Gio10212021

Last updateMar, 23 Lug 2013 2pm

Back Sei qui: Home Notizie Concerti e spettacoli Appuntamento con la storia della nostra città per la Filarmonica di Tivoli

Appuntamento con la storia della nostra città per la Filarmonica di Tivoli

Il 14 Luglio scorso, infatti, l’Orchestra si è esibita all’interno della Villa d’Este, capolavoro del giardino italiano ed inserito nella lista UNESCO dei patrimoni mondiali da proteggere. Il concerto si è svolto all’interno dello spazio antistante la Fontana della Civetta. Spazio che sembra disegnato apposta (e chissà che non lo sia stato davvero) per l’esibizione di un’orchestra sinfonica di medie dimensioni.

Puntuale, all’ora stabilita, l’Orchestra si prepara alla liturgia del concerto: vestiti curati, scarpe lucide e capelli impeccabili. A voler leggere dentro gli sguardi concentrati degli orchestrali che si accomodano per accordare gli strumenti, traspare la tensione dell’evento importante, quella carica che sta per trasformarsi in melodie immortali. Il pubblico presente percepisce la tensione che sale e, come per incanto, il silenzio trasforma una bella serata estiva in un evento carico d’emozione.

A far da padrona di casa la brava Stefania Salvi, che dà il benvenuto al pubblico ed introduce l’Orchestra con il suo Direttore, il maestro Francesco Romanzi.

La prima parte del concerto è all’insegna dell’eleganza ereditata da geni del calibro di Mozart, Schubert, Brahms, Mascagni, Alessandro Marcello e Ravel mentre nella seconda parte vengono eseguite alcune delle più belle colonne sonore di sempre: Morricone, Rota, Zimmer e Jones & Edelmann. Dopo due richieste di bis (un valzer di Shostakovich ed una musica Yiddish), i prolungati applausi del pubblico vanno a concludere in bellezza una serata che ha avuto per protagonista una sorprendente realtà del territorio tiburtino. Questa orchestra, infatti, formata da musicisti che vanno dai 14 ai 50 anni, è nata meno di un anno fa, ma sembra avere le carte in regola per sognare in grande, pur muovendosi in una realtà, quella musicale, sempre irta di ostacoli a tutti i livelli. La qualità delle esecuzioni è stata buona, condita con la giusta espressività ed una tecnica che dimostra una discreta preparazione specifica, perciò corre l’obbligo di ascoltare questi ragazzi in uno dei loro prossimi concerti di cui ci daranno conto sul sito www.filarmonicaditivoli.org.