Mar02202018

Last updateMar, 23 Lug 2013 2pm

Back Sei qui: Home Notizie Eventi Festival internazionale di organo e strumenti antichi a Orte

Festival internazionale di organo e strumenti antichi a Orte

 

E' in corso, nella splendida cornice del Comune di Orte l'XI Festival internazionale di organo e strumenti antichi, in programma dal 20 maggio al 29 dicembre 2012

La città di Orte è famosa proprio per l'organo ubicato nella Basilica Cattedrale di S. Maria Assunta della soppressa diocesi di Orte e Civita Castellana. Collocato in cantoria all'interno di una cella organaria in muratura nella parete del braccio destro del transetto e rivolto verso l’assemblea. Fu costruito nel 1721, durante l'episcopato di Giovanni Battista Tenderini, da Domenico Densi (1691-1779) che riutilizzò un cospicuo numero di canne dello strumento preesistente costruito nel 1582 da Domenico Benvenuti da Colle Val d'Elsa (1522-1587). Ha una facciata composta di 25 canne di stagno del Principale (da Sib- 1 a Sib2),divise in tre cuspidi (9+7+9) con bocche allineate e labbro superiore a mitria. Tastiera di 50 note (Do-1/Fa5) con diatonici ricoperti in osso e cromatici in noce tinto di nero.

A proposito dello storico organo, Armando Carideo Presidente dell'Istituto dell'Organo Storico Italiano, lo ha definito fra i più preziosi in Italia, uno strumento entusiasmante che suscita l'ammirazione di tutti gli organisti specialisti della musica antica, italiani e stranieri, che numerosi vengono a visitarlo. Per questo l'Istituto dell'Organo Storico Italiano ha accolto con grande interesse l'invito a collaborare all'organizzazione di questa rassegna organistica nella Cattedrale di Orte. L'organo di Orte è stato inserito tra gli strumenti di maggiore interesse per il Master Universitario Europeo, denominato "Organ-Expert", di durata triennale in fase di concreta organizzazione e che comprende come istituzioni associate la Music Hoch Schule di Trossingen, il Conservatorio e l'Università di Bratislava e l'Università di Roma Tor Vergata. Un doveroso ringraziamento a tutte le istituzioni (Diocesi di Civita Castellana, Basilica Cattedrale di S. Maria Assunta, Ministero dei Beni Culturali, Regione Lazio, Provincia di Viterbo, Comune di Orte, Banda Musicale Città di Orte) per il generoso sostegno a questa iniziativa che ci auguriamo sia di godimento musicale e di crescita culturale e spirituale per i cittadini di Orte e per gli ospiti che speriamo crescano nel tempo.

L'apuntamento è per sabato 8 Settembre alle ore 18.30 presso la Chiesa di San Francesco a Orte.

Tema della serata: Cantar e suonar di donne. Si esibiranno: Ensemble Perle Sonore, Anna Zilli (soprano), Catia Rocci (clavicembalo).

  • L’Ensemble Perle Sonore nasce allo scopo di far conoscere al pubblico un repertorio poco noto della musica antica, soprattutto del Barocco ma anche del Rinascimento, con particolare attenzione alla musica composta e interpretata dalle donne. E’ un gruppo aperto che si avvale della collaborazione di musicisti e ricercatori di altissimo livello per proporre spettacoli musicali di grande qualità, originalità e raffinatezza.
  • Anna Zilli ha studiato canto barocco e musica antica presso i Conservatori di Frosinone e Perugia. Ha partecipato a numerosi seminari internazionali di musica medievale, rinascimentale e barocca con docenti di massimo livello (Ensemble Mediva, Tallis Scholars, Rosa Maria Meister). Ha collaborato come cantante solista con l’ensemble di musica medievale Ondas do Mar e come corista con il St. Paul’s Choir di Roma. Attualmente abbina il piacere della ricerca all’attività concertistica con diversi ensemble specializzati nella musica rinascimentale e barocca.
  • Catia Rocci si è diplomata in Pianoforte presso il Conservatorio di Frosinone dove successivamente ha conseguito anche il Diploma Accademico di II livello in Clavicembalo solistico. Ha partecipato a numerosi corsi di perfezionamento con prestigiosi docenti quali Murray, Astronio, Van Asperen, Sieni ed ha conseguito il Master in MusicArterapia presso l’Università di Tor Vergata. Dal 2008 collabora con il dipartimento di Musica Antica del Conservatorio di Frosinone in qualità di Maestro al Cembalo. Svolge intensa attività concertistica internazionale come solista, in duo e in formazioni da camera. Nel 2009 ha partecipato al festival Barocco di Viterbo nei concerti riservati ai giovani musicisti. Recentemente ha completato il Biennio di II livello in Didattica Strumentale presso il Conservatorio di Frosinone.

Barbara Strozzi (1619 – 1677)
- L’amante segreto
- Giusta Negativa
- L’amante bugiardo
 
Elisabeth-Claude Jacquet de La Guerre (1666 – 1729)
- Suite in Sol Maggiore dal libro Pièces de Clavecin 
(Allemande, Courante, Sarabande, Gigue, Menuet)
 
Francesca Caccini (1587 – 1640)
- Per la più vaga e bella (da La liberazione di Ruggiero dall’isola di Alcina)
- Che t’ho fatt’io
 
Antonia Bembo (1640 – 1720)
- In amor ci vuole ardir
 
Barbara Strozzi
- L’Eraclito Amoroso