesse l'invito a collaborare all'organizzazione di questa rassegna organistica nella Cattedrale di Orte. L'organo di Orte è stato inserito tra gli strumenti di maggiore interesse per il Master Universitario Europeo, denominato "Organ-Expert", di durata triennale in fase di concreta organizzazione e che comprende come istituzioni associate la Music Hoch Schule di Trossingen, il Conservatorio e l'Università di Bratislava e l'Università di Roma Tor Vergata. Un doveroso ringraziamento a tutte le istituzioni (Diocesi di Civita Castellana, Basilica Cattedrale di S. Maria Assunta, Ministero dei Beni Culturali, Regione Lazio, Provincia di Viterbo, Comune di Orte, Banda Musicale Città di Orte) per il generoso sostegno a questa iniziativa che ci auguriamo sia di godimento musicale e di crescita culturale e spirituale per i cittadini di Orte e per gli ospiti che speriamo crescano nel tempo.

L'apuntamento è per sabato 8 Settembre alle ore 18.30 presso la Chiesa di San Francesco a Orte.

Tema della serata: Cantar e suonar di donne. Si esibiranno: Ensemble Perle Sonore, Anna Zilli (soprano), Catia Rocci (clavicembalo).

  • L’Ensemble Perle Sonore nasce allo scopo di far conoscere al pubblico un repertorio poco noto della musica antica, soprattutto del Barocco ma anche del Rinascimento, con particolare attenzione alla musica composta e interpretata dalle donne. E’ un gruppo aperto che si avvale della collaborazione di musicisti e ricercatori di altissimo livello per proporre spettacoli musicali di grande qualità, originalità e raffinatezza.
  • Anna Zilli ha studiato canto barocco e musica antica presso i Conservatori di Frosinone e Perugia. Ha partecipato a numerosi seminari internazionali di musica medievale, rinascimentale e barocca con docenti di massimo livello (Ensemble Mediva, Tallis Scholars, Rosa Maria Meister). Ha collaborato come cantante solista con l’ensemble di musica medievale Ondas do Mar e come corista con il St. Paul’s Choir di Roma. Attualmente abbina il piacere della ricerca all’attività concertistica con diversi ensemble specializzati nella musica rinascimentale e barocca.
  • Catia Rocci si è diplomata in Pianoforte presso il Conservatorio di Frosinone dove successivamente ha conseguito anche il Diploma Accademico di II livello in Clavicembalo solistico. Ha partecipato a numerosi corsi di perfezionamento con prestigiosi docenti quali Murray, Astronio, Van Asperen, Sieni ed ha conseguito il Master in MusicArterapia presso l’Università di Tor Vergata. Dal 2008 collabora con il dipartimento di Musica Antica del Conservatorio di Frosinone in qualità di Maestro al Cembalo. Svolge intensa attività concertistica internazionale come solista, in duo e in formazioni da camera. Nel 2009 ha partecipato al festival Barocco di Viterbo nei concerti riservati ai giovani musicisti. Recentemente ha completato il Biennio di II livello in Didattica Strumentale presso il Conservatorio di Frosinone.

Barbara Strozzi (1619 – 1677)
- L’amante segreto
- Giusta Negativa
- L’amante bugiardo
 
Elisabeth-Claude Jacquet de La Guerre (1666 – 1729)
- Suite in Sol Maggiore dal libro Pièces de Clavecin 
(Allemande, Courante, Sarabande, Gigue, Menuet)
 
Francesca Caccini (1587 – 1640)
- Per la più vaga e bella (da La liberazione di Ruggiero dall’isola di Alcina)
- Che t’ho fatt’io
 
Antonia Bembo (1640 – 1720)
- In amor ci vuole ardir
 
Barbara Strozzi
- L’Eraclito Amoroso 
 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

]]>
Fri, 07 Sep 2012 16:52:19 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1071-festival-internazionale-di-organo-e-strumenti-antichi-a-orte
Ottava di Santo Egidio: manifestazioni storico-rievocative a Orte http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1070-ottava-di-santo-egidio-manifestazioni-storico-rievocative-a-orte egidio ottava 2012

L'Ottava di Sant'Egidio è una festa antichissima che si svolge ogni anno ad Orte dal 1396. Quest'anno si svolge dal 31 agosto al 9 settembre 2012.

Cenni storici

Festa di antica tradizione, solennizzata da Papa Bonifacio IX nel 1396 con la concessione delle stesse indulgenze della Porziuncola di Assisi, si celebrava con grande impegno pubblico codificato negli statuti comunali. Particolarmente solenne la grande processione alla quale partecipavano tutte le magistrature cittadine e le sedici corporazioni delle arti.

Grande attrazione veniva esercitata dalle corse di cavalli all'anello, per le quali gli statuti del 1359 prevedevano un luogo apposito, l'equinum, e la partecipazione di qualunque cittadino ortano. Si svolgevano inoltre tornei di tiro con l'arco e con la balestra, corse podistiche e regate di barche sul Tevere dette "ludi tiberini" o "le calate" perchè una gran folla dalla città scendeva lungo le rive del fiume. Accompagnava la festa, durante gli otto giorni, una grande fiera di merci in città e di bestiame al di là del fiume detta Fiera dei Campanelli, bandita fino a Perugia e a Norcia. Gli Ortani di oggi hanno conservato la loro devozione a Sant'Egidio.

Le Sette Contrade, dal 31 Agosto alla seconda domenica di Settembre di ogni anno, festeggiano il Santo Patrono. Ogni giorno c’è festa in contrada con giochi, teatro, musiche ecc. L’ottavo giorno è dedicato al Palio degli Arcieri che si contendono, per la propria contrada nella piazza centrale, l’anello d’argento di 10 cm. al quale tirano con archi di legno di tipo medievale.

Uomini e donne delle Contrade vi vanno ad assistere in abiti trecenteschi, formando un corteo che attraversa le vie della città. Rappresentanze più ridotte partecipano la sera del 31 Agosto alla Benedizione dei Gonfaloni in Cattedrale e nella prima domenica di Settembre al Corteo di notte, giuramento del Podestà.

PROGRAMMA Venerdì 7 settembre

  • Ore 17:00 La libreria “Il Gorilla e l'Alligatore” presenta il libro di Francesca Bertuzzi “La paura”. Interviene lo scrittore Matteo Grimaldi. Giardino di Piazza Colonna.
  • Ore 18:30 Apertura Mercato Medievale, per le vie e le piazze della Città.
  • Ore 18:30 Corteo musicale per le vie e le piazze della Città, ed esibizione in Piazza della Libertà del gruppo rievocativo-musicale "BandAntica Città di Segni". Evento in collaborazione con l'Associazione Culturale "Incontri Mediterranei".
  • Ore 19:30 Spettacoli medievali di strada, per le vie e le piazze della Città.
  • Ore 20:00 Aperture Taverne.
  • Ore 21:30 Concerto in Piazza della Libertà del gruppo rievocativo-musicale "BandAntica Città di Segni". Evento in collaborazione con l'Associazione Culturale "Incontri Mediterranei".
  • Ore 22:30 La compagnia teatrale "Cantieri dell'arte", in collaborazione con la compagnia teatrale “Scacco Matto”, presenta la commedia "Exceptio veritatis". Scritta e diretta da Germano Rubbi.
  • Ore 23:30 “Li numeri de monna Silvia e messer Egidio”. Giochi a premi, in piazza della Libertà.

E’ interessante notare che già alla metà del ‘500 esistevano, presso buona parte delle municipalità cittadine, degli insiemi musicali pagati direttamente dai Comuni. Questi gruppi di suonatori eseguivano brani polifonici a tre o più voci in occasione di importanti celebrazioni cittadine, per il ballo e le cerimonie religiose. Erano chiamati compagnie di Pifferi o Trombetti e sostanzialmente ricoprivano gli stessi ruoli che oggi ricopre la banda cittadina in molti comuni d’Italia.

Ovviamente Pifferi o Piffari era un termine generico con il quale si indicavano soprattutto gli strumenti detti “alti”: bombarde, cornetti, tromboni, trombe e tamburi. Spesso però, insieme a questi venivano suonati una varietà impressionante di altri strumenti come flauti dolci, traverse, cromorni, dulciane, cornamuse e xilofoni, ma anche strumenti a pizzico e ad arco.

La BandAntica Città di Segni cerca il più possibile di avvicinarsi a queste realtà antiche, proponendo un gruppo di oltre 25 musicisti in costume d’epoca, che suona sfilando per le strade dei centri storici eseguendo brani originali su copie di strumenti d’epoca. Il colore della banda e la sua musica, sia in sfilata che in concerto, ben si adatta a tutte quelle manifestazioni di rievocazione d’epoca rinascimentale e medievale che, da ormai molti anni, con la loro ricchezza e cultura attirano sempre un grande pubblico.

Ecco il programma completo http://www.ottavamedievale.it/programma_2012/programma_ottava_2012.pdf

 

 

 

]]>
Fri, 07 Sep 2012 16:21:13 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1070-ottava-di-santo-egidio-manifestazioni-storico-rievocative-a-orte
Tivoli: l'assessore fa chiarezza sull'ordinanza del Tar su Campo Ripoli http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1069-tivoli-cerroni-campo-ripoli campo-ripoli

L'assessore Laura Cerroni fa chiarezza sull'ordinanza del Tar su Campo Ripoli e dichiara: "Il possesso dell'impianto deve tornare al Comune, il bando è stato assegnato alla Css Tivoli. Su giorni e orari per l'Atletico ancora non è stato deciso nulla".

Alla luce di comunicati e manifesti letti in questi ultimi giorni, l'amministrazione comunale tiene a fare chiarezza sulla questione legata alla gestione della struttura sportiva di Campo Ripoli.

A prendere una posizione netta è l'assessore allo Sport Laura Cerroni: "L'amministrazione comunale - ha dichiarato l'assessore - sta provvedendo a tutti gli adempimenti necessari, in ottemperanza all'ordinanza del Tar, al rilascio dell'immobile libero da persone e cose da parte dell'Atletico Tivoli, la cui proroga è scaduta già lo scorso 30 giugno, e alla contestuale riconsegna di tutte le chiavi".

"Il possesso dell'immobile da parte dell'Ente - ha proseguito l'assessore Cerroni - è assolutamente necessario per far rispettare il contenuto dell'ordinanza del Tar, ove viene espressamente scritto che il Comune dovrà permettere l'utilizzo anche all'Atletico Tivoli".

La stessa ordinanza fissa l'udienza per il merito alla data dell'8 novembre 2012 e non ha assolutamente sospeso né il bando né gli atti di diffida notificati alla società ricorrente per il rilascio dell'impianto sportivo.

Vista la decisione del Tar - ha concluso l'assessore allo Sport - la società aggiudicataria del bando risulta essere la Css Tivoli e, pur riconoscendo al vecchio gestore gli spazi che l'amministrazione riterrà opportuno concedere per l'espletamento della attività della medesima società, è bene chiarire che nulla è stato deciso ancora sugli orari e i giorni in cui la società sportiva Atletico Tivoli potrà disporre dell'utilizzo del campo".

]]>
Fri, 07 Sep 2012 14:03:21 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1069-tivoli-cerroni-campo-ripoli
Palombara Sabina: gara di Mountain Bike VII Borgo Bike/CSI Cup http://www.anieneonline.com/notizie/sport/1068-palombara-sabina-vii-borgo-bike-csi-cup borgo bike

A Palombara Sabina, venerdì 7 settembre 2012, si svolgerà la gara di mountain bike VII Borgo Bike/CSI Cup, con partenza alle ore 21,30 da piazza Vittorio Veneto.

E' una gara unica e da non perdere: si svolge completamente nel borgo storico di Palombara Sabina, tra piazze, stradine, scalinate, archi, con pavimentazione in sampietrini o basalto, il tutto illuminato dai lampioni e fiaccole

Potranno partecipare un numero massimo di 68 atleti. Come già lo scorso anno i Campioni Regionali del CSI sono invitati a titolo gratuito, inoltre, il CSI Rieti e la società organizzatrice, daranno la priorità d’iscrizione, per un numero massimo di 40 atleti, ai tesserati CSI, fino al 31 agosto 2012.

Partenza a griglie numerate a terra, stile Moto GP, con apposite 17 file da 4 e la 18esima sarà composta da 5 donne facendo riferimento ai primi 20 classificati dell’edizione precedente e il resto a sorteggio.

La gara assegnerà anche il trofeo CSI Cup 2012, offerto dal CSI Lazio, ai primi tre classificati assoluti.

 

 

 

 

]]>
Thu, 06 Sep 2012 16:08:56 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/sport/1068-palombara-sabina-vii-borgo-bike-csi-cup
Parco Villa Gregoriana: il FAI presenta La domenica dei piccoli http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1067-parco-villa-gregoriana-il-fai-presenta-la-domenica-dei-piccoli  villagregoriana

Bimbi al Parco Villa Gregoriana b5

Il FAI – Fondo Ambiente Italiano e la Pierreci-Codess Coopcultura sono lieti di presentare l'evento "La domenica dei Piccoli" presso il Parco Villa Gregoriana a Tivoli (Roma)che si terrà nei giorni domenica 16, 23 e 30 settembre 2012 a partire dalle ore 11.

A settembre 2012 torna il ciclo di intrattenimenti per bambini “La Domenica dei Piccoli”, spensierate giornate all’insegna del divertimento, del gioco e della fantasia senza dimenticare la storia, l’ecologia e l’educazione ambientale, pensate appositamente per i più piccoli.

L’appuntamento è fissato per domenica 16, 23 e 30 settembre - a partire dalle ore 11 - nello splendido Parco Villa Gregoriana a Tivoli (Roma), dato in concessione dall’Agenzia del Demanio al FAI – Fondo Ambiente Italiano nel 2002.

Nel corso di queste giornate verranno organizzate numerose animazioni e laboratori, che avranno come scenografia l’incredibile ambiente naturale del Parco, con le sue cascate, le sue grotte, la sua vegetazione rigogliosa.

A partire dalla mattina si alterneranno i colorati animali protagonisti dei Racconti del Bosco Incantato, alle prese con un leccio diventato triste per aver perso la sua compagna: compito dei bimbi sarà fargli tornare il sorriso.

Seguirà poi il laboratorio NATURAlmente in Villa, durante il quale i ragazzi potranno imparare come nasce e cresce un bosco, cos'è e come si usa un erbario, come si riconoscono le specie vegetali e quali sono le proprietà delle piante più comuni.

Continuando il percorso, le storie della villa e i suoi personaggi prenderanno vita sui volti dei bimbi grazie ai trucchi colorati del Cofanetto Magico di Ponte Lupo. Si potranno inoltre effettuare interessanti visite guidate introduttive al Parco.

L'organizzazione è a cura della Pierreci-Codess Coopcultura. L'evento è patrocinato dal Comune di Tivoli con il contributo di Tassoni e Prelios.

Il Parco Villa Gregoriana è situato in posizione panoramica ai piedi dell’acropoli romana di Tivoli, questo suggestivo parco vanta un ingente patrimonio naturalistico, nonché importanti testimonianze storico-artistiche. Voluto da papa Gregorio XVI, Parco Villa Gregoriana nacque nel 1835 dalla sistemazione del vecchio letto dell'Aniene, stravolto dalla rovinosa piena del 1826.

Con l'apertura del traforo del Monte Catillo l'abitato di Tivoli fu messo al sicuro dalla furia delle acque che, incanalate nel nuovo condotto artificiale, crearono più a valle il maestoso spettacolo della Cascata Grande, alta oltre 100 metri. Da allora, per tutto l'800, Villa Gregoriana fu tappa di viaggiatori, poeti, artisti, re e imperatori, incantanti dalla sua artificiosa bellezza.

Dopo anni di abbandono, nel 2002 il parco è stato concesso dallo Stato al FAI, che si è impegnato a intraprendere gli onerosi interventi di restauro necessari per la riapertura al pubblico, avvenuta nel maggio 2005.

Orario manifestazione: dalle ore 11 alle 17.30 (orario di chiusura del Parco ore 18.30).

Ingresso: Adulti: 7,00 €; Ragazzi (4-14 anni): 4,50 €; Iscritti FAI: 2,00 €; Biglietto famiglia (2 adulti e 2 bambini): 15,00 €.

Per informazioni: Parco Villa Gregoriana - Call center Pierreci-Codess – tel. 06/39967701; 0774/382733.

Per maggiori informazioni: www.fondoambiente.it e www.pierreci.it

]]>
Thu, 06 Sep 2012 11:26:22 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1067-parco-villa-gregoriana-il-fai-presenta-la-domenica-dei-piccoli
Pubblicita' su Anieneonline.com http://www.anieneonline.com/component/content/article/150-commerciale/1066-pubblicita-su-anieneonline-com pubblic anieneonline

La tua  pubblicità su Anieneonline.com

Dai visibilità alla tua azienda! Acquista lo spazio pubblicitario della tua attività sul sito www.anieneonline.com

Abbiamo formule per ogni esigenza!

Ecco alcuni esempi:

  • Inserimento scheda anagrafica;
  • Inserimento scheda anagrafica + 1 pagina pubblicitaria;
  • Banner su home page;
  • Banner su pagine interne.

 

Inserimento scheda anagrafica:

Questi gli elementi che si possono pubblicare nella vostra scheda pubblicitaria:

  • Nome azienda
  • Responsabile da contattare
  • Slogan
  • Descrizione breve
  • Indirizzo
  • Recapito telefonico
  • e-mail
  • link al sito
  • logo o foto

Il prezzo è di soli 60 euro all'anno.

 

Inserimento scheda anagrafica + 1 pagina pubblicitaria:

Oltre alla scheda anagrafica sarà realizzata una pagina che conterrà una presentazione dell' azienda e/o prodotti o servizi, con testo e immagini, al massimo 3 immagini con larghezza 600 px.

Il prezzo è:

  • euro 120 all' anno con materiale fornito dal cliente;
  • euro 240 all' anno con materiale realizzato da noi.

 

Banner su home page:

  • Banner 60 x 468 px in alto a destra: prezzo euro 100 al mese;
  • Banner 300 x 250 px nella colonna di destra: prezzo euro 100 al mese.

 

Banner  su pagine interne

  • Banner 60 x 468 px in alto a destra: prezzo 150 euro all' anno per pagina;
  • Banner 300 x 250 px nella colonna di destra: prezzo 120 euro all'anno per pagina;
  • Banner 153 x 145 px  in fondo alla pagina con link al sito: prezzo 80 euro all'anno.

 

Importante!

I prezzi indicati si intendono al netto di Iva.

I prezzi includono la realizzazione delle pagine web ed il loro aggiornamento per quanto riguarda variazioni di informazioni quali numeri di telefono, indirizzo e-mail, etc.

Il rinnovo annuale include l' eventuale aggiornamento dei contenuti della pagina (foto, testi, etc).

Per esigenze diverse da quelle indicate nel presente listino, sono possibili altre soluzioni, da concordare preventivamente con il cliente.

]]>
Thu, 06 Sep 2012 05:44:54 GMT http://www.anieneonline.com/component/content/article/150-commerciale/1066-pubblicita-su-anieneonline-com
Marcellina: festeggiamenti 2012 per Santa Maria delle Grazie http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1064-marcellina-2012-santa-maria-delle-grazie marcellina festa patronale

A Marcellina, anche quest'anno, sono pronti i festeggiamenti per la protettrice del paese, Santa Maria delle Grazie. Le celebrazioni si aprono giovedì 6 settembre alle ore 18 e termineranno lunedì 10 settembre 2012. L'organizzazione è dell'Associazione Pro Loco Marcellina. La manifestazione è patrocinata e finanziata dalla Regione Lazio.

Ecco il programma. 

Giovedì 6 settembre

ore 18,00: Triduo e Santa Messa

ore 21,00: Fiaccolata e Processione da "Fonte Caprara" alla Cappella "Ex Cava CIDI" in collaborazione con Royal Wolf Rangers - Protezione Civile Sez. Marcellina

Venerdì 7 settembre

ore 18,00: Triduo e Santa Messa ore 18,30: Tornei sportivi

ore 20,30: Cena con prodotti tipici locali in Piazza C. Battisti

ore 21,30: 5^ Edizione della sfilata di moda con coreografia di Sara Zuccari

Sabato 8 settembre

ore 18,30: Vespri e Santa Messa

ore 19,00: Giochi popolari e tornei sportivi

ore 20,00: Cena con prodotti tipici locali in Piazza C. Battisti

ore 21,00: Spettacolo musicale con Orchestra. Seguirà la 5^ Edizione della Rassegna comici: da Zelig e Colorado interverranno "I ditelo Voi". Continuerà la serata l'attrice comica Valentina Persia

domenica 9 settembre

ore 11,00: Santa Messa Solenne presso la Chiesa S. Maria delle Grazie con la partecipazione delle Corali "Santa Maria in Monte Dominici" e "Polifonica Marcellinense". Processione con l'immagine della Madonna S. Maria delle Grazie, la Banda Musicale di Marcellina e le Majorettes

ore 16,00: Giochi popolari e tornei sportivi ore 19,00: Funzione religiosa di ringraziamento

ore 20,00: Cena con prodotti tipici locali in Piazza C. Battisti

ore 21,00: Serata musicale con gli "Effervescenti Naturali". Durante l'intervallo ci sarà l'estrazione della tombola.

ore 24,00: Spettacolo Pirotecnico in Piazza C. Battisti

lunedì 10 settembre

ore 18,00: Santa Messa in onore dei Caduti e deposizione Corona a Fonte Paolone

 

]]>
Wed, 05 Sep 2012 16:09:59 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1064-marcellina-2012-santa-maria-delle-grazie
Alba Rock: musica e beneficenza a Villalba per la Onlus Maria Gargani http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1063-alba-rock-musica-e-beneficenza-per-la-onlus-maria-gargani alba rock

villalba festa

A Villalba di Guidonia, il 14 e il 15 settembre si terrà l'evento Alba Rock: musica e beneficenza a favore della Onlus Maria Gargani.

L'evento si terrà, a partire dalle 18, presso il parco Paolo Di Nella di via Terni a Villalba di Guidonia.

Ecco il programma!

Alba Rock inizia venerdì 14 settembre alle 18 con l'animazione per bambini a cui seguiranno l'apertura degli stand gastronomici, presentazione del centro Maria Gargani onlus. Alle ore 21 ci sarà il concerto della scuola musicale Concentus.

Sabato 15 ci sarà l'apertura degli stand gastronomici alle ore 18. Seguiranno a partire dalle 20 l'esibizione dei gruppi musicali Dorsum Cloos e degli All Sensations. A partire dalle 22 si esibirà, in versione live, il complesso di musica popolare romana Il Muro del Canto.

L'ingresso è gratuito.

Il complesso musicale "Il Muro del canto" si  esibirà anche domenica 9 settembre a Labaro (Roma) presso il Parco Marta Russo, in Viale Gemona del Friuli, nell'ambito della Festa dell'Unità. Ingresso gratuito.
Nella stessa serata a Labaro si esibiranno anche i gruppi musicali "Palkoscenico al Neon"  e i "Kanga Roo".

per informazioni: www.albarock.it
 

]]>
Wed, 05 Sep 2012 09:27:47 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1063-alba-rock-musica-e-beneficenza-per-la-onlus-maria-gargani
Basket: riparte l'attività dell'Associazione Sportiva Basket Guidonia Collefiorito http://www.anieneonline.com/notizie/sport/1061-sport-associazione-sportiva-basket-guidonia-collefiorito basket

Dopo la pausa estiva ricomincia, per il quarantesimo anno consecutivo, l’attività cestistica dell’Associazione Sportiva “Basket Guidonia Collefiorito”.

L'Associazione Sportiva Basket Guidonia Collefiorito, il cui Presidente è Raffaele Di Marco, in questi anni, è diventata un vero punto di riferimento per tutti i ragazzi che si vogliono cimentare in questo meraviglioso sport. Questa è l’unica società che può vantare tanti anni di impegno e presenza sul territorio.

Si incomincia lunedì 3 settembre, presso le palestre dell’Istituto Tecnico “A.Volta” e il Liceo Scientifico “E. Majorana”, al Bivio di Guidonia.

L'allenatore e Responsabile Tecnico dell’associazione, Umberto Fanciullo, conferma la partecipazione a tutti i campionati federali, e la presenza della prima squadra di serie “D” maschile comprensiva di quasi tutti ragazzi provenienti dal settore giovanile.

Le quote di iscrizione e frequenza sono "popolari" per permettere una larga partecipazione. In particolare, la quota partecipativa è di 19 euro mensili per i bambini del minibasket, che avranno in omaggio la divisa sportiva.

L’esperienza pluriennale del responsabile tecnico ha fatto volare il nome del Basket Guidonia Collefiorito fino a Viterbo. Da questa stagione infatti Umberto Fanciullo non solo seguirà l’organizzazione, gli allenamenti e le partire direttamente sul campo della città dell’aria, ma sarà anche vice coach in un campionato nazionale grazie all’accordo con la Stella Azzurra Viterbo. È il primo allenatore del Guidonia a raggiungere un traguardo così importante, e tutta l’associazione ne è fiera.

Info – 339.4682429

Mail Associazione - basketgcf@gmail.com

Mail Ufficio Stampa - ufficiostampabasketgcf@gmail.com

]]>
Tue, 04 Sep 2012 07:33:05 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/sport/1061-sport-associazione-sportiva-basket-guidonia-collefiorito
Guidonia: festeggiamenti per Santa Maria di Loreto http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1059-guidonia-festa-santa-maria-di-loreto-14settembre Emma-Tour-2012

Anche quest'anno Guidonia si prepara a festeggiare la Beata Maria Vergine di Loreto, protettrice degli Aviatori. Le celebrazioni inizieranno venerdì 14 e termineranno  martedì 18 settembre.

Saranno 5 giorni di festa, con eventi, musica, gastronomia e folklore che coinvolgeranno le  associazioni e molte realtà del territorio. L'organizzazione della festa è stata affidata al Comitato del Carnevale il cui responsabile Donato Montanari ha dichiarato: “Come comitato abbiamo pensato alla programmazione di questi 5 giorni: siamo orgogliosi di quanto siamo riusciti a fare e del livello sinergia raggiunto tra le varie associazioni/strutture che insistono sul nostro territorio, e non possiamo che accogliere con gioia il sostegno dell’amministrazione comunale”.

L’assessore alla Cultura, Andrea Di Palma ha fornito supporti, mezzi e logistica al comitato, per permettere una ottima riuscita della manifestazione. “Questo è uno degli eventi cardini della città – spiega Di Palma – sicuramente quello più rappresentativo e sentito, almeno negli ultimi anni. E’ Cultura anche proporre alla città eventi che la facciano sentire comunità, e non anonimo agglomerato urbano”.

Ecco il programma.

Venerdì 14 settembre:  all’interno del Parco Caduti di Nassiriya (ex pinetina) ci sarà l’apertura del Villaggio delle Associazioni, seguito da una rassegna di gruppi musicali locali. Seguirà l'animazione sportiva a cura della Palestra Piramide per tutti i giorni della festa su tutta via Roma con negozi che resteranno aperti sino a tardi.

Sabato 15 settembre: Nel pomeriggio l’esibizione dell’accademia di danza e spettacoli “Albatros” e la mostra statica di aeromodellismo. In serata ci saranno i ragazzi di Amici con uno spettacolo musicale dal titolo “Piper Live Tour”, mentre in piazza Matteotti il duo “Liscio e Simpatia” coinvolgerà i cittadini in una serata danzante.

Domenica 16 settembre: Ci sarà la  Santa Messa nella chiesa di Santa Maria di Loreto, alle 10. Da qui partirà la  Processione per le vie della città. Nel pomeriggio si potranno vedere prove di volo di aeromodelli, presso lo stadio comunale. Sempre a cura del Comitato c'è un simpatico ritorno per la Città di Guidonia: i “giochi sotto la torre”. Per la sera sono in programma ancora altri eventi. Nel parco Caduti di Nassiryia ci sarà la presentazione ufficiale dell’ASD Fortitudo Guidonia, la squadra di calcetto della città, e a seguire musica blues con “Vorrei la pelle nera revival” mentre in piazza Matteotti ci sarà la serata danzante latinoamericana con i maestri Manuel Fraboni e Martina Chiarore.

Lunedì 17 settembre: Pomeriggio all’insegna dello sport. Ci sarà l’esibizione dell’Asd Basket Guidonia Collefiorito in piazza Matteotti, mentre la sera andrà in scena, nella pinetina comunale, lo spettacolo di Mirko Boemi “In 10 su un sofà”.

Martedì 18 settembre: Mirko Boemi ritornerà con un concerto live anche martedì, prima di lasciare spazio a Emma Marrone. Dopo il concerto, seguirà lo spettacolo pirotecnico.

chiesa-santa-maria-di-loreto-guidonia

]]>
Mon, 03 Sep 2012 06:25:40 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1059-guidonia-festa-santa-maria-di-loreto-14settembre
Il valore dei ricordi http://www.anieneonline.com/rubr/psicologia/1060-il-valore-dei-ricordi {jcomments on}

psicologia spt

Lasciarsi andare spontaneamente ai ricordi, come capita frequentemente nelle persone anziane, una volta veniva giudicato negativamente, come se fosse un vivere nostalgicamente nel passato. Così, per l'inevitabile confronto con il presente, per alcune persone la riminescenza è indicativa di un sentimento di tristezza o, addirittura, di malessere psicologico.

Ma l’atto del ricordare ci accompagna per tutto il corso della vita. I ricordi molto spesso nascono spontaneamente, frutto di conversazioni o di pensieri che associamo liberamente nella nostra mente. A tutti noi poi accade che un profumo, una canzone, la lettura di una poesia o un film abbiano il potere di portarci in un battibaleno in un altro luogo e in un altro tempo per assaporare di nuovo emozioni e sensazioni che credevamo troppo lontane o addirittura perse.

In psicologia molti autori hanno approfondito il tema dei ricordi. Alcuni hanno sottolineato la positività del ricordare e del ripercorrere la propria vita attraverso i ricordi; altri invece hanno sottolineato l'aspetto relazionale e sociale del processo di ricostruzione del passato attraverso la narrazione. Spesso, infatti, accade che si racconti a qualcuno la propria storia, attività allo stesso tempo liberatoria e gratificante.

Ma ci sarà dell'altro?

Ricordare il passato può essere una “specie di garanzia della continuità della propria identità e un rafforzamento dell'autostima, soprattutto in situazioni in cui il presente sembra insopportabile” (Maria Rosa Baroni, 2006). Allora, cullarsi nei ricordi, riportare alla mente persone care e importanti della nostra vita, riportare aneddoti e vicende accadute, può assumere un valore terapeutico, può aiutarci a dar significato alla nostra esistenza, aiutarci a trovare risposte ai quei “perché” che a volte ci poniamo.

La narrazione della propria storia, la sua condivisione e la ricerca del significato del presente sulla base del proprio passato, favorisce la possibilità di ricostruire la trama della propria vita, di riconciliarsi con se stessi e con propri cari e di rafforzare la propria identità.

Ciò permette di essere psicologicamente più forti e offre uno strumento utile ad affrontare quelle situazioni difficili che accadono nel corso di una vita.

Non esiste separazione definitiva fino a quando c’è il ricordo”. Isabel Allende

Studio di Psicologia Tivoli
www.studiopsicologiativoli.it - Tel.0774.335712

        

]]>
Mon, 03 Sep 2012 06:03:00 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/psicologia/1060-il-valore-dei-ricordi
Richard Bach rischia la vita in un incidente con il suo idrovolante http://www.anieneonline.com/notizie/news-dal-mondo/1057-richard-bach-rischia-la-vita-in-un-incidente-con-il-suo-idrovolante gabbiano

Richard Bach, 76 anni, ha rischiato di perdere la vita in un incidente aereo. L'autore di libri bellissimi come Il gabbiano Jonathan Livingson e Illusioni, si è agganciato ad un cavo della corrente mentre era in fase di atterraggio con il suo idrovolante. Proprio il volo, sua grande passione, è il tema ricorrente dei suoi romanzi, colmi di metafore e spiritualità.

Il gabbiano Jonathan Livingston, il romanzo che ha reso famoso Bach nel 1970, è la storia di un gabbiano, che a differenza degli altri individui del suo stormo, intenti a usare le ali solo per procacciarsi il cibo, sente invece l'urgenza di perfezionare il volo per raggiungere altezze sempre maggiori e nuove dimensioni, per poi tornare al suo stormo e condividere la conoscenza con chi un giorno lo aveva bandito.

Praticamente ignorato dalla critica, il percorso della conoscenza impersonato da Jonathan ebbe una diffusione tra il pubblico costante e crescente nel tempo, al punto da essere accostato a una sorta di culto spirituale.

Richard Bach, è diventato un pilota innamorato del volo, che spesso ha travasato nelle pagine dei suoi libri le sensazioni e le emozioni provate durante l'esperienza nell'abitacolo del suo aeroplano.

]]>
Sun, 02 Sep 2012 08:00:20 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/news-dal-mondo/1057-richard-bach-rischia-la-vita-in-un-incidente-con-il-suo-idrovolante
Guardia Ambientale di Tivoli: Controlli a tappeto delle discariche abusive. Bonifiche e multe http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1055-guardia-ambientale-di-tivoli-controlli-a-tappeto-delle-discariche-abusive-bonifiche-e-multe discarica

E' partita l'operazione anti discariche abusive nei quartieri di Tivoli con controlli a tappeto e interventi di bonifica sul territorio da parte della Guardia Ambientale di Tivoli.

"Continua l'impegno dell'amministrazione Gallotti a riqualificare le aree degradate della città - ha commentato l'assessore all'Ambiente Riccardo Luciani -, ci troviamo di fronte ad alcune zone dove per anni non è mai intervenuto nessuno e ora stiamo provvedendo a pulire queste stesse aree e a garantire un migliore controllo a salvaguardia del territorio anche grazie all'ausilio della Guardia Ambientale".

Gli interventi di bonifica per adesso hanno riguardato in modo particolare via dei Canneti, via Cesurni e via dell'Aeronautica dove una ditta specializzata è stata impegnata nella rimozione di cumuli di rifiuti di ogni tipo che rappresentavano un vero e proprio pericolo per la cittadinanza.

Sono stati portati via Mobili vecchi, elettrodomestici rotti, pneumatici, calcinacci, pannelli di eternit e le zone bonificate saranno presidiate dalla Guardia Ambientale per contrastare in maniera efficace il fenomeno delle discariche abusive.

La Guardia Ambientale, nel corso di quest'anno, ha effettuato oltre cinquanta controlli con relativo presidio nelle aree considerate più a rischio discarica. Durante i mesi estivi sono state identificate 40 persone che hanno trasgredito le ordinanze per il conferimento di rifiuti (fuori orario, fuori dal comune di residenza).

Inoltre è stata data una certa rilevanza al controllo dello stato di conduzione e dei terreni agricoli, e proseguito il pattugliamento anti-incendio.

In vista dell'apertura delle scuole sono inoltre partiti i lavori per la manutenzione dei giardini dei plessi scolastici e la pulizia da erbe infestanti. Saranno interessate tutte le scuole materne ed elementari del territorio di Tivoli.

]]>
Fri, 31 Aug 2012 05:16:43 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1055-guardia-ambientale-di-tivoli-controlli-a-tappeto-delle-discariche-abusive-bonifiche-e-multe
Tivoli: Rimani in riserva. Musica e degustazioni a Monte Catillo http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1054-tivoli-rimani-in-riserva-musica-e-degustazioni-a-monte-catillo 8settembre

A Tivoli,  sabato 8 settembre, a partire dalle ore 18 fino a sera, si terrà il secondo appuntamento del Progetto "Rimani in Riserva".

Protagonista dell'evento sarà la musica. Infatti si alterneranno 5 progetti musicali in versione acustica: Martino Lunardelli alla chitarra si esibirà con un repertorio folk-rock; il duo Paolo Alimonti e Roy, chitarra e voce; Francesco Polucci project solo, i Dusty Roads con il loro blues  e per finire i Bang Out, indiscutibilmente uno dei migliori gruppi Rock dell'area tiburtina, reduci da una innumerevole serie di vittorie nei festival rock più importanti di Italia.

Oltre alle esibizioni musicali sarà possibile usufruire gratuitamente di degustazioni di prodotti locali a Km0.

Quindi, appuntamento da non perdere: dalle ore 18,00 fino alle 21, 30 appuntamento sul Monte Catillo per vivere un tramonto tra natura, musica e degustazioni di gastronomia locale.

Alle 18 all'arco di Quintiliolo, sarà disponibile una navetta che condurrà i partecipanti sul luogo della manifestazione.

Infoline 3408645174

LOCANDINA-8-SETTEMBRE

]]>
Thu, 30 Aug 2012 06:06:43 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1054-tivoli-rimani-in-riserva-musica-e-degustazioni-a-monte-catillo
Paralimpiadi Londra 2012: Alessandro Di Lello, un tiburtino a caccia di medaglia http://www.anieneonline.com/notizie/sport/1053-paralimpiadi-londra-2012-alessandro-di-lello-un-tiburtino-a-caccia-di-medaglia cerroni-dilello-gallotti

Alle Paralimpiadi 2012 di Londra gareggiano numerosi atleti laziali. Tra questi c'è anche il tiburtino Alessandro Di Lello che gareggerà il 9 settembre nella maratona T46, a chiusura della manifestazione di Londra.

Prima di mettersi in viaggio per questa nuova avventura lo sportivo è stato ricevuto a Palazzo San Bernardino dal sindaco della sua città Sandro Gallotti e dall’assessore allo Sport Laura Cerroni.

”Tiferemo tutti per Alessandro – ha dichiarato il sindaco Gallotti – sarà protagonista di una bellissima esperienza e porterà in alto il nome di Tivoli. Avere un concittadino che partecipa alle Paralimpiadi è un motivo di orgoglio per tutta la città. A lui facciamo un grande in bocca al lupo, e speriamo che al ritorno potremo festeggiare tutti insieme con una bella medaglia”.

“Di Alessandro mi ha colpito molto la determinazione con la quale ha voglia di affrontare questa sfida sportiva – ha aggiunto l’assessore Cerroni - un grande entusiasmo che merita di essere ricompensato con una bella soddisfazione. Con lui tutta Tivoli sarà presente a Londra”.

Di Lello, che viene allenato dal coach Alessandro Di Priamo, non è nuovo a competizioni internazionali di un certo livello, nel 2009 partecipò infatti alla maratona di New York e con l'attuale società di appartenenza, l'Athletic Terni, è stato protagonista di importanti appuntamenti agonistici a livello nazionale.

I 42 chilometri della gara di Di Lello saranno trasmessi da Rai Sport1 in diretta dalle 9 di mattina di domenica 9 settembre. Insieme a lui gareggerà anche Walter Endrizzi, medaglia di bronzo nella maratona di Pechino quattro anni fa.

Secondo i pronostici il team azzurro ha buone possibilità di salire sul podio.

A Londra sarà presente anche un altro tiburtino, Andrea Giocondi, che sarà l'atleta guida di Annalisa Minetti nei 1500 metri piani T11. Per chi volesse seguire i risultati del nostro atleta Alessandro Di Lello questo è il link del sito ufficiale delle paralimpiadi: http://www.london2012.com/paralympics/athlete/di-lello-alessandro-5506803/

]]>
Thu, 30 Aug 2012 05:41:32 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/sport/1053-paralimpiadi-londra-2012-alessandro-di-lello-un-tiburtino-a-caccia-di-medaglia
Concorso fotografico Istanti al femminile: attualità in immagini http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1052-concorso-fotografico-istanti-femminile-terni 184cc85c

In occasione della festa della donna, l’8 marzo, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Terni bandisce il I Concorso Fotografico tutto al femminile. Il tema è: Istanti al femminile,attualità in immagini.

Lo scopo del concorso è quello di valorizzare il punto di vista delle donne sull’attualità e, allo stesso tempo, quello di porre in risalto il loro ruolo e il loro impegno nella società contemporanea, riferendosi a fatti e circostanze verificatisi nel biennio 2011/12.

Donne protagoniste quindi dietro e davanti l’obiettivo fotografico, capaci di rappresentare istanti al femminile e di condensare il senso del tempo in cui viviamo.

La premiazione avverrà in occasione dell’8 marzo 2013, contestualmente all’allestimento di un’esposizione che raccoglierà le opere migliori.

La partecipazione è gratuita e aperta a tutte le donne che abbiano compiuto diciotto anni di età entro il 01/01/2012. Termine presentazione opere: 30/11/2012.

Per informazioni: www.comune.terni.it Sezione: Avvisi, corsi e concorsi

scarica il bando del concorso!

scarica la scheda di partecipazione !

]]>
Thu, 30 Aug 2012 04:43:01 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1052-concorso-fotografico-istanti-femminile-terni
Arsoli: turismo, feste sacre e folklore http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1051-arsoli-turismo-feste-sacre-e-folklore arsoli1

Ad Arsoli, il calendario estivo è ancora ricco di eventi, alcuni legati alla tradizione, altri alla rievocazione dei riti della religiosità popolare e degli antichi usi pagani del periodo agostano tramandati dalla civiltà contadina.

Ecco il programma:

  • Il 24 agosto c'è la Festa di San Bartolomeo Apostolo (Patrono di Arsoli) in cui ci sarà la sfilata per le vie del paese delle bande musicali, la messa nella Chiesa di San Bartolomeo e la processione in onore del Santo Patrono. Raduno bandistico in Piazza Valeria.
  • 25 e 26 AGOSTO : Fiera di san Bartolomeo (merci, bestiame e prodotti artigianali esposti per le vie della città) e festa in onore di Nostra Signora di Guadalupe (Compatrona di Arsoli). Durante questa festa avviene la processione con la macchina processionale, una specie di trono in cui è esposto il quadro che oltre duecento anni fa diede origine alla forte devozione degli arsolani. La macchina venne portata in processione per la prima volta il 30 agosto 1857. Dopo la processione seguirà  lo spettacolo serale in Piazza Valeria.

arsoli feste

]]>
Fri, 24 Aug 2012 10:19:16 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1051-arsoli-turismo-feste-sacre-e-folklore
Arsoli: 50^ Sagra della fagiolina arsolana http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1050-arsoli-50-sagra-della-fagiolina-arsolana  RAY4316

Ad Arsoli  l'1 e il 2 settembre 2012 si svolgerà la 50^ edizione della sagra della Fagiolina Arsolana. Per due giorni si potranno degustare semplici piatti contadini cucinati con prodotti genuini locali, secondo le antiche ricette.

Questo è il menu: “ciciarchiole”, “sagne”, “fasoli lissi”, “fasoli in umido”, “saciccie e braciole de porco”, “pane casaricciu”, “ciammellette de magru” e “vinu bbono”.

Per tutti i curiosi: la fagiolina arsolana è un'antica varietà di fagiolo scampato all'mologazione delle colture commerciali.
Il merito va a un ultraottantenne contadino, Luigi Di Marcotullio, recentemente nominato agricoltore custode, che per anni ha mantenuto in vita questo legume coltivandolo nel suo orto.

Si tratta di un vero e proprio tesoro genetico come l’hanno definito i ricercatori del Cnr di Porano.

Questo legume è bianco, secco, un pò tondeggiante, di pasta delicata, facilmente digeribile, unicamente coltivato nelle campagne ai piedi del paese bagnate dal fosso Bagnatore e dal fiume Aniene che, raccolto dalla seconda metà di agosto veniva messo a seccare sopra i "pannuni" stesi lungo le strade e i vicoli. Salvo quelli tipicamente legati alle ricorrenze festive (la Pasqua, il Natale, etc.) e quelli "più sostanziosi" consumati nelle grandi occasioni, i piatti erano solitamente frugali.

A fare da cornice tante iniziative di carattere culturale e ricreativo con visite guidate gratuite, mostre d’arte e concorsi di pittura, concerti di musica etnica e popolare ma anche le produzioni artigianali e i prodotti tipici agro-alimentari del territorio e provenienti dalla Valle dell’Aniene, dalla Marsica e dalla Sabina.

Tutte le manifestazioni sono ad ingresso libero come pure gratuita è la visita alle Mostre e al Museo delle Tradizioni Musicali che nel periodo osserverà anche orari di aperture straordinarie.
L’accesso ai Musei, alle Mostre e ai luoghi aperti delle manifestazioni sono accessibili ai disabili.

 Ecco il programma:

  •  Sabato 1 Settembre
    • Ore 18.00 - Esposizione artigiani e creativi
    • Ore 19.00 - Apertura stands per la rassegna di sapori antichi
    • Ore 21.30 - Musica e canti popolari con "Ambrogio Sparagna"
  • Domenica 2 Settembre
    • ore 8.30 - V° Concorso di pittura estemporanea per adulti
    • Ore 10.00 - IV° Concorso di pittura estemporanea per bambini
    • Ore 10.30 - Visite guidate al borgo e ai musei. Esposizione artigiani e creativi
    • Ore 11.00 - Premio "La Pigna" per il concorso di cucina tradizionale
    • Ore 12.30 - Si pranza in piazza
    • Ore 17.30 - Esposizione delle opere dei concorsi di pittura
    • Ore 18.00 - Premiazione e consegna dei riconoscimenti
    • Ore 19.00 - Riapertura stands gastronomici
    • Ore 21.00 - Musica popolare con i "Ladri di Kaine"

Info : Ufficio Turistico Pro Loco Arsoli - Piazza Amico d’Arsoli

telefono 0774 920290 - 349 5856284 – 339 5886594 - fax 0774 705668 – mail : prolocodiarsoli@libero.it

SAGRA2012-copia

 

ambrogio sparagna

 

 

]]>
Fri, 24 Aug 2012 06:59:43 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1050-arsoli-50-sagra-della-fagiolina-arsolana
Roviano: rivive il mito dei Nirvana con le tribute band http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1049-roviano-nirvana-tribute-band roviano-nirvana-tributeband

A Roviano, il 24 e il 25 agosto si tiene l’annuale tributo di due giorni, con la rassegna delle band più interessanti. Quest'anno è dedicato a Kurt Cobain, personaggio musicale che ha fatto tendenza in passato, ma continua a conquistare tantissime generazioni.

Questa manifestazione nasce nell'ambito del "Progetto Tributi", voluta dalla Comunità Giovanile di Roviano per conoscere e divulgare l’opera dei più grandi artisti musicali del nostro tempo.

Si tratta di eventi curati in ogni minimo particolare, con mostre, stand gastronomici, vendita di gadget. In più è possibile conoscere, visionare oggetti, dischi, spartiti, libri, fotografie, articoli di giornali, riviste, indumenti, strumenti musicali.

Ecco il programma delle esibizioni nella due giorni dedicata a Kurt Cobain ed ai Nirvana a Roviano:

  • il 24 Agosto 2012: IL NIDO BLISS (Nirvana Cover Band)
  • il 25 Agosto 2012: - Cose Che Dimentico - LANE (Nirvana Cover Band) - Velvet Vic & Villaleida Live Set

 

 

 

]]>
Fri, 24 Aug 2012 05:49:45 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1049-roviano-nirvana-tribute-band
Guidonia: Rock è cultura http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1048-guidonia-rock-e-cultura ilenia volpi

A Guidonia, l'8 settembre 2012, in piazza 2 giugno, alle ore 21,15 si terrà la manifestazione musicale "Rock è cultura". L'evento è patrocinato dall' Assessore alla cultura del Comune di Guidonia Montecelio il Dott. Andrea Di Palma e tutto l'Ufficio Cultura tra cui il Dr. Antonio Capitano.

La serata musicale live, nella piazza della Città dell'Aria, sarà aperta dai Green River Band, la Tribute band dei Creedence Clearwater Revival. Seguirà sul palco Ilenia Volpe in concerto.

L'8 settembre 2012, Ilenia Volpe si esibirà dal vivo, a partire dalle 21,15 con le canzoni del suo primo album "Radical chic un cazzo", uscito il 24 febbraio e prodotto da Giorgio Canali.

]]>
Fri, 24 Aug 2012 05:31:07 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1048-guidonia-rock-e-cultura
Sant'Angelo Romano: sagra dei Cellitti al sugo di pecora http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1047-sant-angelo-romano-sagra-dei-cellitti sant-angelo-romano1

A Sant'Angelo Romano, il 25 e il 26 agosto, si terrà la 3^ Sagra dei Cellitti. I "Cellitti", primo piatto tipico locale, è un particolare tipo di pasta fatta in casa. Sono dei grossi spaghetti fatti solo con acqua e farina. Generalmente venivano conditi con del sugo semplice di pomodoro fresco, in occasione della sagra sono conditi con il sugo di pecora. 


Dalle ore 18,00 è prevista l’apertura degli stand gastronomici ed a partire dalle ore 20,00 si da il via alla cena in piazza, sotto le stelle, con spettacolo musicale e pista da ballo. 




Organizzazione dell'evento: 
Associazione Quelli che alla fonte

 

 

]]>
Fri, 24 Aug 2012 04:53:12 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1047-sant-angelo-romano-sagra-dei-cellitti
Montecelio: festa della Madonna d'Agosto http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1046-montecelio montecelio1

Dal 23 al 27 Agosto 2012 a Montecelio si svolgeranno i festeggiamenti in onore di Maria SS.ma Immacolata. La festa è stata organizzata dai nati nell'anno 1972 "Classe 1972" con il patrocinio del Comune di Guidonia Montecelio, la collaborazione della Parrocchia San Giovanni Evangelista e la Pro Loco di Montecelio.

Il programma della festa è il seguente.

Giovedì 23 Agosto 2012

  • Ore 12:00 - Apertura dei festeggiamenti con suono dei sacri bronzi e colpi di mortaretti

  • Ore 16:30 - Apertura stand pesca di beneficenza in Piazza S. Giovanni Evangelista
  • Ore 17:00 - Apertura della mostra d'arte e decò di Tania Veneziano e della mostra di pittura acrilica su tela a cura dell'artista Miriam presso la sala della pizzeria la tegola.
  • 
Ore 17:00 - Visite guidate per il centro storico coordinate dal GRUPPO ARCHEOLOGICO LATINO   (partenza in Piazza S. Giovanni
 Evangelista)
  • Ore 18:00 - Triduo di preparazione con la celebrazione della S. Messa Vespertina durante la quale ci sarà la commemorazione dei defunti della Classe 1972

  • Ore 21:00 - Serata musicale con UFO ROCK BAND in concerto

Venerdì 24 Agosto 2012

  • Ore 16:30 - Apertura stand pesca di beneficenza in Piazza S. Giovanni Evangelista
  • Ore 17:00 - Apertura della mostra d'arte e decò di Tania Veneziano e della mostra di pittura acrilica su tela a cura dell'artista Miriam presso la sala della pizzeria la tegola.
  • Ore 17:30 - Spettacolo e animazioneper bambini con Scintilla e Fiammetta e il Teatro Patafisico

  • Ore 18:00 - Celebrazione della S. Messa Vespertina

  • Ore 21:00 - Spettacolo musicale con THE BAD HATTERS BAND; con la partecipazione straordinaria di MAGO ALIVERNINI, GABRIELE MARCONI e SANTINO CARAVELLA

Sabato 25 Agosto 2012

  • Ore 10:00 - Deposizione delle corone d'alloro ai caduti di tutte le guerre accompagnata dalla Banda Musicale Cornicolana e con la partecipazione di autorità religiose, civili e militari, in Piazza e presso la Villa Comunale al monumento ai caduti

  • Ore 16:30 - Apertura stand pesca di beneficenza in Piazza S. Giovanni Evangelista
  • Ore 17:00 - Apertura della mostra d'arte e decò di Tania Veneziano e della mostra di pittura acrilica su tela a cura dell'artista Miriam presso la sala della pizzeria la tegola.
  • Ore 17:30 - Evento "Corniculum patria di Servio Tullio" a cura del Gruppo Archeologico Latino - Sezione Cornicolana. Quota di partecipazione, comprensiva del biglietto d'ingresso alla mostra: euro 6. Visita guidata alla mostra "Archeologi tra 800 e 900". Città e monumenti riscoperti fra Etruria e Lazio antico", allestita nel convento di S. Michele dove è esposta la famosa Triade Capitolina.
  • Ore 18:00 - Celebrazione della S. Messa Vespertina

  • Ore 21:30 - Spettacolo musicale con gli EFFERVESCENTI MUSICALI; compagnia di danza TERRA BRASILIS e direttamente da "Colorado" I DITELO VOI.

Domenica 26 Agosto 2012

  • Ore 07:00 - Sparo di mortaretti e suono dei sacri bronzi

  • Ore 08.30 - Celebrazione della Santa Messa

  • Ore 09:00 - La Banda Musicale Cornicolana di Montecelio percorrerà le vie del paese

  • Ore 11:00 - Celebrazione della S. Messa Solenne

  • Ore 11:45 - Breve esibizione della Banda Musicale Cornicolana in Piazza S. Giovanni Evangelista
  • Ore 12:00 - Sparo di mortaretti e suono di sacri bronzi

  • Ore 16:30 - Apertura stand pesca di beneficenza in Piazza S. Giovanni Evangelista
  • Ore 17:00 - Apertura della mostra d'arte e decò di Tania Veneziano e della mostra di pittura acrilica su tela a cura dell'artista Miriam presso la sala della pizzeria la tegola.
  • Ore 18:00 - Celebrazione della S. Messa Vespertina durante la quale avverrà il passaggio di consegna del quadro raffigurante Maria SS Immacolata al nuovo comitato festeggiamenti del prossimo anno

  • Ore 19:00 - La Banda Musicale Cornicolana diretta dal Maestro B. Tirelli si esibirà all'interno della Chiesa S. Giovanni in un concerto di Musica con brani classici

  • Ore 21:30 - Estrazione di una tombola di E 1.500,00 (premi: terno E 200,00; quaterna E 300,00; cinquina E 400,00; tombola E 600,00
)
  • Ore 22:30 - SOLENNE PROCESSIONE con la Venerata Immagine di Maria S. S. ma Immacolata in Piazza S. Giovanni Evangelista accompagnata dalla Banda Musicale Cornicolana.
  • 
Ore 23.30 - Chiusura della serata con giochi di fuoco in onore di Maria S. S. ma Immacolata in Piazza S. Giovanni Evangelista con Scintilla e Fiammetta.

Lunedì 27 Agosto 2012

  • Ore 16:30 - Apertura stand pesca di beneficenza

  • Ore 17:00 - Apertura della mostra d'arte e decò di Tania Veneziano e della mostra di pittura acrilica su tela a cura dell'artista Miriam presso la sala della pizzeria la tegola.
  • Ore 18:00 - S. Messa Vespertina

  • Ore 21:00 - NINO TARANTO SHOW

  • Ore 23:50 - Estrazione lotteria. (1° premio offerto dal comitato viaggio per due persone a SHARM EL SHEIK; 2° premio offerto dal comitato BUONO SPESA di 1.000,00 euro)

I giorni dedicati alla "Festa d'Agosto" rientrano in un periodo dove il mondo rurale considera in fase di esaurimento il periodo dei grandi lavori agricoli ed entra in un periodo disteso di ringraziamento e riposo.

La regione Lazio inoltre, rende noto che dalle ore 14 del 23 agosto alle ore 24 del 27 agosto 2012 in Piazza Bruno Buozzi ed in via Santa Maria nel tratto compreso dall'Arco di Santa Maria all'altezza dell'intersezione con via Del Pozzo, è istituito divieto di sosta, per consentire lo svolgimento dei festeggiamenti in onore di Maria SS. Immacolata.

 

 

 

 

 

 

 

 

]]>
Thu, 23 Aug 2012 08:20:08 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1046-montecelio
Tivoli: "Pippo" festeggia i 30 anni di attività http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1045-tivoli-pippo-festeggia-i-30-anni-di-attivita pippo02

Anniversario speciale a Tivoli! Trent'anni di attività per "Pippo", il ristoratore di Tivoli famoso in tutta la provincia per i suoi mega panini. Grande festa nello storico locale di via San Valerio dove a far visita a Pippo sono andati il sindaco di Tivoli Sandro Gallotti e l'assessore alla Cultura Riccardo Luciani.

Sulla targa consegnata dal sindaco Gallotti era inciso tutto il riconoscimento. "Da Pippo non è solo il nome di una paninoteca ma il titolo di una eccellenza tiburtina conosciuta nel corso di tani anni da migliaia di persone provenienti da ogni angolo del mondo. Un vero patrimonio della città frutto di sacrifici, impegno e passione per un lavoro che ha permesso a Pippo di diventare una leggenda vivente nel panorama gastronomico tiburtino e non solo. A Pippo va la sincera gratitudine della città di Tivoli e l'augurio che il suo nome, legato indissolubilmente con questo territorio, continui ad essere a lungo sinonimo di qualità e maestria".

Dopo la consegna della targa, ci sono stati  gli auguri e una bella  festa in piazza dove decine di persone hanno voluto far gli auguri ad un commosso Pippo.

"In maniera simbolica - ha commentato l'assessore Luciani - è stata fatta indossare una fascia tricolore a Pippo come riconoscenza per il lavoro svolto in questi felici trenta anni, un lavoro che ha dato un'immagine positiva di Tivoli ben oltre i confini tiburtini".

pippo01

]]>
Tue, 21 Aug 2012 16:20:53 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1045-tivoli-pippo-festeggia-i-30-anni-di-attivita
Tivoli: Villa d'Este di notte. Programma 2012 http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1044-tivoli-villa-d-este-di-notte-programma-2012 Villa d'Este a Tivoli

Villa d’Este apre i battenti anche la sera. Ancora fino al 15 settembre sarà possibile visitare (tutti i venerdì e i sabato) questa magnifica villa dalle ore 20,30 alle 24,00 (ultimo ingresso alle ore 23,00).

Queste aperture straordinarie notturne permetteranno di apprezzare, conoscere uno dei giardini più belli del Rinascimento italiano.

Insieme alla suggestione della visita notturna al palazzo ed alle celebri fontane del giardino, per la particolare atmosfera creata dall'illuminazione, molte serate offriranno ai visitatori la possibilità di assistere ad eventi e concerti, ospitati in vari angoli del palazzo e del giardino.

Tutti i venerdì sera, in particolare, andrà in scena “Notturno rinascimentale”: dieci serate, a partire dal 13 luglio fino al venerdì 14 settembre, dedicate alla cultura ed alla musica del Rinascimento, tra damigelle e gentiluomini in preziosi abiti rinascimentali, presenti a Villa d’Este grazie ad un progetto di collaborazione con l’Associazione del Palio di Castel Madama.

I visitatori potranno godere di concerti di musica antica, che vedono l’attiva partecipazione dei Conservatori di musica di Latina, Terni e l’Aquila, nell’ambito della rassegna “Il Rinascimento suona giovane”, mirato a favorire la riscoperta, anche tra le giovani generazioni, di un periodo d’oro per il nostro paese, attraverso un approccio diretto e ludico come quello della musica ospitata in un luogo magico.

COSTO DEL BIGLIETTO:

  • biglietto intero: 11 euro (Villa + mostra + spettacolo, ove previsto)
  • biglietto ridotto: 8 euro, (dai 14 ai 18 anni e sopra i 65), gratuito: 0-13 anni.

Programma "Il Rinascimento Suona Giovane" Villa d'Este, Tivoli 13 luglio - 14 settembre 2012

  1. 24 agosto:  Serata a cura del Dipartimento di Musica Antica dell'Accademia Angelica Costantiniana di Roma "Fiorile Ensemble"con Chiara M. Friselli: soprano, Carmen Barlotti: clavicembalo, Musiche di G. Frescobaldi, P. D. Paradisi, C. Balbastre, B. Strozzi;
  2. 31 agosto: Serata a cura del
    1. Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio "A. Casella" de L'Aquila con Olena Kurkina: mandolino barocco, Paolo Leoncini: viola da gamba, Fiorella Gallelli: chitarra barocca, Musiche di J. B. de Boismortier, D. Scarlatti, A. Vivaldi;
    2. Dipartimento di Musica Antica dell'Istituto Superiore di studi Musica "G. Briccialdi" di Terni con Daniele bernardini: flauto traversiere, Claire Duri: flauto traversiere, Enrico Mazzoni: clavicembalo, Musiche di P. A. Locatelli, G. B. Sammartini, G. Ph. Telemann;
  3. 7 settembre: Serata a cura del
    1. Dipartimento di Musica Antica dell'Istituto Superiore di studi Musica "G. Briccialdi" di Terni con "Les Divertissements de Versailles" Ensemble Barocco dell'Istituto Musicale "G. Briccialdi" e con Nadia Pagliara, Eleonora Pirondi: soprani, Helene Butter, Alissa Notari: contralti, Alessandro Fiocchetti: tenore, Pedro Bomba: basso, Valentina Carbini, Cristina Polletta: violini, Daniele Bernardini, Claire Duri: flauti, Carolina Pace, Andrea Mion: oboi, Mari Okuda Goto, Elena Pascucci: viole, Mariaclara Verdelli: violoncello, Katerina El Ghannudi: arpa, Maria Teresa Ferrante, Enrico Mazzoni, Ludwika Montemari: clavicembalo e organo, LES TROMPETTES ROYALES: Andrea Di Mario, Beatrice Di Mario, Simone Buzi, Flavio Rodilosso, Angelo Passeri: trombe, Alessandro Beco: percussioni, Musiche di J. B. Lully, A.D. Philidor, M. Lambert
    2. Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio "O. Respighi" di Latina. Consort di Viole: "E me levai una bella mattina" cantar e sonar sulle viole con Eleonora Cipolla: canto, Riccardo Primitivo: canto, viola da gamba bassa, Francesca Candelini: flauti dolci, Jasmyne Capitanio: viola da gamba, soprano, Claudia Pasetto: viola da gamba, tenore Marco Ottone: viola da gamba bassa Daniela Di Dato: viola da gamba bassa Nando Giammarco: viola da gamba bassa Valentina Nicolai: viola da gamba bassa Direttore: Claudia Pasetto Musiche di S. Lando, F. Azzaiolo, C. Gervais, F. Patavino, J. Dowland
  4. 14 settembre: serata a cura del Dipartimento di Musica antica del Conservatorio "A. Casella" de L'Aquila. Consort di viole da gamba: "N'espérez plus mes yeux". Polifonia per viole da gamba e voce in Italia, Inghilterra e Francia tra XVI° e XVII° secolo. Andrea De Carlo: viola da gamba soprano Mauro Carpiceci: viola da gamba tenore Annamaria Gentile: viola da gamba bassa Giovanna Barbati: viola da gamba bassa Claudia di carlo: soprano Musiche di G. P. da Palestrina, G. Frescobaldi, J. Dowland, H. Du Mont.

Per maggiori informazioni: www.villadestetivoli.info

]]>
Tue, 21 Aug 2012 05:01:14 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1044-tivoli-villa-d-este-di-notte-programma-2012
Miss Terme Lazio. Il 13 settembre la finalissima a Tivoli Terme http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1043-miss-terme-lazio-il-13-settembre-la-finalissima-a-tivoli-terme miss-terme-lazio-2012

La finale di Miss Terme Lazio 2012 si svolgerà, il 13 settembre prossimo, alle Terme di Roma, a Tivoli Terme. Lo comunica Fabio Proietti, delegato dall’assessore Vincenzo Tropiano, a organizzare questa prima edizione del concorso di bellezza che coinvolge più strutture termali laziali.

Recentemente, Fabio Proietti ha dichiarato: “La manifestazione ha raccolto entusiastiche attestazioni di simpatia. Ringrazio, tra l’altro, il Dott. Marcello Fantacci, Direttore delle Terme di Cotilia, per il sostegno che ha voluto assicurarci.

Anche lui ha evidenziato, aspetto non marginale, l’importante sinergia instauratasi tra le strutture termali interessate dalla selezione e si è offerto di ospitare la finalissima, nei prossimi anni, proprio alle Terme di Cotilia”.

Sfileranno sulla passerella le Miss delle Terme di Roma, di Cretone, di Fiuggi, di Cotilia, di Viterbo, di Vescine, di Orte, di Pompeo.

La più bella sarà incoronata Miss Terme Lazio 2012.

 

]]>
Sun, 19 Aug 2012 17:45:55 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1043-miss-terme-lazio-il-13-settembre-la-finalissima-a-tivoli-terme
Tivoli: Rimani in riserva. Monte Catillo rinasce dopo gli incendi http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1042-tivoli-rimani-in-riserva-monte-catillo-rinasce-dopo-gli-incendi  rimani in riserva completo

Dopo gli incendi che hanno distrutto diversi ettari di bosco la missione è quella di far tornare a splendere l'area protetta di Monte Catillo attraverso le manifestazioni organizzate nell'ambito della rassegna "Rimani in riserva".

L’assessore all’Ambiente Riccardo Luciani, alla presentazione, ha definito così l'evento "Tivoli - Rimani in Riserva”: “Esperienze uniche a contatto con la natura, progetto ancora più importante dopo i gravi incendi dei giorni scorsi”.

Ecco così risorge Monte Catillo: escursioni, osservazioni astronomiche, concerti, degustazioni di prodotti tipici, lezioni con le scuole: un ricco programma di attività per valorizzare l’area protetta.

L'esordio c'è stato con l'evento "Notturna sul Catillo" a cura dell'associazione Tibur Ecotrail che ha organizzato una visita guidata notturna con osservazioni astronomiche, poi da Ferragosto è iniziata l'attività anti incendio di "Cura Catillo", sempre a cura della stessa associazione, che si occuperà di pulizia dei sentieri, monitoraggio dell'area e tutto ciò che riguarda la prevenzione.

Il ciclo delle manifestazioni proseguirà l'8 settembre con "RiservaCi un giorno": per l'intera giornata sarà allestito un info point a piazza Garibaldi da dove partiranno le visite guidate per monte Catillo con degustazione di prodotti tipici locali. L'evento è curato da Tivoli Incoming.

In serata sarà la volta di "Note sul Catillo": si esibiranno musicisti locali e non con cena offerta a base di prodotti tipici locali. Evento a cura delle associazioni "Immagini e Note" e "La macchina del gas".

Con l'inizio dell'anno scolastico partiranno i progetto di educazione ambientale "Dal seme al paesaggio" e "Alla scoperta di Catillo" presso le scuole che aderiranno all'iniziativa.

Iniziative a cura dell'associazione "Landemed" che mirano a sensibilizzare gli alunni delle scuole elementari e medie al rispetto dell'ambiente e la tutela del territorio anche attraverso escursioni guidate nella riserva.

Ogni domenica di ottobre e novembre sarà inoltre possibile partecipare a "Vivi Catillo", una serie di visite guidate per appassionati e curiosi all'interno della riserva a cura del circolo Legambiente di Tivoli.

"In queste ultime settimane Monte Catillo è stato vittima di gravi incendi - ha commentato l'assessore all'Ambiente Riccardo Luciani - e proprio per questo motivo il programma di iniziative dedicate alla riserva assume ancora più importanza. Dobbiamo tutelare e valorizzare un'area protetta così importante e bella come quella di Monte Catillo. La rassegna permetterà a tantissime persone, soprattutto bambini, di conoscere le bellezze del nostro territorio attraverso esperienze direttamente a contatto con la natura. Come impegno dell'amministrazione c'è quello del restauro del vecchio fontanile, completamente in disuso, che sarà reso funzionale come bacino idrico in particolare per il bestiame che si trova all'interno della riserva. Un'opera attesa da anni e che rappresenta una priorità per il rilancio delle attività".

Il programma,a cui hanno aderito la Fondazione Villaggio Don Bosco, e il Fai, è promosso dalla Provincia di Roma e attuato dal Comune di Tivoli, ed è sostenuto anche dal Laboratorio Educazione Ambientale. Il supporto logistico è offerto dal gruppo Volontari Radiossoccorso della Protezione Civile di Tivoli.

]]>
Sun, 19 Aug 2012 17:24:20 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1042-tivoli-rimani-in-riserva-monte-catillo-rinasce-dopo-gli-incendi
Guidonia: rifiuti ed isola ecologica http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1041-guidonia-rifiuti-ed-isola-ecologica manifesto plastica

Il sindaco Eligio Rubeis e l'Assessore all' Ambiente Enrico Scattone rendono noto che è possibile conferire insieme agli altri imballaggi in plastica anche i piatti e i bicchieri monouso.

Questa novità è stata introdotta a seguito dell'intesa tra Corepla, Anci e Conai. Nel comunicato c'è una precisazione: restano escluse le stoviglie durevoli riutilizzabili, anche se in plastica.

Si tratta di un importante risultato che permetterà di elevare le percentuali di raccolta, riciclo e recupero, e renderà più semplice ed intuitiva per il cittadino la separazione in casa dei rifiuti da destinare alla raccolta differenziata.

Si ricorda che è necessario che i piatti e i bicchieri siano prima completamente svuotati da ogni residuo, fatte salve le inevitabili tracce del contenuto.

Inoltre Il Comune di Guidonia, Settore Ambiente e Parchi rende noto pure che dal giorno 13.08.2012 e fino al giorno 26.08.2012 l'Isola Ecologica sita in Via dei Faggi, 71 resterà chiusa per ferie estive. Per eventuali urgenze si può contattare il numero verde dell'ATI Aimeri Ambiente 800916139.

]]>
Sat, 18 Aug 2012 16:38:06 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1041-guidonia-rifiuti-ed-isola-ecologica
Terremoto di magnitudo 2.8 da Carsoli alla Valle Roveto http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1040-terremoto-di-magnitudo-2-8-da-carsoli-alla-valle-roveto map loc t

Nella giornata di ieri, venerdì 17, migliaia di cittadini hanno vissuti momenti di paura. Un terremoto di magnitudo 2.8 è stato registrato alle ore 07,18. Il sisma è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell'INGV, l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, nel distretto sismico dei Monti Ernici-Simbruini, dove si trova la faglia di Verrecchie.

Secondo quanto riportato dall’Ingv,il terremoto ha fatto registrare una intensità di 2.2 gradi sulla scala Richter e il suo epicentro è stato localizzato precisamente alle coordinate 44.826°N, 11.078°E. L’ipocentro è invece stato fissato a una profondità di 29,5 chilometri. I Comuni, più vicini all'epicentro e che hanno avvertito maggiormente la scossa sono stati: Vallepietra(RM), Cappadocia(AQ), Castellafiume(AQ), Santemarie(AQ), Tagliacozzo(AQ).

Gli altri comuni interessati dal sisma sono stati Borgorose (RI), Arcinazzo Romano (RM), Camerata Nuova (RM), Cervara di Roma (RM), Jenne (RM), Subiaco (RM), Filettino (FR), Trevi nel Lazop (FR), Avezzano (AQ), Canistro (AQ), Capistrello (AQ), Carsoli (AQ), Magliano dei Marsi (AQ), Massa d’Albe (AQ), Pereto (AQ), Rocca di Botte (AQ), Scurcola Marsican (AQ).

Erano mesi che nella Marsica occidentale e nella Valle Roveto non si registrava un evento sismico di tale entità.

]]>
Sat, 18 Aug 2012 06:37:37 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1040-terremoto-di-magnitudo-2-8-da-carsoli-alla-valle-roveto
Ad Affile, la festa: Te c'hanno mai mannato a sto' paese?!? http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1038-ad-affile-la-festa-te-c-hanno-mai-mannato-a-sto-paese affile f

Ad Affile (Roma) si terrà per la 3^ edizione la Passeggiata enogastronomica "Te c'hanno mai mandato a quel paese". L'evento, a cura dell'Associazione Pro Loco di Affile si terrà il 17 agosto a partire dalle 18 fino alle 2 di notte.

Affile per un giorno porterà in tavola tradizione e folklore locale. Negli stand si potranno assaporare i piatti tipici del giorno di festa della tradizione contadina: pollo alla cacciatora, trippa con mentuccia e pasta al ragù.

Oltre alle specialità culinarie, preparate dalle nonnine del paese, nella piazzetta si potrà ballare al suono delle musiche popolari, del tango, della mazurca e del liscio.

Negli stand gremiti di giovani intenti a servire le specialità culinarie, nella piazzetta dove al suono delle musiche popolari gambe e braccia perdono ogni controllo a qualsiasi età…e si va di tango, di mazurca per finire con il liscio.

L'evento si terrà nel Centro Storico di Affile.

Per informazioni tel. 3408505381

]]>
Fri, 17 Aug 2012 10:14:14 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1038-ad-affile-la-festa-te-c-hanno-mai-mannato-a-sto-paese
Premio nazionale Mimmo Canonico Agave d'Oro http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1037-premio-nazionale-mimmo-canonico-agave-d-oro  montecelio1

L'Associazione Mimmo Canonico Onlus, con il patrocinio del Comune di Guidonia Montecelio ha bandito un concorso di fotografia. La manifestazione intitolata Premio nazionale Mimmo Canonico Agave d’Oro è dedicata al maestro Mimmo Canonico scomparso nel 2010. Il tema del concorso è la citta´ di Guidonia Montecelio.

Si può partecipare con foto in bianco e nero oppure foto a colori, riguardanti i luoghi significativi e suggestivi della città di Guidonia e il centro storico di Montecelio. Le foto saranno valutate da una commissione qualificata che a proprio insindacabile giudizio attribuirà n. 9 premi alle foto giudicate migliori.

La partecipazione al concorso è aperta a tutti gli appassionati di fotografia, dilettanti e non e per la categoria junior ai minori dagli 8 fino ai 18 anni non compiuti, autorizzati dai genitori o legali rappresentanti.

Ogni autore può partecipare con un minimo di 3 ad un massimo di 5 foto scattate nel Comune di Guidonia Montecelio.

Le foto dovranno affrontare il seguente tema: “Il Comune di Guidonia Montecelio cultura, tradizione, arte, ambiente”

Le categorie saranno in numero di tre:

  1. Bianco e nero, senza alcun ritocco digitale, nel rispetto della concezione della fotografia tradizionale;
  2. Bianco e nero e/o colore, con eventuale ritocco digitale;
  3. Foto junior, sezione aperta esclusivamente ai ragazzi dagli 8 anni ai 18 anni (previa liberatoria).

Le fotografie stampate su carta fotografica dovranno partire da un formato minimo cm 20x30 cm fino ad un massimo di cm 50x70 cm, montate su passepartout cm 3 x 3 cm, con inquadrature verticali e orizzontali e devono portare sul retro la numerazione da 1 a 5 a secondo del numero di foto che si intende mettere a concorso, il titolo delle foto, il luogo e data dello scatto e il nome del fotografo.

Non devono assolutamente contenere ed essere ricoperte da vetro. Le foto dovranno essere inedite e non aver partecipato ad altri concorsi fotografici. 

L’iscrizione al concorso prevede un contributo di 15,00 euro per ogni categoria, da versare a Intesa San Paolo codice iban IT32o0306967684510722832859. Per la partecipazione alla categoria junior il contributo sarà di 5,00 euro

E’ ammessa anche la consegna diretta della documentazione presso la sede dell’Associazione ogni mercoledì dalle ore 16,00 alle ore 18,00 fino al giorno 30/09/2012. Le fotografie pervenute saranno selezionate da una commissione di esperti composta da critici, tecnici del settore artistico, personalità della cultura. La commissione esaminatrice opererà secondo i seguenti principi: inerenza ai temi svolti – originalità – innovazione – ricercatezza dell’elaborato – creatività.

Alle opere risultate vincitrici saranno assegnati i seguenti premi:

  1. Premio unico di euro 400,00 + “Agave d’Oro” alla migliore fotografia in bianco/nero

Sezione fotografia a bianco/nero - colori:

  • 1° Premio 300,00 euro + “Agave d’Oro”.
  • 2° Premio una cartella di grafica del pittore Mimmo Canonico del valore di 200,00 + targa
  • 3° Premio un buono acquisto per materiale fotografico del valore di 100,00 euro + targa

Sezione junior:

  • 1° Premio una macchina fotografica + coppa.
  • 2° Premio una maglietta stampata con la propria fotografia + medaglia.
  • 3° Premio una pennetta drive + targa.

A tutti i concorrenti sarà consegnato un attestato di partecipazione.

Ultimo giorno di consegna a mano 30/09/2012 ore 18,00. Il materiale presentato non sarà restituito. La partecipazione al concorso comporta l’accettazione totale ed incondizionata del presente regolamento. La proclamazione e la relativa premiazione dei vincitori avrà luogo il giorno 7 ottobre 2012, dalle ore 18:00 presso la Piazza 2 giugno di Guidonia. I vincitori dovranno ritirare il premio personalmente, se impediti a presenziare potranno prendere contatti con l’Associazione per concordare i modi e i tempi per ritirare il premio, non si accettano delegati.

Per tutte le altre informazioni, la domanda di partecipazione e il regolamento ci si può rivolgere alla Segreteria del concorso: ogni mercoledì pomeriggio ore 16,00 - 18,00 Via Roma 278-00012 Guidonia.info line 3342744755 ogni mercoledì ore 16,00 - 18,00 Email:mimmocanonico@gmail.com

]]>
Thu, 16 Aug 2012 16:03:50 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1037-premio-nazionale-mimmo-canonico-agave-d-oro
Riofreddo: In Vino Veritas, ovvero la festa del vino http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1036-riofreddo-in-vino-veritas riofreddo riofreddo f

A Riofreddo (Roma) dal 31 agosto al 02 settembre 2012 si terrà la X festa "In vino veritas". La manifestazione si terrà in piazzale Ricciotti Garibaldi.

L'apertura degli stands gastronomici è prevista alle ore 19. Si potranno assaggiare pappardelle al cinghiale, carne alla brace, dolci e prodotti tipici.

Inoltre ci sarà la distribuzione gratuita di 7 qualità di vini della regione Lazio. Ci saranno artisti di strada, musica e folklore.

Infine la sera si esibiranno i seguenti gruppi musicali:

  • venerdì 31 agosto
    • Ore 18 Apertura stand gastronomici
    • Ore 19 Apertura delle botti e distribuzione gratuita di 7 qualità di vino della Regione Lazio
    • Ore 19 esibizione artisti di strada
    • Ore 21 GTO in concerto
    • Ore 22 Modena City Ramblers in concerto
  • sabato 1 settembre
    • Ore 18 Apertura stand gastronomici
    • Ore 19 Apertura delle botti e distribuzione gratuita di 7 qualità di vino della Regione Lazio
    • Ore 19 esibizione artisti di strada
    • Ore 21 Gatta Molesta in concerto
    • Ore 22 La Tresca in concerto
  • domenica 2 settembre
    • Ore 18 Apertura stand gastronomici
    • Ore 19 Apertura delle botti e distribuzione gratuita di 7 qualità di vino della Regione Lazio
    • Ore 19 esibizione artisti di strada
    • Ore 21 Wogiagia in concerto
    • Ore 22,30 La Tresca in concerto

 

I concerti inizieranno alle ore 21 e l'ingresso è gratuito.

]]>
Thu, 16 Aug 2012 06:34:29 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1036-riofreddo-in-vino-veritas
Riofreddo: Sagra dei Sagnozzi http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1035-riofreddo-sagra-dei-sagnozzi riofreddo 01

Anche quest'anno, a Riofeddo, in provincia di Roma si terrà l'evento gastronomico più importante di Riofreddo: la Sagra dei Sagnozzi. I sagnozzi è una tipica pasta locale, detta anche tagliatelle dei poveri preparata con acqua e farina e poche uova e condita con sellaru e pummidoro (pomodoro e sedano)

L'appuntamento è sabato 18 agosto 2012 a Riofreddo in Piazzale Ricciotti Garibaldi. L'apertura degli stand è prevista alle ore 18:00. Dalle ore 19:30 sarà possibile acquistare il menu completo con Sagnozzi, salsiccia alla brace, pane e contorno il tutto a € 10. E poi ci sarà anche patatine fritte, panini, dolci

Inoltre, dalle ore 21,30 si terrà la finale della 4^ Edizione di "Tanto pe Cantà" (Gara di Karaoke)

Buon divertimento !

]]>
Thu, 16 Aug 2012 05:35:34 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1035-riofreddo-sagra-dei-sagnozzi
Ferragosto: festa e tradizione http://www.anieneonline.com/rubr/curiosita-dal-mondo/1033-ferragosto-festa-e-tradizione ferragosto ad Anieneonline!

E finalmente arrivò Ferragosto! Il termine deriva dal latino: Feriae Augusti ovvero riposo di Agosto. Ferragosto è una festa popolare con radici antichissime, che ricorre ogni anno il 15 agosto. In origine, la ricorrenza serviva a festeggiare la fine dei principali lavori agricoli.

Nell'occasione, i lavoratori porgevano auguri ai padroni, ottenendo in cambio una mancia.

Tale festa, tipicamente romana, solo in età rinascimentale fu resa obbligatoria con decreti pontifici.

Read more...

]]>
Wed, 15 Aug 2012 07:22:01 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/curiosita-dal-mondo/1033-ferragosto-festa-e-tradizione
Tivoli - La gestione della Città dello Sport viene affidata alla Lazio Nuoto http://www.anieneonline.com/notizie/sport/1031-la-gestione-della-citta-dello-sport-viene-affidata-alla-lazio-nuoto

piscina

La Città dello Sport "Arci", comprendente campo sportivo, palazzetto e polo natatorio, è stata affidata ufficialmente alla S.S. Lazio Nuoto. Questa mattina a Palazzo San Bernardino è stato sottoscritto il documento che permetterà alla prestigiosa società del presidente Massimo Moroli di iniziare a gestire di fatto gli impianti del campo sportivo "Olindo Galli", il Palazzetto "Paolo Tosto" ed il Polo Natatorio, il tutto in attesa della stipula del contratto definitivo.

"Finalmente inizierà a vivere la Città dello Sport - ha dichiarato il sindaco Sandro Gallotti -. Mi sono congratulato con il presidente Moroli, la presenza di una società come la S.S. Lazio Nuoto a Tivoli rappresenta una forte garanzia a livello di organizzazione sportiva e creazione di opportunità per il territorio. Dopo anni di attesa questa amministrazione è riuscita ad assegnare la gestione degli impianti, e mi riferisco in particolare al Polo Natatorio. E' chiaro che questo è solamente un punto di partenza, un investimento in progetti che sono certo porterà benefici alla nostra comunità, dal punto di vista sociale, economico e occupazionale".

Grande soddisfazione è stata espressa anche dall'assessore allo Sport Laura Cerroni: "E' un momento importante per la Tivoli sportiva ma non solo. Si sta concretizzando l'occasione di fare un salto di qualità. Si avvia alla conclusione l'iter che ha visto la Lazio Nuoto aggiudicarsi il bando per la gestione della Città dello Sport. L'obiettivo è quello di rendere gli impianti degli Arci sempre più un punto di riferimento di primo piano per il nostro territorio".

La Lazio Nuoto aveva vinto il bando di gara pubblicato dal Comune per affidare la gestione dell'impianto per una durata di 25 anni. La proposta della società biancoceleste prevede, tra le altre cose, la realizzazione di due campi da calcetto, la realizzazione del manto in erba sintetica sull'attuale campo di calcio in terra battuto, la realizzazione di spazi destinati ad attività commerciali, una foresteria e l'installazione di pannelli fotovoltaici per il risparmio energetico.

La Città dello Sport comprende: il campo sportivo “Olindo Galli” suddiviso in un campo A in erba naturale, di dimensioni regolamentari ed impianto di illuminazione, circoscritto da una pista di atletica con tribuna coperta ed una piccola tribuna scoperta (per i tifosi ospiti). Sotto la tribuna principale sono ospitati gli spogliatoi, uffici ed i locali di servizio e un campo C in terra battuta, con ampio spazio circostante, oltre locali spogliatoi in edificio di un piano fuori terra; il Palazzetto dello Sport “Paolo Tosto”, un campo polivalente divisibile per diverse funzioni con tribune laterali ampliabili con accessi indipendenti dall’esterno, locali per spogliatoi, servizi igienici e magazzini, ampio spazio di entrata ed uffici vari; il Polo Natatorio Comunale, composta da due vasche natatorie, di diversa dimensione e profondità, dotato di tribuna, spogliatoi divisi, servizi igienici ed uffici. Inoltre completa il compendio immobiliare la viabilità di accesso, un ampio parcheggio di circa 700 posti auto e spazi esterni alle strutture edilizie, una casa del custode con corte annessa. L’intera proprietà comunale è recintata e dotata di cancello di ingresso.

]]>
Fri, 03 Aug 2012 16:00:52 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/sport/1031-la-gestione-della-citta-dello-sport-viene-affidata-alla-lazio-nuoto
Tivoli - L'assessore Luciani annuncia le iniziative per risolvere il "problema rifiuti" http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1030-tivoli-l-assessore-luciani-annuncia-le-iniziative-per-risolvere-il-problema-rifiuti

differenziata

Raccolta differenziata porta a porta, Isole ecologiche e aumento dei controlli sul territorio contro le discariche abusive e i non residenti che conferiscono rifiuti all'interno del territorio del Comune di Tivoli. Queste sono le linee guida su cui sta lavorando l'amministrazione tiburtina, nello specifico l'assessore all'ambiente Riccardo Luciani, per portare avanti progetti che mirano ad un massiccio potenziamento della raccolta differenziata a Tivoli.

"Già da settimane - ha commentato l'assessore Luciani - ho avviato una serie di incontri con gruppi di cittadini, riuniti in comitati ma non solo, per discutere insieme della strada che intende prendere il Comune per quanto riguarda la raccolta differenziata. Inoltre ho incontrato più volte l'assessore regionale alle Politiche del territorio Pietro Di Paolo e l'assessore provinciale alla Tutela ambientale Michele Civita per un confronto sulle tematiche che riguardano la raccolta differenziata. Sia da parte della Regione Lazio che da parte della Provincia di Roma ci sono state risposte incoraggianti che hanno dimostrato un grande interesse verso le proposte dell'amministrazione comunale. E' chiaro che per avviare un servizio di porta a porta è necessario il sostegno degli Enti sovra comunali con cui stiamo puntando a collaborare per portare avanti un programma di lavoro concreto ed efficace".

Oltre alla differenziata l'amministrazione di Palazzo San Bernardino è attiva anche su altri fronti in tema ambiente: "Abbiamo organizzato - ha continuato l'assessore Luciani - delle giornate di pulizia straordinaria coinvolgendo scuole e associazioni di volontariato. Sono state iniziative che hanno riscosso un grande successo tanto che stiamo provvedendo ad organizzarne ancora delle altre, anche perché sono state molte le persone che hanno chiesto di poter dare una mano. Un bellissimo segnale di partecipazione da parte della cittadinanza. Inoltre sono stati attivati severi controlli su tutto il territorio comunale sia per contrastare il fenomeno delle discariche abusive sia per multare i non residenti che conferiscono rifiuti nei cassonetti del comune di Tivoli. Un'abitudine che ha come conseguenza l'aumento spropositato di rifiuti da portare in discarica con costi che si ripercuotono soprattutto sulle famiglie. Devo dire che i controlli hanno già iniziato a dare esiti positivi visto che sono state sorprese numerose persone a trasgredire l'ordinanza apposita".

]]>
Fri, 03 Aug 2012 06:29:33 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1030-tivoli-l-assessore-luciani-annuncia-le-iniziative-per-risolvere-il-problema-rifiuti
Tivoli - Stanziati finanziamenti regionali per la valorizzazione dei siti archeologici http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1029-tivoli-stanziati-finanziamenti-regionali-per-la-valorizzazione-dei-siti-archeologici

villaadriana 10

I progetti presentati dal Comune di Tivoli nell'ambito del bando per la promozione culturale ed artistica di aree di grande pregio sono un collegamento pedonale tra Villa Adriana e Villa d'Este, un Polo Museale al Palazzo della Missione e ampi interventi di riqualificazione del centro storico cittadino di Tivoli.

"Ho appreso con grande soddisfazione la notizia del finanziamento regionale - ha commentato il sindaco di Tivoli Sandro Gallotti - che ci consentirà di portare avanti un importante programma per la valorizzazione del territorio tiburtino. Ciò dimostra la qualità e la bontà della proposta che abbiamo presentata alla Regione Lazio. Un grande obiettivo centrato da questa amministrazione che ha fortemente voluto investire per far tornare a splendere il cuore della città e per migliorare l’accessibilità ai luoghi di grande interesse storico e culturale presenti.

Un sincero ringraziamento – ha aggiunto il primo cittadino - va all'assessore regionale alla Cultura, Arte e Sport Fabiana Santini che, nonostante le enormi difficoltà finanziarie dovute alla crisi, ha saputo garantire un contributo eccezionale per la nostra zona dimostrando grande attenzione e sensibilità nei confronti di territori che necessitano di questo tipo di interventi di sostegno.

Adesso a Tivoli inizia una fase importante, che permetterà di creare opportunità turistiche, economiche ed occupazionali attraverso la riqualificazione del centro storico cittadino. L'obiettivo è quello di rendere sempre più armoniosa la presenza di Villa Adriana, Villa d'Este e Villa Gregoriana".

Il progetto finanziato al Comune di Tivoli prevede la riqualificazione dei percorsi di collegamento tra Villa d'Este e Villa Gregoriana (uscite piazza Campitelli e piazza Trento); la realizzazione di un percorso pedonale di collegamento tra Villa d'Este e Villa Adriana; il recupero del Palazzo della Missione per la realizzazione di un Polo Museale di servizi culturali. Il comune di Tivoli ha ottenuto un finanziamento complessivo di 1.350.000 euro (il massimo tra i finanziamenti assegnati) con i fondi POR FESR Lazio 2007/2013.

]]>
Thu, 02 Aug 2012 04:59:18 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1029-tivoli-stanziati-finanziamenti-regionali-per-la-valorizzazione-dei-siti-archeologici
Tivoli - La polizia stronca traffico di droga a Viale Cassiano http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1028-tivoli-la-polizia-stronca-traffico-di-droga-a-viale-cassiano droga

Viale Cassiano, la strada vicina al tribunale, era diventa la base operativa di un’intensa attività di spaccio di droga. Approfittando del buio due spacciatori, a bordo della loro automobile avevano adottato la loro tecnica di spaccio: parcheggiavano nel punto più buio della via e, facendo attenzione a non essere notati, nascondevano la droga dietro le targhe dei veicoli vicini, indicando ai compratori, dove ritirare le dosi. Appena effettuato lo scambio, la coppia attendeva in auto il cliente successivo, mentre le ordinazioni erano raccolte con poche parole attraverso i finestrini. Il via vai non è sfuggito agli investigatori coordinati da Alfredo Luzi che hanno attivato la rete dei servizi antidroga e fatto scattare le manette per i due uomini, un 21enne e un 28enne, sequestrando sia la droga che il contante (circa 1000 euro) frutto dell’illecita attività. I due spacciatori avevano differenziato la tipologia di stupefacenti ed erano in grado di soddisfare ogni richiesta, indirizzando il cliente a frugare dietro la targa di un suv per prelevare cocaina, marijuana dietro quella di una utilitaria mentre per l’eroina indicavano una monovolume.

]]>
Tue, 31 Jul 2012 08:50:16 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1028-tivoli-la-polizia-stronca-traffico-di-droga-a-viale-cassiano
Torna a scorrere l'acqua nella fontana restaurata http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1027-torna-a-scorrere-l-acqua-nella-fontana-restaurata fontana-nazioni-unite

A Tivoli  torna a splendere la fontana artistica di piazzale delle Nazioni Unite. L'opera di riparazione, che ha permesso anche il ritorno dell'acqua, è stata portata avanti dal consigliere comunale Gianfranco Osimani e da Carlo Napoleoni, un Maestro tiburtino nella lavorazione del marmo, entrambi in maniera del tutto volontaria e gratuita.

La fontana, risalente al 1964, era stata danneggiata lo scorso inverno quando ignoti  avevano staccato una parte della statua che sovrasta l'impianto idrico e la vaschetta sottostante compromettendo seriamente il funzionamento dell'impianto idrico. Oggi Osimani e Napoleoni hanno effettuato un impegnativo intervento di sistemazione della struttura decorativa in marmo e di ripristino della conduttura idrica.

In particolare sono stati ricostruiti la testa, il busto e le ali dell'aquila scolpita nella parte superiore della fontana, è stata sistemata la piccola vasca che raccoglie l'acqua e sono state ripulite le pareti decorative da scritte e adesivi.

"Osservare la fontana sistemata e funzionante è una soddisfazione che ripaga ampiamente il lavoro svolto - ha commentato Gianfranco Osimani -. Devo ringraziare il maestro Napoleoni che si è messo subito a disposizione per intervenire a riparare la statua, senza ricevere alcun compenso ma solo per amore della città e per contribuire a migliorare la nostra amata Tivoli".

]]>
Mon, 30 Jul 2012 08:21:00 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1027-torna-a-scorrere-l-acqua-nella-fontana-restaurata
Itinerari musicali tra Seicento e Ottocento a Villa Gregoriana http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1025-itinerari-musicali-tra-seicento-e-ottocento-a-villa-gregoriana cittadella 01

Uno stupefacente percorso guidato alla scoperta della natura rigogliosa del Parco Villa Gregoriana a Tivoli, dato in concessione dall’Agenzia del Demanio al FAI – Fondo Ambiente Italiano nel 2002, in occasione di un ciclo di appuntamenti estivi che faranno ripercorrere le orme dei viaggiatori del Grand Tour, con una particolare attenzione ai compositori che anche dallo splendore di questo luogo trassero ispirazione per le loro soavi melodie.

Per sei serate – in programma sabato 28 luglio, 4 e 11 agosto alle ore 19; 18 e 25 agosto e 1 settembre 2012 alle ore 18.30 – grazie all’evento “Sulle note del Grand Tour” sarà infatti possibile rivivere l’emozione che nobili, intellettuali e artisti provarono durante i soggiorni - molto di moda tra il Seicento e l’Ottocento - presso le più illustri corti del nostro Paese. Villa Gregoriana e la zona di Tivoli, con le sue affascinanti vestigia dell’Antica Roma, erano tra le mete privilegiate di questi aristocratici viaggiatori, tra i quali c’erano anche numerosi musicisti. E proprio in loro onore la visita guidata al tramonto che verrà proposta al pubblico sarà arricchita e sublimata dalle note suonate dal vivo dal violinista Mario Peperoni, che accompagnerà il gruppo all’interno del Parco presentando brani di noti compositori in voga nell’epoca del “Viaggio in Italia”, tra cui anche Mozart e Liszt, quest’ultimo particolarmente legato alla città di Tivoli, dove visse a lungo.

Al termine del percorso i visitatori potranno continuare a godere delle bellezze di questo luogo magico gustando un ricco aperitivo allestito presso l’area dei templi dell’acropoli. Poiché le visite guidate verranno organizzate a numero chiuso e saranno effettuate per piccoli gruppi è obbligatoria la prenotazione ai numeri 06.39967701 o 0774.382733. L’ideazione, la realizzazione e l’organizzazione delle serate sono a cura di Pierreci-Codess Coopcultura (www.pierreci.it).

Storia del Parco Villa Gregoriana:

Situato in posizione panoramica ai piedi dell’acropoli romana di Tivoli, il parco vanta un ingente patrimonio naturalistico, nonché importanti testimonianze storico-artistiche. Voluto da papa Gregorio XVI, Parco Villa Gregoriana nacque nel 1835 dalla sistemazione del vecchio letto dell'Aniene, stravolto dalla rovinosa piena del 1826. Con l'apertura del traforo del Monte Catillo l'abitato di Tivoli fu messo al sicuro dalla furia delle acque che, incanalate nel nuovo condotto artificiale, crearono più a valle il maestoso e spumeggiante spettacolo della Cascata Grande, alta oltre 100 metri. Il vecchio letto del fiume divenne la meta di un'ardita passeggiata a strapiombo sulla valle tra sentieri scoscesi, boschi e gallerie, che riemergeva ai piedi dei templi dell'acropoli. Dopo anni di chiusura e abbandono, nel 2002 il parco è stato concesso dallo Stato al FAI, che si è impegnato a intraprendere gli onerosi restauri necessari per la riapertura al pubblico, avvenuta nel maggio 2005.

Orario: - sabato 28 luglio, 4 e 11 agosto: dalle ore 19; - sabato 18 e 25 agosto, 1 settembre: dalle ore 18.30.

Biglietto per la manifestazione (comprensivo di visita guidata e aperitivo): Intero: 15 € a persona; Ridotto (per Iscritti FAI e Gruppi di almeno 12 persone): 12 € a persona.

Per informazioni e prenotazioni: Parco Villa Gregoriana - Call center Pierreci Codess – tel. 06/39967701; 0774/382733

Ingresso da Largo Sant’Angelo (lato cascate). Posti limitati, è obbligatoria la prenotazione

Per maggiori informazioni sul FAI: www.fondoambiente.it

Ufficio Stampa FAI: Elisabetta Cozzi - tel. 02/467615220; e.cozzi@fondoambiente.it

Ufficio Stampa Pierreci - Codess: Leonardo Guarnieri – tel. 06/39080745; leonardo.guarnieri@pierreci.it

]]>
Mon, 30 Jul 2012 08:03:36 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1025-itinerari-musicali-tra-seicento-e-ottocento-a-villa-gregoriana
Visite speciali a Villa Gregoriana con degustazioni di piatti tipici http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1026-visite-speciali-a-villa-gregoriana-con-degustazioni-di-piatti-tipici cascata

Dopo il grande successo delle scorse tre edizioni, il FAI – Fondo Ambiente Italiano e Pierreci-Codess Coopcultura ripropongono al Parco Villa Gregoriana a Tivoli (Roma) un interessante “Viaggio nel gusto”, che permetterà di scoprire cosa mangiavano i nostri antenati, quali alimenti nelle epoche passate venivano utilizzati in cucina e in che modo venivano consumati. Una originale proposta per l’estate, da vivere all’ora del tramonto, immersi nel fascino delle bellezze naturali e delle rovine archeologiche che rendono questo parco uno dei luoghi più suggestivi d’Italia.

La manifestazione, che avrà luogo ogni domenica dal 22 luglio fino al 2 settembre 2012 (22 e 29 luglio; 5 e 12 agosto dalle ore 19.00; 19 e 26 agosto; 2 settembre dalle ore 18.30), offrirà una doppia possibilità: quella di conoscere la storia e l’evoluzione dei gusti e della cucina nel corso dei secoli e, contemporaneamente, di assaggiare alcuni cibi in voga in tempi più o meno vicini. Nel corso delle serate verrà infatti proposta una speciale visita di Villa Gregoriana, durante la quale si parlerà oltre che della storia del parco anche delle abitudini alimentari e del “galateo” in voga nelle diverse epoche, con un focus sugli ingredienti inizialmente utilizzati in cucina e su quelli introdotti in seguito alle variazioni del gusto, alle mode e alle scoperte geografiche. A seguire, il pubblico verrà poi guidato in un’insolita cena-degustazione di cibi “storici”, in cui ogni portata sarà anticipata dall’enunciazione della ricetta originale e da aneddoti e curiosità ad essa legati.

I visitatori avranno quindi l’opportunità unica di assaporare alcuni piatti tipici delle tavole di un tempo, dall’antichità all’età moderna: si passerà ad esempio da un antipasto dell’antica Roma a un piatto medioevale, per proseguire con un gustoso secondo piatto molto in voga nel Rinascimento e chiudere con un dolce ottocentesco. Tutte le portate proposte durante “Viaggio nel gusto” hanno una bibliografia accertata - essendo opera di personaggi molto in vista nella propria epoca – e saranno servite su una tavola apparecchiata con riproduzioni di ceramiche storiche. Poiché queste visite guidate con cena-degustazione sono a numero chiuso e vengono effettuate per piccoli gruppi di persone, è obbligatoria la prenotazione ai numeri 0774.382733 o 06.39967701. L’ideazione, la realizzazione e l’organizzazione dell’evento sono a cura di Pierreci-Codess Coopcultura (www.pierreci.it).

Storia del Parco Villa Gregoriana: Situato in posizione panoramica ai piedi dell’acropoli romana di Tivoli, questo suggestivo parco vanta un ingente patrimonio naturalistico, nonché importanti testimonianze storico-artistiche. Voluto da papa Gregorio XVI, Parco Villa Gregoriana nacque nel 1835 dalla sistemazione del vecchio letto dell'Aniene, stravolto dalla rovinosa piena del 1826. Con l'apertura del traforo del Monte Catillo l'abitato di Tivoli fu messo al sicuro dalla furia delle acque che, incanalate nel nuovo condotto artificiale, crearono più a valle il maestoso e spumeggiante spettacolo della Cascata Grande, alta oltre 100 metri. Il vecchio letto del fiume divenne la meta di un'ardita passeggiata a strapiombo sulla valle che, tra sentieri scoscesi, boschi e gallerie, toccava il belvedere sulla Grande Cascata, penetrava nelle Grotte di Nettuno e delle Sirene, serpeggiava in quello che era stato il letto delle Cascatelle e riemergeva ai piedi dei templi dell'acropoli. Da allora, per tutto l'800, Villa Gregoriana fu tappa di viaggiatori, poeti, artisti, re e imperatori, incantanti dall'artificiosa bellezza del parco. Dopo anni di chiusura e abbandono, nel 2002 il parco è stato concesso dallo Stato al FAI, che si è impegnato ad intraprendere gli onerosi interventi di restauro necessari per la riapertura al pubblico, avvenuta nel maggio 2005.

Orario: - domenica 22 e 29 luglio, 5 e 12 agosto: dalle ore 19; - domenica 19 e 26 agosto, 2 settembre: dalle ore 18.30.

Ingresso (comprensivo di visite guidate e cena-degustazione): Adulti: 40,00 €; Iscritti FAI, Gruppi di minimo 12 persone: 35,00 €.

Per informazioni e prenotazioni: Parco Villa Gregoriana - Call center Pierreci Codess – tel. 06/39967701; 0774/382733

Ingresso da Largo Sant’Angelo (lato cascate). Posti limitati, è obbligatoria la prenotazione

Per maggiori informazioni sul FAI: www.fondoambiente.it

Ufficio Stampa FAI: Elisabetta Cozzi  - tel. 02/467615220; e.cozzi@fondoambiente.it

Ufficio Stampa Pierreci- Codess: Leonardo Guarnieri – tel. 06/39080745; leonardo.guarnieri@pierreci.it

 

]]>
Mon, 30 Jul 2012 08:03:36 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1026-visite-speciali-a-villa-gregoriana-con-degustazioni-di-piatti-tipici
Ladri in casa. Che effetto fa? http://www.anieneonline.com/rubr/psicologia/1024-ladri-in-casa-che-effetto-fa {jcomments on}

psicologia spt

La Costituzione italiana  all'articolo 14 definisce, con una affermazione chiara e perentoria, l’nviolabilità del domicilio un diritto fondamentale per ognuno di noi. Purtroppo sappiamo che la Legge ha dei limiti e talvolta la nostra casa viene violata; quel luogo che fino a quel momento era vissuto come sicuro, accogliente, privato, diviene un insicuro poichè la sua intimità è stata profanata da malfattori ignoti. La casa innanzitutto è il luogo che condividiamo con i nostri familiari; all’interno vi custodiamo oggetti personali, che non hanno solo un valore economico, ma anche un'importante valenza affettiva; in essa viviamo momenti di grande intensità emotiva che riguardano la nostra vita di singolo individuo, di coppia e  di famiglia. Le mura domestiche sono il luogo in cui troviamo rifugio nei momenti di solitudine, silenzio e accoglienza per i nostri pensieri, riposo quando siamo troppo stanchi per affrontare il “mondo fuori dalla porta”. La casa è ciò che ci contiene. Infatti, nel nostro inconscio, come appare nei sogni, nei disegni, nei giochi dei bambini, rappresenta il corpo; è a tutti gli effetti, un prolungamento di noi stessi e per questo ci assomiglia: la arrediamo secondo il nostro particolare gusto, la trattiamo e ne facciamo ciò che faremmo con noi stessi, con la nostra pelle. Essere derubati è una violenza che ha il potere di aprire una profonda ferita perchè i furti sono episodi acuti e imprevisti che hanno sempre un grosso impatto sul benessere psichico di chi li subisce. Dopo i primi momenti in cui prevale l'incredulità e un senso di spaesamento per cui  quanto è accaduto sembra impossibile, poi si alternano sentimenti diversi: impotenza, rabbia, insicurezza e incertezza che possono perdurare anche per lungo tempo provocando un costante stato di allarme, pensieri persecutori, ansia diffusa, insonnia e più semplicemente paura. Non possiamo ingnorare però la “variabilità individuale” per cui se è vero che in alcune persone prevale il senso d’insicurezza e si scatenano livelli importanti di ansia e paura che potrebbero necessitare di un percorso di cura, è altrettanto vero che molte persone riescono a difendersi e reagire riappropriandosi dei propri spazi e mettendo in atto contromisure difensive che hanno la funzione di ristabilire la serenità e di ricostruire quel senso di sicurezza e accoglienza che per noi è necessario per poter dire di sentirci a casa.

“Per chi ha paura, tutto fruscia” (Sofocle)

 

A cura di Marcella Fazzi e Barbara Vecchioni

Studio di Psicologia Tivoli
www.studiopsicologiativoli.it - Tel.0774.335712

]]>
Mon, 30 Jul 2012 07:03:00 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/psicologia/1024-ladri-in-casa-che-effetto-fa
Michael Angelo Batio a Tivoli Rock 2012 http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1021-michael-angelo-batio-a-tivoli-rock Michael-Angelo-BatioAnche quest'anno Tivoli Rock ci sarà! Sabato 28 luglio si terrà in forma privata un concerto del chitarrista statunitense Michael Angelo Batio.

Michael Angelo Batio, detto anche solo Michael Angelo, ha frequentato la Northeastern Illinois University ricevendo la laurea in teoria musicale e composizione ed è considerato uno dei chitarristi più veloci. La rivista Guitar One lo ha votato nel 2003 il più veloce shredder (chitarrista dotato di notevole tecnica e velocità) di tutti i tempi, definendolo un capriccio della natura; più che un uomo, una macchina.
 
Batio ha iniziato a suonare la chitarra a dieci anni, raggiungendo un ottimo livello tecnico nel giro di pochi anni. Mancino di nascita, Batio ha imparato nel tempo a suonare anche con impugnatura destra, e in entrambi i casi premendo le corde sui tasti sia da sotto, sia da sopra (come un pianoforte) con inarrivabile velocità e precisione. I suoi fulminei cambi di chitarra e impugnatura l'hanno reso noto in tutto il mondo, così come la sua capacità di suonare due chitarre contemporaneamente, anche su partiture differenti. È l'inventore della quad guitar, una chitarra con quattro manici a stella, di cui i due inferiori a 6 corde e i due superiori a 7 corde; tuttavia l'unico esemplare di questo modello venne rubato durante un concerto e solo due quarti vennero rinvenuti sul mercato nel 2004, e riconsegnatigli da un fan. Nel 2007 la Dean Guitars, sponsor storico del chitarrista, ha costruito un seconda quad guitar in unico esemplare celebrativo.
 
Forte di una conoscenza totale del suo strumento, Batio è anche inventore di alcuni sistemi elettronici per attenuare i disturbi in uscita dalla chitarra, ottenendo legati e tapping molto precisi. Batio è stato uno dei primi chitarristi in grado di suonare in legato anche con impugnatura sopra il manico e ha anche suonato chitarre a 29 tasti.
 
Ha fatto parte della band di Jim Gillette, in seguito diventati i Nitro, dal 1987 al 1992.

Infoline: 3408645174

]]>
Wed, 25 Jul 2012 09:39:48 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1021-michael-angelo-batio-a-tivoli-rock
Tivoli - Una scuola materna ed elementare agli Arci http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1020-tivoli-una-scuola-materna-ed-elementare-agli-arci

scuola

Un importante passo avanti per la realizzazione della scuola materna ed elementare nel quartiere Arci. La Giunta comunale ha infatti approvato il progetto preliminare di fattibilità, predisposto dall'ufficio tecnico, grazie al quale sarà possibile procedere con la realizzazione della struttura sul terreno di proprietà comunale ricompreso all'interno della "Città dello Sport".

Secondo il progetto saranno realizzati due edifici, di 537 e 394 metri quadrati, in blocchi funzionali assemblati e debitamente certificati. In uno sono previsti aule refettorio, cucina, infermeria, dormitorio, stanza giochi, archivio, magazzino, servizi igienici, segreteria e stanza cambio. Nell'altro aule, infermeria, stanza bidelli, servizi igienici, biblioteca, ufficio preside, segreteria, ricevimento. La struttura inoltre potrà usufruire di un’ampia area destinata a parcheggio garantendo così la massima sicurezza per il traffico automobilistico.

"La realizzazione della scuola materna ed elementare in località Arci rappresenta un importante obiettivo per l'amministrazione comunale - ha commentato il sindaco Sandro Gallotti che ha la delega all’Urbanistica - che va a rispondere alle esigenze dei cittadini che da anni soffrono la mancanza di strutture scolastiche adeguate. Un impegno che l'amministrazione sta mantenendo e vuole portare avanti in tempi celeri per permettere ai bambini e ai ragazzi di usufruire di una scuola all'altezza delle richieste".

"La localizzazione della scuola nei pressi della Città dello Sport - ha commentato l'assessore alla Pubblica istruzione e allo Sport Laura Cerroni - prevede la possibilità di utilizzare le opere di urbanizzazione e i servizi sportivi esistenti, come la palestra, i campi di calcio, la piscina e il Palazzetto, mediante la stipulazione di un apposita convenzione. Un'opportunità di grande interesse per i ragazzi e per la scuola degli Arci destinata a diventare una struttura di primo livello".

]]>
Tue, 24 Jul 2012 15:24:32 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/1020-tivoli-una-scuola-materna-ed-elementare-agli-arci
Affile: i personaggi illustri http://www.anieneonline.com/component/content/article/168-comuni-della-valle-dell-aniene/1019-affile-i-personaggi-illustri Affile ha dato i natali a numerosi personaggi che si sono distinti nel campo militare, della letturatura, della politica, della medicina, dell'arte, della musica e della religione.

I personaggi illustri di Affile sono:

  • Lucio Affilano
  • Marco Valerio Admeto
  • Persio Floriano
  • Quirico
  • Rutilio Scotti
  • Cesare Catarinozzi
  • Giuseppe Catarinozzi
  • Giovanni Catarinozzi
  • Bartolomeo Titocci
  • Padre Domenico Mosetti
  • Sante De Sanctis
  • Don Salvatore Marsili
  • Ignazio De Romanis
  • Rodolfo Graziani
  • Vittorio Puccinelli
  • Monsignor Giovanni Rossi
  • Giulio Cesare Graziani 

Lucio Affilano è appartenuto alla “Tribù Aniense”, fu cavaliere e luperco designato. In suo onore e per i suoi meriti, gli fu realizzato un monumento a spese pubbliche.

Marco Valerio Admeto fu ambasciatore dei pretori e dei consoli romani. Vicino alla Chiesa cattedrale esiste una lapide eretta dalla figlia Valeria Quinta e dalla moglie Valeria Simferusa a Marco Valerio Admeto, Viatore (battistrada) del pretore e del console.

Persio Floriano fu illustre Capitano di ventura del XV secolo, un valoroso condottiero e capitano di eserciti mercenari al soldo di principi dell'epoca, soprattutto stranieri. Teatro delle sue imprese fu in particolar modo l'Ungheria.

Quirico, noto anche come Chirico di casa Monaci, fu pittore di grande talento a cui, l'abate commendatario del Monastero sublacense, affidò la decorazione degli interni della Rocca Abbaziale di Subiaco. Morì durante il pontificato di Clemente VII Medici (1523-1534).

Rutilio Scotti si  definiva "Pittore e Cosmografo", discendente da una famiglia di letterati vissuto a cavallo dei secoli XVI e XVII, fu anche scrittore e poeta. Amò tanto questa sua terra da dedicarle numerosi scritti. Al 1600 risale la testimonianza scritta di Rutilio Scotti, in cui descriveva la bontà del vino Cesanese ma anche le sue caratteristiche medicamentose. Uno dei suoi scritti fu “Descrittione et historia dell'Abbadia di Subiaco". La copia manoscritta, redatta nel 1615, ma mai stampata, è conservata nella Biblioteca Apostolica Vaticana.

Cesare Catarinozzi (1660-1743) fu un famoso e geniale costruttore di organi, tanto da meritarsi l’appellativo di "Stradivari dell’organo". Egli operò principalmente nelle chiese e nelle cattedrali dell'Italia centromeridionale. Fu fabbricatore di molti organi come quelli della cattedrale di Santa Scolastica di Subiaco, quello della chiesa di Sant’Anna dei Lombardi (Santa Maria di Monteoliveto) a Napoli, quello monumentale del Monastero Benedettino di Montecassino del 1697, quello della Cattedrale di Anagni e quello maggiore della Basilica di Santa Maria Maggiore a Roma. Fu l’inventore di un tonometro che serviva (1858) come regolatore per tutti i fabbricanti di organi d’Europa.

Giuseppe Catarinozzi(1628-1684) fu il capostipite della famiglia affilana. Giuseppe, padre di Cesare, si formò con Bonifazi Ennio di Cerreto di Spoleto, già celebre costruttore di organi in Roma, di cui ne rilevò il laboratorio e la nomina a vita di "custode dell’organo di Santa Maria in Aracoeli". Di Giuseppe Catarinozzi è la costruzione dell’organo della Chiesa di Santa Maria in via Lata a Roma (in via del Corso), realizzato nel 1652.

Giovanni Catarinozzi  fu l'ultimo della dinastia dei celebri costruttori di organi, a cui si deve la costruzione dell’organo della Cappella della Cattedrale di Anagni e alla cui scuola si formarono molti allievi, tra i quali gli Spadari e i Gaetani di Affile, attivi e famosi organari fino al 1857. Tale fu la fama raggiunta dalla famiglia Catarinozzi che ancora oggi alcune parti dell’organo vengono chiamate con il loro nome "Registro Principale Catarinozzi".

Sempre ai Catarinozzi si fa risalire anche l’organo della chiesa parrocchiale di Santa Felicita Martire di Affile del XVII secolo. A questi geniali costruttori si deve anche l’invenzione di un particolare meccanismo detto "tiratutti", presto imitato ed usato dagli altri costruttori di organi: meccanismo che permette all'organista di inserire o disinserire in una sola mossa tutte le file.

Bartolomeo Titocci fu professore di clinica chirurgica all'università di Roma e primario all’ospedale di San Giacomo in Augusta. Per primo tentò la resezione del mascellare inferiore. Fu iscritto e frequentò le principali Accademie d'Europa. Morì nel 1849.

Padre Domenico Mosetti assunse il titolo di Provinciale degli Scolopi, fu insegnante di lettere a Firenze. Letterato ed oratore insigne, divenne presto noto nel campo degli studiosi.

Sante De Sanctis, vissuto verso la fine del XVI secolo, fu un letterato e segretario e consigliere privato del cardinale Marc'Antonio Colonna di Palestrina.

Don Salvatore Marsili  fu abate benedettino, pioniere del movimento liturgico italiano post-concilio, fondatore dell’Istituto liturgico all’ateneo S. Anselmo, fu professore di teologia liturgica alle università lateranense e gregoriana ed insigne scrittore di opere di spiritualità, dal 1978 fu presidente dell’Associazione Professori di Liturgia.

Ignazio De Romanis fu Vicario generale della Diocesi di Palestrina.

Il Maresciallo d'Italia Rodolfo Graziani (1882-1955) fu tra i maggiori protagonisti dei burrascosi eventi del periodo incluso tra i due conflitti mondiali. Nato a Filettino, si spense ad Affile.

Vittorio Puccinelli (1890-1951) fu primario chirurgo dell'Ospedale San Giovanni di Dio di Firenze e poi al Policlinico Umberto I di Roma. Fu professore aggregato alle Università di Firenze e di Roma, incaricato di Patologia Chirurgica a Roma. Vittorio Puccinelli ha dominato l’intero campo della chirurgia, ma soprattutto quello della chirurgia addominale, a cui ha contribuito con uno straordinario numero di interventi e numerose pubblicazioni. Insieme a suo fratello Angelo fu medico privato di Benito Mussolini.

Monsignor Giovanni Rossi fondò la Cassa Rurale, l'Asilo infantile e l'Orfanotrofio "Teresa Puccinelli Felici".

Giulio Cesare Graziani (1915-1998) nato ad Affile e morto a Roma. Fu Medaglia d'Oro al Valor Militare. Generale e pilota di caccia, aerosiluranti e bombardieri durante la seconda Guerra mondiale. Una targa posta a Roma recita “Eroe della II guerra mondiale e della guerra di liberazione nazionale”

Torna alla pagina di Affile

 

 

 

 

 

]]>
Tue, 24 Jul 2012 08:57:38 GMT http://www.anieneonline.com/component/content/article/168-comuni-della-valle-dell-aniene/1019-affile-i-personaggi-illustri
Miss Terme Lazio 2012: la finalissima a Tivoli Terme http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1018-miss-terme-lazio-2012-la-finalissima-a-tivoli-terme miss-terme-lazio-2012

Nella splendida cornice delle Terme Acque Albule, a Tivoli Terme, si è tenuta la selezione delle tre Miss che parteciperanno alla finalissima del 13 settembre prossimo per l’elezione di Miss Terme Lazio 2012.

Si confronteranno con le Miss selezionate nelle strutture Termali di: Fiuggi, Cotilia, Viterbo, Cretone, Vescine, Orte e Pompeo.

Davanti a oltre 400 persone si sono svolte le selezioni delle 22 ragazze in gara. Sono state valutate da una giuria composta dall’ Assessore alle Attività Produttive e Turismo di Tivoli, Vincenzo Tropiano; dal regista cinematografico, Francesco Felli; dalla ballerina professionista e attrice, Federica Lardo; dal presidente del Rotary Club, Moreno Guerrini; dal Direttore delle Terme di Roma, Franco Mannu.

Le prime tre classificate che disputeranno la finale sono: Chiara Cubeddu, 20 anni, di Tivoli; Martina Cerlenizza, 21 anni, di Tivoli; Isabel Vinci, 16 anni, di Guidonia Montecelio.

“Abbiamo registrato una notevole presenza di pubblico – sottolinea Fabio Proietti, Presidente della Associazione Culturale e di Promozione Sociale L’Alberone, delegato dal Comune di Tivoli a organizzare l’evento –. Ci tengo, in particolar modo, a ringraziare tutti gli intervenuti, le ragazze che si sono iscritte alla selezione, e tutti i collaboratori che si stanno prodigando per la riuscita del concorso”

]]>
Mon, 23 Jul 2012 11:28:45 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1018-miss-terme-lazio-2012-la-finalissima-a-tivoli-terme
L’arte pittorica di Zhou Zhiwei alle porte di Roma http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1017-l-arte-pittorica-di-zhou-zhiwei-alle-porte-di-roma zhou-zhiwei

Da Venerdì sera 27 luglio, nel Palazzo Baronale del borgo medievale di Torrita Tiberina (RM), apre la mostra personale del maestro pittore ZHOU ZHIWEI per celebrare le olimpiadi di Londra 2012.

Dopo il successo delle sue precedenti esposizioni all’estero, la Cooperativa le Mille e una notte è lieta di ospitare da 27 luglio 2012, nella sede del Palazzo Baronale nello splendido borgo medievale di Torrita Tiberina a pochi chilometri a nord di Roma, l’arte pittorica maestro pittore ZHOU ZHIWEI.

ZHOU ZHIWEI nato a Shangai nel 1954, si dedica alla pittura dall'età di 9 anni. Allievo di due famosi pittori cinesi ,Yu Yun-jie e Liu Kemin, ha completato gli studi presso l'Accademia di Belle Arti di Shangai. Risiede in Italia dal 1980 dove ha frequentato i grandi maestri contemporanei quali Pietro Annigoni , Giacomo Manzù e Gregorio
Sciltian. A Roma ha perfezionato la sua tecnica pittorica principalmente presso lo studio di Riccardo Tommasi Ferroni, uno dei maestri del citazionismo contemporaneo.

La mostra è organizzata dalla Cooperativa Le Mille e una notte e curata da Debora Pitruzzello in collaborazione con l’Associazione Italia Mongolia Interna “Caravanserai” e la ProLoco di Torrita Tiberina.

La Cooperativa Sociale Le Mille e una Notte nasce nel 1996 da un’equipe eterogenea di animatori e educatori. La cooperativa svolge numerose attività in particolare con Roma Capitale,con la Provincia di Roma e la Regione Lazio, gestisce da diversi anni il Ristorante e Casa per Ferie “Palazzo Baronale” di Torrita, progetta, gestisce ed
esegue attività di formazione rivolte ai docenti, visite guidate storico artistiche, laboratori teatrali e didattici, campi scuola, assistenza scolastica e domiciliare, laboratori per i diversamente abili, e attività di promozione turistica, gestisce centri aggregativi per pre-adolescenti e adolescenti, centri ricreativi estivi, organizza eventi e manifestazioni di piazza e le tante occasioni di raccolta fondi e di solidarietà.

L’Associazione “Caravanserai” si occupa di scambi culturali ed artistici con la Repubblica Popolare Cinese in particolare con la Mongolia Interna, ha sede a Roma e Pechino. Nel 2007 su invito del governo della Mongolia Interna per l’ anniversario dei sessanta anni della sua regione autonoma , l’associazione ha organizzato una mostra
di artisti italiani nel museo Nazionale d’Arte Contemporanea di Bao Tou dal titolo la Bellezza della Visione. Il successo di questo evento ha portato la partecipazione dell’associazione all’organizzazione della sezione internazionale della grande mostra tenutasi in occasione delle Olimpiadi di Beijing “Olympic Fine Arts”.

L’allestimento della mostra negli spazi del Palazzo Baronale, è stata ideata e progettata da Debora Pitruzzello.

L’evento di Torrita Tiberina prevede anche, per sabato 27 luglio alle ore 21.00 il concerto live dell’orchestra di musica jazz “I PerdiFiato”.

Durante lo svolgimento dell’ evento inaugurale e del concerto musicale è prevista una cena all’aperto in piazza, nel borgo medioevale ad un costo fisso.

E’ gradita la prenotazione.

Per informazioni alla stampa e prenotazioni: Debora Pitruzzello tel.328.6948008 email: debora.pitruzzello@gmail.com

]]>
Mon, 23 Jul 2012 11:05:39 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1017-l-arte-pittorica-di-zhou-zhiwei-alle-porte-di-roma
Moratoria dei mutui per i privati http://www.anieneonline.com/rubr/fiscale-e-tributaria/1016-moratoria-dei-mutui-per-i-privati fiscale

Per le famiglie italiane in difficoltà economica è oggi possibile richiedere la moratoria dei mutui. La misura frutto dell’accordo tra l’Associazione bancaria italiana (ABI) e le associazioni dei consumatori consente ai mutuatari di ricevere un aiuto della banca creditrice. Grazie alla moratoria è possibile sospendere fino a 12 mesi la rata del mutuo. In cambio bisognerà pagare in differita gli interessi maturati nel frattempo, oppure sospendere il rimborso della sola quota capitale. In sostanza si allunga la durata del mutuo di un anno o si corrispondono i soli interessi alla banca.

 Fino al 31 luglio 2012 è possibile richiedere la sospensione per almeno 12 mesi e per una sola volta, del pagamento delle rate di mutui aventi determinate caratteristiche intestati a persone fisiche che presentino un reddito imponibile non superiore a 40.000 euro l'anno e che abbiano subito o subiscano, nel periodo dal 1 gennaio 2009 al 30 giugno 2012, eventi particolarmente negativi quali:

" morte o insorgenza di condizioni di non autosufficienza: (con assunzione, nel secondo caso, della qualifica di portatore di handicap grave ai sensi dell'art. 3, comma 3, delle Legge 5 febbraio 1992, n. 104, ovvero di invalido civile in misura pari almeno all'80%);
" perdita dell'occupazione: o per cessazione del rapporto di lavoro subordinato, ad eccezione delle ipotesi di risoluzione consensuale, di risoluzione per limiti di età con diritto a pensione di vecchiaia/anzianità, di licenziamento per giusta causa o giustificato motivo soggettivo, di dimissioni del lavoratore non per giusta causa;o per cessazione dei rapporti di lavoro di cui all'art. 409, n. 3 c.p.c. (rapporti di agenzia, di rappresentanza commerciale ed altri rapporti di collaborazione che si concretino in una prestazione di opera continuativa e coordinata, prevalentemente personale, anche se non a carattere subordinato) ad eccezione delle ipotesi di risoluzione consensuale, di recesso datoriale per giusta causa, di recesso del lavoratore non per giusta causa;
" provvedimenti limitativi dell'occupazione con richiesta di misure di sostegno al reddito: per sospensione dal lavoro o riduzione dell'orario di lavoro per un periodo di almeno 30 giorni, anche in attesa dell'emanazione dei provvedimenti di autorizzazione dei trattamenti di sostegno del reddito (CIG; CIGS; altre misure di sostegno del reddito, c.d. ammortizzatori sociali in deroga; contratti di solidarietà).

L'Accordo trova applicazione a fronte di mutui con ipoteca su immobili residenziali accesi per l'acquisto, la costruzione o la ristrutturazione dell'abitazione principale, di durata originaria superiore a 5 anni e di importo originario fino a 150.000 euro. Per quanto riguarda la tipologia di tasso di interesse contrattuale sono compresi i mutui a tasso fisso, variabile, o misto e mutui a piano elastico (con tasso variabile, rata costante e durata variabile).

Sono inclusi inoltre i mutui:
" cartolarizzati e quelli interessati da operazioni di covered bond,
" rinegoziati, anche ai sensi del D.L. n. 93/2008,
" trasferiti in forza di operazioni di portabilità ai sensi del D.L. n. 7/2007,
" accollati anche a seguito di frazionamento.

Sono invece esclusi i mutui:
" che fruiscono di agevolazioni pubbliche (contributi in conto interessi/capitale o provvista agevolata);
" a fronte dei quali sia stata stipulata un'assicurazione a copertura del rischio, purchè tali assicurazioni siano già operative e coprano parte dell'importo o l'intero importo delle rate oggetto della sospensione e siano efficaci nel periodo di sospensione stesso;
" a fronte dei quali il mutuatario abbia già usufruito di meccanismi di sospensione offerti dalla propria banca o per una delle misure pubbliche esistenti (nazionali/ locali)
" con ritardo nei pagamenti superiori a 90 giorni consecutivi al momento della presentazione della domanda da parte del mutuatario.

In caso di diniego ad accedere al beneficio della sospensione a causa della non sussistenza dei requisiti previsti, la Banca ti comunicherà le relative motivazioni entro il termine di 15 giorni lavorativi dalla presentazione della domanda corredata dalla documentazione completa; in assenza di comunicazione nel termine sopra indicato, la domanda si intenderà accolta. In caso di accoglimento della richiesta, la sospensione è operativa entro 45 giorni lavorativi dalla data di accoglimento.

 

]]>
Mon, 23 Jul 2012 10:53:53 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/fiscale-e-tributaria/1016-moratoria-dei-mutui-per-i-privati
I sapori del territorio in tre piazze di Roma e nelle enoteche della città. http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1015-i-sapori-del-territorio-in-tre-piazze-di-roma-e-nelle-enoteche-della-citta provinciameraviglie

Roma&Più mette in mostra i prodotti del territorio. L’olio della Sabina, il pane di Genzano e Lariano, porchetta e insaccati vari, formaggi caprini della valle dell'Aniene, oltre ai vini dei Castelli e di Olevano saranno protagonisti in tre piazze della Capitale: piazza Don Bosco, piazza Santa Eurosia e l'Econoteca Provincia Romana al Foro Traiano.

"E' solo il primo di un ciclo di eventi - ha spiegato il presidente Nicola Zingaretti – Bisogna reagire alla crisi, affrontare il grande tema che riguarda anche i consumi delle famiglie. In questo modo sosteniamo la rete di piccole e medie imprese del territorio che hanno cominciato a puntare sulla qualità ma che da sole non possono farcela”.

"Si tratta di un'iniziativa dedicata ai prodotti del territorio - ha aggiunto l’assessore all’Agricoltura Aurelio Lo Fazio - che rappresentano un settore trainante per la crescita e lo sviluppo. Da qui la scelta di 'sbarcare' nelle piazze di Roma, anche della periferia". 

]]>
Mon, 23 Jul 2012 10:42:09 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1015-i-sapori-del-territorio-in-tre-piazze-di-roma-e-nelle-enoteche-della-citta
FONTANONESTATE http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1014-fontanonestate FONTANONESTATE
Diciassettesima edizione
22 giugno – 9 settembre 2012

Giardino della Fontana dell’Acqua Paola al Gianicolo
via Garibaldi 30 – ROMA


La manifestazione è realizzata con il sostegno di Roma Capitale - Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico.



PROGRAMMA DAL 23 AL 29 LUGLIO


Lunedì 23 luglio
4:48 PSYCHOSIS

di Sarah Kane
traduzione di Barbara Nativi
con Elena Arvigo
regia di Valentina Calvani
produzione M15 e SantaRita Teatro
musiche: Susanna Stivali
scene, costumi e disegno luci: Elena Arvigo e Valentina Calvani
distribuzione: Codici Sperimentali

L’ultimo testo di Sarah Kane, drammaturga inglese contemporanea. I suoi testi sono stati tradotti e messi in scena in tutto il mondo. Questa lettura di 4.48 Psychosis non vuole essere uno spettacolo sulla follia.
Uno spettacolo luminoso, un inno alla vita, nonostante la consapevolezza del suo essere effimera e sfuggevole.

“Elena Arvigo ci riconsegna il testo-testamento di Sarah Kane in una formula evocativa tenerissima “(r.d.g.)

-------------------------------------------------------------------------

Martedì 24 luglio
RaeP – racconto del presente

di Mauro Santopietro
con Tiziano Panici, Sina Habibi e Mauro Santopietro
produzione: Ar.Tè Stabile di Innovazione
scene digitali: Andrea Giansanti
musiche eseguite dal vivo: Sina Habibi
tecnico luci/ light design: Alessandro Calabrese

Il tema affrontato è molto attuale: il lavoro. Il problema della sicurezza “del” e “nel” lavoro.
Problema visto dagli occhi di un operaio deceduto sul proprio posto, ma soprattutto dagli occhi di uno studente imbrigliato nelle redini di un sistema che non offre garanzie. Attraverso un lungo Rap le rime recitate da Tiziano Panici e Mauro Santopietro verranno colorate dagli ambienti visivi realizzati da Andrea Giansanti e dalle note composte e eseguite dal vivo da Sina Habibi. La trama prende spunto da due articoli di cronaca. Dalla relazione dei due personaggi emergerà l’impossibilità per la nostra società di risolvere i problemi senza far appello all’aggregazione.

-------------------------------------------------------------------------

Mercoledì 25 luglio
O DI UNO O DI NESSUNO

di Luigi Pirandello
con Silvia Brogi, Felice Della Corte, Paolo Perinelli, Alioscia Viccaro
adattamento e regia di Claudio Boccaccini
produzione: ASSOCIAZIONE CULTURALE NOSTOS
costumi: LUCIA MIRABILE
tecnico luci/fonico: MARZIA VERDECCHI

O di uno o di nessuno è una commedia in tre atti scritta da Luigi Pirandello nella primavera del 1929 e rappresentata per la prima volta al Teatro di Torino il 4 novembre dello stesso anno dalla Compagnia Almirante-Rissone-Tofano. È tratta dall'omonima novella dello stesso autore.
Commedia divertente, dai tratti a volte grotteschi, ci mostra un Pirandello ancora una volta alle prese con le bizzarrie della mente umana, sempre in bilico tra l’essere e l’apparire, tra immagine pubblica e immagine privata.
Curiosamente il triangolo amoroso di cui si parla in quest’opera non è quello classico “lui-lei-l’altro”, tipico di altri lavori pirandelliani quali Vestire gli ignudi, Non si sa come, La morsa, etc..
In O di uno o di nessuno il “trio” è formato da due uomini legati da morbosa amicizia e da una donna a fungere da amante per entrambi. Proprio questa particolarità renderà la vicenda densa di affascinanti, divertenti, imprevedibili sviluppi, tanto da essere ritenuta una delle commedie più moderne di tutta l’opera pirandelliana.

-------------------------------------------------------------------------

Giovedì 26 luglio
Elisabetta de Vito in
VISSI PER MARIA, la vita di Maria Callas raccontata dalla governante Bruna

di Roberto D’Alessandro
soprano Elena Jador Braschi
regia di Ciro Scalera
produzione: Nuova Compagnia di Teatro Luisa Mariani
scene e costumi: Ciro Scalera
musiche: repertorio di Maria Callas
tecnico luci/ light design: Paky De Cosmis

Elisabetta De Vito, candidata su “Class Life” al Premio Le Maschere 2012 come migliore interprete di monologo per il successo conseguito durante la performance Vissi per Maria. La vita di Maria Callas raccontata dalla sua governante Bruna, allestita nella passata stagione alla Casina delle Civette nei Musei di Villa Torlonia, è la fedele testimone della vita della Divina.
In un’atmosfera intima, la governante Bruna ci introduce alla vita della grande cantante lirica attraverso i rituali della sua esistenza. La sua genuina semplicità riesce a cogliere la fragilità e la sensibilità dell’artista Maria Callas in una visione che va oltre il mito.
La narrazione mette così a nudo le manie, le esigenze, gli amori di un leggendario personaggio dandoci la sensazione di averla veramente conosciuta, quasi da dimenticare l'immagine più nota, quella del palcoscenico. Il sentimento di affetto sincero della governante ci rivela la personalità densa e complessa di un essere umano consumato da insicurezze e dubbi, gli stessi di una donna di oggi e di ogni tempo.

-------------------------------------------------------------------------

Venerdì 27 / Sabato 28 luglio
LA VITA A RATE

Reading teatrale
con Paolo Triestino, David Sebasti, Lydia Giordano e Elena Fazio
regia di Paolo Triestino
produzione: Neraonda srl
tecnico luci/ Light design: Gabriele Boccacci

Un mondo futuro, ma non troppo. Un mondo dove si paga tutto, a rate. Non solo le cose che prima o poi si possiederanno davvero, ma anche il sole, l’aria, i sentimenti, persino i saluti dei vicini. Dove, se vuoi, puoi acquistare una notte di sole e sarà sole solo per te. Uccelli che volteggiano anche se nessuno li ha pagati, loro sì liberi. I dolci sono il cibo preferito. Anche l’aria è dolce ma la primavera non si decide ad arrivare.E se un giorno una giovane coppia di successo venisse posta dinanzi all’obbligo di scegliere cosa davvero è indispensabile e cosa si può eliminare? Di cosa davvero abbiamo bisogno per vivere?

Una commedia agra, in anteprima per il Fontanone Estate, dalla penna di un attore che per la prima volta si cimenta con la scrittura.

-------------------------------------------------------------------------

Domenica 29 luglio
Giancarlo Fares in
SERAFINO GUBBIO, OPERATORE

di G.Cardinali/G.Fares/S.Greco Valerio
ispirato a I quaderni di Serafino Gubbio operatore di Luigi Pirandello
con Daniele Romeo (chitarra classica) – Alberto Calligaris (Tastiera)
regia: Giancarlo Fares, Sara Greco Valerio
produzione: Ass. Cult. Cinqueanelli
musiche di Daniele Romeo

Raccontare, con le tecniche del teatro di narrazione, la storia di Serafino Gubbio, operatore di una casa cinematografica.
“Sono operatore. Ma veramente, essere operatore, nel mondo in cui vivo e di cui vivo, non vuol mica dire operare. Io non opero nulla.”
La storia di un uomo capace ancora di osservare, di guardarsi attorno. E con la sua, la storia di tanti altri uomini, personaggi ironici e amari, tra Pirandello e l’oggi.
Serafino registra con lo sguardo meccanico di una macchina da presa sottolineando la dimensione nascosta alla macchina: l’oltre. Un oltre che sfugge all’impassibilità della manovella che gira, ma non sfugge all’occhio umano che dietro quella nera macchina si nasconde.
Un racconto che da grande sarà una sceneggiatura!

-------------------------------------------------------------------------

FontanonEstate 2012

Sito ufficiale: www.fontanonestate.it

Direzione artistica: Enzo Aronica, Riccardo Barbera e Roberto Della Casa

Prezzi biglietti:
intero: 18 euro - ridotto: 12 euro
Per lo spettacolo del 9 agosto: intero 20 euro - ridotto 15 euro

Biglietteria aperta tutti i giorni dalle 18.
Inizio spettacoli fino al 10 agosto alle ore 21:15 e dal 23 agosto al 9 settembre alle ore 21.

Info e prenotazioni:
06.5883226 - info@fontanonestate.it

Ufficio Stampa: Elisabetta Castiglioni
06 3225044 – 328 4112014 – elisabetta@elisabettacastiglioni.com

]]>
Mon, 23 Jul 2012 10:39:20 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1014-fontanonestate
Il pulman dei sogni di Mercuzio http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1013-il-pulman-dei-sogni-di-mercuzio mercuzio

Il Festival VOLTERRAteatro2012 andrà in scena con MERCUZIO NON VUOLE MORIRE, spettacolo teatrale della Compagnia della Fortezza diretto dal regista Armando Punzo.
Uno spettacolo che coinvolge tutti quelli che vogliono partecipare come spett-attori, senza alcun limite di età. Il Pulman dei sogni di Mercuzio è in partenza da Tivoli, un appuntamento dedicato a tutte le persone che hanno un sogno. Partenza alle ore 7.00 in punto dal piazzale del cimitero, sabato 28 Luglio 2012. LACHIAVEDELSOL, associazione culturale che lavora sul territorio di Tivoli dal 2006, propone un viaggio originale non solo per assistere ad uno spettacolo unico nel suo genere che si svolgerà all' interno del Carcere di Volterra ma anche per visitare la città d'arte. Inoltre i partecipanti saranno coinvolti nei set collettivi allestiti nella città, insieme alla Compagnia della Fortezza e a tutti gli artisti che hanno aderito al Festival di Volterra 2012.
Tiziana Colagrossi Segnalini, ha ideato una performance viaggiante in collaborazione con Carte Blanche, pensata per coinvolgere gli amici di Mercuzio! Attualmente è impegnata nella realizzazione dello spettacolo Mercuzio non vuole Morire con la Compagnia del Carcere di Volterra. "Lascia a casa tutto e porta un sogno-stella !" Queste le parole di Tiziana che torna sulla strada dell'arte e che attenderà a Volterra con la Compagnia della Fortezza l' arrivo degli amici da Tivoli.
Ma chi è Mercuzio? Il personaggio ricreato dal maestro Armando Punzo, è l' amore, la poesia, l' arte, il pensiero liberato da ogni prigione è un progetto straordinario, per la forza delle sue idee e per la potenza dei processi creativi che ha saputo innescare. Un vero e proprio movimento di pensiero creativo, quindi, tumultuoso e irrefrenabile, al quale stanno dando la propria adesione, insieme, grandi artisti e comuni cittadini. Per sostenere e far crescere questo Mercuzio i suoi amici possono tenerlo in vita portando un sogno, una stella. Da Tivoli abbiamo tracciando il percorso Costellazione Mercuzio. Mercuzio non vuole morire sarà l' occasione di donare al poeta la linfa vitale che gli permetterà di sfuggire alla triste prigione del destino della tragedia di Romeo e Giulietta. Una metafora di morte, di violenza sull'amore, sull'arte, la cultura, la poesia, la musica, la libera creatività di ogni individuo.
Cosa succede nella città di Volterra durante il Festival oltre allo spettacolo teatrale
Saranno attivi nella città di Volterra 10 laboratori artistici gratuiti condotti da professionisti del settore: Antonio Viganò, Massimo Donato del Centro Teatrale Umbro, Michela Lucenti e Maurizio Camilli, Alessandro Fantechi, Marco Pasquinucci e Paola Consani, Gianni Gronchi, Enrico Deotti, Giulia d'Ongaro, Pietro Floridia, Massimo Marino, Lavinia Baroni, Renato Frosali Stefano Vaia, Enrico Pantani, Sandra Burchi, Susanna Manchetti, Giuseppangiela Campus.
Laboratori come li abbiamo sempre voluti, di musica e creazioni originali: Accademia della Musica Volterra, Apparenti stonature, Centro danza Classica Volterra, Corale Puccini, Il coretto dei Pinguini, Filarmonica Pomarance, Gruppo l' avventura Colorata, Sbandieratori Volterra, LeC, Pianeta Fitnes, Quartiere tamburi, Rioni Volterra, Chiapiumevolerà, Corsara Teatro, Teatro la ribalta, Il Minotauro, Il teatro dell' argine, Il teatrino Giullare, Le isole comprese Teatro, teatro delle Ariette, Centro Teatrale Umbro, Officine Papage, Manovalanza Teatro, Mattatoio sospeso, Circus Sbandando, Apav Valdicecina, Balestieri, Compagnia PIC Nic. Mercuziario, Massimo Marini con Il teatro della leggerezza pensosa. Inteventi di Lidia Riviello, Erika Manoni, Giacomo Trinci, Roberto Veracini. Mercuzio sempre di Maurizio Parrini- Carlo Infante Performing media lab
Mercuzio Night ore 22.00 piazza dei Priori. LA FESTA DEI CAPULETI
Grande festa in maschera, una gara di eccessi e personaggi stravaganti con acconciature bizzarre e costumi eccentrici.
Le città coinvolte
BOLOGNA, POMARANCE, MONTECATINI, VOLTERRA, TIVOLI, COSENZA.
Il viaggio di Mercuzio on the road: le tappe, i set, il programma.
 
Partenza da Tivoli, sosta a Magliano Sabina e arrivo a Volterra.
Durante questo viaggio di Mercuzio on the Road il gruppo potrà ricreare alcune scene dei set come da indicazioni stabilite, si potrà inoltre scrivere un diario di bordo, leggendo i testi ,ma anche portando i propri pensieri di viaggio. Sul pulman, amici dell’associazione lachiavedelsol ma anche giovani creativi, musicisti, artisti, tutti arrivati con la propria valigia di sogni.
COSA PORTARE NELLA VALIGIA DEI SOGNI E PERCHE'
Una rosa rossa, una valigia di sogni, un libro, un costume, una maschera.
Gli oggetti saranno utilizzati per partecipare ai set di massa e alla festa di fine ciak!
 
Partenza da Tivoli - piazzale dal cimitero ( SET IL GIORNO DELLA PARTENZA: portare una valigia, possono partecipare tutti senza limite di età )
Viaggio a bordo sarà compilato un Diario di Bordo. ( SET LE GIULIETTE: portare una rosa, un fiore, possono partecipare i ragazzi )
Sosta Magliano Sabina per raccogliere i Mercuzi lungo la strada. ( SET I LIBRI, portare un libro, odiato, amato, cercato, desiderato, pensato, possono partecipare tutti senza limiti d'età )
Arrivo a Volterra ore 14.00, Porta a Selci, accesso al Carcere della Fortezza.
 A bordo del pulman viaggerà l' artista Piero Fantastichini che porterà una valigia di stelle - chip, per Mercuzio. Una Performance d'arte contemporanea precedentemente in mostra all' ultima Biennale di Venezia 2011: La striscia di stelle. (partner: Fondazione Piero Fantastichini)
“…spazio e tempo si compenetrano. Nell'opera di Fantastichini, desiderio e realtà si riavvicinano. La conoscenza e l'esperienza profonda di questa fredda verità della fisica si ricongiungono alla saggezza degli Aborigeni, che sanno da sempre che il nostro principale compito consiste nel sognare bene il mondo, non nel subirlo. Come raccomanda Voltaire nel Candide, "impegniamoci a pensare bene", poiché è ormai da questo impegno che nascerà la realtà. La stella/chip ci propone una delle possibili strategie di questo nuovo modo di pensare…” Derrick de Kerckhove, 2001.
Inoltre tra i viaggiatori: Lorenzo di Lorenzo, compositore musicista, Domenico Bulla, musicista e Davide di Mieri cantautore e socio fondatore dell'Ass.lachiavedelsol-Musica che crea Futuro.
 
 
Collaborano al progetto:
 
Andrea Medri, Priscilla Pallante fotograferanno i volti degli amici Mercuzi in partenza da Tivoli.
Claudio Orfei sarà la voce di "Mercuzio on the road". Arianna Angelucci, raccoglierà le parole e i pensieri di viaggio degli amici di Mercuzio. Chiara Battisti, trucco e costumi.
 
INFO:
Carte Blanche - Centro Teatro e Carcere di Volterra
Tel. 0588.80392 - e-mail: info@volterrateatro.it - www.volterrateatro.it

]]>
Wed, 18 Jul 2012 17:21:12 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/1013-il-pulman-dei-sogni-di-mercuzio
Appuntamento con la storia della nostra città per la Filarmonica di Tivoli http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1012-appuntamento-con-la-storia-della-nostra-citta-per-la-filarmonica-di-tivoli filarmonica

Il 14 Luglio scorso, infatti, l’Orchestra si è esibita all’interno della Villa d’Este, capolavoro del giardino italiano ed inserito nella lista UNESCO dei patrimoni mondiali da proteggere. Il concerto si è svolto all’interno dello spazio antistante la Fontana della Civetta. Spazio che sembra disegnato apposta (e chissà che non lo sia stato davvero) per l’esibizione di un’orchestra sinfonica di medie dimensioni.

Puntuale, all’ora stabilita, l’Orchestra si prepara alla liturgia del concerto: vestiti curati, scarpe lucide e capelli impeccabili. A voler leggere dentro gli sguardi concentrati degli orchestrali che si accomodano per accordare gli strumenti, traspare la tensione dell’evento importante, quella carica che sta per trasformarsi in melodie immortali. Il pubblico presente percepisce la tensione che sale e, come per incanto, il silenzio trasforma una bella serata estiva in un evento carico d’emozione.

A far da padrona di casa la brava Stefania Salvi, che dà il benvenuto al pubblico ed introduce l’Orchestra con il suo Direttore, il maestro Francesco Romanzi.

La prima parte del concerto è all’insegna dell’eleganza ereditata da geni del calibro di Mozart, Schubert, Brahms, Mascagni, Alessandro Marcello e Ravel mentre nella seconda parte vengono eseguite alcune delle più belle colonne sonore di sempre: Morricone, Rota, Zimmer e Jones & Edelmann. Dopo due richieste di bis (un valzer di Shostakovich ed una musica Yiddish), i prolungati applausi del pubblico vanno a concludere in bellezza una serata che ha avuto per protagonista una sorprendente realtà del territorio tiburtino. Questa orchestra, infatti, formata da musicisti che vanno dai 14 ai 50 anni, è nata meno di un anno fa, ma sembra avere le carte in regola per sognare in grande, pur muovendosi in una realtà, quella musicale, sempre irta di ostacoli a tutti i livelli. La qualità delle esecuzioni è stata buona, condita con la giusta espressività ed una tecnica che dimostra una discreta preparazione specifica, perciò corre l’obbligo di ascoltare questi ragazzi in uno dei loro prossimi concerti di cui ci daranno conto sul sito www.filarmonicaditivoli.org.

]]>
Mon, 16 Jul 2012 19:54:35 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/1012-appuntamento-con-la-storia-della-nostra-citta-per-la-filarmonica-di-tivoli
Riforma Fornero: le modifiche deducibilità auto http://www.anieneonline.com/rubr/fiscale-e-tributaria/1009-riforma-fornero-le-modifiche-deducibilita-auto fiscale

Al fine di garantire le necessarie coperture finanziarie sulle misure previste dalla cosiddetta “Riforma Fornero” (L. 28 giugno 2012, n.82), sono state introdotte consistenti modifiche alle disposizioni relative alla deducibilità delle auto. Cambiano infatti le percentuali dell'articolo 164, comma 1, del testo unico delle imposte sui redditi di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917. In particolare il limite di deduzione delle spese e degli altri componenti negativi relativi alle autovetture ed ai veicoli utilizzati nell’esercizio di imprese, arti e professioni (diversi da quelli di cui al n.1, lett. a, comma 1 del D.P.R. 917/1986) diminuirà dal 40% al 27,5%, a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello in corso alla data di entrata in vigore della norma. In pratica i soggetti con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare vedranno applicate le nuove disposizioni con decorrenza 1° gennaio 2013.

 

Studio Commerciale e del Lavoro
Dott. Livio Anastasi

Via Due Giugno n. 25 - Tivoli
Telefono e Fax  +390774381805

Email:segreteria@studioanastasionline.it

 

]]>
Mon, 16 Jul 2012 07:22:03 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/fiscale-e-tributaria/1009-riforma-fornero-le-modifiche-deducibilita-auto
Redditi da locazione: la riforma “Fornero” cambia l’imponibile http://www.anieneonline.com/rubr/fiscale-e-tributaria/1010-redditi-da-locazione-la-riforma-fornero-cambia-l-imponibile fiscale

Come noto la Legge 28 giugno 2012, n. 92 (“Riforma Fornero”) contempla, al suo interno, precise misure di copertura finanziaria dei provvedimenti in essa contenuti. Oltre alle modifiche relative alla deducibilità dei costi auto, sono stati previsti cambiamenti anche in relazione alla definizione dei redditi da locazione.

L’art. 37, comma 4-bis del TUIR disponeva infatti, prima delle modifiche della L. 92/2012, che nel determinare il reddito imponibile dei fabbricati locati si dovesse considerare il più alto fra il reddito medio ordinario delle unità immobiliari, determinato mediante le tariffe d’estimo, stabilite secondo le norme della legge catastale per ciascuna categoria e classe, e il canone risultante dal contratto di locazione ridotto forfetariamente del 15%.

La “Legge Fornero” modifica tale percentuale, portandola al 5%.

 

Studio Commerciale e del Lavoro
Dott. Livio Anastasi

Via Due Giugno n. 25 - Tivoli
Telefono e Fax  +390774381805

Email:segreteria@studioanastasionline.it

 

]]>
Mon, 16 Jul 2012 07:22:03 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/fiscale-e-tributaria/1010-redditi-da-locazione-la-riforma-fornero-cambia-l-imponibile
Chiarimenti sull’applicazione degli studi di settore per il periodo d’imposta 2011 http://www.anieneonline.com/rubr/fiscale-e-tributaria/1011-chiarimenti-sull-applicazione-degli-studi-di-settore-per-il-periodo-d-imposta-2011 fiscale

La circolare n. 30/E dell’11 luglio 2012 dell'Agenzia delle Entrate fornisce ulteriori informazioni sulle regole relative agli studi di settore, applicabili per il periodo d’imposta 2011:

  • novità normative: approvazione con decreto ministeriale 13 giugno 2012, pubblicato in Gazzetta Ufficiale due giorni dopo, della “revisione congiunturale speciale” per il periodo d’imposta 2011, che si è tradotta nell’elaborazione di specifici fattori correttivi e che ha riguardato sia i 69 nuovi studi evoluti per tale annualità che gli altri 137 studi già in vigore;
  • sono stati esplicitati i passaggi logici che connotano la metodologia applicativa degli studi di settore, in specie l’analisi discriminante, l’analisi di coerenza, l’analisi della normalità economica e l’analisi della congruità;

per quanto riguarda l’analisi della normalità economica, sono state esplicitate anche le modalità di funzionamento dei relativi indicatori.

 

Studio Commerciale e del Lavoro
Dott. Livio Anastasi

Via Due Giugno n. 25 - Tivoli
Telefono e Fax  +390774381805

Email:segreteria@studioanastasionline.it

]]>
Mon, 16 Jul 2012 07:22:03 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/fiscale-e-tributaria/1011-chiarimenti-sull-applicazione-degli-studi-di-settore-per-il-periodo-d-imposta-2011
Che stress! http://www.anieneonline.com/rubr/psicologia/1006-che-stress {jcomments on}

psicologia spt

Lo stress è una naturale reazione di adattamento a situazioni pericolose e, dato che la storia insegna che gli esseri umani hanno sempre dovuto fronteggiare il pericolo, ne consegue che tutti noi abbiamo bisogno di “un po’ di stress” per mantenerci attenti e in equilibrio.

Sherrington, noto neurologo americano, afferma che la vita di tutti gli organismi viventi, dalla singola cellula alla specie umana, si articola grosso modo in “cicli dello stress” che si suddividono in 4 fasi:

  1. 1.rilassamento,
  2. 2.stato di allarme,
  3. 3.tensione,
  4. 4.azione mirata ad abbassare lo stato di allarme.

Nel corso della vita le situazioni di stress (intese come situazioni di pericolo, di allarme, ma anche di cambiamento), sono tantissime: dal piccolo dolore fisico al pensiero costante che ci preoccupa.

Può trattarsi a volte di eventi gradevoli, come il matrimonio o una promozione sul lavoro; altre volte di momenti difficili come nel caso di lutti, perdite, traslochi.

I momenti di stress possono essere brevi o, al contrario, perdurare nel tempo fino a rendersi una condizione cronica.

Infine, tutti avremo avuto modo di osservare che eventi stressanti possono presentarsi isolati, ma talvolta, in un dato periodo, più situazioni complesse si presentano contemporaneamente.

Mente e corpo sono strettamente interconnesse, pertanto ogni esperienza emotiva stressante diviene allo stesso tempo anche un'esperienza fisica e questo ha il potere di influenzare il nostro sistema immunitario.

Tra i sintomi dello stress ricordiamo un senso di stanchezza generale, tachicardia, disturbi del sonno, difficoltà di digestione, dolori muscolari e contratture, colite e più in generale una maggiore facilità ad ammalarsi. A volte capita di ammalarsi ripetutamente e se ci domandiamo il perché, può essere utile cercare una delle possibili risposte nel nostro stato psicologico.

Prendere una decisione, trasferirsi, andare in vacanza o cambiare lavoro sono tutti eventi normali della vita, ma potenzialmente stressanti per ognuno di noi e che, in alcuni casi, possono favorire l’insorgere di malattie perché lo sforzo necessario ad affrontare questi eventi indebolisce le risposte immunitarie dell’organismo.

Un modo per evitare di ammalarsi “per colpa dello stress” può essere quello di proteggersi dalla possibilità di aggiungere altre nuove situazioni stressanti se già si vive un periodo carico di fatiche e di tensioni emotive, favorendo invece attività piacevoli e riposanti, frequentando persone che ci sostengono, praticando attività fisica o soddisfacendo interessi culturali. Anche le tecniche di rilassamento corporee, il sostegno psicologico e i gruppi di condivisione tematici possono rappresentare una modalità di defaticamento psichico e corporeo, che fortifica le nostre capacità di resistenza in situazioni di allarme e pericolo.

 

 A cura di Marcella Fazzi, Barbara Vecchioni

Studio di Psicologia Tivoli
www.studiopsicologiativoli.it - Tel.0774.335712

        

]]>
Mon, 16 Jul 2012 07:03:20 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/psicologia/1006-che-stress
Il disegno: storia della propria evoluzione http://www.anieneonline.com/rubr/psicologia/1007-il-disegno-storia-della-propria-evoluzione {jcomments on}

psicologia spt

Nella vita di ognuno esiste sempre, più o meno nascosto nella memoria, un periodo di grande produzione artistica: la vita infantile. I bambini disegnano in continuazione e provano una grande gioia nel farlo. Ma perché, se tutti i bambini disegnano, ci sono così tanti adulti che affermano di non saper disegnare?

In genere i bambini smettono quando, col crescere, si accorgono che esiste un modo convenzionale di rappresentare le cose e, confrontandolo con la loro tecnica, si sentono inadeguati e pieni di frustrazione. Così alcuni smettono del tutto perché hanno perso la gioia di rappresentare le cose in maniera personale. Credo che questo sia un gran peccato due ragioni:

  1. 1.Perdere contatto con l’abilità del disegno vuol dire privarsi di un linguaggio di comunicazione fra sé e gli altri, ed anche rinunciare ad uno strumento di introspezione col proprio Io.
  2. 2.L’abilità del disegno è associata a una serie di funzioni fra cui l’immaginazione e la creatività che sono importanti per la nostra intelligenza

Imparare a dipingere vuol dire cambiare il nostro modo di vedere la realtà, e per farlo un adulto dovrebbe solo annullare la distanza che lo divide dalla sua infanzia; tornare al momento in cui il disegno era parte del suo modo essere.

Sono molti anni ormai che accanto alla attività clinica svolgo corsi di formazione per professionisti e per adulti sull’espressività artistica. Nella mia esperienza ho appurato che con pochi accorgimenti è possibile recuperare nell'età adulta quel bagaglio di spontaneità infantile necessario per sondare la propria creatività e credo che questo possa donare un senso di autenticità al proprio Io.

 A cura di Lorenzo vecchi

Studio di Psicologia Tivoli
www.studiopsicologiativoli.it - Tel.0774.335712

        

]]>
Mon, 16 Jul 2012 07:03:20 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/psicologia/1007-il-disegno-storia-della-propria-evoluzione
Le funzioni della fiaba http://www.anieneonline.com/rubr/psicologia/1008-le-funzioni-della-fiaba {jcomments on}

psicologia spt

La fiaba è il luogo a cui tutti possono accedere facendo viaggiare la fantasia.  Raccontare la fiaba significa entrare in empatia e sinergia con l’altro, per costruire insieme un mondo nuovo in cui tutto è possibile e raggiungibile. Questo rende la fiaba l’elemento per eccellenza che unisce il bambino all’adulto, nell’atto magico della lettura e della narrazione.

Leggere una fiaba a un bambino prima della nanna è molto importante, conduce il piccolino per mano verso il mondo dei sogni, fatto di maghi, fate, principesse, allontanandolo così piano piano dalle sue paure. Infatti, le emozioni belle e spaventose vissute dall’eroe del racconto si intersecano con quelle provate dal bambino, anche attraverso il suo immedesimarsi nel personaggio. Dunque il bambino, attraverso i personaggi, vive i conflitti e li risolve con il lieto fine, il quale racchiude in sé un messaggio importante tipico dei racconti fiabeschi: il bene vince sul male; l’impegno e la costanza vengono sempre premiati. La morale, espressa nel finale della storia, crea una premessa essenziale per una notte serena e senza incubi.

Il messaggio che la favola porta con sé contiene valori, norme di comportamento e regole che il bambino apprende e con i quali può confrontarsi.

La fiaba aiuta il bambino a sentirsi protetto e gli fa compagnia durante la notte e l’ascolto, fin da piccolino, lo aiuta e lo sostiene nello sviluppo delle capacità comunicative e di apprendimento.

Non dimentichiamoci che la fiaba arricchisce non solo chi la ascolta, ma anche chi la narra infondendo speranza e insegnando a vivere la vita con fiducia e diventa uno strumento di comunicazione affettiva che unisce i genitori ai bambini, crea complicità e unione.

Nulla è più affascinante di una storia che prende vita insieme, nel lettino, introdotta da quella magica formula senza tempo e senza età: C’era una volta...

A cura di Jessica Tani

Studio di Psicologia Tivoli
www.studiopsicologiativoli.it - Tel.0774.335712

]]>
Mon, 16 Jul 2012 07:03:20 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/psicologia/1008-le-funzioni-della-fiaba
Steve Hackett: una leggenda a sei corde http://www.anieneonline.com/gallerie-fotografiche/steve-hackett Considerato uno dei musicisti più innovativi sulla scena britannica, Steve Hackett, lead guitar dei Genesis nella formazione classica con Peter Gabriel, Phil Collins, Tony Banks e Mike Rutherford, è uno degli artisti più completi del panorama musicale internazionale sia per musicalità che per creatività.

Nato a Londra il 12 febbraio 1950, si appassiona subito alla musica,imparando, dapprima, a suonare l’armonica a bocca ed in seguito la chitarra. La svolta decisiva per la sua carriera avviene nel ‘71 con l’ingresso nei Genesis su invito di Peter Gabriel colpito dall’annuncio che Steve aveva messo sul Melody Maker.
In quegli anni il giovane Steve si avvicina alla musica classica, Bach in particolare, terreno fertile per il rock prog. Il suo stile subisce l’influenza di generi diversi: dal jazz all’operistico di Mario Lanza al blues di artisti britannici come Danny Kirwan, Peter Green e John Mayall & the Bluesbreakers.

Dopo l’uscita di Peter Gabriel dalla band, Hackett resterà ancora alcuni anni producendo album di successo come Selling England by the Pound (uno dei favoriti di John Lennon).

Nel 1977, dopo la pubblicazione del doppio live "Seconds Out", Steve deciderà di lasciare i Genesis per intraprendere la carriera solista.

Il suo perfezionismo lo porterà a concentrarsi sulla musica per affinare lo stile e la tecnica. Consacrato dalla critica per il suo indiscusso talento, Steve procede pubblicando, anno dopo anno, album apprezzabili sia dal punto di vista melodico sia dal punto di vista tecnico, dove é più che mai presente un marcato gusto per la sperimentazione nelle voci e negli strumenti. Con uno stile sofisticato ed elegante, Hackett spazia con disinvoltura dal rock alla canzone d’amore, dalla musica d’avanguardia alla sinfonica-melodica. Ogni brano è una sorpresa: sezioni ritmiche ed acustiche brillanti valicano ogni traccia regalandoci intense emozioni.

Tra le realizzazioni per chitarra classica e orchestra, "Metamorpheus", è senza dubbio un capolavoro di bellezza e sensibilità che descrive con passione la trasformazione del mito di Orfeo.

Notevoli gli album che includono interpretazioni di brani classici da Bach a Satie, le composizioni con la chitarra acustica e l'ambizioso album per chitarra e orchestra “A Midsummer Night's Dream”, registrato con la Royal Philarmonic.
Anche i lavori più recenti, “Darktown e Wild Orchids”, si distinguono per forza incisiva e dinamismo e “To Watch the Storms” ci accompagna in un variopinto viaggio attraverso il tempo e lo spazio.

Hackett, che è stato a Tivoli Rock nel 2009 con la sua electric band, propone ad ogni suo live un itinerario affascinante attraversando aree musicali diverse: “Negli ultimi anni oltre a brani di stampo ‘classico’ ho dato libero spazio all’improvvisazione. È una questione di convinzione e di non preoccuparsi di ‘uscire dal seminato’. Le chitarre riescono sempre a sorprenderti!”.

]]>
Tue, 10 Jul 2012 16:32:27 GMT http://www.anieneonline.com/gallerie-fotografiche/steve-hackett
Tony Levin: StickMan http://www.anieneonline.com/gallerie-fotografiche/tony-levin Tony Levin è un bassista che unisce una grande tecnica musicale ad uno spiccato senso del groove.
Noto per il suo lavoro con Peter Gabriel ed i King Crimson questo eccezionale musicista ha collaborato con moltissimi artisti tra cui Lou Reed, James Taylor e Carly Simon.
Ha pubblicato un libro intitolato “Beyond the Bass Clef” (Oltre la chiave di basso) e due libri fotografici: Road Photos e Crimson Chronicles e sta lavorando ad un volume di poesie.

Ciao Tony, quali sono state le tue  influenze musicali? Ho ascoltato la musica di mio fratello Pete,  jazz e classica. Oscar Pettiford è stato uno dei miei artisti preferiti.
Ci parli del tuo rapporto con Peter Gabriel? E' stata davvero una lunga collaborazione. Peter è davvero un grande artista!  Con lui nulla è statico, ci sono sempre sorprese, è sempre alla ricerca di nuovi modi per fare le cose. Mi piace pensare che il suo spirito innovativo abbia influenzato il mio modo di suonare. A livello personale è stata un'esperienza ancora migliore. L'opinione pubblica è consapevole di quanto Peter abbia usato il suo successo per portare l'attenzione e gli aiuti a quelle organizzazioni che combattono per i diritti umani nel mondo. E’ fonte di ispirazione per molti altri artisti rock. Peter è quel tipo di persona anche in un contesto più piccolo. La band è sempre stata per lui come una famiglia.
Come è stato suonare con i King Crimson? E’ stata una grande sfida ed una grande esperienza per me, ho imparato molto dagli altri tre musicisti, ognuno di loro è un grande maestro. Poi con il "doppio trio", nel 1990, si sono presentate nuove sfide. Forse il risultato finale non è stato così speciale, ma penso che abbiamo fatto un lavoro degno nel continuare a rompere gli schemi, nel cercare di trovare nuovi modi di suonare rock progressivo. Ci piaceva “rischiare” musicalmente. Questa band ha avuto una grande influenza sul mio approccio alla musica.
Con quale artista ti piacerebbe collaborare? Mi sarebbe piaciuto lavorare con Jimi Hendrix. Ma poiché non si può tornare indietro nel tempo, mi piacerebbe lavorare con Carla Kihlstedt.
Puoi descriverci il tuo rapporto con il Chapman Stick? Come bassista ero in cerca di diverse textures e lo stick mi ha dato molte possibilità, regalandomi suoni particolari, insoliti. E’ stato lo strumento ideale per la registrazione da solista e poi ho formato una band, gli Stick Men.
C'è una session di cui sei particolarmente fiero? Dovrei trascorrere giornate ripensando a tutti gli anni di lavoro per rispondere correttamente, ma posso dire che durante la realizzazione di “Liquid Tension Experiment”, il progetto con Jordan Rudess dei Dream Theater, sono rimasto stupito di quanto velocemente gli altri musicisti si avvicinavano con idee e registravano sezioni realmente difficili.

]]>
Tue, 10 Jul 2012 16:32:27 GMT http://www.anieneonline.com/gallerie-fotografiche/tony-levin
Richie Kotzen http://www.anieneonline.com/gallerie-fotografiche/richie-kotzen Richie Kotzen é uno dei migliori chitarristi internazionali, dotato di una voce straordinaria pari a quella dei più grandi cantanti rock e soul.
Nato a Reading in Pennsylvania, inizia giovanissimo il suo incredibile viaggio nel mondo della musica imparando a suonare la chitarra elettrica all’età di 7 anni.
A 18 anni registra il primo dei 3 album per la Shrapnel Records di San Francisco.
Richie ottiene subito grandi riconoscimenti e appare su diverse copertine di riviste tra cui Guitar World: i lettori lo votano come uno dei 3 migliori nuovi chitarristi dell'anno.
Si trasferisce a Los Angeles dove, appena ventenne, si unisce al famosissimo gruppo metal dei Poison.
Con la band registra il cd Native Tongue e parte per il tour mondiale di promozione. Il suo brano Stand raggiunge il quarto posto nella classifica Most Wanted di MTV ed entra nella top 20 di Billboard Magazine. Dopo aver lasciato i Poison, Richie continua a registrare diversi album.
Nel ’99 il leggendario jazzista Stanley Clarke lo chiama per formare i Vertu, gruppo con cui registra il disco omonimo per la Sony e con cui partecipa al Montreux Jazz Festival.
"Fu un onore e una grande esperienza essere in un gruppo con Clarke e gli altri componenti", dichiara Richie che sempre nello stesso anno, si unisce alla popolarissima rock band dei Mr. Big con cui suonerà nello stadio di Osaka in Giappone con gli Aerosmith per l'atteso capodanno del nuovo millennio.
Dopo aver inciso 2 dischi in studio con i Mr. Big e aver raggiunto la prima posizione nella classifica giapponese con un brano intitolato Shine, Richie continua la sua carriera solista incidendo dischi di successo e girando il mondo come una superstar, suonando negli stadi, ai festival e nei club di molti paesi, esibendosi con molti musicisti famosi, tra cui Gene Simmons dei Kiss, e i Dogstar, la band di Keanu Reeves.
Nel 2006 Kotzen ha aperto come solista il Bigger Bang Tour in Giappone dei leggendari Rolling Stones.

]]>
Tue, 10 Jul 2012 16:18:23 GMT http://www.anieneonline.com/gallerie-fotografiche/richie-kotzen
Brian May: Un musicista catturato dalla musica del cosmo http://www.anieneonline.com/gallerie-fotografiche/brian-may {jcomments on}

Brian May, il leggendario chitarrista dei Queen che ha influenzato generazioni di chitarristi, da Nuno Bettencourt (Extreme) a Slash (Guns N 'Roses), ha fatto BANG! "BANG! - The Complete History of the Universe" é, infatti, lo straordinario  libro che ha recentemente scritto insieme all’astronomo Sir Patrick Moore e all’astrofisico Chris Lintott.

“Sono stato appassionato di musica e astronomia sin da quando avevo sette anni. Non ho mai perso la messa in onda del programma condotto da Sir Patrick Moore ('The Sky At Night', che con una durata di 50 anni è tra i programmi televisivi più longevi della storia) e se parli con qualsiasi astronomo inglese, tutti ti diranno la stessa cosa e cioè che la loro ispirazione nasce proprio da Patrick Moore. Poi è arrivata anche la musica e io sono rimasto completamente affascinato da entrambe le cose, tanto da voler diventare sia un musicista che un astronomo.”

Brian, dopo essersi laureato in fisica e matematica, scelse di abbandonare i suoi studi presso la facoltà di Fisica e Astronomia dell'Imperial College di Londra nel 1971 per dedicarsi interamente alla carriera musicale.

Dovetti scegliere tra l'universo ed i Queen” afferma Brian che riprenderà la tesi dopo più di 30 anni, riuscendo a conseguire con successo il dottorato in astrofisica all'età di 60 anni portando una tesi sulla luce zodiacale, una debole luminosità  visibile nel cielo occidentale, soprattutto a primavera.

Non lo vedo come un punto di arrivo ma, piuttosto, come un inizio perché adesso sono in contatto con ogni astronomo impegnato nella ricerca sulle polveri interplanetarie. Le scoperte degli ultimi anni sono avvenute da distanze immense. Il tipo di astronomia, invece, in cui ero impegnato riguardava distanze molto più prossime a noi, circa 10 minuti-luce (le distanze astronomiche si misurano in anni-luce). Improvvisamente, con l'avvento delle ricerche di pianeti simili alla Terra, questo settore ha assunto una rilevanza fondamentale. Il posto migliore dove studiare le polveri cosmiche è qui, perché ci troviamo esattamente nel mezzo di una nuvola di tali particelle.”

Parallelamente alla sua strepitosa carriera da rock star, Brian non ha mai perso la sua passione per lo studio dei pianeti e delle stelle e  si é costruito un piccolo osservatorio nel giardino di casa.

Dalle passioni comuni con Sir Patrick Moore  é nato il progetto di BANG per spiegare in termini semplificati, accessibili a tutti, come l'universo sia nato ed evoluto. Il libro, ispirato al volume intitolato "Breve storia del tempo" del famoso e geniale scienziato Stephen Hawking, rappresenta un percorso guidato a partire dall'istante appena successivo al Bing Bang fino a giungere alla formazione della Terra, avvenuta ben 5 miliardi di anni fa.

]]>
Tue, 10 Jul 2012 12:14:08 GMT http://www.anieneonline.com/gallerie-fotografiche/brian-may
Robben Ford: Feeling the blues http://www.anieneonline.com/gallerie-fotografiche/robben-ford Spesso paragonato a Stevie Ray Vaughan per l'impatto sonoro e il registro vocale che lo caratterizzano, Robben Ford é riconosciuto come uno dei migliori chitarristi mondiali. Membro fondatore degli Yellowjackets, ha collaborato durante la sua lunga e proficua carriera musicale con Burt Bacharach, Randy Crawford, Muddy Waters, Kiss, Jimmy Whiterspoon, George Harrison, Joni Mitchell, Miles Davis, Tom Scott, Santana. La sua musica ha una forte impronta rock-blues contaminata da diversi generi musicali: un cuore blues con ramificazioni swing, funky e fusion.

Ciao Robben, come è nata la tua passione per la musica? Tutta la mia famiglia aveva inclinazioni musicali: mio padre Charles era un chitarrista professionista, mio fratello Patrick è un batterista e quello più piccolo Mark è un suonatore di armonica blues. Un vivo interesse e la comprensione degli strumenti a fiato così come una predilezione per il 'cool jazz', i suoni di Paul Desmond e le sue registrazioni con il leggendario chitarrista Jim Hall, hanno contribuito ad alimentare la mia attitudine musicale in giovane età. A 10 anni ho iniziato a suonare il sax e a 12 mi sono innamorato della chitarra: mio padre mi ha mostrato qualche accordo ed il resto l’ho imparato da solo.

Come hai iniziato la tua carriera? Mi sono trasferito nella Bay Area, intorno a San Francisco, e ho iniziato a suonare con mio fratello in una blues band con Charlie Musselwhite. Dopo quest’esperienza ci siamo uniti ad alcuni musicisti per suonare jazz e dopo aver fatto le aperture ai concerti di Jimmy Witherspoon ne siamo diventati la band ufficiale. Era un grande maestro dello swing, il nostro é stato un rapporto vero e profondo, come tra padre e figlio.

Quali artisti ti hanno maggiormente influenzato? Mike Bloomfield, il mio “guitar hero” per eccellenza, John Coltrane, Miles Davis e poi Wayne Shorter, Archie Shepp, Ornette Coleman…

Come ti descriveresti come musicista? Direi che sono un chitarrista blues anche se per molti anni ho suonato diversi generi musicali con star del pop, jazz, rock e RnB.

Tu hai suonato anche con Joni Mitchell? Sì è stato per il tour del 1974 quando Joni era all’apice della sua carriera con l’album Court & Spark. Joni è davvero una grande artista, è geniale. Lavorare con lei è stato fondamentale per la mia evoluzione musicale. Ho imparato a essere versatile. E’ stato proprio in quel  periodo che George Harrison mi invitò a far parte del suo Dark Horse Tour alla fine di quello stesso anno.

]]>
Tue, 10 Jul 2012 12:14:08 GMT http://www.anieneonline.com/gallerie-fotografiche/robben-ford
Pat Metheny: Un musicista senza Confini http://www.anieneonline.com/gallerie-fotografiche/pat-metheny {jcomments on}

“Mi sento come un reporter del mondo contemporaneo, con la mia musica cerco di rappresentarlo nel modo più diretto possibile, da artista senza pregiudizi.” 
Pat Metheny è uno dei chitarristi jazz più famosi al mondo che vanta una carriera lunga trentacinque anni, milioni di ore di concerti e ben 7 Grammy Awards vinti consecutivamente.
La sua produzione musicale si sviluppa a 360°, tra progetti solisti, Pat Metheny Group ed innumerevoli collaborazioni con artisti del calibro di Joni Mitchell, Ornette Coleman, Gary Burton, Peter Erskine, Chick Corea, Herbie Hancock, John Patitucci,…
Da sempre, Pat ci stupisce.  Da sempre, con entusiasmo, ricerca nuove forme musicali e nuovi strumenti: tra quelli acustici, la più nota è la mitica Pikasso a 42 corde da lui progettata insieme alla liutaia Linda Manzer.
Nel CD Orchestrion del 2010  Metheny raggiunge lo straordinario, suonando tutti gli strumenti: chitarra, marimba, batterie, percussioni varie ed originali quali bottiglie contenenti un diverso livello di liquido, creando suoni da lui stesso definiti “frutto di nuovi media”.
 “In Orchestrion - spiega Metheny - ci sono gli stessi strumenti delle orchestre di un secolo fa. L’unica eccezione sono gli strumenti a penna, ossia chitarre e basso”. 
Viene ripreso e sviluppato tecnologicamente il principio del pianoforte a rullo della fine dell'800.  Rulli di metallo, poi soppiantati dalla carta perforata, che consentivano ad un pianoforte di eseguire un brano musicale.
 “Da bambino - racconta Pat - durante una visita a mio nonno Delmar Bjorn Hansen a Manitowoc, scoprimmo nel seminterrato uno strano piano, una sorta di orchestrion che attraverso delle complicate scatole cercava di riprodurre il suono di più strumenti».
Entry point e Spirit of the air, sono esempi di un’evidente espressione di genialità sublimata attraverso la curiosità intellettuale, l’indagine, la sperimentazione.
"Orchestrionics è il termine che uso per descrivere un nuovo metodo di performance per presentare la musica da solo sul palco usando strumenti acustici e elettroacustici controllati meccanicamente sfruttando la forza delle tecnologie moderne"
La magia di un ensemble in un unico musicista.

]]>
Tue, 10 Jul 2012 12:14:08 GMT http://www.anieneonline.com/gallerie-fotografiche/pat-metheny
Area 765 in concerto a Tivoli http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/997-area-765-in-concerto-a-tivoli area-765

Il 7 luglio tornano gli Area765 live a Tivoli, in occasione della manifestazione "All'Ombra del Castello", presso l'Anfiteatro di Bleso. Iniziano gli appuntamenti estivi con la band impegnata a presentare il suo ultimo lavoro, "Volume Uno", uscito lo scorso 5 maggio ed anticipato dal singolo "Galleggiare". "Volume Uno" è un nuovo traguardo, un disco che intende abbandonare progressivamente le sonorità folk tipiche del precedente progetto, I Ratti della Sabina, per esplorare atmosfere più ruvide e dal sapore maggiormente rock. I testi sono ancora la matrice caratterizzante della band ed in "Volume Uno" si appoggiano quasi per intero alla tematica del tempo, toccandone diverse sfumature, dalle più nostalgiche e malinconiche alle più leggere e scanzonate.

BIOGRAFIA

Area765 nascono nel 2011 in seguito allo scioglimento dei Ratti della Sabina da cui prendono l’esperienza storica di un progetto musicale che dal 1996 al 2010, partendo dalla piccola provincia di Rieti, ha saputo imporsi sulla scena musicale italiana con passi misurati e regolari che si traducono in 6 album in studio e oltre 700 concerti in un tour senza soluzione di continuità sui palchi di tutta Italia, piazze gremite e locali spesso sold out. Gli Area765 ad oggi sono formati da 7 elementi: Stefano Fiori (voce, chitarra acustica), Eugenio Lupi (chitarra elettrica), Alessandro Monzi (violino), Paolo Masci (bouzouki, chitarra elettrica, lap steel), Alberto Ricci (fisarmonica, keyboards), Valerio Manelfi (basso) Carlo Ferretti (batteria). Il suono della band è figlio di quel processo evolutivo già in essere all’interno del precedente progetto artistico in cui, da una connotazione quasi prettamente folk agli esordi, si è giunti nel corso del tempo a sonorità più rock, mettendo sempre al primo posto l’importanza dei testi. Nei live vivranno una buona parte di quei brani che hanno contribuito alla storia e al successo dei Ratti della Sabina: canzoni come “Chi arriva prima aspetta”, “Accorda e canta”, “Tra la Luna e la tua Schiena” insieme a tante altre continueranno a suonare e a coinvolgere il pubblico. A queste si uniranno nuovi brani che nel tempo confluiranno in un disco, la cui uscita è prevista per la prossima primavera.

]]>
Fri, 06 Jul 2012 18:30:45 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/997-area-765-in-concerto-a-tivoli
Proverbi cinesi http://www.anieneonline.com/rubr/curiosita-dal-mondo/996-proverbi-cinesi Chinese Painting
La cultura cinese ha un grande fascino. Questa è una mini raccolta di proverbi cinesi letti qua e la per il web.
(nda in cinese: proverbio chengyu 成语)

                                                            

Quando gli occhi sono aperti il risultato è la vista, quando la mente è aperta il risultato è la sapienza, quando è aperto lo spirito il risultato è l'amore.

                                                                   ~~~

Nell'acqua troppo limpida non troverai nessun pesce; nell'uomo troppo prudente nessuna saggezza 

                                                                   ~~~

Prima evita il negativo, poi migliora il positivo

                                                                   ~~~

La saggezza è un tesoro che segue il suo possessore ovunque; è leggera come l'aria ma più preziosa di mille libbre d'oro

                                                                    ~~~

L'uomo saggio sà stare in guardia nei momenti di calma, e sà conservare la calma nei momenti di panico

                                                                    ~~~

Passare una notte a conversare con un saggio è meglio che passare dieci anni a studiare

                                                                    ~~~

Chi mi lusinga è un nemico, chi mi rimprovera è mio maestro

                                                                    ~~~

Fare del bene per dieci anni non è abbastanza, fare del male un giorno è anche troppo

                                                                    ~~~

Read more...

]]>
Fri, 06 Jul 2012 14:11:15 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/curiosita-dal-mondo/996-proverbi-cinesi
Castel Madama - 17° edizione del Palio Madama Margarita http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/993-castel-madama-17-edizione-del-palio-madama-margarita palio-castel-madama
Un pezzo di vita rinascimentale animato da gente in abiti d´epoca, artigiani che trafficano con antichi mestieri (ritrovati), bambini che si cimentano in giochi persi nella notte dei tempi tra vicoli, giardini, palazzi e botteghe ricreate per l´occasione. Non è la sceneggiatura di un film in costume ma il "Palio Madama Margarita" di Castel Madama. Splendida, ricca, calamitante manifestazione storica che rievoca l'ingresso del 1538 di Madama Margarita d'Austria (figlia dell´imperatore Carlo V) nel suo feudo, che da lei ha preso il nome. Il 7 e 8 luglio il paese farà un salto indietro di quasi 5 secoli con scene viventi in costume che rievocano, con dovizia di particolari, la vita di un villaggio Cinquecentesco. Un'immersione totale nella storia di questo paesino laziale, a circa quaranta minuti di auto dalla capitale. Davvero come in un film potrete passeggiare accanto a dame e popolane impegnate a tessere, o curiosare all´interno di un´osteria, un´officina da maniscalco. Per ottenere un risultato così, i comitati dei quattro rioni di Castel Madama (Santa Maria della Vittoria, Empolitano, Borgo e Castelluccio) lavorano per mesi. Tutto viene fatto in gran segreto, solo pochissime persone conoscono i progetti degli addobbi e degli scenari da costruire la notte del venerdì che precede il Palio. Tutto cambia volto e non rimane traccia del presente. Spariscono come per incanto distributori di benzina, insegne luminose e serrande dei negozi. Qui la ricetta della rievocazione si mescola allo spettacolo di fantasia. Un intero paese in fibrillazione: centinaia di persone del posto impegnate nel ruolo di figuranti e che, la domenica mattina, sfilano nel Corteo Storico per le strade del paese indossando bellissimi e colorati costumi d'epoca tra le migliaia di turisti-spettatori che nei due giorni partecipano alla kermesse incantati da cavalieri, dame e sbandieratori. E' un tuffo nella storia, che si conclude con la contesa a cavallo. Una gara di destrezza e abilità, difficile e ricca di colpi di scena nella quale si cimentano, per la conquista del Palio e della spada di Carlo V, i cavalieri che rappresentano le contrade di Castel Madama. Ma per quanti non si accontentano di "guardare" il consiglio è quello di concedersi anche un viaggio-assaggio tra i sapori tipici della tradizione culinaria castellana.

PROGRAMMA PALIO MADAMA MARGARITA
DI CASTEL MADAMA EDIZIONE 2012

Venerdì 6 luglio 2012
dalle ore 20.00 e per tutta la notte montaggio delle strutture realizzate dai rioni per la rappresentazione del proprio Addobbo.

Sabato 7 luglio 2012
dalle ore 17.00 e fino a tarda notte visita ai Rioni storicamente addobbati con scene di vita, di arti e di mestieri, il tutto in costume del cinquecento.

Domenica 8 luglio 2012
ore 10.00 Corteo e Rievocazione storica con la Riconsegna del Palio; Giuramento di lealtà di Massari e benedizione dei Gonfaloni e del popolo in Piazza del palio.
ore 17.00 Contesa a Cavallo al Campo del Palio: Giostra del Saraceno; Giostra delle Bandiere e Corsa. Consegna del palio e della Spada di Carlo V al Rione Vincitore; Conferimento del titolo e del Trofeo al rione nobile; Corteo di ritorno e scioglimento in Piazza del Palio.
(Per l’ingresso al Campo del Palio è necessario il possesso di un biglietto della lotteria palio 2012)

Domenica 15 luglio 2012
2012 alle ore 18.00 estrazione della Lotteria "Palla Madama Margarita 2012". 

]]>
Thu, 05 Jul 2012 10:24:41 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/993-castel-madama-17-edizione-del-palio-madama-margarita
Finalmente anche a Tivoli arriva il cinema all'aperto! http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/992-finalmente-anche-a-tivoli-arriva-il-cinema-all-aperto cinema-all-aperto

Finalmente anche a Tivoli arriva il cinema all'aperto! A promuoverlo è l'associazione culturale KULT, associazione tiburtina giovanile. Un film sotto le stelle è tutto un altro film!

Le proiezioni si terranno vicino al centro della città ma protetto dalle sue migliaia di luci ed avranno luogo il 7, 14, 21 e 29 luglio.

L'ingresso è previsto dalle ore 20,00 a seguire, per poter cenare con vista sulla cascata e Tivoli vecchia. Fino alle 21,30 infatti (e anche dopo il film) saranno aperti lo stand gastronomico e quello delle bevande.

La proiezione inizierà alle ore 21,30.

A fine proiezione tavoli sotto le stelle e si continua fino alle 2.00 con musica dal vivo.

L'ingresso è riservato ai soci (per chi non lo fosse ancora è possibile ritirare la tessera all'ingresso!) ed è a libera sottoscrizione.

Possibilità di parcheggio all'interno.

]]>
Thu, 05 Jul 2012 10:11:57 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/992-finalmente-anche-a-tivoli-arriva-il-cinema-all-aperto
Tivoli - Apertura notturna di Villa D'Este http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/991-tivoli-apertura-notturna-di-villa-d-este  RAY3257

A partire da venerdì 6 luglio, fino a sabato 15 settembre, sarà di nuovo possibile visitare gli splendidi giardini di Villa D'Este nella magica atmosfera delle ore serali.
I prezzi e gli orari rispetto allo scorso anno sono rimasti invariati. L'ingresso sarà consentito dalle ore 20,30 elle ore 23.00, mentre la chiusura sarà a mezzanotte.
Il biglietto intero ha un costo di 11 euro mentre i biglietto ridotto (14-18 anni e over 65) è di 7 euro.
Per chi volesse effettuare prenotazioni il numero da chiamare è 199766166.

]]>
Thu, 05 Jul 2012 09:30:53 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/eventi/991-tivoli-apertura-notturna-di-villa-d-este
Concerto della Filarmonica di Tivoli a Villa D'Este http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/990-concerto-della-filarmonica-di-tivoli-a-villa-d-este filarmonica-tivoli

In occasione delle aperture notturne della Villa d'Este, l'Orchestra Filarmonica di Tivoli si esibirà il 14 Luglio 2012, alle ore 21,30 nello spazio antistante la Fontana della Civetta.

Gli spettatori godranno del concerto nella splendida cornice della Villa, capolavoro del giardino italiano ed inserita nella lista UNESCO del patrimonio mondiale, con l'impressionante concentrazione di fontane, ninfei, grotte, giochi d'acqua e musiche idrauliche che costituiscono un modello più volte emulato nei giardini europei del manierismo e del barocco.

L'atmosferà sarà resa ancora più suggestiva dall'illuminazione notturna, che dona alla Villa un aspetto decisamente incantato.

E' previsto il pagamento del biglietto d'ingresso alla Villa.

Programma del concerto:

Classics
- W. A. Mozart - KV622 Conc. per clarinetto ed orchestra- I mov.
- F. Schubert - Serenade
- P. Mascagni – Intermezzo dalla “Cavalleria Rusticana”
- J. Brahms - Danza Ungherese n. 5
- A. Marcello – Adagio dal Concerto per Oboe ed archi
- M. Ravel - Bolero

Soundtracks
- Rota collection
- OFT plays Morricone
- H. Zimmer Soundtracks
- Last of the Mohicans

]]>
Thu, 05 Jul 2012 06:25:49 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/990-concerto-della-filarmonica-di-tivoli-a-villa-d-este
FAI JAZZ! Le Parole della musica http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/989-fai-jazz-le-parole-della-musica cittadella 01

Tre serate all’insegna del jazz pensate dal FAI – Fondo Ambiente Italiano per un’estate in musica da vivere al Parco Villa Gregoriana a Tivoli (RM).  In questa incantevole cornice domenica 1, 8 e 15 luglio 2012, dalle ore 18.30 alle 21, si svolgerà la manifestazione “FAI Jazz!” che vedrà artisti molto apprezzati a livello internazionale esibirsi e raccontarsi nel corso di una chiacchierata con il musicologo Mario Poggi. I concerti saranno preceduti da una visita guidata al parco e da una degustazione enogastronomica dei prodotti tipici del territorio.

Durante i tre giorni di manifestazione alle ore 18.30 sarà possibile effettuare una visita introduttiva al Parco, alla scoperta di uno dei luoghi più belli d’Italia che per tutto l’Ottocento fu meta di viaggiatori, poeti, artisti, re e imperatori. Grazie alla collaborazione con Slow Food di Tivoli, a tutti i visitatori verrà offerta una ricca degustazione enogastronomica a base di  prodotti a km 0. A seguire spazio ai concerti, uno diverso ogni serata, che si svolgeranno in una location d’eccezione: la radura di Manlio Vopisco.

Il primo appuntamento con “FAI Jazz!” è in programma per domenica 1 luglio che vedrà Michele Rabbia protagonista di un concerto dedicato alle percussioni e ai ritmi; il ciclo proseguirà domenica 8 luglio con Antonello Salis in assolo alla fisarmonica e si concluderà domenica 15 luglio con  Antonio Forcione, virtuoso della chitarra in duo con il percussionista Dado Pasqualini, che regalerà al pubblico emozioni uniche che uniscono alla magia del luogo l’energia pura della  musica.


CALENDARIO FAI JAZZ 2012

DOMENICA 1 LUGLIO 2012: concerto di Michele Rabbia Michele Rabbia, batterista e compositore, capace di costruire suggestive narrazioni musicali con l’utilizzo di percussioni e oggetti sonori non convenzionali, nella sua intensa attività concertistica e discografica ha collaborato con artisti di fama internazionale tra cui Charlie Mariano, Marilyn Crispell, Dominique Pifarely, Louis Sclavis, Matmos, Matthew Shipp e molti altri.

DOMENICA 8 LUGLIO 2012: concerto di Antonello Salis Fisarmonicista e  pianista nato a Villamar nel 1950, Antonello Salis ha collaborato e collabora tuttora con artisti di fama internazionale come Francis Kuipers, Massimo Urbani, Enrico Rava, Paolo Fresu e molti altri. Ha ottenuto vari riconoscimenti europei ed internazionali tra cui  il Premio alla carriera all'European Jazz Expo 2008 di Cagliari.

DOMENICA 15 LUGLIO 2012: concerto del duo composto da Antonio Forcione e Dado Pasqualini Antonio Forcione ha registrato il suo primo album nel 1983 in Gran Bretagna (Light and Shade). Attualmente vanta quattordici dischi prodotti e i suoi ultimi lavori sono entrati nella top 10 di varie classifiche di musica jazz del Regno Unito. Dado Pasqualini è un percussionista dallo stile versatile contaminato da influenze  jazz, rock e funk; ha inoltre partecipato a diversi festival internazionali tra cui  Ronnie Scott's (London, U.K.), Mandela's 90's Birthday (Hide Park, London) e Edinburgh Fringe Festival (U.K).

Orario: dalle ore 18.30 alle ore 21.00

Biglietto di ingresso: (comprendenti visita guidata, degustazione enogastronomica e concerto):             

Singolo: 30 €; Coppia: 25 €; Iscritti FAI: 23 €.

I biglietti sono già acquistabili a partire dal 20 giugno 2012 presso la biglietteria del Parco.


Per informazioni: Parco Villa Gregoriana – tel. 06/39967701; Giorgia Montesano – tel. 366 /1704123 Per maggiori informazioni sul FAI: www.fondoambiente.it

Ufficio Stampa FAI: Elisabetta Cozzi -  tel. 02.467615220; e.cozzi@fondoambiente.it

]]>
Mon, 02 Jul 2012 13:46:45 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/989-fai-jazz-le-parole-della-musica
Pagina 404 http://www.anieneonline.com/rubr/gallerie-fotografiche/984-pagina-404

Contenuto non trovato

Siamo spiacenti ma il contenuto che cerchi non è disponibile. Puoi provare a ricercarlo con il motore di ricerca qui sotto, oppure puoi ritornare alla Homepage.

{module Mod_Ricerca}

Se desideri segnalarci notizie o problemi sul portale, ti invitiamo a compilare il Form di Contatto.

Grazie per averci fatto visita.

Lo staff di anieneonline.com

{jcomments off}

]]>
Sun, 01 Jul 2012 10:18:02 GMT http://www.anieneonline.com/rubr/gallerie-fotografiche/984-pagina-404
Tivoli e Valle dell'Aniene Film Commission http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/982-tivoli-e-valle-dell-aniene-film-commission film-commission

La "Tivoli e Valle dell'Aniene Film Commission" è un'associazione no-profit creata per promuovere sul territorio di Tivoli e della Valle dell'Aniene la realizzazione di film, fiction TV, spot pubblicitari, documentari ed ogni altra forma di produzione audiovisiva.

Patrocinata dal Comune di Tivoli, l'associazione si prefigge lo scopo di aumentare la visibilità della Valle dell'Aniene e quindi l'impiego locale, i flussi turistici, le ricadute economiche sul territorio.

A chiunque sia interessato a girare l'associazione offre, gratuitamente, assistenza e informazioni inerenti a:

 - Location
 - Permessi e autorizzazioni
 - Ospitalità
 - Professionisti locali e servizi alla produzione

Per usufruire dei servizi, ricevere informazioni, inviare commenti o altro scrivere a:

info@tivolievalledellanienefilmcommission.it

I moduli per l'iscrizione si possono scaricare cliccando qui.

]]>
Sun, 01 Jul 2012 07:25:38 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/982-tivoli-e-valle-dell-aniene-film-commission
I° Festival "Salviamo Villa Adriana" http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/985-i-festival-salviamo-villa-adriana salviamo villa adriana

Sarà presentato alla stampa giovedì 5 luglio alle ore 11 alla Sala Tempio di Adriano a Piazza di Pietra a Roma il cartellone del I° Festival "Salviamo Villa Adriana".
Il Festival, organizzato dal Comitato Salviamo Villa Adriana in collaborazione con Save Italy e Italia Nostra Roma, vuole essere la risposta alla maligna decisione del Governatore del Lazio, Renata Polverini, di tagliare i fondi e di conseguenza cancellare il Festival Internazionale di Villa Adriana che, per anni, ha ospitato artisti di fama mondiale che hanno richiamato pubblico italiano e straniero.

]]>
Sun, 01 Jul 2012 05:00:00 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/concerti-e-spettacoli/985-i-festival-salviamo-villa-adriana
Tivoli - Villa Gregoriana http://www.anieneonline.com/component/content/article/145-notizie-su-tivoli-guidonia-subiaco/977-tivoli-villa-gregoriana CENNI STORICI

Quando il grande geografo dell’ età augustea, Strabone venne a Tivoli rimase colpito da due spettacoli: il Santuario di Ercole Vincitore e la grande cascata, che rumoreggiava sotto i templi dell’ acropoli. Il fiume Aniene nei periodi di piena diveniva però minaccioso e difficilmente controllabile, pronto a travolgere le varie dighe, che di volta in volta venivano ricostruite, presso l’ odierno Ponte Gregoriano, per trattenere l’ acqua che costituiva la naturale forza motrice dei numerosi mulini. Una piena disastrosa è ricordata nel 105 d.C. da Plinio il Giovane; un'altra catastrofica, si verifico nel 1826. Fu allora che l’ architetto Clemente Folchi pensò a una galleria sotto le falde del Monte Catillo, per deviarvi l’acqua dell’Aniene. Il Pontefice Gregorio XVI autorizzò il progetto, che fu portato a termine a tempo di record, perché in meno di due anni, a partire dal 6 luglio 1832, si scavarono due tunnel paralleli, lunghi 300 metri che allontanarono cosi il fiume dalla città e con esso ogni pericolo per l’abitato. Il 7 ottobre 1835 ci fu l’inaugurazione ufficiale. Il papa assisteva da un punto opportunamente studiato, ancor oggi detto “Il Trono”, da cui si può ammirare l’eccezionale salto, di circa 150 metri, della cascata gregoriana, che chiude a destra la Villa, anch’essa detta Gregoriana, come il Ponte, a ricordo del pontefice che liberò Tivoli dall’incubo delle piene. Si ottennero così i risultati tanto agognati dai tiburtini e contemporaneamente si ripristinò il livello del fiume verso i cinque canali che alimentavano i numerosi opifici. Quello che era stato il vecchio corso del fiume Aniene diventò così il braccio derivatore, oggi ancor più declassato. È ancora l’acqua del fiume Aniene che assume un ruolo essenziale nella definizione paesaggistica dell’area, contrapponendo natura e artificio, paesaggio naturale e paesaggio costruito, con la Villa d’Este. Esse seppur diversissime, ispirate a canoni architettonici altrettanto diversi, mosse da culture lontane, traggono origine da un identico elemento ispiratore: l’acqua.

Read more...

]]>
Fri, 29 Jun 2012 08:19:09 GMT http://www.anieneonline.com/component/content/article/145-notizie-su-tivoli-guidonia-subiaco/977-tivoli-villa-gregoriana
Tivoli - Villa D'este http://www.anieneonline.com/component/content/article/145-notizie-su-tivoli-guidonia-subiaco/976-tivoli-villa-d-este CENNI STORICI

All’interno della cinta muraria edificata dal Barbarossa esisteva una zona coperta di vigne, poche case, rari oliveti; nel punto dove doveva sfociare il canale, che traversando il sottosuolo della città vi conduce le acque dell’Aniene, fu compreso e demolito un gruppo di abitazioni e qualche sacro edificio tra i quali la chiesa di Santa Margherita e l’ospedale di Sant’Antonio, scomparve anche una grande scalinata che conduceva alla chiesa di San Francesco. La Villa, realizzata nel 1550 dal cardinale Ippolito II D’Este su progetto di Pirro Logorio, modificò in modo radicale sia l’andamento naturale dei luoghi, sia la struttura urbana consolidatasi nel periodo medievale. La scelta architettonica è ispirata all’esaltazione scenografica dei giochi d’acqua delle numerose fontane collocate all’interno della villa. Queste prendono il nome da famose statue in esse collocate e da originali congegni creati esclusivamente per il cardinale, il quale voleva generare stupore e meraviglia negli ospiti cogliendoli di sorpresa con uno spettacolo inaspettato e insospettato a tal punto che si potrebbe parlare di “poetica della meraviglia”.

{gallery}tivoli/villa-d-este{/gallery}

Read more...

]]>
Fri, 29 Jun 2012 08:16:47 GMT http://www.anieneonline.com/component/content/article/145-notizie-su-tivoli-guidonia-subiaco/976-tivoli-villa-d-este
Tivoli - Villa Adriana http://www.anieneonline.com/component/content/article/168-comuni-della-valle-dell-aniene/975-tivoli-villa-adriana L'IMPERATORE ADRIANO

Adriano fu proclamato imperatore nel 117 d.C. alla morte di Traiano, che era stato suo tutore. Aveva quaranta anni quando sali al trono. Originario della Spagna come Traiano, si dedicò immediatamente a risolvere i problemi militari lasciati insoluti dal suo predecessore, a differenza del quale scelse una sostanziale strategia di difesa e di contenimento dei confini dell'impero invece di grandi imprese guerresche. Colto e intellettuale, si distinse per la cura con cui si sforzò di creare una buona ed efficiente organizzazione burocratica dello Stato. La revisione e la semplificazione delle leggi e dei meccanismi burocratici a cui diede inizio gli permisero di dedicarsi personalmente a molte attività collaterali. Dopo quattro anni dall'incoronazione iniziò a ispezionare personalmente le province dell'impero compiendo lunghissimi viaggi che durarono anche parecchi anni. Fu uomo di pace e accorto osservatore delle situazioni. Ove occorreva si poneva alla testa delle guarnigioni, dava vittoriose battaglie e studiava tutte le necessità logistiche con gli esperti: costruì ponti e strade in Gallia, riorganizzò le guarnigioni in Germania e costruì un grande vallo difensivo in Britannia. In Egitto costruì Antinopolis, una città attestata sul Nilo e collegata da antiche vie carovaniere ai mercati del Mar Rosso. La leggenda vuole che quivi morisse il giovane e bello Antinoo, suo preferito e fedele accompagnatore, in onore del quale e a suo imperituro ricordo dedicò la città. Tra le sue grandi attività edilizie a Roma si ricordano: il rifacimento del Pantheon distrutto da un'incendio; l'avvio della costruzione del Tempio di Venere e Roma e il capolavoro per ricchezza e fantasia architettonica che è appunto la Villa nei pressi di Tivoli. In questa splendida residenza, sviluppata intorno ad una precedente costruzione, l'imperatore passò gli ultimi anni del suo regno, dedicandosi agli incontri con filosofi e intellettuali intrattenendoli con ospitalità presso di se e disputando con loro di vari argomenti. Volle dedicarsi ancora in vita alla costruzione della propria tomba (il gigantesco mausoleo che è oggi "Castel Sant'Angelo") ponendola sulla riva destra del Tevere, con un apposito ponte (Elio) per raggiungerla. Morì nel 138 d.C. a sessantadue anni nominando successore Antonino e lasciandogli un Impero consolidato e prestigioso.

STORIA DELLA VILLA

La villa realizzata dall'imperatore Adriano occupa, con una estensione di circa 120 ettari, un ampio pianoro alle pendici dei Monti Tiburtini, a sudovest di Tivoli. Il complesso si presenta come una serie di edifici a carattere monumentale, dispersi nella natura e con essa intimamente fusi. La perfetta compenetrazione tra struttura architettonica e paesaggio e l'articolazione tra i singoli blocchi edilizi e gli spazi destinati a giardino, apparentemente casuale (ma che al contrario è il frutto di un attento studio dei luoghi) fanno di villa Adriana un'eccezione nella storia dell'architettura antica. L'importanza storica e artistica del complesso contrasta singolarmente con il silenzio quasi totale delle fonti letterarie antiche, le poche notizie tramandate hanno alimentato tradizioni e leggende spesso prive di reale fondamento storico. Un passo di un tardo biografo del IV secolo d.C. riferisce che Adriano chiamò le varie parti della Villa con i nomi dei più famosi luoghi delle province romane. Si è più volte interpretato questa notizia come se l'imperatore avesse fatto eseguire copie fedeli dei siti da lui visitati. In realtà non si tratta di rigide imitazioni ma di autonome e originali creazioni ispirate a modelli celebri. Un'altra leggenda vede nel complesso tiburtino un'opera della vecchiaia dell'imperatore, mentre è certo che la Villa fu realizzata nei primi anni del suo regno. Da un breve passo dello scrittore Aurelio Vittore si può dedurre che l'imperatore intervenne direttamente nell'architettura della Villa, confermando in tal modo un'altra notizia che vuole Adriano architetto e realizzatore del complesso. Lo studio delle strutture ha fornito elementi preziosi e fondamentali per l'inquadramento cronologico e per il riconoscimento delle fasi costruttive. Un primo dato importante è che il complesso adrianeo fu preceduto da una villa di età repubblicana (fine II inizi I secolo a. C.), forse pervenuta in proprietà della moglie dell'imperatore, Vibia Sabina. Il palazzo adrianeo si sviluppo a partire da tale nucleo più antico, che rimarrà sempre il cuore della residenza imperiale.La Villa fu realizzata interamente entro i primi dieci anni del regno di Adriano; in particolare si è dimostrato che i lavori ebbero inizio subito dopo l'arrivo a Roma del nuovo imperatore, verso la metà del 118 d.C. Le fasi edilizie e gli edifici relativi possono essere cosi sintetizzati:

I° fase (118 -125): Biblioteche; complesso settentrionale del Palazzo orientale (Basilica, Biblioteca); Cortile delle Biblioteche; Ospitali e edificio annesso; Giardino a sudest del Palazzo (padiglione a nordest della Piazza d'Oro); Terme con eliocamino; Teatro marittimo; Stadio con costruzioni annesse; Caserme dei Vigili; Grandi Terme.

II° fase (125 -133): Piccole Terme; Complesso centrale del Palazzo orientale; Palazzo occidentale; Torre di Roccabruna; Piazza d'Oro; Pretorio, Vestibolo; Cento Camerelle e Pecile; Padiglione verso Tempe; Canopo; Cortile a est dello Stadio. Gli edifici della Villa sono costruiti in genere in opera mista (blocchetti piramidali di tufo e fasce di mattoni) e talvolta in solo laterizio. Un aspetto della Villa che è stato di recente esaminato è l'esistenza di un vero e proprio sistema di vie sotterranee, alcune carrabili, altre pedonabili. Si tratta di una sorta di rete sotterranea di servizio che poteva funzionare in modo indipendente, senza intralciare il livello sovrastante, ufficiale e di rappresentanza.

 

mappa

 

1. Pecile: vasto quadriportico (m. 232 x 97) con i lati brevi curvilinei e giardino centrale con piscina, destinato alle passeggiate, come attesta un'iscrizione trovata nei pressi. L'orientamento estovest permetteva di sfruttare il portico sia come passeggiata estiva (lungo il lato nord) sia come passeggiata invernale (lungo il lato sud).

2 Cento Camerelle: serie di ambienti disposti su più piani che costituivano la poderosa costruzione della parte occidentale del Pecile. Sono collegati agli edifici soprastanti mediante un sistema di gallerie sotterranee. Queste stanze erano probabilmente destinate ad abitazione degli schiavi impiegati nel servizio della villa.

3. Piccole Terme: comprendono una sala ottagona con pareti convesse e piane, identificabile forse come apodyterium, una piscina con lati absidati, il tepidarium, il frigidarium, con due grandi piscine absidate e la natatio. Si tratta con ogni probabilità di un complesso termale destinato esclusivamente alle donne.

4. Vestibolo: si tratta di un edificio inserito tra le Piccole e le Grandi Terme, di cui restano poche tracce. Esso va interpretato in parte come ginnasio e in parte come larario, centro del culto imperiale.

5. Grandi Terme: complesso termale maschile. Lungo il lato ovest corre un corridoio esterno con i forni (praeturnia). Nella grande sala circolare va forse riconosciuto il bagno turco (sudatio) poiché non presenta impianti idraulici. Verso sud si succedono il tepidarium, il calidarium e una sala con tre piscine. A est del tepidarium è una grande sala con volta a crociera decorata a stucchi. Al centro è il frigidarium con due piscine, rettangolare e semicircolare. Entrambi i complessi termali dovevano essere destinati al personale di servizio.

6. Pretorio: è un grande complesso di tabernae a più piani forse abitazioni del personale di servizio e magazzini.

7. Canopo: il suggestivo e famoso complesso occupa una stretta e lunga depressione naturale, che fu regolarizzata e rinforzata con muri a contrafforti e sostruzioni precedute da tabernae (in cui è stato ricavato il Museo della Villa). Il centro della valle è occupato da un lungo canale (m. 119 x 18) con il lato nord curvo, circondato da un colonnato con architrave mistilineo, ai lati corrono altri due colonnati. Lungo il lato ovest le colonne centrali sono sostituite da sei cariatidi, quattro delle quali sono copie di quelle dell'Eretteo sull'Acropoli di Atene; le altre due raffigurano Sileni (si tratta di calchi in cemento, gli originali sono esposti al Museo, come il resto della decorazione rinvenuta entro il canale). Verso il lato curvo sono altre statue: il Nilo, il Tevere, un coccodrillo. Gli spazi tra le colonne sono occupati da statue di Ares, Athena, Hermes e due Amazzoni. A sud del canale è una piscina rettangolare, con ambienti laterali, che termina con quattro colonne sormontate da una cornice mistilinea. Sul fondo è un grande ninfeo (il Serapeo) a esedra semicircolare, prolungato da un corridoio, con volta a botte, che termina con un'abside. L'esedra, coperta da una semicupola a spicchi concavi e piani, presenta una serie di nicchie, quattro delle quali costituivano altrettante fontane a cascata, le altre erano occupate da statue. L'edificio va identificato come una grande sala estiva per banchetti (cenatio). La pianta si ispira a quella dei templi del culto egiziano. Questo elemento, la presenza del canale e le numerose statue egittizzanti permettono di identificare il complesso con il Canopo, ispirato al canale che univa Alessandria di Egitto alla città di Canopo, dove era un celebre tempio di Serapide.

8. Torre di Roccabruna: l'edificio occupa parte della collina che sovrasta a sud ovest la valle del Canopo; è costruito in mattoni e filari di blocchetti di tufo. A pianta quadrata esternamente, comprende all'interno una sala ottagona in cui si aprono tre alcove alternate con nicchie semicircolari. Al di sopra esisteva probabilmente un secondo piano sormontato da una cupola. Si tratta di una torre isolata, situata in uno dei punti più panoramici del complesso.

9. Accademia: piccolo palazzo autonomo che occupa parte della collina sovrastante il Canopo. Sono oggi visibili modestissimi resti. L'ambiente meglio conservato è il cosidetto Tempio di Apollo: una vasta sala semicircolare con semicolonne in laterizio e nicchie semicircolari e rettangolari. Da questo complesso provengono alcune delle più famose opere d'arte scoperte nella Villa (i Centauri in marmo nero, il Satiro in rosso antico, il Mosaico delle Colombe, ora ai Musei Capitolini in Roma).

10. Stadio: è in realtà un grande ninfeo, a forma di stadio, comprendente un giardino porticato, al quale si appoggia un gruppo di tre ambienti; un edificio con vasche per piante; un'area centrale libera e una grande fontana ad esedra alimentata da due canali che scorrono per tutta la lunghezza del complesso.

11. Edificio con tre Esedre: grande ambiente con ricca decorazione marmorea, forse una sala da pranzo (cenatio) per banchetti ufficiali, utilizzato soprattutto nella stagione estiva e caratterizzato da tre ampie esedre porticate e da fontane.

12. Palazzo Invernale: complesso di edifici con grande cortile porticato, in origine con 40 colonne di marmo innalzate su un podio che include parte di un sottostante criptoportico. Si conservano tracce di pitture e firme di celebri visitatori (tra cui quella di Piranesi).

13. Piazza d'Oro: complesso di ambienti di rappresentanza. Si tratta di uno dei più straordinari edifici della Villa, vario e articolato nella disposizione planimetrica e nella struttura architettonica. Si accede all'edificio tramite un vestibolo a pianta ottagonale, in cui si aprono nicchie alternativamente rettangolari e semicircolari. La copertura è costituita da una cupola a spicchi, sostenuta da archi poggianti su mensole, terminante con una apertura centrale, circolare. Ai lati del vestibolo sono due piccoli ambienti quadrati, coperti a crociera, con nicchie semicircolari e rettangolari. Il vestibolo immetteva al grande Peristilio (m. 61 x51) circondato da un portico a due navate, con colonne alternate di marmo cipollino e di granito verde egiziano; il muro di fondo del portico è costituito da archetti su lesene, con colonne addossate. La muratura era originariamente rivestita di intonaco. Esternamente al portico, sui lati est e ovest, corrono due criptoportici; l'area centrale del Peristilio era occupata da una lunga vasca in posizione assiale, ai lati della quale erano giardini. Sul lato sud è un complesso di costruzioni comprendenti un cortile centrale (forse un triclinio estivo) a pianta ottagonale a lati sinuosi, alternativamente concavi e convessi, ognuno sostenuto da due colonne. Sul lato di fondo è presente un grande ninfeo semicircolare, con nicchie rettangolari e semicircolari, occupate da fontane; ai lati piccoli ninfei e cortili.

14. Sala dei Pilastri Dorici: ampia sala rettangolare (m. 32 x 23), vera e propria Basilica, che deve il nome moderno alla presenza di un portico a pilastri con basi e capitelli dorici. La parte centrale della sala presentava un secondo piano, in cui si aprivano ampie finestre, e doveva essere coperta con una volta a padiglione.

15. Sala del Trono: grande ambiente con abside, forse destinato alle solenni sedute della corte imperiale, cui si accedeva tramite una sala rettangolare con due colonne tra le ante, fiancheggiata da due corridoi su ogni lato.

16. Caserma dei Vigili: piccolo edificio esterno al Palazzo, costituito da due gruppi di tre ambienti ciascuno, con volte a crociera, aperti su un cortile rettangolare, con pavimento a mattoni. Il lato sud è occupato da un'unica grande sala divisa in tre sezioni, ognuna con volta a crociera. L'edificio presentava un secondo piano, poggiante su mensole di travertino e in ogni ambiente si aprivano due strette feritoie. Era probabilmente destinato ad abitazione della servitù del Palazzo.

17. Villa repubblicana: si estende a sud del Cortile delle Biblioteche. La fase più antica può essere datata alla fine del 11 secolo a.C.; si possono inoltre individuare due altri periodi costruttivi: uno della prima metà del I secolo a.C. e uno forse di età augustea. Verso il centro del podio della Villa è un'apertura che dà accesso ad un criptoportico a quattro bracci (galleria sotterranea), in cui si conserva parte del pavimento a mosaico e della decorazione della volta, in tessere di marmo e di pasta vitrea, con fasce laterali a motivi vegetali e animali. Il piano superiore conserva i resti delle strutture repubblicane e ampi rifacimenti adrianei, che costituiscono una parte importante del Palazzo imperiale, con funzioni di rappresentanza. Il lato occidentale del palazzo era probabilmente destinato a giardino. Alle estremità nord e sud sono due gruppi di ambienti aperti verso l'esterno (esedre, triclinio estivo, peristilio, ambienti di rappresentanza).

18. Terme con heliocaminus: è il più importante complesso termale annesso al Palazzo. Comprende un calidarium con vasca semicircolare, un frigidarium e una piscina con portico. All'angolo sud è un ambiente particolare che ha dato il nome al complesso: si tratta di una sala circolare coperta da una cupola a cassettoni, con una grande vasca circolare. La presenza di grandi finestre sul lato sud ovest ha suggerito l'identificazione dell'ambiente con un heliocaminus, cioè una sala riscaldata dal sole. In realtà la presenza dell'impianto per riscaldamento ad aria calda indica che la sala più probabilmente era destinata a bagni turchi.

19 Sala dei Filosofi: probabilmente è una biblioteca, cui si accede direttamente dal Teatro marittimo. Consta di una vasta aula rettangolare in cui si aprono sette nicchie destinate agli armadi per i libri.

20. Teatro marittimo: nome fantasioso attribuito ad un edificio circolare con portico ionico, all'interno del quale corre un canale anulare che circonda una piccola isola su cui è costruita una villa in miniatura, comprendente un vestibolo curvilineo un peristilio a lati concavi con fontana centrale, un tablino con stanze annesse, una piccola terma con apodyterium, frigidarium, calidarium e latrina. Questo padiglione era probabilmente un luogo destinato al ritiro e all'isolamento, e agli studi cui Adriano amava dedicarsi.

21. Cortile delle Biblioteche: la zona più antica del Palazzo dominata a sud dal podio della villa repubblicana e a nord da due edifici, ritenuti un tempo biblioteche, che hanno dato il nome al complesso. Si tratta di un vasto peristilio, con ninfeo al centro del lato nord (appartenente alla fase repubblicana). Le due Biblioteche sono in realtà due triclini estivi, collegati da un portico trapezoidale e circondati da ambienti minori. La "Biblioteca latina" (a est) è costituita da due sale precedute da un vestibolo a facciata curva: la prima sala a pianta quadrata presenta alcove su tre lati ed è coperta con volta a crociera; la sala più interna è absidata e con volta a botte. La "Biblioteca greca" è anch'essa composta da due ambienti: il primo con quattro alcove; il più interno con tre, sormontato da un secondo piano. Ambedue le sale sono coperte da volte a crociera.

22. Ospitali: due gruppi di cinque stanze (la presenza di alcove per i letti permette di identificarli come cubicoli), destinati a dormitori dei pretoriani che dovevano difendere l'ingresso del Palazzo. Presentano pavimenti a mosaici con motivi geometrici e vegetali. Verso sud sono le latrine e un grande ambiente, forse adibito al culto imperiale.

23. Terrazza di Tempe: forse il vestibolo principale della Villa. E' costituito da un ampio belvedere, con ambienti laterali (forse i posti di guardia dei pretoriani), che sovrastava una profonda vallata nella quale si è identificata la zona battezzata da Adriano con il nome della celebre valle della Tessaglia.

24. Tempietto di Venere: edificio templare di modeste dimensioni, a pianta circolare, inserito in una grande esedra semicircolare. Il rinvenimento di una copia dell'Afrodite Cnidia di Prassitele permette di identificare il modello dell'edificio: si tratta del tempietto circolare di Cnido, che ospitava l'originale della celebre statua.

25. Teatro Greco: piccolo edificio per spettacoli (m. 36 di diametro) di cui si conserva parte della cavea e di un ambulacro anulare. Sulla sommità delle gradinate, in posizione centrale, sono visibili i resti di un piccolo vano, forse destinato al culto.

]]>
Fri, 29 Jun 2012 08:14:08 GMT http://www.anieneonline.com/component/content/article/168-comuni-della-valle-dell-aniene/975-tivoli-villa-adriana
Tivoli: a Campo Ripoli ci sarà anche il rugby http://www.anieneonline.com/notizie/sport/974-tivoli-a-campo-ripoli-ci-sara-anche-il-rugby tivoli-rugby

Martedì 26 giugno alle ore 16 si sono aperte le buste per la gestione del Campo Ripoli. Si è aggiudicata la gara la società Città dello sport e salute rappresentata dall’avvocato Novelli( società che aveva partecipato anche alla gara d’appalto dell’impianto dell’Arci) Insieme alla citata società nel progetto è inserita anche  il nostro sodalizio. che potrà utilizzare il campo per le categorie giovanili. I dettagli sono ancora tutti da definire con la società appaltante, ma visti i buoni rapporti intercorsi sicuramente sapremo in grado di offrire uno spazio adeguato ai nostri associati. Il lavoro duraturo del presidente Piervenanzi e dei suoi collaboratori ha visto concretizzarsi risultati importanti per lo sviluppo della societa e del movimento rugby in questo territorio

]]>
Thu, 28 Jun 2012 17:34:11 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/sport/974-tivoli-a-campo-ripoli-ci-sara-anche-il-rugby
Rosso Orvietano Ciliegiolo http://www.anieneonline.com/component/content/article/161-rubriche-fiscale-giuridica-salute-cucina/enologia/965-rosso-orvietano-ciliegiolo enologia

Il  Rosso Orvietano Ciliegiolo  è un vino DOC la cui produzione è consentita nella provincia di Terni. Il vino Ciliegiolo viene prodotto dall’omonima uva (importata  dalla Spagna nel XIX secolo e così chiamata per il tipico aroma   che rimanda alla ciliegia).

Gradazione alcolica: La gradazione alcolica minima complessiva è di  gradi 12.

Caratteristiche organolettiche: Colore: rosso rubino intenso, una limpidezza brillante. Sentori olfattivi: profumo  vinoso, delicato, gradevolmente  fruttato. Sapore: fruttato, con retrogusto caratteristico.

Abbinamenti consigliati Si sposa ottimamente con antipasti, primi piatti e preparazioni a base di pesce.

 

 

 

]]>
Thu, 28 Jun 2012 09:14:22 GMT http://www.anieneonline.com/component/content/article/161-rubriche-fiscale-giuridica-salute-cucina/enologia/965-rosso-orvietano-ciliegiolo
Chardonnay http://www.anieneonline.com/component/content/article/161-rubriche-fiscale-giuridica-salute-cucina/enologia/966-chardonnay enologia

Lo  Chardonnay è prodotto in provincia di Padova, Treviso, Venezia, Vicenza e Verona. Proviene dall' omonimo vitigno che si è ben ambientato nel Veneto. Viene vinificato da solo con un massimo del 15% di altre uve a Bacca bianca della zona.

Gradazione alcolica: La gradazione alcolica minima complessiva è di  gradi 12,50.

Caratteristiche organolettiche: Colore:  giallo paglierino. Sentori olfattivi: profumo  fruttato, fine, caratteristico. Sapore: asciutto, sapido, gradevole.

Abbinamenti consigliati Antipasti magri, minestre, piatti a base di uova e pesce o anche da aperitivo.

 

 

 

 

]]>
Thu, 28 Jun 2012 09:14:22 GMT http://www.anieneonline.com/component/content/article/161-rubriche-fiscale-giuridica-salute-cucina/enologia/966-chardonnay
Amarone della Valpolicella http://www.anieneonline.com/component/content/article/161-rubriche-fiscale-giuridica-salute-cucina/enologia/967-amarone-della-valpolicella enologia

L’ Amarone della Valpolicella è un vino DOCG, la cui produzione è consentita nella provincia di Verona. E’ tra i vini rosso più prestigiosi d’Italia.

Gradazione alcolica: La gradazione minima prevista è di 14º, ma per i più corposi può raggiungere anche i 16º.

Caratteristiche organolettiche: Colore:  rosso rubino carico. Sentori olfattivi: frutta matura, confettura di amarena e di lamponi. In quelli più invecchiati si possono percepire anche sentori di muschio e di catrame, quest’ultimo in gergo tecnico detto di goudron. Sapore: pieno, vellutato, robusto.

Abbinamenti consigliati Arrosti di cacciagione da pelo o selvaggina nobile di piuma e formaggi stagionati.

 

 

 

 

 

]]>
Thu, 28 Jun 2012 09:14:22 GMT http://www.anieneonline.com/component/content/article/161-rubriche-fiscale-giuridica-salute-cucina/enologia/967-amarone-della-valpolicella
Aglianico del Vulture http://www.anieneonline.com/component/content/article/161-rubriche-fiscale-giuridica-salute-cucina/enologia/968-aglianico-del-vulture enologia

L’ Aglianico del Vulture è un vino DOC del vitigno Aglianico, la cui produzione è consentita nella zona del Vulture, in provincia di Potenza (Basilicata). Con oltre 1500 ettari di superficie iscritta all'Albo dei vigneti e dei vini DOC, è annoverato tra i più grandi vini rossi d'Italia definito da alcuni “il Barolo del Sud”.

Gradazione alcolica: La gradazione minima prevista è di 12º.

Caratteristiche organolettiche: Colore: rosso rubino, con l'invecchiamento assume riflessi aranciati. Sentori olfattivi: armonico e cresce in intensità e gradevolezza con l'età. Sapore: asciutto, sapido, caldo, armonico, giustamente tannico, con l'invecchiamento diventa sempre più vellutato.

Abbinamenti consigliati Tutti i piatti di carne, bianche o rosse, in particolare agli arrosti, alla carne allo spiedo e alla cacciagione. Ottimo anche da abbinare a piatti della tradizione tipica lucana, formaggi stagionati e, nella versione spumante, per i dolci da pasticceria, fresca o secca.

 

 

 

 

 

 

]]>
Thu, 28 Jun 2012 09:14:22 GMT http://www.anieneonline.com/component/content/article/161-rubriche-fiscale-giuridica-salute-cucina/enologia/968-aglianico-del-vulture
Lacrima di Morro d’Alba http://www.anieneonline.com/component/content/article/161-rubriche-fiscale-giuridica-salute-cucina/enologia/969-lacrima-di-morro-d-alba enologia

Il Lacrima di Morro d’Alba ottiene la denominazione di origine controllata nel 1985, vanta tradizioni antichissime. Per ottenere il DOC questo vino deve essere prodotto con una percentuale di uve appartenenti al vitigno Lacrima non inferiore all’ 85%. Il restante 15% può essere rappresentato da uve di Montepulciano o Verdicchio. E’ un vino prodotto nelle Marche.

Gradazione alcolica: La gradazione minima prevista è di 13,5º. Caratteristiche organolettiche: Colore: rubino reso intenso dalla presenza di percepibili sfumature violacee. Sentori olfattivi: regala piacevoli note di fragola, ciliegino, more selvatiche, mirtilli e violette. Sapore: gradevolmente fruttato, questo vino marchigiano migliora le sue qualità organolettiche a seguito di un breve periodo di invecchiamento.

Abbinamenti consigliati Prodotti tipici marchigiani il salame lardellato di Fabriano, salame ciauscolo, primi piatti al ragù con animali di basso cortile e piatti a base di carni bianche. Si può accostare anche ad alcuni antipasti marinati a base di pesce azzurro per esempio o ad alcuni tipi di brodetto di pesce all’anconitana.

 

 

 

 

 

 

 

]]>
Thu, 28 Jun 2012 09:14:22 GMT http://www.anieneonline.com/component/content/article/161-rubriche-fiscale-giuridica-salute-cucina/enologia/969-lacrima-di-morro-d-alba
Cannonanu http://www.anieneonline.com/component/content/article/161-rubriche-fiscale-giuridica-salute-cucina/enologia/970-cannonanu enologia

Il Cannonanu (altrimenti detto Cannonao, Cannonadu o Canonau) è il vitigno a bacca nera più diffuso in Sardegna la cui coltivazione si concentra nelle zone più centrali del territorio. In particolare il  Cannonau di Sardegna Jerzu è un vino DOC la cui produzione è consentita nella provincia di Nuoro.

Gradazione alcolica: La gradazione minima prevista è di 13º.

Caratteristiche organolettiche: Colore: rosso rubino più o meno intenso con sfumature violacee, tendente all'arancione con l'invecchiamento. Sentori olfattivi: profumo gradevole, delicato, caratteristico. Sapore: secco, sapido, caldo, asciutto, caratteristico.

Abbinamenti consigliati Carni rosse arrosto (pecora, capra, manzo, vitello, maiale, cinghiale, tordi, ecc.), a formaggi (meglio se stagionati) e salumi. Si accompagna perfettamente anche a primi piatti di terra e legumi.

 

 

 

 

 

 

 

 

]]>
Thu, 28 Jun 2012 09:14:22 GMT http://www.anieneonline.com/component/content/article/161-rubriche-fiscale-giuridica-salute-cucina/enologia/970-cannonanu
Brunello di Montalcino http://www.anieneonline.com/component/content/article/161-rubriche-fiscale-giuridica-salute-cucina/enologia/971-brunello-di-montalcino enologia

Il Brunello di Montalcino è un vino rosso DOCG prodotto in Toscana, nel territorio del comune di Montalcino in provincia di Siena. Il Brunello di Montalcino può essere considerato, insieme al Barolo, il vino rosso italiano dotato di maggiore longevità.

Gradazione alcolica: La gradazione minima prevista è di 13,5º.

Caratteristiche organolettiche: Colore: rosso rubino intenso tendente al granato. Sentori olfattivi: profumo caratteristico ed intenso. Sapore: asciutto, caldo, un po' tannico, robusto, armonico, persistente.

Abbinamenti consigliati Carne rossa e la selvaggina, eventualmente accompagnati da funghi e tartufi. Molto interessante anche l'abbinamento con i formaggi, tra cui spicca il pecorino toscano. 

]]>
Thu, 28 Jun 2012 09:14:22 GMT http://www.anieneonline.com/component/content/article/161-rubriche-fiscale-giuridica-salute-cucina/enologia/971-brunello-di-montalcino
Passerina http://www.anieneonline.com/component/content/article/161-rubriche-fiscale-giuridica-salute-cucina/enologia/972-passerina enologia

Il Passerina è un vino DOC la cui produzione è consentita nella provincia di Teramo. Una delle sue caratteristiche più note è quella di avere una resa piuttosto alta , tanto che i contadini di una volta erano soliti chiamarla cacciadebiti o pagadebiti.

Gradazione alcolica: La gradazione minima prevista è di 13º.

Caratteristiche organolettiche: Colore: giallo paglierino con riflessi dorati. Sentori olfattivi:  profumo tenue,  tipico della frutta tropicale e di fiori bianchi, ginestra. Sapore:  fresco, sapido.

Abbinamenti consigliati Aperitivi, antipasti poco salsati, pesce bollito.

 

]]>
Thu, 28 Jun 2012 09:14:22 GMT http://www.anieneonline.com/component/content/article/161-rubriche-fiscale-giuridica-salute-cucina/enologia/972-passerina
Grechetto http://www.anieneonline.com/component/content/article/161-rubriche-fiscale-giuridica-salute-cucina/enologia/973-grechetto enologia

Il Grechetto o Greco è un vino che accomuna  vitigni con caratteristiche molto diverse, ma accomunati dal medesimo bacino di importazione, ovvero il Mediterraneo orientale. Si ritiene che il Grechetto sia originario dalla Grecia (il nome “grechetto” forse dice tutto) come tutti gli altri vitigni che portano il nome di Greco: sarebbe stato portato nell’Italia Meridionale dai coloni Greci che a suo tempo popolavano la Magna Grecia. L’Umbria oggi ne è la regione più rappresentativa.

Gradazione alcolica: La gradazione minima prevista è di 12º.

Caratteristiche organolettiche: Colore: giallo paglierino dai riflessi verdognoli. Sentori olfattivi: delicati aromi fruttati di moderata acidità. Sapore: ben strutturato ed equilibrato.

Abbinamenti consigliati risotti, frittate, pesce e zuppe, tipiche della tradizione umbra.

 

 

]]>
Thu, 28 Jun 2012 09:14:22 GMT http://www.anieneonline.com/component/content/article/161-rubriche-fiscale-giuridica-salute-cucina/enologia/973-grechetto
Montepulciano d'Abruzzo http://www.anieneonline.com/component/content/article/161-rubriche-fiscale-giuridica-salute-cucina/enologia/960-montepulciano-d-abruzzo enologia

Il Montepulciano d'Abruzzo è un vino DOC la cui produzione è consentita nelle province di Chieti, L'Aquila, Pescara e Teramo e proviene dal vitigno dal nome Montepulciano. Nel 2007 il Montepulciano d'Abruzzo è risultato essere il primo vino italiano (della categoria DOC) per produzione.

Gradazione alcolica: La gradazione alcolica minima deve essere pari all'11,5% vol

Caratteristiche organolettiche: Colore: rosso rubino intenso con lievi sfumature violacee. Sentori olfattivi: frutti rossi, spezie, intenso, etereo. Sapore: pieno, asciutto, armonico, giustamente tannico.

Abbinamenti consigliati Il Montepulciano giovane sopporta grigliate di carne suina e bovina. I vini più vecchi sono comunque preferibili con carni rosse, pezzature nobili di bovino o ovino. Ottimo il confronto con formaggi pecorini a stagionatura crescente di pari passo con l'invecchiamento del vino.

]]>
Thu, 28 Jun 2012 09:14:22 GMT http://www.anieneonline.com/component/content/article/161-rubriche-fiscale-giuridica-salute-cucina/enologia/960-montepulciano-d-abruzzo
Verdicchio dei Castelli di Jesi http://www.anieneonline.com/component/content/article/161-rubriche-fiscale-giuridica-salute-cucina/enologia/961-verdicchio-dei-castelli-di-jesi enologia

Il Verdicchio dei Castelli di Jesi ha fin dall'antichità una sua storia ed una sua precisa fisionomia che ha conservato fino ad oggi, diventando uno dei più famosi vini bianchi del mondo. Caratteristica peculiare dei vitigni di verdicchio è che la loro coltivazione è possibile solo nel territorio dei Castelli di Jesi che rende possibile l'ottimale sviluppo dell'uva.

Gradazione alcolica: Per il Verdicchio dei Castelli di Jesi e Classico, minimo 11,5°, per il Classico Superiore minimo 12° e, per il Riserva minimo 12,5°.

Caratteristiche organolettiche: Colore: giallo paglierino, a volte con sottili sfumature verdi che volgono al dorato con la maturazione. Sentori olfattivi: profumo delicato, fragranza fresca e persistente di frutta e fiori, sentore di mandorle amare. Sapore: asciutto, fine, armonico, con retrogusto gradevolmente amarognolo.

Abbinamenti consigliati Tutti i piatti della cucina Mediterranea trovano soddisfazione dall'accostamento con uno dei "verdicchi": antipasti, carni bianche, più o meno elaborate, carni bollite, funghi, tartufi, fritti di verdure. Con il pesce vi è lo "sposalizio" d'elezione.

 

]]>
Thu, 28 Jun 2012 09:14:22 GMT http://www.anieneonline.com/component/content/article/161-rubriche-fiscale-giuridica-salute-cucina/enologia/961-verdicchio-dei-castelli-di-jesi
Barolo http://www.anieneonline.com/component/content/article/161-rubriche-fiscale-giuridica-salute-cucina/enologia/962-barolo enologia

Il Barolo è un vino ottenuto dalla fermentazione di uva Nebbiolo  nelle sue tre varietà Michet, Lampia e Rosé. Prende il nome dalla nobile famiglia Falletti, marchesi di Barolo,   che ne iniziarono la produzione nei loro vigneti.

Gradazione alcolica: La gradazione alcolica minima complessiva è di  gradi 13.

Caratteristiche organolettiche: Colore: rosso granato con riflessi aranciati. Sentori olfattivi: profumo  intenso e persistente, patrimonio olfattivo eccezionalmente complesso, che tende a prediligere,  a seconda dello stato evolutivo, note fruttate e floreali come  viola e vaniglia o note terziarie come goudron e spezie. Sapore:  in bocca le componenti "dure" (acidità, tannini, sali) risultano piacevolmente equilibrate da quelle "morbide" (alcoli e polialcoli), con una intensità e persistenza eccezionali che fanno del Barolo un vino potente, elegante e di grande  personalità.

Abbinamenti consigliati Arrosti di carne rossa, brasati, cacciagione, selvaggina, cibi tartufati, formaggi a pasta dura e stagionati. Come tutti i "grandi vini rossi", può essere anche classificato come vino da meditazione.

 

]]>
Thu, 28 Jun 2012 09:14:22 GMT http://www.anieneonline.com/component/content/article/161-rubriche-fiscale-giuridica-salute-cucina/enologia/962-barolo
Barbaresco http://www.anieneonline.com/component/content/article/161-rubriche-fiscale-giuridica-salute-cucina/enologia/963-barbaresco enologia

Il Barbaresco è un vino DOCG la cui produzione è consentita nella provincia di Cuneo, esclusivamente nei comuni di Barbaresco, Neive, Treiso (già frazione di Barbaresco) e la parte della frazione "San Rocco" in precedenza facente parte del comune di Barbaresco ed aggregata dal 1957 al comune di Alba. Il vino è ottenuto unicamente dalle uve Nebbiolo delle sottovarietà "Michet", "Lampia" e "Rosè". Deve essere sottoposto ad un periodo di invecchiamento di almeno due anni, di cui almeno un anno in botti di rovere o di castagno, a decorrere dal 1º gennaio dell'anno successivo a quello della vendemmia.

Gradazione alcolica: La gradazione alcolica minima complessiva è di  gradi 12,50.

Caratteristiche organolettiche: Colore: granato con riflessi aranciati. Sentori olfattivi: profumo  caratteristico, etereo, con note di   pepe verde, spezie e mandorla amara. Sapore:  elegante fine, di corpo, speziato.

Abbinamenti consigliati Arrosti, bollito misto e selvaggina

 

]]>
Thu, 28 Jun 2012 09:14:22 GMT http://www.anieneonline.com/component/content/article/161-rubriche-fiscale-giuridica-salute-cucina/enologia/963-barbaresco
Vermentino http://www.anieneonline.com/component/content/article/161-rubriche-fiscale-giuridica-salute-cucina/enologia/964-vermentino enologia

Il Vermentino è un vitigno aromatico  utilizzato per la produzione di numerosi vini. In Sardegna uno tra i più conosciuti ed apprezzati vini a base di Vermentino è il Vermentino di Gallura, vino DOGC caratterizzato da una notevole struttura e alcolicità.

Gradazione alcolica: La gradazione alcolica minima varia dai 12° ai 13°.

Caratteristiche organolettiche: Colore: generalmente bianco, giallo paglierino. Sentori olfattivi:  intenso di fiori di campo ed erbaceo e una nota di pesca gialla. Sapore: secco ma delicatamente morbido.

Abbinamenti consigliati Antipasti di mare, piatti di pesce (come il classico abbinamento tra aragosta e Vermentino sardo) e polpo ma anche con i tipici pansoti liguri con salsa di noci e gli altri piatti della cucina ligure.

 

 

]]>
Thu, 28 Jun 2012 09:14:22 GMT http://www.anieneonline.com/component/content/article/161-rubriche-fiscale-giuridica-salute-cucina/enologia/964-vermentino
Speciale sul Travertino http://www.anieneonline.com/component/content/article/174-speciale-travertino/959-speciale-sul-travertino Leggi gli approfondimenti sul Travertino

travertino

La pietra

Il travertino romano ha avuto una grande importanza nel corso della storia quale elemento basilare per ogni tipo di costruzione, costituendo sempre un riferimento durante l’evoluzione sociale e tecnologica dell’uomo

Continua a leggere l'articolo...

Il territorio

L’area di estrazione del travertino romano si identifica nell’altopiano che da Tivoli si estende verso Roma, circoscritto tra i monti Cornicolani, Lucretili, Tiburtini, e, a Nord-Ovest, dal bacino del fiume Aniene. Questi rilievi, che sono caratterizzati da una pendenza che a volte supera il 50%, e il cui suolo è costituito sostanzialmente da carbonato, sono soggetti ad una attività erosiva continua ed intensa che ha generato numerosi fenomeni di Karst.

Continua a leggere l'articolo... 

La storia

Ai tempi dei Romani le proprietà del travertino erano apprezzate a tal punto da far sì che fosse la pietra principale dell’antica Roma. Infatti il geografo greco Stradone, che visse a lungo a Roma, ricordava nel suo Libro V che il trasporto del “Lapis Tiburtinus” (il travertino) a Roma era molto facile ‘per terra e per mare’. A partire dal periodo tra il secondo e il terzo secolo avanti Cristo, il travertino divenne il materiale privilegiato dell’antica architettura romana.

Continua a leggere l'articolo...  

La formazione

Il travertino è una roccia calcarea di origine chimica che si forma per precipitazione del carbonato di calcio in prossimità di sorgenti, cascate o bacini lacustri. Durante la precipitazione del carbonato, nel sedimento rimangono inglobati resti vegetali (per esempio, foglie o ramoscelli) e animali (per es. frammenti di piccole ossa).

Continua a leggere l'articolo... 

La cava

Una serie di fasi preparatorie è necessaria prima dell’estrazione. Prima di tutto è necessario rimuovere uno strato piuttosto sottile di terra (50/60 cm) e poi una specie di “cappello”, di spessore variabile tra gli 8 e i 15 metri. Il “cappello” è una formazione calcarea che negli strati superiori si rimuove facilmente con metodi tradizionali di sbancamento, ma per il livello inferiore e per uno spessore che varia dai 2 ai 5 metri, deve essere frantumato da attrezzature speciali e poi rimosso normalmente.

Continua a leggere l'articolo...

La segheria

Il blocco squadrato, una volta trasportato in segheria, deve essere tagliato in lastre. Questo avviene per mezzo di telai a lame diamantate. Queste macchine sono dotate di motori molto potenti che attivano un volano a cui è collegato un telaio di lame diamantate che con movimento alternato tagliano il blocco mentre questo, posizionato su una base mobile, viene lentamente sollevato verso il telaio stesso ad una velocità stabilita per mezzo di enormi e potentissimi martinetti idraulici. La dentatura diamantata delle lame abrade e taglia il travertino.

Continua a leggere l'articolo...

Il laboratorio

Blocchi, lastre e sezioni arrivano in laboratorio. La segheria e i tagliablocchi sono sistemi e macchinari che sono molto standardizzati e la loro descrizione è relativamente semplice ed universale, ma per i laboratori, non è possibile dare una descrizione univoca per le differenti tipologie di macchinari e sistemi di lavorazione che vi si possono trovare, al punto che provare ad elencarli è praticamente impossibile.

Continua a leggere l'articolo...

Le applicazioni

Traendo vantaggio dalle nuove tecnologie di lavorazione del travertino, le aziende produttrici hanno iniziato ad inserirsi tra i fornitori dei materiali da costruzione, aprendo nuove interessanti prospettive all’uso di questa pietra eclettica, che ha la capacità di coniugarsi al legno, alle materie plastiche ed ai metalli.

Continua a leggere l'articolo...

 

Torna su

]]>
Mon, 25 Jun 2012 15:38:45 GMT http://www.anieneonline.com/component/content/article/174-speciale-travertino/959-speciale-sul-travertino
La segheria http://www.anieneonline.com/component/content/article/174-speciale-travertino/953-travertino-romano-la-segheria Il blocco squadrato, una volta trasportato in segheria, deve essere tagliato in lastre. Questo avviene per mezzo di telai a lame diamantate. Queste macchine sono dotate di motori molto potenti che attivano un volano a cui è collegato un telaio di lame diamantate che con movimento alternato tagliano il blocco mentre questo, posizionato su una base mobile, viene lentamente sollevato verso il telaio stesso ad una velocità stabilita per mezzo di enormi e potentissimi martinetti idraulici. La dentatura diamantata delle lame abrade e taglia il travertino. Ci sono anche macchine in cui il telaio scende mentre il blocco rimane fisso.

Lo spessore delle lastre può partire da un centimetro, ed è determinato dalla distanza tra le lame montate sul telaio. La velocità di taglio viene determinata in base a diversi fattori, dalla quantità di lame montate sul telaio, e di conseguenza dallo spessore delle lastre, alla qualità del blocco. Il taglio di lastre da tre centimetri di spessore si può ottenere da un telaio con 50 lame ad una velocità di taglio di 40 cm l’ora. Le lastre ottenute vengono posizionate su degli appositi cavalletti per essere vendute ai marmisti che non sono forniti di telai, o per essere successivamente trasportate nei laboratori dove subiranno ulteriori lavorazioni.

Come già accennato, alcuni dei blocchi estratti dalle cave, quando non hanno requisiti sufficienti a essere squadrati e trasportati in segheria, sono destinati ai tagliablocchi senza ulteriori passaggi. Queste macchine sono strutturate come delle enormi taglierine a ponte, sul cui asse sono montati uno o due dischi verticali e uno orizzontale. La loro funzione è di ottenere direttamente, caso per caso, sezioni di spessore e altezza desiderati, o blocchi che saranno poi trasferiti a delle apparecchiature speciali che a loro volta trasformeranno il blocco in sezioni dallo spessore richiesto. Ci sono tagliablocchi il cui ponte è fisso ed è il blocco, adagiato su un carrello, che si muove, permettendo ai dischi di effettuare il taglio e ce ne sono altri in cui il movimento è effettuato dal ponte.

Una prima sgrossata viene effettuata sulla parte superiore del blocco per ottenere una superficie perfettamente orizzontale, in seguito inizia il taglio produttivo, l’asse viene abbassato fino all’altezza della sezione che deve essere tagliata. Quest’altezza varia dai 15 ai 40 cm., se lo spessore richiesto varia da 1 a 3 cm le sezioni possono essere ottenute direttamente, mentre fino a 20 cm si ottengono blocchi pronti per essere tagliati più tardi con altre macchine. Gli spessori che devono essere ottenuti si ottengono spaziando opportunamente i dischi verticali, lì dove ce n’è più di uno.

Per ottenere varie altezze, i dischi con diametro da 625 mm sono utilizzati per ottenere spessori di 15 cm, per arrivare a dischi con diametro da 1200 mm per ottenere spessori di 40 cm. La velocità di avanzamento, e quindi la velocità di produzione, varia in funzione delle diverse altezze, numero di dischi e potenza dei motori di cui sono munite le macchine. Le sezioni ottenute da queste macchine vengono inviate al laboratorio, dove subiscono tutte quelle ulteriori lavorazioni che servono ad ottenere il prodotto finito.

 

torna allo Speciale Travertino

Torna su

]]>
Sun, 24 Jun 2012 17:07:54 GMT http://www.anieneonline.com/component/content/article/174-speciale-travertino/953-travertino-romano-la-segheria
Le applicazioni http://www.anieneonline.com/component/content/article/174-speciale-travertino/955-travertino-romano-le-applicazioni  

Traendo vantaggio dalle nuove tecnologie di lavorazione del travertino, le aziende produttrici hanno iniziato ad inserirsi tra i fornitori dei materiali da costruzione, aprendo nuove interessanti prospettive all’uso di questa pietra eclettica, che ha la capacità di coniugarsi al legno, alle materie plastiche ed ai metalli.

Comunque anche più interessante è la rinnovata ricerca dell’uso del travertino per le finiture di interni e di esterni, così come per l’arredo urbano.

Queste sono state le iniziative che, elevando la produzione industriale ad un livello artistico, hanno permesso al travertino Romano di confermarsi ancora una volta come una pietra di assoluto prestigio nell’architettura del presente e del futuro.

 

torna allo Speciale Travertino

Torna su

]]>
Sun, 24 Jun 2012 17:07:54 GMT http://www.anieneonline.com/component/content/article/174-speciale-travertino/955-travertino-romano-le-applicazioni
La formazione http://www.anieneonline.com/component/content/article/174-speciale-travertino/951-travertino-romano-la-formazione  

Il travertino è una roccia calcarea di origine chimica che si forma per precipitazione del carbonato di calcio in prossimità di sorgenti, cascate o bacini lacustri. Durante la precipitazione del carbonato, nel sedimento rimangono inglobati resti vegetali (per esempio, foglie o ramoscelli) e animali (per es. frammenti di piccole ossa).

La composizione paleontologica è molto ricca: si tratta di malacofauna terrestre e di acqua dolce tipica di clima temperato freddo: da ricordare Aegopis italicus KOBELT e Helix (Pachyphallus) ligata MULLER (gli ostracodi sono tipici di acque poco profonde).

La successiva decomposizione e dissoluzione dei resti organici conferisce al travertino l'aspetto poroso e spugnoso. Il colore va dal bianco al giallo, grigiastro e talvolta rossastro.

Nonostante la sua notevole porosità, il travertino non è una roccia particolarmente soggetta alla gelivazione (fenomeno di frammentazione di una roccia a seguito della prolungata alternanza del gelo e del disgelo).

 

torna allo Speciale Travertino

Torna su

]]>
Sun, 24 Jun 2012 17:07:54 GMT http://www.anieneonline.com/component/content/article/174-speciale-travertino/951-travertino-romano-la-formazione
La cava http://www.anieneonline.com/component/content/article/174-speciale-travertino/952-travertino-romano-la-cava Una serie di fasi preparatorie è necessaria prima dell’estrazione. Prima di tutto è necessario rimuovere uno strato piuttosto sottile di terra (50/60 cm) e poi una specie di “cappello”, di spessore variabile tra gli 8 e i 15 metri.

Il “cappello” è una formazione calcarea che negli strati superiori si rimuove facilmente con metodi tradizionali di sbancamento, ma per il livello inferiore e per uno spessore che varia dai 2 ai 5 metri, deve essere frantumato da attrezzature speciali e poi rimosso normalmente.

Dato il valore di un deposito di travertino, questa enorme massa di materiale deve essere rimossa dal luogo di estrazione, col conseguente problema di trovare dei luoghi dove depositarla, luoghi che devono essere piuttosto lontani dal bacino estrattivo. Per questo motivo viene affidato a ditte specializzate il compito di scoprire lo strato di travertino.

Una volta che la superficie del travertino è stata portata alla luce, è necessario “realizzare l’apertura”, che corrisponde ad estrarre un “tassello”, e dal buco può iniziare la vera fase estrattiva.
Questa operazione estremamente delicata viene portata avanti con una serie di leggeri tagli inclinati intersecati tra loro (circa 100) per facilitare l’estrazione del tassello.

L’altezza del tassello è determinata dalla scoperta del primo strato orizzontale. Di solito questo strato è determinato da una linea di frattura nella divisione dei vari livelli del deposito. Queste stratificazioni sono chiamate “linee di giunzione” e in alcune aree ce ne sono almeno sei per uno spessore totale di circa 40 metri. Naturalmente l’apertura dello strato è ripetuta per ogni livello più basso e la cava sarà definitivamente aperta soltanto quando si sarà assunto che ci siano le caratteristiche richieste.

La vera fase produttiva dell’estrazione, dopo la fase di apertura, avverrà tagliando gli strati di travertino con un filo elicoidale tenuto in tensione che trasporta lungo il suo corso la sabbia silicica, permettendo alla sabbia di erodere il travertino.

Oggi è comunemente utilizzata una sega diamantata che oltre ad avere una capacità di taglio notevolmente maggiore, ha permesso di eliminare l’uso della sabbia, che dopo il suo deposito alla base dello scavo rendeva necessarie costose operazioni di pulizia, resa difficoltosa dalla presenza di acqua che generalmente fuoriusciva dalla base dello scavo. La differenza tra il filo elicoidale e il filo diamantato sta non solo nel fatto che con il filo diamantato è il filo stesso che taglia, poiché è realizzato da un cavo sul quale sono inserite le perline diamantate, come una collana, che, sfregando contro la roccia, la erode, ma anche nel principio tecnico dell’operazione.

Il filo elicoidale funziona per compressione, il filo diamantato funziona per trazione. Questo concetto rende diversi i metodi di lavorazione. Per il filo elicoidale è necessario realizzare due fori verticali nel quale passare due pulegge portacavo e poi abbassarle gradualmente affinché il filo opportunamente teso scorra sul travertino, facendo pressione sulla mistura di acqua e sabbia che erode il blocco. Invece, per tagliare con il filo diamantato dopo aver effettuato un foro verticale, è necessaria un’ulteriore operazione, che può essere effettuata in due modi. Il primo è realizzare un foro orizzontale alla base della bancata. Il secondo è la realizzazione di una fessura alla base della bancata con una lama dentata speciale. Una volta che il filo è stato inserito, la macchina che tende il filo e lo fa girare scorre sui suoi carrelli, creando la tensione necessaria che permette alle perline diamantate di tagliare la pietra.

Chiaramente, allo stato attuale delle cose, non è possibile aprire le bancate con il filo diamantato, poiché, come menzionato, per l’operazione è necessario che la facciata dello scavo sia già stata realizzata. Alcune società di costruzione hanno in fase di sviluppo avanzato un sistema che permetta anche l'apertura della bancata. Al di sopra di tutto questo dimostra la vitalità tecnologica di un settore che era, da definizione, il più tradizionale ed artigianale.

Terminata l’operazione di taglio, c’è una fetta di bancata completamente isolata che ora è pronta per essere abbattuta. Con pale meccaniche, mucchi di breccia vengono disposti sotto la bancata per evitare un impatto troppo violento della bancata col terreno sottostante. Contemporaneamente, con un martello pneumatico, viene realizzato un alloggiamento per i martinetti idraulici sulla parte superiore della bancata, i quali, con una serie di spinte, fanno staccare la bancata spostandone il baricentro e provocandone la caduta.

A questo punto i blocchi vengono sezionati e selezionati per colore e caratteristiche, vengono poi caricati per mezzo di potenti ruspe adattate ad enormi muletti su autocarri che li trasporteranno in segheria, dove verranno squadrati perfettamente. Non tutti i blocchi subiscono questo iter, infatti a causa di dimensioni che non lo rendono conveniente o di altri difetti, un blocco può essere venduto così come è stato estratto a laboratori in grado di sfruttarlo al massimo per permettere il miglior utilizzo del materiale.

 

torna allo Speciale Travertino

Torna su

]]>
Sun, 24 Jun 2012 17:07:54 GMT http://www.anieneonline.com/component/content/article/174-speciale-travertino/952-travertino-romano-la-cava
Il laboratorio http://www.anieneonline.com/component/content/article/174-speciale-travertino/954-travertino-romano-il-laboratorio Blocchi, lastre e sezioni arrivano in laboratorio. La segheria e i tagliablocchi sono sistemi e macchinari che sono molto standardizzati e la loro descrizione è relativamente semplice ed universale, ma per i laboratori, non è possibile dare una descrizione univoca per le differenti tipologie di macchinari e sistemi di lavorazione che vi si possono trovare, al punto che provare ad elencarli è praticamente impossibile.

Questo è dovuto principalmente alla diversa organizzazione del lavoro che ognuno gestisce e al diverso tipo di produzione che si ottiene dal materiale estratto dalle cave o dal mercato in cui ciascuna azienda è inserita. E’ comunque appropriato descrivere la lavorazione che il travertino può subire per diventare un prodotto finito, a seconda della destinazione d’uso.

Le lavorazioni di base sono la squadratura alla grandezza richiesta e la lavorazione della superficie. Per la squadratura vengono utilizzate delle seghe a ponte. Ogni laboratorio a livello industriale ne possiede almeno una con la possibilità di utilizzo di dischi diamantati da 600 a 900 mm di diametro ed occasionalmente anche da 1000 mm.

Il diametro dei dischi è proporzionale agli spessori da tagliare. I dischi hanno una capacità di taglio pari a un terzo del loro diametro, così un disco da 725 mm può eseguire un taglio con uno spessore di 24 cm.
Dato che gli spessori richiesti sono normalmente di 2 o 3 cm, un certo numero di lastre vengono generalmente tagliate insieme, calcolando che la capacità di taglio del disco sia la somma del loro spessore.

Per ottenere un’ottima produzione, è necessario mantenere costante il funzionamento dei motori, lo spessore del taglio, la qualità dei macchinari e la precisione del taglio.Le seghe a ponte normalmente hanno due piani per permettere alla macchina di effettuare un taglio mentre si stanno preparando le lastre per il taglio successivo. I pezzi ottenuti alla dimensione richiesta vengono fatti passare sotto la sabbiatrice che dà al travertino il grado di finitura necessario.

Il processo finale di finitura della superficie avviene per mezzo di macchine lucidatrici.
Queste, manuali od automatiche, si basano sul principio dell’abrasione delle superfici, attraverso passaggi successivi di speciali dischi abrasivi, di conseguenza la superficie assume gradualmente un aspetto più rifinito fino ad essere perfettamente smussata.

Naturalmente la lavorazione può essere interrotta in ogni momento, così da poter ottenere finiture a grana grossa, media, fine, semilucide, lucide e a specchio. Altre lavorazioni particolari, come decorazioni e ornamenti vari, possono essere realizzate, a seconda delle quantità richieste, a mano o per mezzo di apposite apparecchiature speciali.

Il travertino ha una struttura alveolare che enfatizzata in maniera minore o maggiore a seconda della sua qualità. Questa è una delle sue principali caratteristiche in relazione ad altri marmi, e se da un lato questo è un aspetto fortemente positivo (è l’unico marmo che respira), nell’utilizzo come pavimentazione e in altri casi si rende necessario otturare gli alveoli ed ottenere una superficie perfettamente liscia e priva di pori.

Questa operazione, chiamata stuccatura, viene normalmente effettuata con una mistura di cemento bianco ed acqua con l’aggiunta di tinte che rendono il colore dello stucco simile a quello del travertino. Questa stuccatura viene effettuata realizzando una mistura di consistenza cremosa che viene passata e premuta sulla superficie delle lastre con speciali utensili. Ci sono anche macchinari per la stuccatura, sia per le lastre che per le marmette.

Questa fase impone dei tempi di attesa prima che il travertino possa subire successive fasi di lavorazione, poiché lo stucco deve indurire e quindi il travertino viene posto in fase di stagionatura. Il tempo di stagionatura varia col clima e con l’organizzazione aziendale di ciascuna ditta.

Infatti per ridurre il tempo di stagionatura sta diventando sempre più comune l’utilizzo di luoghi appositamente attrezzati. Un altro metodo è quello di utilizzare degli appositi silos di stoccaggio estremamente meccanizzati ed adeguati alle necessità del settore, che permettono la gestione di travertino stuccato senza interrompere il ciclo di produzione.

La stuccatura può anche essere realizzata con delle resine per ottenere degli effetti particolari, ma tali lavorazioni sono piuttosto rare, sia a causa del costo elevato, sia perché non dà le garanzie necessarie di inalterabilità in lunghi periodi di tempo lì dove le resine sono soggette all’azione di agenti atmosferici esterni.

 

torna allo Speciale Travertino

Torna su

]]>
Sun, 24 Jun 2012 17:07:54 GMT http://www.anieneonline.com/component/content/article/174-speciale-travertino/954-travertino-romano-il-laboratorio
La pietra http://www.anieneonline.com/component/content/article/174-speciale-travertino/948-travertino-romano-la-pietra Il travertino romano ha avuto una grande importanza nel corso della storia quale elemento basilare per ogni tipo di costruzione, costituendo sempre un riferimento durante l’evoluzione sociale e tecnologica dell’uomo, che contemporaneamente sviluppava il suo habitat: dalla singola abitazione allo sviluppo delle città, dall’arredo urbano all’opera monumentale.

Le sue tonalità e le diverse lavorazioni lo rendono un materiale versatile e affascinante.

 

torna allo Speciale Travertino

]]>
Sun, 24 Jun 2012 17:07:54 GMT http://www.anieneonline.com/component/content/article/174-speciale-travertino/948-travertino-romano-la-pietra
Il territorio http://www.anieneonline.com/component/content/article/174-speciale-travertino/949-travertino-romano-il-territorio  L’area di estrazione del travertino romano si identifica nell’altopiano che da Tivoli si estende verso Roma, circoscritto tra i monti Cornicolani, Lucretili, Tiburtini, e, a Nord-Ovest, dal bacino del fiume Aniene. Questi rilievi, che sono caratterizzati da una pendenza che a volte supera il 50%, e il cui suolo è costituito sostanzialmente da carbonato, sono soggetti ad una attività erosiva continua ed intensa che ha generato numerosi fenomeni di Karst.

Sono presenti anche terreni costituiti da creta e sabbia e terreni vulcanici, che hanno prodotto nel tempo una morfologia di tipo collinoso, e lì dove sono entrati in contatto con le inondazioni dell’Aniene, si sono ammorbiditi e stratificati.

Il territorio è caratterizzato da agglomerati di case e dalla presenza di qualche impianto industriale, alla base delle colline che lo circoscrivono parzialmente, sulle quali sono presenti vari centri abitati, tra cui spiccano per importanza Tivoli e Guidonia.

Lo strato di travertino è visibile come un misto di toni caldi e luminosi, dando l’impressione di un materiale pieno di energia vitale, sul punto di esplodere in forme e tonalità sempre nuove. Quando l’aria è limpida, il travertino appare con chiarezza, con contorni precisi, diverso dai materiali come tufo e breccia, con colori terrosi, o come marmo e granito, monocromatici e dai colori abbaglianti.

Il travertino è un materiale della grande varietà di colorazione e grana e tutto dipende dall'acqua: i vari toni caldi, rigati ed ardenti sono conseguenza dalla qualità e quantità dell'acqua, che ha provocato la formazione di modelli lineari od onde meravigliose. Il fatto che in molte cave di Tivoli ancora sgorghi dalla pietra acqua sulfurea di colore azzurrino chiaro, rinforza la sensazione che la pietra non è nulla altro che il liquido solidificato, il sedimento solido di quel fiume latteo che la terra produce in abbondanza.

Solamente quando viene estratto e tagliato in blocchi il travertino indurisce ed assume quel colore cenerognolo, iridescente che è uno dei colori principale della "Tavolozza romana".

 

torna allo Speciale Travertino

Torna su

]]>
Sun, 24 Jun 2012 17:07:54 GMT http://www.anieneonline.com/component/content/article/174-speciale-travertino/949-travertino-romano-il-territorio
La storia http://www.anieneonline.com/component/content/article/174-speciale-travertino/950-travertino-romano-la-storia Ai tempi dei Romani le proprietà del travertino erano apprezzate a tal punto da far sì che fosse la pietra principale dell’antica Roma. Infatti il geografo greco Stradone, che visse a lungo a Roma, ricordava nel suo Libro V che il trasporto del “Lapis Tiburtinus” (il travertino) a Roma era molto facile ‘per terra e per mare’. A partire dal periodo tra il secondo e il terzo secolo avanti Cristo, il travertino divenne il materiale privilegiato dell’antica architettura romana.

I romani estrassero milioni e milioni di metri cubi di questa pietra dalle cave dell’area tiburtina.
La facciata della cava del Barco era ampia più di due chilometri ed una strada larga il doppio della via Appia la collegava alla vicinissima via Tiburtina. Certamente la qualità di questa pietra, la sua vicinanza a Roma, la sua facilità di estrazione e lavorazione e le sue caratteristiche di resistenza e durata resero molto conveniente l’utilizzo del travertino.

Sembra che all’inizio le possibilità di utilizzo del travertino fossero intense, ma spesso come alternativa al tufo (meno resistente e meno lavorabile con precisione) in fondamenta, costruzioni, muri di sostegno spesso paragonabili, facendo un raffronto, a lavori in cemento, ma anche nelle strutture portanti, nei punti delle costruzioni più delicati e soggetti agli agenti atmosferici, e come base per finiture successive.
Ad esempio, nel Tempio della Fortuna Virile (verso la fine del secondo secolo a.C.), le architravi erano costituite da archi piani in tufo, ma su componenti di travertino in corrispondenza delle colonne.

Comunque la rifinita eleganza ionica dei particolari è ottenuta, come nell’architettura greca, con degli stucchi finemente modellati che ricoprivano sia il tufo, sia il travertino. In altri casi sembrò conveniente utilizzare il travertino in parti modellate, nei cornicioni come nelle colonne, lasciando lo stucco come mezzo per livellare le superfici, nascondendo la struttura e ammorbidendo e caratterizzando i contorni.
Il travertino è stato comunque sempre apprezzato, al di là di tutto, per la qualità del suo utilizzo pratico come supporto, resistente e facilmente modellabile, pronto per una successiva finitura con lo stucco.
Inoltre la possibilità di modellarlo e scolpirlo con l’ottenimento di vigorosi effetti plastici, le sue cromature legate ad un bianco caldo, tendente talvolta al giallo, al rosa e al viola, e la sua varietà di superficie, vibrante alla luce, contribuirono a renderlo sempre più apprezzato.

D’altra parte, la sua natura calcarea garantiva nel tempo una degradabilità considerevolmente ridotta agli agenti atmosferici e anche l’acquisizione di nuove tonalità. In quell’affascinante processo storico generale dal quale emerse l’espressione architettonica che ebbe origine a Roma, anche il travertino ebbe una funzione attivamente propulsiva in questa inedita visione formale.

Ogni architettura, infatti, è anche l’espressione dell’attività dell’uomo che vive in un determinato ambiente, si alimenta sui suggerimenti della natura del materiale che utilizza ed ogni architetto sceglie i materiali che sono più appropriati. In ogni caso, dal primo secolo a.C., la compattezza volumetrica, l’esaltata energia teutonica, e la precisione contrastata e sintetica dei dettagli che cominciano a caratterizzare l’espressione di Roma, sembrano essere istintivamente associate alle qualità del travertino. In seguito l’utilizzo del travertino si trasformo da puramente utilitaristico ad espressivo, pieno di contenuti e significati specifici, tipicamente Romani.

Probabilmente non è un caso se il travertino compare nelle grandi ‘opere pubbliche’, con destinazione civile e utilitaristico e al servizio della comunità; quell’architettura che ha espresso il potere e l’efficienza delle istituzioni, che evocava il senso civico degli antichi Romani, che sposava le necessità della vita della repubblica; le porte della città, gli acquedotti, i ponti, gli edifici destinati agli spettacoli…

Quegli edifici che, anche con le loro forme severe e strutture arcuate, pur provenendo dalla tradizione ellenica e dal suo mondo formale, espressero il carattere e la maniera di quel nuovo, originale, modo di vedere Romano. Ma questa volta, nel periodo Augusteo, il travertino ha assunto una propria dignità come materiale ‘nobile’ privilegiato.

Nel Teatro Marcello, mentre le parti meno visibili erano ancora in tufo o in mattone usato, la facciata curva col passaggio a fu costruita in massicci blocchi di travertino. Da questo materiale proviene la magnifica forza teutonica, la stretta continuità, il robusto dinamismo, la dura ma vibrante animazione del chiaro-scuro che caratterizza la parte di questa facciata.

Il travertino suggerisce inoltre nuovi accenti nella definizione delle arcate e nella precisione dei dettagli, sensibile alla diversa inclinazione della luce sulle superfici. Ad esempio, nel periodo Augusteo, la porta della città sulla Collina Esquilina – impropriamente chiamata “L’Arco di Galliano” - nel taglio evidente della bugna in pietra delle arcate e delle solite paraste, accentuavano la grezza teutonicità della struttura come disegnata nell’unicità del materiale.

Comunque, al di sopra di tutto fu circa a metà del primo secolo, non molto dopo il periodo Augusteo (ancora influenzato, specialmente nell’uso del marmo nei templi, dalle rifiniture ornamentali del mondo ellenico) che il travertino ebbe il suo maggior momento di gloria, attraverso nuove forme di espressione.

Tra i periodi Vespasiano e Domiziano, nell’Anfiteatro Flavio, nel Colosseo, le possibilità espressive nell’uso del travertino sono dominate da un maturo controllo formale. Da quel momento in poi si può identificare nel Colosseo (inaugurato ancora incompleto da Tito nel Giugno dell’80 d.c.) la più tipica espressione dell’architettura romana e nel travertino il più tipico materiale della città.

Soltanto in pochi altri edifici nella storia dell’architettura, e raramente in modo così naturale, un materiale – le sue caratteristiche, la sua potenzialità e il suo valore – si è identificato con la sua forma; e raramente questo materiale e la sua forma hanno espresso con grande chiarezza il carattere dell’Impero Romano forse nel suo momento di massimo equilibrio, con tutti i suoi pregi e i suoi limiti.

Per noi ormai l’immagine del Colosseo è così familiare che ci rimane difficile considerarne tutte le qualità.
Dalla manifattura romana si possono preferire costruzioni che sono più innovative e vivaci, dai Palazzi Palatini a Villa Adriana all’architettura termale. Si può anche riconoscere che tutti i temi che caratterizzano il Colosseo sono ormai diventati quasi convenzionali ed “accademici” .

Non si può negare comunque una notevole abilità nell’esaltazione dei grandi spazi per mezzo del ripetuto, insistente ma esteso chiaroscuro della sequenza delle arcate; il contrasto con la parte alta, i muri più alti e solidi, fino alle bugne molto luminose; un’integrità che enfatizza, articola e rende vibrante nel calore delle tonalità, l’unicità del travertino. E’ la gloria, il trionfo di questa pietra romana.

Dopo un lungo periodo di tempo, durante il quale le cave furono chiuse, a partire dalla metà del XV secolo, le qualità dell’antica pietra tiburtina cominciarono ad essere di nuovo apprezzate. L’uso del travertino iniziò a prendere nuove strade, probabilmente ideologiche e politiche connesse al sogno di rivivere, nei progetti papali e nei nuovi monumenti di Roma, la gloria dell’antico Impero.

Anche nel 1450 ca. quando Alberti scrisse il secondo libro “De re aedificatoria” , illustrando i materiali da costruzione egli non encomiò esattamente le qualità del travertino, che nominò solo accidentalmente (Cap. 9) ma che doveva certamente aver osservato nei monumenti romani. Anche Filarete che visse a Roma per lungo periodo riportò la notizia, senza molto entusiasmo, che a Roma esisteva una pietra chiamata travertino che completamente cosparsa da pori che viene estratta ancora in gran quantità, poiché egli deve aver osservato le antiche costruzioni della città.

Nonostante tutto, ancora una volta, il travertino caratterizzò l’architettura e dominò per la prima volta lo scenario civico della Roma del Quattrocento. Appena eletto Papa, nel 1464, Paolo il Barbo ordinò la costruzione di uno straordinario “viridarium”, un “hortus conclusus” circondato da portici adesso ristrutturati e modificati (corrisponde a Palazzetto Venezia). Un solo materiale, il travertino, costituisce il piano terra arcuato su pilastri squadrati con angoli arrotondati, fino al piano superiore con colone ioniche sovrastate d una trabeazione ispirate, alla maniera di Alberti, a quelle del Colosseo.

L’insistente e diretto riferimento all’antico – per la prima volta così esplicito nell’architettura del Quattrocento, non soltanto romana, e così evidente specialmente nei dettagli, plasticamente e vigorosamente intagliati – è naturalmente valorizzata dall’uso della pietra romana. Questi trionfi, che vollero riproporre direttamente le antiche parti del Colosseo, lo tradussero in una versione umanistica solenne ed austera e ancora una volta disegnarono la forza e la misura espressiva del materiale soprattutto nel piano più basso.

Qualcosa di simile si verifica nel nuovo Palazzo di Paolo II con le sue arcate doppie realizzate completamente in travertino. Anche la vecchia Chiesa di San Marco fu trasformata, su desiderio di Alberti, nella forma di una antica Basilica includendo parzialmente le colonne primitive costituite da robusti pilastri di travertino, che sorreggevano con le corrispondenti paraste sul muro perimetrale, la facciata della navata in stile romano. Solamente un materiale, il travertino, unisce le parti più prestigiose dello straordinario complesso.

Da questo momento il travertino stava diventando il materiale preferito per molti edifici prestigiosi.
Già Sisto IV, con i suoi architetti, sembra che avesse identificato nel travertino la pietra ideale per emulare a Roma le glorie architettoniche dell’antichità. Infatti, il pontificato di Sisto IV, costituì il periodo dopo tanti secoli in cui Roma iniziò a diventare “la città del travertino”. Come ai tempi dei Romani il materiale, almeno in parte, condizionò il carattere della sua architettura e suggerì, insieme al mattone, il colore prevalente della città. Anche l’interno e la parte frontale di Santa Maria del Popolo, la più importante Chiesa costruita sotto questo pontificato, deve la sua specifica originalità al travertino, che “illumina con una luce calda e dorata, questa prima Chiesa romana del Rinascimento”.

Le nuove ideologie culturali, le politiche umanistiche e una nuova visione artistica, orientata definitivamente verso effetti plastici e volumetrici, resero il travertino lo strumento delle nuove espressioni architettoniche.
Questo divenne chiaro nel lavoro del Bramante. Già in alcuni dei suoi primi lavori romani egli associò l’uso di questa pietra a molti riferimenti diretti all’antichità.

Il travertino sembrava essere considerato il materiale più ambito a Roma per soddisfare costruttori e architetti. Ogni edificio importante – religioso o civile, pubblico o privato – doveva esibire in proporzione minore o maggiore, specialmente nelle facciate e nei cortili, elementi costruiti con questo materiale. Esso divenne il simbolo della magnificenza economica e del prestigio culturale. Anche i palazzi e le case più modeste dovevano essere decorati almeno con una porta, qualche finestra o altri elementi realizzati in travertino.

Tutti gli architetti della Roma barocca e del Rinascimento hanno imparato ad adattare il travertino alle caratteristiche dei loro specifici modi di espressione adeguandosi contemporaneamente alla richiesta del materiale.

Un testimone di questo rinnovato fiorire dell’architettura romana in travertino, Giorgio Vasari, descrisse con sincero entusiasmo il suo più caldo encomio per questo materiale degno anche di essere usato dal divino Michelangelo: ”…un altro tipo di pietra, chiamato travertino, che è molto utilizzato per la realizzazione di edifici e per le incisioni di vario tipo, che può essere estratto in diversi posti in Italia, ma le pietre migliori e più dure sono estratte nei pressi del fiume Aniene a Tivoli" .

Gli antichi realizzarono con questo tipo di pietra le strutture e gli edifici più belli… è eccellente per i muri, essendo squadrato e senza bordo. Michelangelo Buonarroti, più di ogni altro Maestro, ha dato dignità a questa pietra nell’ornamento del cortile di Casa Farnese avendo realizzato da questa pietra, con grande maestria, finestre, maschere, corbelli e molte altre curiosità simili, tutte lavorate in travertino. Non si può vedere niente di simile. E se queste cose sono rare, l’ampia cornice dello stesso Palazzo è meravigliosa. Sempre dalla stessa pietra Michelangelo realizzò, all’esterno della struttura di San Pietro, dei larghi sacrari e all’interno, la cornice che circonda l’abside così ben realizzata che non se ne può vedere la congiunzione e quello che ognuno può riconoscere facilmente è quanto si può usare questo tipo di pietra.

Ma quello che supera ogni meraviglia è che, dopo aver realizzato da questa pietra la facciata di una delle tre absidi della stessa San Pietro, i pezzi sono congiunti insieme in tale modo che, guardando dal basso verso l’alto, sembra che il tutto sia stato realizzato da un solo pezzo. Nel frattempo il consumo del travertino era diventato enorme e non ce n’era abbastanza per soddisfare la grande richiesta. Il cortilato della nuova Basilica di San Pietro, completamente realizzata in travertino all’esterno e parzialmente all’interno, richiese quantità enormi di materiale.

Già dai tempi di Giulio II fu necessario ripristinare le antiche cave romane dopo secoli di inattività, soprattutto le cave di Tivoli “Caprine” e “Le Fosse” dalle quali veniva estratta la pietra migliore. Neanche gli innovatori del Barocco si poterono sottrarre all’obbligo di lavorare con questo materiale. La loro origine, l’educazione e l’orientamento delle loro ricerche non ebbero importanza. Al contrario, Portoghesi scrisse: ” Il travertino romano è una condizione alla quale il gusto barocco si adatta facilmente per aver compreso in pieno il valore della forma che deriva da un processo, che rivela una vita propria, espresso dalle riconoscibili stratificazioni e dalle variazioni di porosità che lo rendono una delle maggiori risorse… Questa pietra grezza con orli vibranti disegnata con tratti irregolari risultò…il materiale preferito”.

Bernini scoprì nel travertino il materiale ideale anche per le sue inedite invenzioni naturalistiche, nelle quali la pietra artificiale rappresentava se stessa diventando una scultura: nel Palazzo di Montecitorio, in una fase teatrale di natura e architettura, e specialmente nelle Fontane come a Piazza Navona. Il matrimonio tra il travertino e l’acqua che aveva già dato grandi risultati alla fine del periodo dei grandi spettacoli d’acqua del tardo Cinquecento, sarebbe stato celebrato, nel secolo successivo (1735) in tutta la sua magnificenza e nella sua spettacolare pienezza barocca, nello scenario urbano della Fontana di Trevi.

Infatti, gli architetti che lavorarono a Roma nel XVIII secolo non dimenticarono l’uso del travertino che aveva rifornito con continuità il grande teatro del Barocco: come nella nuova facciata di Santa Maria Maggiore o gli spazi urbani realizzati con destrezza del Porto di Ripetta o, all’apice delle possibilità espressive di modellazione dello spazio urbano, nella Scalinata fra Piazza di Spagna e Trinità dei Monti. Contemporaneamente, il travertino è utilizzato per creare un’atmosfera romana e per ammorbidire con le calde dimensioni della sua superficie la classica rigidità delle facciate di San Giovanni dei Fiorentini e della Cattedrale di San Giovanni in Laterano.

Anche Piranesi, non nelle costruzioni ma nelle sue spettacolari incisioni, con una nuova sensibilità e acutezza critica elevò il valore visuale di questo materiale romano antico e moderno all’elemento essenziale nell’espressione dei monumenti della città.

 

torna allo Speciale Travertino

Torna su

]]>
Sun, 24 Jun 2012 17:07:54 GMT http://www.anieneonline.com/component/content/article/174-speciale-travertino/950-travertino-romano-la-storia
Sambuci http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/sambuci Come per molti altri paesi della valle dell'Aniene, Sambuci vede le sue origini legate all'affermarsi dell'ordine benedettino nel Lazio e in particolare alla storia dell'abbazia di Subiaco. La prima notizia documentata dell'esistenza di un insediamento nella zona in cui oggi sorge Sambuci è infatti il General Privilegio con cui il papa Nicolò I confermava all'abate Leone di Subiaco tutti i beni del monastero sublacense e tra questi anche " sambuci. cum  ecclesia sancti thomae. in desertis posita." Il Privilegio è databile tra l' 858 e l' 867 d.C.

In un ulteriore documento del 971 d.C. troviamo mensonato il fundum Sambuculum. Sambuci passò per alcuni anni tra i possedimenti dell'abate Leone di San Cosma e Damiano di San Cosimato.

A riportare il fundum Sambuculum  tra i possedimenti dell' abbazia sono ancora le cronache sublacensi del 1501 d. C. e un'iscrizione del 1502 nel chiostro del monastero di Santa Scolastica.

Tra il XII e il XIII secolo la Valle dell'Aniene venne segnata dalle incursioni dei tiburtini, dei campani, delle truppe di Federico Barbarossa e di Corrado Antiochia, impegnati nella lotta contro lo Stato Pontificio.

Dal XVI secolo la storia di Sambuci si identificò con quella del suo Castello che con casupole e terreni passò sotto il governo di numerose famiglie nobili laziali.

Nel 1878 il Castello fù definitivamente acquistato da Don Girolamo Theodoli, figlio della marchesa Laura.  I Theodoli, signori anche di Ciciliano e San Vito Romano, incentivarono il lavoro nei campi e promossero la costruzione di mulini per l'olio e il grano.

Con regio decreto del 1926 Vittorio Emanuele III riconobbe il titolo di Marchese di Sambuci a tutti i primogeniti  discendenti da Alberto, figlio di Girolamo Theodoli.

Tra il 1943 e il 1944  Sambuci subì l'occupazione delle truppe tedesche che si stanziarono nel Castello nascondendo i carri armati nel parco. Negli anni sessanta le propietà dei Theodoli, vennero vendute ad una società immobiliare per poi essere riacquistate dal Comune nel 1991.

 

]]>
Sun, 24 Jun 2012 08:50:29 GMT http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/sambuci
Genazzano http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/genazzano  

 

 

Genazzano sorge alle pendici dei Monti Prenestini, in una posizione strategicamente dominante sulla Valle del Sacco,  immerso in un paesaggio caratterizzato da boschi di castagni e ulivi. Il nome compare per la prima volta nei documenti nel 1022 e deriva probabilmente dalla geni Genucia, proprietaria di un praedium Genucianum sul territorio, luogo prescelto da molti Romani delle famiglie patrizie per la loro villeggiatura.
A partire dal X secolo è testimoniato un insediamento sul territorio, e le Chiese dei Santi Stefano e Lorenzo (l'attuale Santa Croce) e di Santa Maria risalgono proprio a questo periodo.
Nel 1151 papa Eugenio III cedette il possedimento ai Colonna, il cui ramo locale acquisì il titolo principesco e detenne il possedimento, anche se fra alterne vicende, fino a quando, all'inizio del XIX secolo, furono aboliti i privilegi feudali.
Nel 1365 a Genazzano nasce Oddone Colonna, che fu eletto papa a Costanza col nome di Martino V, il pontefice che pose fine allo Scisma d'Occidente, restituendo prestigio e potere alla Chiesa di Roma. Martino V curò con attenzione le sorti della sua cittadina natale curando tra l'altro il restaurò del Castello e dell'abitato.
Per un breve periodo, tra la fine del XV e l'inizio del XVI secolo, durante il pontificato di Alessandro VI Borgia, Genazzano passò alla famiglia del pontefice e vi restò fino all' elezione di Giulio II, nel 1503, che revocò la scomunica inflitta ai Colonna per l'appoggio dato a Carlo VIII in occasione della sua discesa in Italia e restituì loro tutti i beni confiscati.
Il feudo di Genazzano fu di nuovo brevemente sottratto ai Colonna con la Repubblica Romana e poi nel periodo della dominazione napoleonica. Solo nel 1816 i Colonna rinunciarono alle proprie prerogative feudali e Genazzano divenne territorio della Comarca. Pochi anni dopo, fu annesso al Regno d'Italia.
L'economia, basata prevalentemente sull'agricoltura e la pastorizia, non consentì al paese lo sviluppo sperato sino alla fine della seconda guerra mondiale.
Attualmente il paese vive della produzione di vino e di olio di ottima qualità e di pendolarismo verso Roma.
A destra della Porta Romana sorge la Chiesa di Santa Croce, di origine medioevale ma ristrutturata in epoca barocca. La duecentesca Chiesa di San Paolo, dominata dal campanile, ha subito anch' essa numerosi restauri. Il celeberrimo Santuario della Madonna del Buon Consiglio era in origine una piccola chiesa dedicata alla Vergine. Edificata nel XIII secolo, nel 1356 fu donata dai Colonna ai frati agostiniani, che decisero di annettervi un Convento. La tradizione narra che nel 1467 apparve per miracolo su una parete della Chiesa l'effigie della Madonna con il Bambino staccatasi da una chiesa di Scutari, in Albania, per sfuggire ai musulmani. Da allora il Santuario che costodisce la sacra immagine, ricostruito nel XVII secolo, è meta frequentatissima di pellegrinaggio.

 

 

Torna su

 

 

 

]]>
Sun, 24 Jun 2012 08:50:29 GMT http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/genazzano
Agosta http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/agosta Agosta

Comune di Agosta

Il paese, situato nell'alta Valle dell'Aniene su un costone di roccia calcarea alle falde occidentali dei Monti Simbruini, fa derivare il suo nome da un' antica sorgente, l'Aqua Augusta, così chiamata in onore di Ottavi ano Augusto che nell' 11 a.c. ne fece confluire le acque nell'Aqua Marcia, oppure da aqua hausta (acqua bevuta).

I primi abitanti del territorio su cui sorge Agosta furono Italici; i Latini vi si stanziarono nel X secolo a.c., poi subentrarono gli Equi, soppiantati nel IV secolo a.c. dai Romani che, in epoca repubblicana, edificarono grandiosi acquedotti per convogliare le acque dell'Aniene nell'Urbe sempre più bisognosa di rifornimenti idrici. Nel 272 a.c. fu iniziato l'Anio Vetus, nel 144 a.c. si avviarono i lavori per la costruzione dell'Aqua Marcia. Dopo la caduta dell'Impero Romano anche Agosta, come tutti i centri della Valle dell'Aniene, subì i saccheggi prima dei Longobardi poi dei Saraceni.

L’incastellamento di Agosta avvenne tra il X e l' XI secolo, contemporaneamente a quello di tutti i centri della zona appartenenti, come Aqua Augusta, al Monastero di Subiaco. Per tutto il Medioevo Agosta fu coinvolta nelle lotte feudali: i 'feudatari' da cui era contesa erano gli abati di Subiaco da una parte e i vescovi di Tivoli dall'altro. Ai primi spettava la giurisdizione temporale sulla cittadina, ai secondi quella religiosa.

Quando l'Abbazia di Subiaco fu affidata a un 'commendatario', il feudo di Agosta passò dai Colonna ai Borghese e quindi, fino al 1738, ai Barberini: in quell' anno infatti cessò la consuetudine di assegnarlo a un membro della famiglia papale. Nel 1870 tutto il territorio gravitante attorno all'Abbazia fu annesso allo Stato italiano.

Ad Agosta sono visibili i resti del Castello e del Borgo medievali, e una delle porte che chiudevano le mura (l'attuale Porta di Santa Maria). La settecentesca Parrocchiale di Santa Maria Assunta, edificata su un tempio cimiteriale più antico, ha una struttura tipicamente neoclassica; caratteristico è il Campanile, che ha aspetto romanico nella torre e arabizzante nella cupola a cipolla.

Lungo la Via Sublacense è il Santuario della Madonna del Passo, venerata dagli abitanti di Agosta fin dal 1615, quando l'immagine della Vergine guarì miracolosamente una contadina che, invasata dal demonio, non riusciva a camminare: da questo episodio deriverebbe il nome 'Madonna del Passo'. In quella località, pochi giorni prima della fine del secondo conflitto mondiale, furono trucidate 15 persone tra le quali cinque agostani. In località La Porta sorge l'Arco del Cardinale, costruito nel 1503 in onore del cardinale Giovanni Colonna.
L’economia di Agosta è basata sull'agricoltura, che produce ottime visciole. Tuttavia, la vicinanza del paese a Roma ha favorito il pendolarismo degli abitanti.

Torna su

]]>
Sun, 24 Jun 2012 08:50:29 GMT http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/agosta
Affile http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/affile affile

Il paese è posto su una dorsale collinare del versante meridionale dei Monti Affilani, che lo separano dalla riva sinistra del fiume Aniene. L’origine del toponimo (che nel tempo si trova citato in forme diverse ma comunque abbastanza affini: Effide, Efide, Afile e infine Affile) non è accertata. L’insediamento abitativo risale all'epoca preromana (VI-V secolo a.c.), come evidenziano alcuni blocchi di pietra, ruderi di antiche mura poligonali.

La successiva fortificazione fu opera degli Equi, popolo bellicoso, acerrimo nemico di Roma, alla cui potenza in ascesa tuttavia dovette soccombere. Quando Affile divenne colonia romana, nel 135 a.c., fu costruita la grande cisterna (la cosiddetta 'cicerara'), sulla quale nel X secolo sappiamo fu edificata una Chiesa, detta appunto supra cisternam, dedicata a sant'Angelo. Questa venne distrutta quando, con la caduta dell'Impero Romano d'Occidente, l'Italia tutta e in particolare i territori vicino a Roma furono presi d'assalto dalla prima di una lunga serie di cariche devastatrici di popolazioni barbariche che si susseguirono per secoli: i Vandali, i Goti e i Longobardi.

Nel 494 soggiornò ad Affile Benedetto da Norcia, che qui compì il primo dei suoi miracoli, ricomponendo un vaso rotto dalla nutrice. La fama che ne conseguì costrinse il giovane a lasciare il paese e a proseguire il suo cammino in cerca dell'isolamento spirituale desiderato. Il resto è noto. In un seguito di vicende, il futuro santo darà vita al Monastero di Subiaco (o sublacense): a partire dal X secolo tale Abbazia acquisterà sulla zona un vastissimo dominio di tipo feudale, che la vedrà spesso in contrasto con i feudatari dei luoghi già incastellati. Anche su Affile dunque si estese la 'lunga mano' del Monastero, che iniziò a imporre alla cittadina il suo dominio sotto l'abate Leone III (923-961); questi poteva contare anche su una notevole forza militare, indispensabile per controllare il vasto territorio a lui affidato. Il celebre Castello di Affile risale all'anno 1000 e uno dei suoi più illustri signori fu Ildemondo, capostipite della famiglia di Alessandro IV. Ma a quei tempi la Signoria del Castello era schierata a favore dell'Impero e il paese fu spesso terreno di scontri causati dalla lotta per le investiture: ricondotta all'obbedienza papale dall'intervento delle truppe pontificie guidate nel 1116 dallo stesso papa Pasquale II, l'anno successivo, con un apposito decreto, Affile tornò sotto Subiaco.

Nel 1176 l'abate Simone trasferì i diritti su Affile al Monastero di Santa Scolastica, al quale rimasero fino al XV secolo. Nel 1456, infatti, Callisto III, per porre fine ai dissidi provocati dalla guida, a volte troppo severa, dei monaci dell'Abbazia, ai quali si era ribellata la stessa Subiaco, decise di affidare la conduzione del Monastero e dei suoi feudi a un abate 'commendatario' (dal latino rammendare, «affidare»), un' alta personalità religiosa, ma estranea all'Abbazia. Durante il pontificato di Paolo IV, quando questi reagì muovendo guerra contro l'Impero che aveva riconosciuto la Riforma protestante, Affile venne occupata dalle truppe del duca di Alba. Alla vista dell'esercito spagnolo davanti alle sue mura, il papa si affrettò a concludere una pace con Filippo II, e di conseguenza Affile fu sgombrata. Rientrato parte dei domini dello Stato Pontificio, il paese ne fece parte all'Unità d'Italia. Affile ospitò molti personaggi celebri, tra cui alcuni cardinali 1640 vi soggiornò monsignor Altieri, il futuro papa Clemente nel 1773, il cardinale Braschi, che divenne poi papa PioVI. Merita una visita la Chiesa di San Pietro, costruita nel XV sec su un antico tempio romano e decorata da pregevoli affreschi quali quello che illustra il miracolo del vaso risanato; sembra che per diversi secoli tale vaso rimase esposto sul portone del sacro edificio.

1) Scopri i personaggi illustri del comune di Affile

Torna su

]]>
Sun, 24 Jun 2012 08:50:29 GMT http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/affile
Anticoli Corrado http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/anticoli-corrado anticoli-corrado

Nella zona dove attualmente sorge il paese esisteva un insediamento degli Equi che poi furono sconfitti dai Romani (388 a.c.), divenendone una colonia. Anticoli Corrado è situato quasi al confine con l'Abruzzo, su uno sperone roccioso dei Monti Ruffi, che dominano la Valle dell'Aniene. Il paese nacque come castellum, cioè come villaggio fortificato, quando, dopo il crollo dell'Impero Romano, le popolazioni si rifugiavano in posizioni elevate cercando di scampare alle incursioni barbariche. Questo insediamento allineava le sue costruzioni lungo il ciglio del costone per migliorare la difesa, formando così la rocca che ancora oggi costituisce il nucleo storico.

I! nome del paese deriva da “Ante colles” e da quello del conte Corrado di Antiochia che fu il signore feudale nel XIII secolo. Prima ancora, il 'Castello de Anticulo' è nominato in un atto del 997 nel quale papa Gregorio V attribuisce varie proprietà al Monastero di Subiaco, tra le quali appunto Anticoli, che poi perderà nell'XI secolo. Due volte in guerra con Tivoli, il feudo passa poi agli Antiochia. Alla metà del XV secolo, sotto Martino V (al secolo Oddone Colonna), Anticoli diviene possedimento della famiglia del pontefice, e i Colonna lo conserveranno, sia pure con qualche intervallo dovuto alle confische da parte di altri pontefici.

Nel XVII secolo ai Colonna di Paliano si sostituiscono gli Sciarra Colonna. Per tutto il XVIII secolo Anticoli vede peggiorare le proprie condizioni economiche a causa delle sempre più pesanti gabelle imposte dallo Stato Pontificio e pertanto una buona parte della popolazione migra verso l'Urbe, alla ricerca di un lavoro più remunerativo di quello agricolo. Le donne anticolane, già famose per la loro bellezza, nella prima metà dell'Ottocento vengono anche 'scoperte' dai pittori italiani e soprattutto da quelli stranieri, che nel Grand Tour si inoltravano nella campagna romana alla ricerca di paesaggi e suggestive atmosfere campestri. Tra di loro vi sono anche Camille Corot, che in Agostina (1886) ritrae probabilmente una giovane donna del paese, e il suo amico Nino Costa, precursore dei macchiaioli e legato ai preraffaelliti inglesi e agli impressionisti francesi.

Torna su

]]>
Sun, 24 Jun 2012 08:50:29 GMT http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/anticoli-corrado
Arsoli http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/arsoli Arsoli

arsoli1

A ridosso del Parco Nazionale d'Abruzzo, tra i Monti Simbruini e i Sabini, nella Valle del Bagnatore in cui scorre l'Aniene, alle pendici dei Monti Lucretili troviamo Arsoli, antico insediamento degli Equi durante il V-IV secolo a.c. Intorno al III secolo a.c. i Romani conquistatori vi portarono numerosi coloni che chiamarono la città arxula, «piccola rocca».

Ai primitivi abitanti sconfitti fu concessa la cittadinanza romana, ma senza diritto di voto. La notevole abbondanza d'acqua della zona permise la costruzione degli Acquedotti Claudio e Marcio, che nel I Secolo d.c. risolsero in parte i problemi idrici di una Roma assetata e in continua espansione. Con la decadenza dell'Impero Romano e le successive invasioni barbariche, il territorio si spopolò e fino agli ultimi anni del X secolo non si hanno più notizie dell'abitato.

Le prime riappaiono nel 997, quando viene citato un castello chiamato Arsule, di proprietà dei benedettini di Subiaco. San Benedetto vi aveva costruito uno dei suoi dodici monasteri, quello di Sant'Andrea, raso poi al suolo dai Longobardi. Ricostruito come castello, Arsoli fu ceduto nel 1280 dai Benedettini alla famiglia dei Passamonti, cui apparteneva il famoso condottiero Amico d'Arsoli, che si batté con straordinario coraggio a difesa della Repubblica di Firenze attaccata dal principe d'Orange.

Proprietà degli Orsini e poi dei Colonna, il feudo passò agli Zambeccari. Questi ricevettero un paese 'svuotato' dalla peste e dalle truppe di Carlo V, che vi avevano creato una piazzaforte. Nel 1574 il possedimento fu venduto ai Massimo, una delle più antiche e stimate famiglie dell'aristocrazia romana, che ne decisero l'acquisto su consiglio di san Filippo Neri, amico e confessore di famiglia. I nuovi proprietari si preoccuparono subito di migliorare le condizioni dei cittadini e di restaurare il Castello e la Chiesa di San Lorenzo, la più grande del Paese, che nel 1579 ospitò l'assemblea che preparò lo Statuto del 1584 concesso dai Massimo. Vennero costruiti l'Acquedotto di Fonte Petricca e la Fontana di Piazza Valeria.

La terribile pestilenza del 1656 non risparmiò Arsoli, i cui abitanti in soli tre mesi furono ridotti da 900 a 145.
I Massimo tuttavia non si persero di coraggio e, impiantando una serie di attività come la lavorazione della pelle, della lana e dell' argilla, riuscirono a ripopolare il paese. Creati prima marchesi e poi principi, i membri di questa illustre e generosa famiglia ricevettero l'onore delle visite di Giacomo III d'Inghilterra, che fu ospite del Castello di Arsoli nel 1733, e di papa Gregorio XVI, che vi si recò nel 1834. Nel 1938 il principe ereditario Umberto di Savoia sostò ad Arsoli durante una visita alla cugina Adelaide di Savoia Genova che aveva sposato il principe Leone Massimo.

Attualmente il Castello Massimo, che risale al IX secolo, è a disposizione di tutti gli eredi Massimo che gentilmente ne consentono la visita. Dopo l'armistizio che segui il secondo conflitto l' edificio fu occupato da un comando tedesco, che vi rimase fino al giugno 1944.
Nel corso dei secoli, il Castello è stato ristrutturato più volte. L’intervento più importante è stato eseguito da Giacomo della Porta, che ha lasciato la sua impronta soprattutto nella Chiesa del Santissimo Salvatore compresa nel complesso del Castello e impreziosita da una tela attribuita al Domenichino.

Da ricordare anche Marco Benefial, un pittore di scarsa fortuna in Roma, ma che ebbe successo dal resto dell’Italia, fu chiamato nel 1774 ad eseguire nel Castello un ciclo di affreschi rappresentanti le quattro virtu cardinali.

Torna su

]]>
Sun, 24 Jun 2012 08:50:29 GMT http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/arsoli
Casape http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/casape Casape

casape1

Casape sorge sul versante occidentale dei Monti Prenestini, fra San Gregorio di Sassola e Poli.
Il primo insediamento si deve al generale romano del I secolo d.c. Gneo Domizio Corbulo (o Corbulone), che fece erigere nel luogo una sontuosa villa, i cui ruderi servirono successivamente alla costruzione di un borgo che prese il nome di Casa Corbuli. Nel 992 Ottone III di Sassonia confermò il possesso del paese all'Abate del Monastero di Sant'Andrea e San Gregorio al Clivio Scauro di Roma, che ne detennero la proprietà fino al XVI secolo, erigendovi una torre fortificata.

Il piccolo paese fu ripetutamente coinvolto, e spesso anche tragicamente, nelle annose contese che durante il Medioevo le due più potenti famiglie del Lazio, i Colonna e gli Orsini, combatterono tra di loro, fino alla definitiva pacificazione tra le Casate stipulata nel 1511. Circa quindici anni dopo, il Monastero cedette la proprietà di Casa Corbuli ai patrizi Leonini, che a loro volta la cedettero ai Poli, quindi ai Pio di Savoia, ai quali alcuni storici fanno risalire il toponimo del nome attuale: 'casa dei Pio', cioè Casape.

Nel 1798, con la proclamazione della Repubblica Romana, Casape fu dichiarato libero Comune, ma nel 1799 tornò di proprietà della principessa Pio di Savoia, fino a quando nel 1818 cessarono i diritti feudali di questa famiglia e il Comune ebbe un suo sigillo e un suo Statuto.

Nel 1889 il territorio divenne possedimento dei principi Brancaccio, che ne favorirono l'attività agricola (incentrata soprattutto sulla produzione di olive), che attualmente però non è più l'occupazione primaria degli abitanti, per la maggior parte impiegati a Roma.
Tra i monumenti più rappresentativi del paese possiamo ammirare il Palazzo Baronale, sorto nel X-XI secolo come castello-torre di difesa e divenuto successivamente, con l'avvicendarsi delle diverse proprietà, un vero e proprio palazzo che sovrasta tutte le abitazioni.
La rampa d'accesso al borgo medievale, situata dietro i contrafforti del palazzo, apre un cammino davvero suggestivo lungo vie strette e tortuose fiancheggiate da case addossate l'una all'altra.

Tra gli edifici da ammirare, costruiti al di fuori dell' abitato medievale, degna di nota è la Parrocchiale di San Pietro Apostolo, sorta all'ingresso del paese intorno al 1950.

A un chilometro dal paese, all'interno di una proprietà privata, in stato di pessima conservazione, è la Chiesa di San Simeone, risalente al XVIII secolo, che presenta sopra al suo altare un affresco del XVI secolo, di autore ignoto, raffigurante Cristo in Croce e nello sfondo il paese di Casape e il Castello baronale.

Torna su

]]>
Sun, 24 Jun 2012 08:50:29 GMT http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/casape
Castel Madama http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/castel-madama Castel Madama

castel-madama1

Il primo insediamento sul territorio della cittadina, situata sullo spartiacque fra l'Aniene e il suo affluente Fosso d'Empiglione, risale al periodo di dominio degli Equi. In epoca romana, l'abitato si costituì intorno ad una piccola piazzaforte (oppidum di Empolum) della quale resta qualche rudere. Molti secoli dopo il primo insediamento fu costruito un castello, che fu chiamato Castello degli angeli, donato nel 1034 ai monaci benedettini dal prefetto di Roma Crescenzio degli Stefaniani.

Intorno al 1300 i Tiburtini rasero al suolo tutta la città compreso il castello, che rimase in piedi in minima parte. Pochi anni dopo la famiglia Orsini provvide a riedificare l'edificio, ove visse fine al 1504, quando Alfonsina Orsini sposò Piero de' Medici e suo nipote Alessandro sposò Margherita d'Austria che, rimasta vedova nel 1538, ereditò il possedimento, portandolo poi in dote al secondo marito, Ottavio Farnese. Margherita si dedicò con passione al paese, guadagnandosi la stima degli abitanti, che vollero esprimerle la loro gratitudine mutando il nome di Castello degli Angeli in Castel Madama.

Il Castello rimase a lungo proprietà dei Farnese, finché passò ai marchesi Pallavicini, che vi fecero costruire un borgo quadrato. Il dominio degli Orsini ebbe fine durante la Rivoluzione Francese, che decretò l'indipendenza del Comune. Sotto papa Pio VI, poi, Castel Madama tornò possesso dei Pallavicini e, sotto papa Pio IX, riconquistò definitivamente la sua indipendenza. Orsini, Medici, Farnese, Pallavicini: una sequenza di grandi famiglie dominarono la scena di Castel Madama per qualche secolo, ed è per questo che oggi il paese rappresenta una mèta interessante, offrendo splendidi esempi di architettura medievale e rinascimentale. Numerosi sono gli edifici sacri di rilievo, tra cui la Chiesa di Sant'Anna, edificata in ricordo della vittoria militare sui Tiburtini; la Chiesa di San Sebastiano, che custodisce al suo interno un ciclo di affreschi attribuiti alla scuola degli Zuccari; la Chiesa di San Michele Arcangelo (1775); la Chiesa di San Lorenzo (1727) reduce nel tempo di continue devastazioni dovute alla guerra e, nel dopoguerra, ai fenomeni climatici che contribuirono a ledere una costruzione oramai precaria, fino al restauro del 1979.

Altro monumento interessante, anche se più recente, è il Tempietto di San Michele, eretto in onore del santo dopo l'ultima epidemia di colera nel 1867. Il paese è dominato dal castello Orsini (XIV secolo) dono di Oreste Vulpiani, che ne fu l'ultimo proprietario, al Comune. I primi atti che lo menzionarono sono del X secolo, quando esso venne donato ai monaci benedettini. Fulcro della difesa del paese, fu oggetto di ripetuti rifacimenti, ma il passaggio da torre-fortezza all'attuale castello-fortezza lo si deve agli interventi di Margherita d'Austria. I molti passaggi di proprietà furono la causa della sua espoliazione interna. Al Comune si deve una sapiente conservazione dell'edificio attraverso continui restauri. All'interno, si può ammirare il Chiostro, con il pozzo e le numerose iscrizioni romane. Lungo la Via Empolitana, è possibile visitare i resti di quattro degli undici acquedotti antichi di Roma.

Il paese vive per lo più di agricoltura, basata sulla coltivazione di cereali, olive e frutta (soprattutto pere). La produzione di olio è notevole, non solo per la qualità delle olive del luogo, ma perchè nei frantoi di Castel Madama si produce olio anche lavorando olive greche e spagnole.

Torna su

]]>
Sun, 24 Jun 2012 08:50:29 GMT http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/castel-madama
Cervara di Roma http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/cervara-di-roma cervara-di-roma

Cervara sorge nella parte più alta del Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini, dominando la Valle dell'Aniene. Fu donata nel IX secolo dal duca Cesario al Monastero sublacense, e in un atto dell' 867 Niccolò I ordinò di costruirvi un castrum. Alcuni studiosi fanno derivare il paese da un insediamento dei Saraceni, che avrebbero dato il nome di Cervara all'abitato dopo aver rinvenuto un cervo tra i dirupi. L'appartenenza al Monastero è comunque certa, come recita una lapide che reca la richiesta di Leone IX di mantenere con cura il Monastero e i suoi annessi, tra i quali è citata Cervara. Nell'XI secolo fu costruita la fortezza e Pasquale II, nel confermarne la proprietà ai benedettini, denominò il paese 'Rocca Cervaria'.

Cervara fu al centro, nel corso dei secoli, di molte contese. Nel 1273, la Rocca fu occupata da Pelagio di Jenne, amministratore di Santa Scolastica, il quale, non essendo stato eletto abate del Sublacense, decise di imporsi con i suoi seguaci appropriandosi di Rocca Cervara e dei territori circostanti per tre anni, finché Guglielmo di Borgogna, inviato da papa Innocenzo V, lo sconfisse dopo due mesi di scontri cruentissimi.

Nel XIII secolo sopraggiunsero i Tìburtini che imposero a lungo dazi e gabelle ai paesi del territorio, fino a quando l'abate francese Ademaro li sconfisse nella battaglia di Campo d'Arco: il riscatto dei prigionieri servì alla realizzazione der Ponte di San Francesco a Subiaco.

Un periodo di aspre Iotte coinvolse Cervara quando l'Abbazia fu governata da Tommaso da Celano, il quale, pur tassando pesantemente i sudditi, non consegnava le annuali cento rubbie di grano al Monastero. La contesa con i monaci ebbe fine per l'intervento di papa Bonifacio IX. Nel 1509 l'abate Pompeo Colonna tentò senza successo di restaurare la Repubblica Romana e per sfuggire alla ritorsione pontificia rimase nella Rocca fino alla morte di papa Giulio Il. Anche Cervara subì l'assalto di Marco Sciarra e dei suoi briganti, che distrussero il vicino borgo di Prugna, massacrando uomini, donne e bambini.

Cervara passò nel 1753 alla Congregazione del Buon Governo per volontà di Benedetto XIV; con l'Unità d'Italia, divenne Comune autonomo. Durante la Seconda guerra mondiale, si distinse in alcune azioni partigiane.
Per le sue straordinarie attrattive paesistiche, con il suo aspetto tipicamente medievale inserito in una cornice naturale incantevole, il paese è una frequentata meta turistica. Di particolare interesse sono i resti della Corte, la fortezza della prima metà dell'XI secolo, restaurata nel XVI secolo.

Accanto è la Collegiata di Santa Elisabetta e San Felice Martire, che secondo l'incisione sulla campana più grande fu edificata nel XV secolo, ed è appoggiata sulla rocca in ripido pendio. Su una collina appena fuori dal paese è la Chiesa di Santa Maria della Portella.

Torna su

]]>
Sun, 24 Jun 2012 08:50:29 GMT http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/cervara-di-roma
Cineto Romano http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/cineto-romano Cineto Romano

cineto-romano1

Cineto Romano è situato a poca distanza dal bivio tra la Via Tiburtina Valeria e la Via Sublacense, sul Colle Peschiero. I primi residenti di quest' area sembra furono gli Equi, gens magna secondo Cicerone, i quali resistettero per circa due secoli alle mire espansionistiche dei Romani, prima che questi ne facessero "orribile scempio", come narra lo storico Tito Livio, il quale riferisce anche che il Colle Peschiero fu sede della Tribus Scaptia, una delle 35 tribù romane.

Contro le scorribande dei Saraceni e degli Ungari nell' XI secolo furono costruiti ben tre castelli: dei primi due sono rimaste solo le rovine; il terzo (chiamato 'Scarpa Feudale'), voluto dal conte Giovanni de Marso, fu ceduto nel XIII secolo al cardinale Napoleone Orsini e la proprietà rimase a questa famiglia fino al 1612, quando il possedimento fu ceduto ai Borghese. Vicino all'ingresso, una finestra di un cantina, protetta da una robusta inferriata, ci indica l'ubicazione delle prigioni, che la leggenda narra fosse anche il luogo in cui venne rinchiusa Beatrice Cenci, prima di essere giustiziata a Roma.

Il nome 'Scarpa" dal Castello si trasferì al borgo che, in epoca tardomedievale, si andò formando a ridosso del Castello stesso. Scarpa è anche l'antico nome del paese, che mutò poi il toponimo ispirandosi alla figura dei due cani che comparivano sullo stemma del territorio durante il regime fascista. Da visitare sono il Palazzo Baronale, costruito sul Castello 'Scarpà; la Chiesa di San Giovanni Battista, del 1650 ma costruita su una precedente chiesa del 1280, che ospita una tela del XVI secolo.

Santa Maria delle Grazie, in più occasioni distrutta e riedificata, sorse per la prima volta ai tempi di san Gregorio Magno. Nel 1217 san Francesco d'Assisi, nel corso del suo pellegrinaggio al Sacro Speco di Subiaco, pose la prima pietra della nuova chiesa, e la dedicò a Maria delle Grazie. Egli vi fondò anche il Convento dei frati 'scarpanti', la cui istituzione fu soppressa nel 1635 da papa Innocenzo X. L'ultima ricostruzione di questa chiesa risale al 1700. Il Pozzo delle Morge costituisce una curiosità di genere noire nell'uliveto che si estende sulla strada per Riofreddo. Descritto nei documenti del XVI secolo come una sorta di 'braccio della morte’, il pozzo presenta un diametro di tre metri, s'inabissa per 500 metri e, in fondo al baratro, s'incunea in varie direzioni per 1600 metri.

Torna su

]]>
Sun, 24 Jun 2012 08:50:29 GMT http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/cineto-romano
Guidonia Montecelio http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/guidonia-montecelio Guidonia Montecelio

montecelio1

A nord-est di Roma, a breve distanza dalla capitale, si trova Guidonia-Montecelio, Comune nato nel 1937 dalla fusione delle due cittadine, situate a 5 km di distanza l'una dall'altra. Guidonia nacque nel 1935 per dare alloggio al personale operante nel vicino aeroporto militare. La 'città' aeronautica prese il nome da Alessandro Guidone, generale dell'Aeronautica nonché appassionato studioso e sperimentatore, caduto nel 1928 sul campo d'aviazione di Montecelio mentre provava un nuovo paracadute.

Da visitare è la Chiesa di Santa Maria di Loreto, vero e proprio Sacrario nazionale dell'Aeronautica. Montecelio si chiamava Montecelli fino all'Unità, poi, a causa dei numerosi disguidi dovuti all'omonimia con altre località, fu scelto il nuovo nome, derivandolo dalla gens Caelia che, secondo storici locali, possedeva una villa nel territorio. Il territorio è tradizionalmente indicato in quello dove sorgeva l'antica città latina di Corniculum, che cessò di esistere dopo essere stata conquistata da Tarquinio Prisco.

Sorsero quindi alcune ville rustiche nel piano e sulla cima più alta venne eretto un tempio. E certa l'esistenza in età arcaica di un villaggio fortificato e in età repubblicana e imperiale di ville patrizie. Nel 973 Montecelli fa parte dei possedimenti dell'Abbazia di Tivoli ed è intorno a quella data che si fa risalire la costruzione della Rocca da parte dei Crescenzi, che la circondarono di mura ricalcanti il perimetro di quelle protostoriche e vi inglobarono il tempietto romano. Potente famiglia romana, i Crescenzi, signori del luogo, erano in conflitto con l'Abbazia di Subiaco per il possesso di tre castelli siti nella Valle dell'Aniene, di proprietà dell'Abbazia stessa, e non esitarono a tendere un'imboscata all'abate Paolo III, che rinchiusero nel Castello di Monticelli. Cabate, pur sottoposto a terribili torture, rifiutò di cedere le proprietà del Monastero, preferendo la morte. Le invasioni dei Normanni costrinsero la popolazione sparsa nei dintorni a rifugiarsi presso la rocca, intorno alle cui mura di cinta costruirono ad anello le prime abitazioni.

Nacque così Castrum Montiscellorum, che per la sua posizione strategica, a difesa di Roma verso l'Abruzzo, fu conteso da molte famiglie nobili (Capocci, Orsini, Anguillara). Nel 1445 gli Anguillara furono costretti a cederlo allo Stato Pontificio, che lo diede in gestione a diversi cardinali governatori finché, nel 1550, lo vendette ai Cesi. Per i meriti acquisiti da questa famiglia nei confronti del feudo, che rimase molto a lungo in loro possesso (lo vendettero ai Borghese nel 1678), Pio V, nel XVI secolo, lo costituì in Marchesato. Il borgo andò allora espandendosi anche al di fuori della cinta muraria medievale, grazie anche alla riattivazione delle cave di travertino, materiale che veniva utilizzato per la costruzione delle varie basiliche romane.

Nel 1642, per creare una corrente d'aria che liberasse le vie del borgo dalla brezza marina, paradossalmente ritenuta apportatrice di malattie, fu aperta la Porta Nuova, mentre la Rocca cominciò ad andare progressivamente in rovina. Di essa si riconoscono tuttora la cinta muraria, il torrione pentagonale sul Iato orientale e la parte dell' edificio che ospitava l'abitazione del signore. Attualmente l'abitato di Montecelio si estende su due colli sulle cui cime si ergono, rispettivamente, la fatiscente Rocca Orsini, frutto di diverse fasi costruttive che vanno dal 1047 al 1491, e il Convento francescano di San Michele Arcangelo, del 1724, con la chiesa annessa. Il borgo medievale si trova sul colle che ospita l'antica fortezza, mentre le case poste sul Monte Albano, occupato dal Convento francescano, sono frutto dell' espansione tardo ottocentesca.

Di fronte al Palazzo del Principe sorge la settecentesca Chiesa di San Giovanni Evangelista, che ospita alcune pregevoli opere del pittore Ludovico Sterno Il più antico edificio sacro di Montecelio è la quattrocentesca Chiesa di San Lorenzo martire. L’economia del Comune di Guidonia Montecelio è sempre meno basata sull' agricoltura, mentre ancora notevole è l'apporto dell' estrazione e lavorazione del travertino e della produzione di cemento. Imponente è, inoltre, il fenomeno del pendolarismo con la capitale date la vicinanza e la facilità dei collegamenti.

Torna su

]]>
Sun, 24 Jun 2012 08:50:29 GMT http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/guidonia-montecelio
Mandela http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/mandela Mandela

mandela

Mandela è uno dei Comuni della Valle dell'Aniene. Il nome attuale ricalca l'originario toponimo latino, menzionato da Orazio nell'Epistola XVIII del libro I. Il poeta ne parla come di un paese «raggrinzito dal freddo», anche se dichiara di apprezzare le qualità del torrente che bagna il centro abitato, il Digentia.

In una lapide risalente al I secolo, dedicata a Valeria Massima, Mandela compare col nome di Massa Mendelana. Nelle epoche successive il toponimo cambiò diverse volte, prima in Bordella, poi in Bardella: nel 1601, dopo un lungo periodo riguardo al quale non ci sono pervenuti documenti, il feudo è chiamato Podium del Burdella e figura come proprietà della famiglia Orsini.

In seguito alla decadenza economica di questa casata, il feudo fu acquistato da Cesare Palazzolo, poi passò al neo-marchese Francesco Nunez, nonostante l'ostruzionismo del cardinale Orsini. Nel XIX secolo ne furono proprietari i Prosperi e poi i Del Gallo di Roccagiovine. Nel frattempo il paese aveva ancora mutato nome in Cantalupo Bardella, ma dal 1870 assunse definitivamente l'appellativo di Mandela.

Nell'area circostante Mandela sono state rinvenute testimonianze di insediamenti umani dell'Età del Bronzo. Nell'abitato predomina l'aspetto dell'antico borgo medievale. Fra gli edifici più interessanti è il Castello dei Del Gallo di Roccagiovine, trasformato in Palazzo Baronale nel XV secolo. Dell'antico edificio rimane una torre a pianta quadrata. Il giardino all'italiana del Castello è posto appena al di fuori dal paese ed è divenuto un parco comunale.

La Chiesa di San Vincenzo, rimasta di proprietà privata, ospita la tomba di famiglia dei marchesi Del Gallo di Roccagiovine. La Parrocchiale di San Nicola vescovo, dedicata al patrono di Mandela, risale al XVIII secolo.
Oltre ad Orazio, un'altra illustre ospite soggiornò a Mandela: Carlolotta Bonaparte, che vi creò un salotto letterario frequentato da molti intellettuali. Per renderle omaggio i cittadini le hanno intitolato una strada e una torre, Torre Giulia.

Torna su

]]>
Sun, 24 Jun 2012 08:50:29 GMT http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/mandela
Marano Equo http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/marano-equo marano

Il territorio del Comune di Marano Equo è uno dei meno estesi fra quelli della Provincia di Roma. Situato sulla Via Sublacense, il paese, che fu fondato probabilmente dagli Equi, è adagiato su una collina nella Valle dell'Aniene. Dopo aspri conflitti con la Lega Latina, la zona fu conquistata da Roma e da questa assegnata ai comandanti militari, in genere di famiglie patrizie, per risarcirli delle spese sostenute per finanziare la guerra. Uno di questi territori è quello dove sorge oggi Marano Equo. Alcuni studiosi fanno derivare il toponimo da un fundus Marianus, in riferimento al nome romano Marius, mentre altri lo collegano alla parola 'marana', termine con il quale i Romani indicavano i corsi d'acqua dei quali è ricco il territorio di Marano Equo.

L’aggiunta del termine 'Equo' al toponimo risale al 1872 e fu motivata dalla necessità di distinguere Marano dai paesi omonimi.
Una delle prime opere pubbliche compiute da Roma dopo la conquista fu il prolungamento della Via Tiburtina, che prima si fermava a Tivoli, fino oltre il Lago Fucino. Nacque così la Via Tiburtina Valeria, nome datole dal Console Marco Valerio Massimo che intraprese l'opera. L’arteria permise a Roma di sfruttare l'acqua di cui quella zona è ricchissima. Dopo la caduta dell'Impero Romano, tali acquedotti, già vetusti, non resistettero alla furia dei Barbari.

L’incastellamento di Marano, che nel Regesto Sublacense risulta di proprietà dell'Abbazia di Subiaco già nel IX secolo, viene fatto risalire all'XI secolo, quando Marano divenne feudo della famiglia Crescenzi, passando successivamente all'abate di Subiaco Giovanni, appartenente a questa nobile famiglia, che lo amministrò saggiamente. Nel XIII secolo il Castello di Marano risulta in possesso dei vescovi di Tivoli, dai quali l'abate Bartolomeo lo riscattò nel XIV secolo.

Nel 1456 papa Callisto III istituì nell'Abbazia di Subiaco la figura dell'abate commendatario, un importante personaggio ecclesiastico, scelto fra i cardinali, ma non necessariamente un monaco dell'Abbazia. Gli abati commendatari esercitarono, sul vasto territorio controllato dal Monastero sublacense, un potere politico ed economico simile a quello di un signore feudale e un potere spirituale simile a quello di un vescovo. Nel periodo in cui fu abate commendatario il cardinale Rodrigo Borgia (seconda metà del XV secolo) il Castello di Marano Equo passò sotto il dominio di questa famiglia e dei suoi successori, che lo amministrarono fino al 1753, data in cui tutti i possedimenti dello Stato Pontificio passarono sotto l'amministrazione diretta del Buon Governo. In questo arco temporale, il territorio fu, comunque, tenuto dai Colonna, dai Caffarelli Borghese Barberini.

La disastrosa epidemia di peste del 1656 falcidiò gli abitanti dell territorio, che qualche anno dopo risultavano essere appena cinquecento. Una serie di calamità colpì poi Marano nel XVIII secolo, tra le quali due inondazioni del fiume che, rovinando i raccolti, provocarono terribili carestie. Erano fiorentissime a Marano la coltivazioni e la lavorazione della canapa: nel 1850 erano attivi nel paes~ 400 telai per la tessitura, attività che è stata poi progressivamente abbandonata. Tuttora molto praticata (per lo più a conduzione familiare)è l’attività agricola: accanto alla tradizionale produzione di cereali olive, si è sviluppata quella degli ortaggi e dei legumi (in pare re dei fagioli, cui è dedicata anche una sagra). Notevole resta la produzione di legname

Torna su

]]>
Sun, 24 Jun 2012 08:50:29 GMT http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/marano-equo
Marcellina http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/marcellina Marcellina

marcellina1

Nella splendida cornice naturalistica della Sabina, alla base di una bastionata calcarea tra il Monte Gennaro e il Monte Morra, che sono i massicci montuosi più alti dei Monti Lucretili, sorge il paese di Marcellina. Questo territorio ha rivelato testimonianze di stanziamenti antropologici risalenti al Paleolitico medio. Numerosi sono i resti di insediamenti di età preromana legati probabilmente ai Sabini, che scelsero questo territorio per la protezione geografica che offre.

I Romani popolarono la zona grazie alla comodità della vicinanza di due strade consolari di notevole importanza: la Salaria e la Tiburtina.
La presenza, inoltre, di cave di travertino contribuì allo stanziamento in zona degli addetti all'estrazione del marmo, di cui Roma si servì abbondantemente per la costruzione dei suoi splendidi edifici.

Numerose furono anche le ville residenziali che vennero erette da nobili famiglie patrizie romane, delle quali il più splendido esempio è Villa Adriana, di cui si possono ammirare i resti a poca distanza dal paese. Nel periodo tra la caduta dell'Impero romano e il XII secolo la zona fu teatro di numerose battaglie, che hanno lasciato a testimonianza tombe di guerrieri ritrovati sepolti con il loro armamentario bellico.

Il primo documento riguardante il territorio che attualmente fa parte del Comune di Marcellina risale al 1030 e cita il Castello di Turrita, i cui ruderi sono ancora visibili nell' omonima località. Il suo primo proprietario fu Lorenzo di Rinaldo di Tivoli.
In località Castellaccio fu edificato invece il castrum Marcellini, citato come già esistente in precedenza in una bolla pontificia di Anastasio IV del 1153, che conferma all'Abbazia di Santa Maria in Monte Dominici un patrimonio fondiario costituito da beni e dipendenze e da quattordici chiese dislocate lungo un tracciato che da Marcellina stessa saliva a San Polo dei Cavalieri. Il castrum era sottoposto all' autorità di Gregorio de Marcellinis, nobile latifondista romano dal cui nome Marcellina deriva il toponimo.

AI potente e florido Monastero benedettino è legata la storia dell'abitato di Marcellina. Nel 1218 il Monastero divenne proprietà dei monaci di San Paolo fuori le Mura. I conflitti fra i Marcellini e i monaci di San Paolo condussero nel 1220 alla distruzione completa del castrum Marcellini. I superstiti, radunatisi presso l'abitato dell'Abbazia, diedero origine al nucleo dell'attuale Marcellina. Nel 1391 il feudo fu concesso in enfiteusi agli Orsini. Una disposizione del Concilio di Costanza del 1418 annullò tutti gli accordi territoriali del periodo dello Scisma d'Occidente, quindi queste terre tornarono al Monastero di San Paolo.

Nel 1429 gli Orsini di Tagliacozzo acquistarono il feudo e nel 1558 esso fu venduto al cardinale Federico Cesi, il cui pronipote avrebbe fondato l'Accademia dei Lincei. La famiglia Cesi assicurò un periodo di prosperità ai propri sudditi, finché, nel 1656, la peste non giunse a Marcellina, mai più ripopolatasi in seguito come lo era ta in precedenza. Il possedimento fu venduto ai Borghese nel 1827 Leone XII relegò Marcellina a frazione di San Polo dei Cavalieri, suscitando violente proteste; il paese raggiunse l'autonomia comunale nel 1909.

La Chiesa di Santa Maria in Monte Dominici, edificata sul una villa romana, risale all'XI secolo; in stile romanico, fu rimanengiata nel XV secolo. All'interno si trova una decorazione a fresco costituisce un importante esempio di pittura medievale nel Lazio. L'economia del paese si basa sull'agricoltura, soprattutto sulla coltivazione dell'ulivo, che consente una buona produzione di olio e di ciliegie; importante è anche l'allevamento di bovini ed equini La popolazione, tuttavia, è per lo più impegnata nel terziario romano o nelle industrie di Guidonia e Tivoli, dando luogo a un intenso pendolarismo.

Torna su

]]>
Sun, 24 Jun 2012 08:50:29 GMT http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/marcellina
Palombara http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/palombara Palombara

palombara1

Nella bassa Sabina, su un colle alle falde del Monte Gennaro, massiccio calcareo che raggiunge i 1271 metri di altezza, sorge Palombara, il cui abitato è dominato dal Castello dei Savelli Torlonia, di fondazione medievale ma rimaneggiato nel XVI secolo. Il borgo antico ha una struttura concentrica che si sviluppa intorno al Castello, con una miriade di strade strette, serrate e dall'andamento curvilineo, che avevano lo scopo di renderne difficile l'espugnazione da parte dei nemici; la parte nuova dell'abitato si è formata più in basso, vicino alla piazza principale.

Il toponimo ha origine dal termine 'Palombara (dal latino palumbus, «colombo»), costruzione rurale utilizzata per l'allevamento dei colombi, molto diffusa in tutto il Lazio. Nel 1872 fu stabilito con regio decreto di aggiungere al nome di Palombara l'aggettivo Sabina.
Il sito sorge probabilmente su quello dell'antica Cameria (mentre secondo un'altra ipotesi sorgerebbe sul territorio di Regillum). Di Cameria parla Tito Livio come di una delle più antiche città latine. Quando i re furono cacciati da Roma, Cameria si schierò dalla parte dei Tarquini;
conquistata dai Romani intorno al 492 a.c., fu distrutta e scomparve.

Il ritrovamento dei resti fossili del cosiddetto 'Uomo di Cretone', conservato al Museo Etnografico Pigorini di Roma, può far ipotizzare che gli insediamenti in questa area siano di età ancora precedente.
Nel primo Medioevo l'Abbazia di Farfa aveva un'influenza quasi esclusiva sulla Sabina, ma intorno all'VIII secolo anche l'Abbazia di San Giovanni in Argentella cominciò ad esercitare una certa autorità. Tutta l'area era infestata dai Saraceni, che nell'890 erano dediti a scorrerie di ogni tipo e che fecero di Farfa la loro base. Il fatto che sia testimoniata per quell'epoca la diffusione a Palombara del culto di san Biagio, considerato il protettore delle popolazioni minacciate dagli infedeli, confermerebbe l'ipotesi di una prolungata permanenza dei Saraceni anche in questo paese.

Una bolla di papa Giovanni XIX del 1029 contiene per la prima volta il riferimento a Columbaria, nome usato per indicare il feudo dei discendenti del duca longobardo Alberico, gli Ottaviani, che avrebbero a lungo dominato il paese e che diedero avvio al loro predominio con Giovanni de Crescenzi Ottaviani. Essi riuscirono a guadagnarsi una certa autonomia dalla Santa Sede, tanto da farsi chiamare reguli (piccoli re), titolo che non fu adottato in nessun'altra signoria laziale, a eccezione di Palombara, la quale lo mantenne fino al 1599.

Nel XIII secolo, non è chiaro in quali circostanze, il feudo passò alla famiglia Savelli, che riuscì a estendere il suo potere fino a diventare feudataria assoluta del territorio per tutto il XIV secolo. Il Castello di Palombara vantava prestigio e notorietà che andava ben oltre i confini della città. Papi, antipapi e imperatori, tra cui Enrico IV e Federico Barbarossa, furono ospiti al Castello. La signoria dei Savelli trascinò Palombara in una serie di vicende molto spiacevoli e piuttosto violente che culminarono con la pubblica ammenda fatta a Roma da Giacomo Savelli per aver favorito la banda di Tiburzio e Valeriano di Maso, i quali con la sua complicità avevano fatto di Palombara la base per i loro delitti. Successivamente, tra la fine del XV e l'inizio del XVI secolo, i Savelli si allearono con i Colonna contro gli Orsini e furono questi ultimi ad avere la meglio, anche se solo per un breve periodo, favoriti da papa Alessandro VI.

La guerra fra papa Paolo IV, alleato dei Francesi, e gli Spagnoli del duca d’Alba coinvolse pesantemente Palombara, che venne in gran parte distrutta nel 1556. Tra alterne vicende i Savelli rientrarono in possesso di Palombara, ma nel XVII secolo il tracollo economico li costrinse a rinunciare al feudo, che passò ai Borghese. Al breve periodo di amministrazione francese (1809-1814) segui la restaurazione pontificia nel 1816. Nel 1870 Palombara Sabina si costituì in Comune e nel 1900 venne collegata alla linea ferroviaria Roma-Sulmona.

Palombara è un centro agricolo e commerciale abbastanza attivo nella produzione di olio e frutta. Da menzionare l’industria delle acque gassate. Non trascurabile è anche l’apporto del turismo all’economia della cittadina.
Merita una visita la Collegiata di San Biagio, la cui struttura originaria risale all’XI secolo, ma che fu poi radicalmente ristrutturata. All’interno si può ammirare tra l’altro la Madonna della Neve, attribuita ad Antonio da Viterbo, pittore del XV secolo. La Chiesa dell’Annunziata, sulla via Palombarese; risale al 1507 e conserva un’annunciazione attribuita ad Antoniazzo Romano. A 2 Km dall’abitato si trova l’Abbazia di San Giovanni in Argentella, la cui esistenza è attestata già nel X secolo ma che risale nel suo complesso all’età romanica (probabilmente alla prima meta del XII secolo).

Torna su

]]>
Sun, 24 Jun 2012 08:50:29 GMT http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/palombara
Riofreddo http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/riofreddo Riofreddo

Sulle pendici del Monte Aguzzo (1007 m), tra il Lazio e l'Abruzzo presso lo spartiacque che divide l'Aniene dal Turano, sorge Riofreddo, il cui toponimo (dal latino rivus frigidus) deriva dalla freschezza di un ruscello, il torrente Bagnatore, che sfiora il paese. Vari reperti hanno attestato insediamenti sul territorio già nell'Età del Bronzo e poi con gli Equi, tra il VII e il VI secolo A.C.

L'originario nucleo abitativo si formò intorno al Castello dopo l'XI secolo con l'apporto di gruppi di diversa provenienza. Nel 1157 appare la prima citazione scritta del nome del paese e con essa anche il nome del suo signore Berardus de Rigofrigido, che aveva preso possesso della Rocca nella prima metà del XII secolo, decidendo in totale autonomia di assumere il titolo di barone.

A metà del XVI secolo il feudo passò ai Del Drago, che rimasero ininterrottamente signori del paese fino al 1832 (dopo essere diventati marchesi nel XVII secolo e, successivamente, nel XIX secolo, principi). Dal 1859 i Del Drago si imparentarono con la famiglia Pelagallo, condividendo con essa titoli e privilegi. Nel corso della Repubblica Romana del 1799, Riofreddo rivestì un ruolo importante poiché divenne capoluogo del Sesto Cantone del Dipartimento del Tevere, che comprendeva 12 Comuni. Nel 1893 il secondogenito di Giuseppe e Anita Garibaldi, Ricciotti, eresse un Castello che diede una certa notorietà al paese.

Ciò che ne resta si chiama ora Villa Garibaldi ed è sede del Museo delle Culture, dedicato sia all'archeologia sia all'etnologia e ai ricordi della famiglia Garibaldi. Nei pressi del Castello sorge la casa dove visse Gaetano Donizetti, che compose proprio lì parte delle sue opere e a Riofreddo volle celebrare il suo matrimonio con Virginia Vasselli.

Il paese è dominato dalla mole possente del Castello Colonna. Interessante è l'Oratorio dell'Annunziata, di epoca romanica, con affreschi di Arcangelo di Cola da Camerino. Pregevole è il portale di Santa Caterina con arco a tutto sesto, che chiude l'accesso alla parte meridionale del borgo medievale. Vicino all'Oratorio dell'Annunziata sorgeva l'antico Ospitale, che successivamente è stato trasformato ìn sede del municipio.

L'agricoltura non ha avuto uno sviluppo razionale in quest' area a causa delle condizioni geomorfologiche del territorio. L'allevamento e la pastorizia costituiscono le maggiori attività produttive. Intenso il pendolarismo verso Roma, mentre nella stagione estiva sono numerosi i villeggianti che trascorrono a Riofreddo il loro periodo di riposo.

Torna su

]]>
Sun, 24 Jun 2012 08:50:29 GMT http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/riofreddo
San Gregorio da Sassola http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/san-gregorio-da-sassola San Gregorio da Sassola

san-gregorio-da-sassola1

Il paese sorge su uno sperone tufaceo tra i Monti Tiburtini e il versante occidentale di quelli Prenestini. Il nome deriva da san Gregorio Magno, discendente dalla gens Anicia, che possedeva tutto il territorio. Anteriormente al 1870 il paese era noto come Castel San Gregorio; fu poi aggiunto 'da Sassola', in riferimento, secondo alcune fonti a Saxula, città degli Equi situata in quel territorio.
Il ritrovamento di resti identificati come appartenenti a due acquedotti romani e di alcuni frammenti di ville romane fanno pensare che questo territorio ospitasse famiglie patrizie che presumibilmente vi si recavano in villeggiatura per la suggestione del paesaggio e la copiosa presenza di acque.

Nel 1249 il Monastero di Subiaco risultava proprietario del castrum Sancti Gregorii. Nel 1392 il paese divenne feudo dei Colonna e, successivamente, degli Orsini. Nel 1567 fu ceduto al cardinale Prospero Publicola Santacroce. Costui migliorò le condizioni di vita dei sangregoriani realizzando due grandi cisterne per la raccolta dell'acqua. Nel 1655 il cardinale Carlo Pio di Savoia, dopo una devastante pestilenza, costrui una nuova borgata ispirandosi a nuovi principi urbanistici e collocandola in una posizione più elevata rispetto al Castello. Il nuovo nucleo fu chiamato, in onore del suo realizzatore, Borgo Pio.

Alla famiglia di Carlo Pio e dei suoi discendenti si sostituirono i duchi di Uceda, divenuti successivamente principi Brancaccio, che realizzarono un notevole ampliamento del Castello nel 1855. Il centro abitato, dominato dal Castello Brancaccio (che conserva, della struttura medievale, il ponte levatoio, finestre crociate al primo piano, i merli di coronamento e una torre) e circondato da possenti mura, è diviso in una parte medievale e in una seicentesca, che sono collegate da una strada. Il Castello è proprietà del Comune di San Gregorio e ospita imponenti sale affrescate all'inizio del XVII secolo da pittori di un certo rilievo, tra i quali Taddeo e Federico Zuccari.

La Chiesa di San Gregorio Magno, che risale al XV secolo, è collocata nel borgo medievale, mentre in quello seicentesco si trovano la Chiesa della Madonna della Cavata, di epoca rinascimentale, il Convento di Santa Maria Nova e la Chiesa di San Giovanni evangelista, quest'ultimo edificio datato al XV secolo. Le fonti prevalenti di reddito per gli abitanti provengono dall' agricoltura, in particolare dalla coltivazione di frutta, uva e soprattutto dell'ulivo. L'olio di oliva di San Gregorio, infatti, è uno dei più pregiati della zona e una vera prelibatezza sono le olive in salamoia prodotte nel paese.

Torna su

]]>
Sun, 24 Jun 2012 08:50:29 GMT http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/san-gregorio-da-sassola
Roviano http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/roviano Roviano

roviano1

Roviano sorge a sinistra dell'alta Valle dell'Aniene, proprio nel punto in cui il fiume scorre fra i Monti Affiliani e il Monte Sant'Elia (alto 990 m). Di forma concentrica, il nucleo abitativo si sviluppa sul versante sud della zona montuosa, su una piccola piana che si affaccia sulla vallata godendo di una grande visibilità, ragione per la quale risultò sempre strategica per controllare le attività fra Lazio e Abruzzo. Reperti archeologici (in particolare utensili in ceramica) attestano che la zona era già abitata nell'Età del Bronzo, ma gli studiosi concorderebbero nel ritenere che il paese sia sorto su un precedente sito dove si erano insediati gli Equi. È probabile che il toponimo abbia origine dalla gens Rubria, che possedeva in quell'area un fondo denominato Rubrianum, poi Rubianum.

Nel 967, come stabilito dall'imperatore Ottone I, il Castello e il Monte andarono a far parte dei possedimenti dell'Abbazia di Subiaco, che incamerò anche la contigua Rovianello. L'assegnazione, tuttavia, non avvenne senza conflitti e controversie, poiché l'abate del Monastero di San Cosimato a Vicovaro rivendicò il possesso del Monte di Roviano con la Chiesa di Santa Maria. Nel 983 papa Benedetto III cercò di mediare nella controversia, favorendo l'Abbazia sublacense e suscitando però il risentimento dei feudatari del luogo.

Tra lotte e rivendicazioni, sappiamo comunque, da un'iscrizione nella Chiesa di Santa Scolastica a Subiaco, che nel 1051 Ruvianum apparteneva ai benedettini. Tornò poi ai feudatari e quindi, nel 1189, nuovamente all'abate di Subiaco grazie all'intervento di Clemente III. Nel 1227 il feudo passò ai Colonna di Riofreddo e successivamente fu diviso tra i vari rami della famiglia e a essi rimase nei secoli successivi benché, per brevi periodi, gli Orsini e i Barberini riuscissero a impossessarsene. Nel 1809, sotto il governo francese, fu realizzato un riordino amministrativo per cui Roviano entrò a far parte del Comune di Anticoli, che faceva parte a sua volta del circondario di Tivoli.

Il Castello, che nel 1909 entrò a far parte delle proprietà dei Brancaccio, e dal 1979 appartiene al Comune, risale a un periodo precedente l'XI secolo, quando era utilizzato come bastione di difesa contro le scorrerie dei saraceni. Nonostante i numerosi rimaneggiamenti architettonici effettuati nel corso del tempo, si può ancora ammirare l'ingresso gotico con lo stemma che lo sovrasta. La Chiesa di San Giovanni Battista, di epoca barocca, conserva le spoglie di san Fortunato martire ed è ufficialmente Santuario dal 1984, per decisione del vescovo di Tivoli. La Porta Scaramuccia, in stile gotico, pare debba il suo nome al conflitto di cui fu teatro nel 1570 fra i Colonna e gli Zambeccari di Arsoli.

L'agricoltura è abbastanza sviluppata sul territorio di Roviano, con una buona produzione di cereali, legumi e patate, anche se la maggior parte della popolazione lavora a Roma nell'industria edilizia.

Torna su

]]>
Sun, 24 Jun 2012 08:50:29 GMT http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/roviano
Subiaco http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/subiaco subiaco

Collocato in una suggestiva posizione sopra un colle, alla destra del fiume Aniene e ai piedi del Monte Calvo, Subiaco conserva l'aspetto tipico di un borgo medievale, con strade molto strette e case munite di scale esterne e bei portali. In epoca preromana tutta la Valle dell'Aniene era abitata dagli Equi, contro i quali i Latini scesero in guerra, sconfiggendoli nel 299 a.c. I nuovi arrivati diedero vita alla tribus Aniensis, la «tribù dell'Aniene». Una testimonianza di quell'insediamento è la scoperta del sarcofago dell'aniense Lucio Menio, avvenuta nel 1843.

La ricchezza di acque del territorio attirò l'attenzione di Roma che a partire dal 272 a.c. costrui ben quattro acquedotti: l'Anio Vetus, l'Aqua Marcia, l'Aqua Clodia e l'Anio Novus, con i quali la zona rifornì generosamente l'Urbe. Nel 54 d.c. Nerone decise di costruire in zona un'imponente villa. Fece sbarrare la valle in tre punti, creando altrettanti piccoli laghi, i Simbruina stagna, sulle sponde dei quali eresse la sua residenza, composta da più edifici che si specchiavano nelle acque (da ricordare che il celebre Efebo, rinvenuto nel 1883 e oggi custodito presso il Museo Nazionale Romano, proviene proprio dalla villa neroniana). Sembra che gli schiavi che lavoravano la villa avessero costituito un villaggio sub lacum, da cui originerebbe il nome Subiaco. Abbandonata da Nerone a seguito di un evento che considerò di malaugurio (un fulmine si abbatté sulla sua tavola mentre banchettava con gli ospiti), gli edifici della villa, mal custoditi, caddero presto in rovina, e secoli più tardi un'inondazione cancellò anche i laghetti.

Il corpo centrale della villa sorgeva probabilmente in località Pianello, dove, sfruttando proprio le costruzioni imperiali abbandonate, si insediarono i primi abitanti della zona. Il 10 agosto 369 fu consacrato il primo edificio di culto cristiano di Subiaco, la Chiesa di San Lorenzo: è a questa data che si fa risalire la nascita 'ufficiale' di Subiaco. Nel IV secolo d.c. Subiaco era già un borgo di una certa consistenza, ma fu verso la fine del V secolo che un giovane di Norcia, destinato a divenire uno dei maggiori santi cristiani, Benedetto, determinò le sorti future della cittadina. Fu infatti proprio nei pressi di Subiaco, in una grotta del Monte Taleo, che si ritirò in eremitaggio Benedetto, fuggito da Roma, dove stava completando i suoi studi, perché nauseato dalle condizioni di disfatta morale in cui si trovava la città. Furono anni di vita ascetica e di preghiera, cui seguì un periodo dedicato alla formazione dei numerosi discepoli che nel frattempo erano accorsi intorno a lui. Ad essi Benedetto dettò le regole fondamentali da seguire nella vita monastica.

Furono costruiti tredici piccoli Cenobi la cui conduzione egli affidò ai suoi discepoli. Nel IX secolo le incursioni saracene distrussero tutti i Monasteri tranne quello che si chiamava San Silvestro: l'attuale Santa Scolastica (dal nome della sorella di Benedetto, a cui in seguito venne dedicato). Nel 937 la cessione da parte di papa Leone VII del nucleo abitato di Subiaco e delle terre vicine a questo Monastero, segna l'inizio di un ampio potere degli abati sul territorio.

Nei due secoli successivi, grazie all'appoggio di diversi pontefici e all'energica azione di due abati, il francese Umberto e Giovanni V Crescenzi, ampi possedimenti vennero ceduti al controllo dell'Abbazia, che acquistò un potere politico senza eguali ad est di Roma, soprattutto quando l'abate fu investito anche dei poteri spirituali sulle popolazioni controllate dal Monastero. Nell XI secolo l'abate Giovanni costruì in cima all'abitato di Subiaco il Castello feudale, la cui costruzione coincise con il consolidamento della potenza del convento, garantendo nel contempo la sicurezza dei monaci. Nel XIII secolo, ad opera degli abati Enrico e Bartolomeo, intorno alla grotta chiamata Sacro Speco cominciò a sorgere una grande costruzione, che presto divenne meta di santi e asceti.

In seguito alla visita di Francesco d'Assisi, che ricevette in dono dall'abate un vecchio romitorio, tutta la vallata prese l'appellativo di 'valle Santa'. Successivamente, devastanti inondazioni dell'Aniene, due terribili terremoti, la pestilenza, lo scisma del monaco Pelagio, che causò l'intervento della Chiesa di Roma, determinarono la fine dello splendore dell'Abbazia.I monaci furono privati del diritto di eleggersi il proprio abate e nel 1456 papa Callisto III affidò la conduzione del monastero a un personaggio completamente estraneo alla vita dell'Abbazia.

Il primo abate 'commendatario' (dal latino commendare, «affidare»), fu Giovanni Torquemada, che si dedicò immediatamente a una riforma morale della vita del Monastero. Inoltre, grande studioso, chiamò nel 1464 a Subiaco due stampatori tedeschi, formatisi alla scuola di Gurenberg, perché impiantassero nel Monastero di Santa Scolastica il primo torchio per la stampa in Italia. Rodrigo Borgia, futuro papa Alessandro VI, fu il secondo abate commendatario, e trasformò in fortezza la rocca. Poi il titolo toccò a Giovanni Colonna, che trasmise il privilegio ai suoi discendenti. Nel 1608 la commenda passò ai Borghese e quindi ai Barberini, che la tennero per 105 anni. L'ultimo commendatario fu Giovanni Battista Spinola che la ebbe nel 1738.

Questi fu l'ultimo commendatario munito della doppia giurisdizione, baronale e spirituale. Verso la metà del XVIII secolo, tra i monaci benedettini e Subiaco sorsero contrasti per questioni economiche, che provocarono nel 1752 una rivolta popolare contro il Monastero. Benedetto XIV fu costretto a emanare una bolla con cui sottraeva agli abati commendatari il potere temporale lasciando loro solo quello spirituale.

Subiaco e il suo territorio furono sottoposti direttamente al potere pontificio e le proprietà dell'Abbazia furono incamerate fra i beni della Chiesa, che la governò attraverso le Congregazioni della Sacra Consulta e del Buon Governo. Cessava così il dominio feudale dei monaci su un territorio che comprendeva Agosta, Canterano, Rocca Canterano, Jenne, Cervara, Marano, Cerreto, Civitella, San Paolo, Roiate e altri centri minori. Alla fine del XVIII secolo il timore dell' arrivo dei rivoluzionari francesi fu all' origine, sul piano psicologico, di una vera e propria ondata di miracoli mariani.

A Subiaco la Madonna della Pietà, da poco trasportata nella Cattedrale di Sant'Andrea, fu «vista aprire, serrare e muovere i suoi santissimi occhi», ma i miracoli non fermarono i francesi e anche Subiaco, nel febbraio 1798, entrò a far parte della Repubblica Romana. Dopo il 1870 entrò a far parte del Regno d'Italia. La Seconda guerra mondiale bombardò pesantemente Subiaco, dannegiando in modo grave i monasteri. La fine del conflitto lasciò la cittadina con il 76% delle abitazioni private inservibili e privata di un incredibile numero di cittadini, morti tra le macerie.

Nel giro di pochi anni, per iniziativa sia pubblica sia privata, Subiaco fu ricostruita e ampliata. Oltre al flusso mai interrotto di turisti verso i suggestivi luoghi della spiritualità benedettina, si è andata affermando anche come centro di villeggiatura, estiya e invernale, grazie agli impianti sciistici del Monte Livata. E' impossibile descrivere nel poco spazio che rimane tutte le bellezze storico-architettoniche che Subiaco offre al visitatore.

È una cittadina che politicamente e spiritualmente ha inciso profondamente nella storia della provincia di Roma, e non solo: il 24 ottobre 1964 Paolo VI ha proclamato san Benedetto patrono d'Europa. Nel solco della sua Regola sono sorti infatti, in tutta Europa, centri preghiera e luoghi di ospitalità per poveri e pellegrini. Entrando in Subiaco e visitando i suoi Monasteri non si può non avvertire il messaggio che questo grande personaggio ha lasciato a tutta la cristianità.

Torna su

]]>
Sun, 24 Jun 2012 08:50:29 GMT http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/subiaco
Tivoli http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/tivoli Grazie alle sue origini molto antiche e alla ricchezza della sua storia Tivoli vanta un patrimonio artistico ed archeologico di notevole interesse.

Tivoli si trova su una collina (235 m di altitudine) a nord-est di Roma, a circa 25 km dalla capitale, anche se il suo territorio si sviluppa anche nella pianura sottostante, ed è facilmente raggiungibile sia dalla strada statale Tiburtina che dall’autostrada A24 Roma – L’Aquila. Attualmente Tivoli ha una popolazione di circa 56.000 abitanti.

Luogo di villeggiatura di imperatori e patrizi romani per la salubrità del clima e la bellezza del paesaggio, l’antica Tibur è nota soprattutto per le sue ville: Villa Adriana, Villa d'Este e Villa Gregoriana.

Villa d'Este, residenza cinquecentesca del Cardinale Ippolito d'Este, è uno dei monumenti più famosi e più visitati del mondo. La villa vanta uno dei giardini rinascimentali più belli d'Europa, animato da fontane, cascatelle e giochi d'acqua.
La villa è legata al nome dell'architetto Pirro Ligorio, ma ai lavori di realizzazione, iniziati nel 1550, presero parte molti illustri artisti dell’epoca, tra cui il Vasari, il Muziano, gli Zuccari e Benvenuto Cellini.
Per l'approvvigionamento idrico Ippolito II fece scavare un canale sotterraneo che attingeva l'acqua dal fiume Aniene e la immetteva nelle centinaia di fontane presenti nel giardino della villa sfruttando il principio dei vasi comunicanti.

L’altra villa presente nella cittadina è Villa Gregoriana, che prende il nome da Papa Gregorio XVI, dove le acque dell' Aniene formano le cascate, che con un salto di oltre 100 metri sono seconde in Italia solamente alle cascate delle Marmore. Immersa nella vegetazione, Villa Gregoriana offre ai visitatori un itinerario naturalistico di rara bellezza.

Nella pianura sottostante, andando verso Roma, si trova Villa Adriana, l’immenso complesso residenziale del l'imperatore Adriano. Nella villa, costruita tra il 118 e il 138 d.C., sono presenti tra gli altri, edifici che Adriano fece costruire perché gli ricordavano i monumenti che lo avevano maggiormente impressionato durante i viaggi compiuti nel suo sterminato impero: il Canopo della Valle del Nilo e il Pecile di Atene, le grandi e le piccole Terme, la piazza d'Oro. La Villa conserva, tutt'ora, la sua maestosità ed'evidenzia la grandezza e lo splendore della romanità.

Sul territorio tiburtino sono presenti molti altri luoghi di interesse storico e archeologico, a cominciare dai Templi di Vesta e della Sibilla, situati nel quartiere di Castrovetere (Castrum Vetus), antica acropoli di Tibur, posizionati su una roccia a picco sulla Villa Gregoriana. Il Tempio a pianta circolare detto di Vesta (I sec. a.C.), è uno dei più interessanti monumenti romani dell'età rupubblicana. Realizzato con il classico travertino di Tivoli si ispira all'ordine corinzio con colonne scanalate.
Il Tempio della Sibilla, a pianta rettangolare, situato accanto a quello di Vesta, è invece del II secolo a.C.

L' Anfiteatro Romano di Bleso, adiacente alla centralissima Piazza Garbaldi, scoperto nel 1948 e completamente restaurato, era destinato ai giochi dei gladiatori; sono visibili le costruzioni delle gradinate che si ergevano per un'altezza presunta di 12 metri.

Il Ponte Gregoriano, composto da un solo arco di 20 metri, fu costruito dopo la catastrofica piena dell'Aniene del 1826 ed inaugurato da Papa Gregorio XVI nel 1835.

Rocca Pia è una fortezza realizzata nel XV secolo da Pio II Piccolomini. E' composta da quattro torri circolari disposte ai vertici di un quadrilatero; nel 1539 Papa Paolo III vi accolse S. Ignazio da Loyola concedendogli di fondare la regola della Compagnia di Gesù. Per un lungo periodo il monumento è stato utilizzato come carcere giudiziario.

Meritano un breve cenno anche le tante ed antichissime chiese: la Chiesa di San Pietro o della Carità (V sec d.C); la chiesa di S. Silvestro (XI secolo); Santa Maria Maggiore, dove è sepolto il Cardinale Ippolito d'Este; S. Andrea; S. Giovanni Evangelista, adiacente l’ospedale, i cui affreschi dell' Annunciazione sono stati attributi a Melozzo da Forlì; la Cattedrale di S. Lorenzo edificata sulle rovine del tempio di Ercole; S. Biagio; il Santuario del Quintiliolo che custodisce l'effige della Madonna venerata fin dall' antichità dalla popolazione tiburtina.

Da segnalare, a pochi chilometri dalle cittadina, nella frazione di Tivoli Terme, lo stabilimento termale delle Acque Albule ed il bacino estrattivo da cui sin dall’antichità si continua ad estrarre quello stesso Travertino Romano che servì ad edificare il Colosseo ed il Colonnato di Piazza San Pietro in Vaticano.

 

]]>
Sun, 24 Jun 2012 08:50:29 GMT http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/tivoli
Sant'Angelo Romano http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/sant-angelo-romano Sant'Angelo Romano

sant-angelo-romano1

Il paese sorge sulla cima di uno dei tre colli che costituiscono i Monti Cornicolani, il Monte Patulo, in una posizione spettacolare che domina tutta la pianura sottostante. Il territorio mostra ancora segni evidenti delle sue origini antiche, come i resti delle mura ciclopiche, anche se ormai esigui, e la 'Grotta di Caterinella', un dolmen che è stato ritrovato non lontano dal paese. Il centro abitato di Sant' Angelo Romano sorge, secondo le ipotesi più accreditate, sul sito dove si trovava l'antica città sabina di Medullia, che venne successivamente conquistata dai Latini per poi essere sottomessa dai Romani. A questo punto le notizie diventano molto scarse riguardo agli avvenimenti che coinvolsero il paese, e dobbiamo aspettare il Medioevo per riuscire a ritrovare tracce di Sant'Angelo.

Nonostante le poche fonti documentarie, resti archeologici di una grande villa patrizia nel territorio, sopravvissuta probabilmente fino alla caduta dell'Impero, confermano le radici romane del paese. In epoca medievale, nel periodo in cui tutto il Lazio era infestato da orde barbariche che provenivano dal nord e dai Saraceni che sferravano i loro attacchi dal mare devastando intere città, anche Sant'Angelo fu oggetto di pesanti scorrerie. Sul Monte Patulo era stata eretta, in data non ben precisata, un'Abbazia che i monaci di San Paolo avevano fortificato con una rocca, in modo da renderla più sicura.

Le popolazioni dei tanti luoghi depredati e distrutti trovarono accoglienza e rifugio nell'Abbazia, lì sentendosi finalmente al sicuro. Monte Patulo fu il nome che prese inizialmente questo piccolo centro abitato, che poi, nel corso del X secolo, venne consacrato a San Michele Arcangelo e prese così il nome di Sant'Angelo. Nel XIII secolo il cardinale napoletano Raimondo Capocci si stabilì a Roma ed acquistò nella campagna circostante diverse proprietà, tra cui Sant'Angelo, che divenne feudo della famiglia fino al 1370, quando passò agli Orsini. La famiglia romana si adoperò per fortificare ancora meglio il paese e renderlo più sicuro con l'ampliamento della fortezza.

Fra alterne vicende che li videro ostacolati dal volere di papi e vescovi, gli Orsini riuscirono a mantenere il possesso del feudo fino alla fine del XVI secolo. Fu poi la volta dei Cesi, i quali governarono questo possedimento dal 1594 al 1668 con grande equilibrio, operando dei cambiamenti notevoli che diedero alla vecchia fortezza l'aspetto di un castello da principi, sia pur sempre fortificato, e al paese, notevolmente abbellito, un nuovo impulso vitale. Federico Cesi visse per quasi due anni a Sant'Angelo, la sua dimora preferita, amato e stimato dai suoi concittadini.

Il feudo passò quindi ai Borghese e perse per sempre la vivacità intellettuale e la prosperità che aveva conosciuto con i Cesi. All'inizio del XVIII secolo divenne un piccolo Comune dello Stato Pontificio e dopo il 1870 passo al Regno d'Italia.
Il Castello Orsini, costruito all'inizio del XV secolo su una struttura quadrangolare con grandi torri ai lati, è il monumento piu importante del paese e appartiene alla famiglia Cornacchia. La Chiesa di Santa Maria e San Biagio fu costruita nel 1748 da Pietro Rondoni e ospita un trittico di Antoniazzo Romano. La Chiesa di Liberata è ispirata alla leggenda della martire spagnola, raffigurata in un dipinto sull'altare maggiore. La Chiesa di San Michele Arcangelo è la più antica del paese, risalente al XII secolo e consacrata da papa Eugenio III.

]]>
Sun, 24 Jun 2012 08:50:29 GMT http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/sant-angelo-romano
San Polo dei Cavalieri http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/san-polo-dei-cavalieri San Polo dei Cavalieri

san-polo-dei-cavalieri1

Il paese è situato sulle pendici dei Monti Lucretili, di fronte a Castel Madama, sopra la Valle dell'Aniene, appena prima che il fiume si inoltri nella campagna romana. Il nome deriva dal fatto che per lungo tempo il luogo appartenne all'Abbazia di San Paolo. Nell' XI secolo è attestato che si chiamasse Castrum Sancti Pauli in Jana, nome che rinvia, con ogni probabilità, anche al culto della dea Diana. Solo dopo il 1700 fu aggiunto 'dei Cavalieri' che, secondo qualche fonte, evocherebbe l'appartenenza del posto ai Templari.

Tuttavia, secondo altre ipotesi, il nome del paese va semplicemente ricondotto ai beni che Mario Orsini ereditò nel 1532 dalla madre Giovanna, che apparteneva alla famiglia dei Cavalieri. Nel 1143 papa Innocenzo III non esitò a ricorrere alle armi per impedire che i Tiburtini si impadronissero di San Polo e fece giurare a costoro che avrebbero rispettato le proprietà dell'Abbazia di San Paolo fuori le Mura. Furono gli Orsini a trasformare il piccolo borgo e a incrementarne la suggestività.

Essi rafforzarono le mura e costruirono strade, dando inizio ai lavori di edificazione del Castello, che divenne inespugnabile. Gli Orsini erano rivali dei Colonna e dei Savelli e con costoro si contesero lungamente il predominio sul territorio. Nel 1479 Napoleone Orsini elaborò uno Statuto comunale che rappresenta un imponente documento relativo all' autonomia municipale che San Polo dei Cavalieri riusci a guadagnarsi. Alla fine del XV secolo si attenuarono le tensioni tra le diverse famiglie romane grazie alla mediazione esercitata da papa Innocenzo VIII.

Nel 1558 Paolo Giordano Orsini cedette San Polo al cardinale Piero Donato Cesi. Il castello fu completamente restaurato e ospitò molti membri della Curia che amavano trascorrere a San Polo la loro villeggiatura. Il fondatore dell'Accademia dei Lincei, Federico Cesi, fu tra gli ospiti del Castello. La terribile peste del 1656 decimò la popolazione di San Polo e nel 1678 il Castello fu ceduto alla famiglia Borghese, che nei secoli successivi lo diede in affitto. Nel 1849 San Polo accolse i volontari di Garibaldi che avevano combattuto contro l'esercito pontificio nella vicina Vicovaro. Alla fine del XIX secolo fu costruito un nuovo acquedotto che migliorò notevolmente le condizioni di vita degli abitanti del paese. Nel IX secolo, ulteriori ampliamenti e trasformazioni urbanistiche che sono state realizzate, senza tuttavia compromettere l'originaria fisionomia del borgo.

Oltre al Castello Baronale, sono degne di nota la Chiesa di Santa Lucia, che risale al XV secolo e si trova vicino al Castello; la Chiesa di San Rocco, costruita all'inizio del XVIII secolo; la Chiesa di San Nicola, molto più antica, perché fu edificata da alcuni Crociati reduci da una spedizione in Terra Santa. Al suo interno sono ospitate alcune pitture dell'artista Agrifoglio che risalgono al 1910. Vicino al cimitero si trova la Chiesa di Santa Liberata che nell' abside conserva un affresco risalente al XVI secolo. L'economia del paese è basata soprattutto sulle attività del terziario, essendo numerosi coloro che si spostano verso la Capitale. Scarsa è l'agricoltura, di qualche interesse il turismo stagionale.

Torna su

]]>
Sun, 24 Jun 2012 08:50:29 GMT http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/san-polo-dei-cavalieri
Vicovaro http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/vicovaro Vicovaro

vicovaro1

Vicovaro sorge a destra del fiume Aniene, accanto al Parco Naturale dei Monti Lucretili. Il suo nucleo originario risale all'epoca degli Equi, come è testimoniato dai resti della doppia cerchia di mura. I Latini la chiamavano Varia, e fin dai tempi più antichi presidiava la Via Valeria. Gli Equi non l'abbandonarono mai, neanche dopo essere stati sconfitti dai Romani. In età imperiale, varia continuò a mantenere una sua autonomia e fu inclusa nel distretto laziale, che inglobava gli Ernici, i Volsci, gli Ausoni e i Rutuli.

Sottomessa da Furio Camillo, varia divenne un villaggio sperduto nel vasto territorio appartenente alla Roma Repubblicana. Nel 589 ricomparve con il nome di Vicus varius durante le incursioni dei Longobardi. Alla fine dell' Alto Medioevo, papa Giovanni X contrastò le incursioni saracene e restituì una certa tranquillità a tutto il territorio. Nel 1190 papa Celestino III regalò Vicovaro agli Orsini, che con una serie di opere pubbliche concorsero a dare al paese il periodo di maggiore benessere e splendore. Lo splendido Palazzo Baronale da loro realizzato ospitò uomini illustri, tra cui, verso la fine del XV secolo, papa Pio II Piccolomini.

Presso il Palazzo, nel 1493, si incontrarono papa Alessandro VI Borgia e il re di Napoli Alfonso II, decisi a contrastare le mire espansionistiche di Carlo VIII re di Francia. Fra alterne vicende gli Orsini, dopo il pontificato di Paolo IV, riacquistarono il Castello e ne mantennero il possesso fino alla fine del XVII secolo, quando esso fu venduto ai conti Bolognetti di Bologna. Costoro, tuttavia, non legarono mai con la popolazione locale e, quando il casato si estinse, il Comune incamerò molti dei loro beni. Degne di nota sono la Chiesa di Santa Maria e la Chiesa di San Sabino, quest'ultima edificata sui resti di un'antica casa romana.

La Chiesa di San Salvatore possiede una piccola cappella goticheggiante e un arco aragonese in tufo peperino. La Parrocchiale di San Pietro, opera dell'architetto Girolamo Theodoli, fu costruita nel 1755 in stile barocco per volere dei Bolognetti ed è munita di due campanili di disegno borrominiano. La Chiesa di San Giacomo, edificata a metà del XV secolo da Domenico di Capodistria e da Giovanni Dalmata, è forse uno degli ultimi esempi di arte dalmatoistriana in Italia. L'economia del paese è basata sulle industrie che si sono andate sviluppando in tutto il territorio, garantendo numerosi posti di lavoro agli abitanti.

Torna su

]]>
Sun, 24 Jun 2012 08:50:29 GMT http://www.anieneonline.com/valle-dell-aniene-e-dintorni/vicovaro
Marano Equo - Partono i lavori per il parco delle acque minerali http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/947-marano-equo-partono-i-lavori-per-il-parco-delle-acque-minerali Marano

Sono iniziati i lavori finanziati con 234mila euro dalla Regione Lazio a Marano Equo per la realizzazione dela Parco delle Acque Minerali. L'opera, finanziata dalla Reggione Lazio, potrebbe dare il giusto riconoscimento ad una risorsa veramente importante per tutto il territorio della Valle dell'Aniene, come testiamonia la fila di persone intente ad attingere acqua dalle sorgenti che sempre si trova quando ci si reca a Marano Equo. Una risorsa troppo spesso sottovalutata, che ci auguriamo, con questi lavori possa contribuire allo sviluppo del territorio.

]]>
Thu, 21 Jun 2012 15:40:01 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/947-marano-equo-partono-i-lavori-per-il-parco-delle-acque-minerali
Subiaco - Bloccarono l'A24 in difesa dell'Angelucci: 62 "avvisati" http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/956-subiaco-bloccarono-l-a24-in-difesa-dell-angelucci-62-avvisati manifestazione-ospedale-subiaco

Tra i "difensori" dell'Ospedale di Subiaco sono 62 gli "avvisati" per "concorso aggravato in interruzione di pubblico servizio". E' l'inchiesta sula manifestazione del 27 settembre 2010 sull'autostrada A24 Vicovaro - Mandela. Per il PM Stefania della Procura di Tivoli sono indagati "per aver messo in essere una manifestazione senza averne dato preventivo avviso al Questore. Persistendo, occupavano la carreggiata in direzione Roma dell'A24 e impedivano il transito dei veicoli fino a provocarne l'incolonnamento per circa 10 km e cagionavano l'interruzione di pubblico servizio autostradadale".  

TRa gli avvisati una ventina tra sindaci e amministratori pubblici "C'erano oltre 500 persone dice Luciano Romanzi, presidente della X Comunità Montana e consigliere regionale, tra i 62 - in rappresentanza di tutto il comprensorio, sono orgoglioso di aver partecipato ad una lotta per garantire il diritto alla salute, mi ricordo che ci siamo battuti per governare la manifestazione e governare il caos cercando di allontanare la gente dalla corsia di transito, comunque organizzerò un incontro per averepossibilmente, una posizione univoca. Purtroppo, al di là di questa inchiesta, l'ospedale continua a morire giornalmente ormai, trasferiscono anche i primari, quello di chirurgia andrà via il 1° luglio".  

"L'autorità giudiziaria fa il suo lavoro - dice , Piel Luigi Angelucci,  ex sindaco di Subiaco anche lui raggiunto dall'avviso - in quel momento però occorreva portare ad un certo livello la protesta, spiegheremo le nostre ragioni".  

"La lotta per salvare l'ospedale comunque continua" dice il sindaco di Marano Equo Franco Tozzi. "Abbiamo diritto - dichiara il sindaco di Roiate Patrizio Battisti, pure tra gli avvisati - all'assistenza che invece stanno già togliendo". La protesta contro il decreto 80 che riduce l'ospedale di Subiaco a soli 10 posti letto intanto continua, il Comitato di cittadini annuncia nuove iniziative mentre il piano del dg della Asl  G, Brizioli, per il salvataggio dell'ospedale non è mai stato deliberato dalla Regione.

]]>
Tue, 19 Jun 2012 14:37:00 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/956-subiaco-bloccarono-l-a24-in-difesa-dell-angelucci-62-avvisati
Castel Madama - Bufera in Comune, il Sindaco ritira le deleghe a Nonni http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/958-castel-madama-bufera-in-comune-il-sindaco-ritira-le-deleghe-a-nonni castel-madama1

Con un comunicato il Sindaco di Castel Madama ritira le deleghe al consigliere Nonni, auspicando di ritrovare un clima sereno e biasimando l'affissione di manifesti infamanti.

Ecco di seguito quanto ha dichiarato il Sindaco:
" Informo i cittadini che in data 5 Giugno ho determinato la sospensione delle deleghe attribuite al Consigliere Comunale Michele NONNI, avocandone le competenze in precedenza attribuite, indiscutibilmente convinto che ciò favorisca il necessario chiarimento nella maggioranza comunale che mi onoro di rappresentare.Nell’auspicio che si ristabilisca l’indispensabile rapporto fiduciario con il consigliere Michele Nonni al fine di perseguire un sereno e leale clima politico esteso anche ai rapporti tra maggioranza e minoranza, condanno a nome della coalizione e della maggioranza consigliare tutta, il metodo rude operato attraverso l’affissione di manifesti aggressivi, anonimi nella loro sostanza ed infamanti, attendendo che l’interessato risponda con i mezzia sua disposizione. Restituisco quindi ai mittenti la paternità e l’utilizzo di metodi e termini che non appartengono alla mia persona e certamente non appartengono ad ogni singolo componente della coalizione Iniziativa e Solidarietà, ritenendoli intimidatori ed esecrabili, al di là del merito delle questioni poste che comunque vanno chiarite. Voglio ribadire nuovamente che oggi, come nel passato, simili atteggiamenti danneggiano gravemente questa collettività, mentre credo fermamente che si darebbe un segnale di maggiore civiltà attraverso il superamento di queste consuetudini, con una politica impegnata nel mettere a confronto le idee e le capacità di amministrare di tutti coloro che desidereranno mettersi in gioco, avendo come unico scopo la crescita nell’accezione più ampia del nostro Comune."
]]>
Mon, 18 Jun 2012 15:40:00 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/958-castel-madama-bufera-in-comune-il-sindaco-ritira-le-deleghe-a-nonni
Tivoli, concorso per abbattere barriere architettoniche http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/944-tivoli-concorso-per-abbattere-barriere-architettoniche barriere-architettoniche
 

Studenti, cittadini e associazioni invitati a presentare progetti per la città. L’iniziativa promossa dall’amministrazione comunale è intitolata a Bruno Tescari.
Un concorso per l'abbattimento di barriere architettoniche presenti sul territorio di Tivoli. Il progetto, intitolato a Bruno Tescari, è stato presentato in occasione del convegno che si è tenuto alle Scuderie Estensi e dedicato proprio alla memoria del compianto presidente di Lega Arcobaleno. Cittadini, associazioni, studenti potranno individuare delle soluzioni per abbattere barriere architettoniche presenti in città che ostacolano la libera fruizione di strutture pubbliche e l'accesso a beni culturali o ricreativi. Tra i progetti che verranno presentati ne sarà scelto uno che sarà poi realizzato. "L'idea - ha spiegato Anna Benedetti, promotrice dell'iniziativa - è quella di ricordare la figura e l'impegno di Bruno in maniera concreta, permettendo ai cittadini e soprattutto ai giovani di partecipare per migliorare la qualità della vita delle persone con difficoltà motorie.
Con l'abbattimento delle barriere architettoniche si rende la città più vivibile da tutti"."Con il concorso - ha commentato l'assessore alle Politiche sociali Alessandra Fidanza - cerchiamo di sensibilizzare l'opinione pubblica verso il problema delle barriere architettoniche. E' importante promuovere iniziative di questo tipo che possono garantire la piena integrazione di tutti i cittadini"."Ricordare l'eccezionale impegno che Bruno Tescari ha svolto nel sociale in tanti anni di attivismo con un'iniziativa del genere è la cosa più giusta che si potesse fare -  ha dichiarato il sindaco Sandro Gallotti durante il convegno alle Scuderie -. Un impegno diretto sempre a tutela dei diritti delle persone diversamente abili, dei "carrozzellati" come lui stesso definiva chi viveva condizioni di disabilità".Tra gli intervenuti alla presentazione del concorso anche numerosi amici di Bruno Tescari che hanno voluto portare la loro testimonianza delle iniziative intraprese a tutela dei diversamente abili: Tillo Nocera, Gianna Spinuso, Guido Trinchieri, Maria Luisa Viozzi, Maurizio Vitali, Sergio Spaziani, Giampiero Castriciano.

]]>
Mon, 18 Jun 2012 13:07:00 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/944-tivoli-concorso-per-abbattere-barriere-architettoniche
Una postazione touch screen per il Liceo artistico di Tivoli http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/945-una-postazione-touch-screen-per-il-liceo-artistico-di-tivoli TouchScreen1

Sarà utilizzato per le attività di sostegno degli studenti dell’istituto di via Sant’Agnese.
L'assessore Fidanza: "E' il premio per aver realizzato il logo dell'assessorato ai Servizi sociali".
Una postazione touch screen di ultima generazione a disposizione degli studenti del Liceo artistico di Tivoli. E' il dono che l'assessore comunale ai Servizi sociali Alessandra Fidanza ha consegnato all'istituto superiore come premio per la realizzazione del logo che rappresenterà l'assessorato. Il disegno scelto tra tutti quelli elaborati dagli studenti del Liceo porta la firma di Arianna Bigini, di 17 anni, della classe III B.
Il monitor Lcd sarà utilizzato in particolare dagli alunni con disabilità che svolgono le attività di sostegno affiancati da insegnanti specializzati. Grazie alle caratteristiche del monitor sarà possibile utilizzare il dito direttamente sullo schermo come fosse un mouse.
A ricevere il premio oltre al preside Mario Segatori e la vice preside Barbara Bietolini, erano presenti gli insegnanti di sostegno Paola Proietti D'Amore, Giuseppina D'Acierno, Daniela Proietti D'Amore, Manuela Giagnoli, Maria Clissa, Maria Falbo, Giancarlo Ferraro, la responsabile Giuseppina Sanfilippo e la professoressa Simona Baiocchi.

 "Sono certa che questo computer - ha commentato l'assessore Fidanza - potrà essere di grande aiuto ai ragazzi che necessitano di strumenti il più idonei possibili alle loro particolari esigenze. E' con vero piacere che consegno la postazione alla scuola. Colgo l'occasione per ringraziare tutti i ragazzi che hanno partecipato alla creazione di un logo per l'assessorato ed in particolare la studentessa Arianna Bigini, a cui vanno le mie congratulazioni, che ha realizzato il bellissimo disegno vincitore che da oggi in poi servirà a caratterizzare tutte le iniziative dell’assessorato ai Servizi sociali del Comune di Tivoli".

 

]]>
Mon, 18 Jun 2012 13:07:00 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/945-una-postazione-touch-screen-per-il-liceo-artistico-di-tivoli
Bruno Ferraro al vertice di Tivoli Forma http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/946-bruno-ferraro-al-vertice-di-tivoli-forma bruno-ferraro

L'ex presidente del Tribunale nominato amministratore unico della società partecipata.
Il sindaco Gallotti: "Una garanzia per la Srl e la formazione professionale"
L'ex presidente del Tribunale di Tivoli Bruno Ferraro è il nuovo amministratore unico di Tivoli Forma, la società partecipata dal Comune di Tivoli che si occupa di istruzione e formazione professionale.
La nomina è stata decisa dal sindaco Sandro Gallotti e ufficializzata questa mattina subito dopo l'approvazione del Bilancio, chiuso in utile, da parte del consiglio di amministrazione uscente, formato dal presidente Massimo Fioretti, e dai consiglieri Carmine di Faustino e Gianluca Boccomino.

"A Bruno Ferraro - ha commentato il sindaco Sandro Gallotti - voglio fare i migliori auguri per il nuovo importante incarico, certo che saprà essere una solida garanzia per Tivoli Forma. L'ex presidente del Tribunale in questi anni ha potuto conoscere molto bene la città, un amore per questo territorio che ha dimostrato nei fatti e sono sicuro saprà dimostrare anche con questa nuova sfida. Non a caso è stato insignito della cittadinanza onoraria.
Tivoli Forma deve rappresentare un'eccellenza per questa città. Oggi più che mai le tematiche legate all'occupazione sono vissute con preoccupazione da parte di cittadini e istituzioni. Di fronte a questo scenario deve concretizzarsi con maggior forza l'impegno di realtà come Tivoli Forma che saprà essere protagonista nel campo della formazione professionale e dell'inserimento lavorativo".
 
"Ho già iniziato a lavorare per Tivoli Forma - ha dichiarato Bruno Ferraro - per rendermi conto di quelle che sono le scadenze immediate e quelle a più lungo termine. Il mio modello di impegno sarà quello che ho adottato nelle precedenti esperienze, alla base di tutto c'è la consapevolezza che il quotidiano non deve uccidere la progettualità, anzi deve inserirsi per completare un quadro di strategie il più ampio ed efficace possibile. Gli obiettivi che mi sono preposto sono quelli di rendere la scuola più funzionale di quanto già essa non sia, di risolvere i problemi finanziari se e nei limiti in cui si porranno, di assicurare una didattica qualificata e di realizzare il tutto nella massima trasparenza".
]]>
Mon, 11 Jun 2012 13:07:00 GMT http://www.anieneonline.com/notizie/territorio/946-bruno-ferraro-al-vertice-di-tivoli-forma