Lun06252018

Last updateMar, 23 Lug 2013 2pm

Back Sei qui: Home Notizie Eventi Mediazione familiare: passato e presente

Mediazione familiare: passato e presente

Quello che conta nel matrimonio è litigare in armonia, diceva Anita Ekberg.

E lo sanno tutti i professionisti della mediazione familiare, disciplina professionale in grande espansione che ha il merito di ottimizzare costi e benefici, nel difficile passaggio di un matrimonio che finisce.
Il ruolo di un terzo, nelle diatribe legate alla gestione dei figli e alla separazione dei beni, è sempre stata considerato fondamentale nel mondo occidentale: basti pensare alla figura di Mittler nel capolavoro di Goethe Le Affinità elettive.
Mittler era un sacerdote errante, nella Germania di inizio 800; il suo scopo, per dirla alla Wolf di Pulp Fiction, era “risolvere problemi”. E proprio qui era il principale limite dei mediatori del tempo che fu: troppo legati alla sacralità della religione per comprendere i complessi passaggi giuridici e psicologici di una relazione che si interrompe.
I mediatori familiari attuali sono figure con una grande preparazione scientifica e giuridica, abili a minimizzare i possibili danni e l’escalation di aggressività che si riscontra in molte separazioni.
I tribunali, come quello di Tivoli, hanno recepito la loro importanza e li utilizzano per spegnere i fuochi e lavorare al meglio. Difficile però trovare valide strutture per la formazione dei mediatori: nel nostro territorio il vuoto dovrebbe essere colmato da un’iniziativa di Studio HFC e dello Studio di Psicologia di Tivoli, che proporrà nella nostra cittadina un corso professionalizzante a costi contenuti. 

 

Per maggiori informazioni:

Studio di psicologia Tivoli
www.studiopsicologiativoli.it - Tel.0774.335712