Gio07092020

Last updateMar, 23 Lug 2013 2pm

Back Sei qui: Home Notizie Sport a.s.d. Bushido Tivoli

a.s.d. Bushido Tivoli

Praticare insieme ......

È stato questo lo spirito che ha accompagnato le giornate del 3 4 5 ottobre 2008 nelle quali si è svolto a Tivoli il 1° stage internazionale di karate tenuto dal M° Tsutomo Kamohara 8° dan responsabile tecnico della Shito ryu Shukokai Union Europe.  

 In prima linea la Bushido Tivoli guidata dal  M° Alberto Salvatori,  5° dan referente tecnico per l’Italia della stessa federazione e principale promotore di questa iniziativa. 

All’evento erano presenti, oltre ad alcune società sportive del Lazio e dell’Umbria, affiliate alla Shukokai Italia, dei referenti del Regno Unito D. Casey 7° dan, dell’Austria T. Hausner 6° dan e della Germania T. Geiger 5°dan e delle loro rappresentanze di allievi; paesi diversi dal nostro per lingua e tradizioni, differenze culturali queste che non hanno impedito ai praticanti di comunicare attraverso una lingua comune : la passione e l’amore per il karate.

Si è respirata costantemente la voglia di vivere con entusiasmo un esperienza toccante nella quale l’affinamento della tecnica e il rispetto nei confronti della storia di quest’ arte marziale prendevano vita dalle nostre gestualità, venivano rievocate dall’esecuzione delle tecniche, guidate e perfezionate dal M° Kamohara.

La sensazione è stata quella di isolarsi, chiudersi in questo mondo, allontanando i pensieri e i problemi che la vita di tutti i giorni ci propone continuamente. Impregnarsi di quel karate che permette al praticante di perfezionare il proprio carattere, mettere in discussione e arricchire la propria persona con principi di vita basati sull’umiltà e il rispetto per gli altri e per se stessi.  Fondamentale è stato il cercare di captare e fare proprio ogni insegnamento del M° Kamohara , con la consapevolezza di far parte in quel momento di un evento ricco di significato. Uno scambio culturale possibile non solo tra Maestro e allievo , ma tra gli stessi praticanti i quali hanno avuto la possibilità attraverso la gestualità e i termini universali della nostra disciplina di confrontarsi e sperimentarsi.

Ancora più emozionante è stata la possibilità di poter vivere l’allenamento con il nostro M° Alberto, come noi, nel ruolo di allievo del M° Kamohara, in segno di grande rispetto e a testimonianza del fatto che non si finisce mai di apprendere e che intraprendere la via del karate vuol dire intraprendere un percorso che ti accompagna per tutta la vita.

Tutti insieme sullo stesso tatami, a piedi nudi con indosso il proprio kimono e la propria esperienza a fare del karate la principale espressione del proprio essere.

Un sentito ringraziamento al M° Alberto che con il suo entusiasmo ogni volta permette alle persone che lo seguono e lo stimano, di portare nel cuore esperienze uniche e particolari, frutto di una passione personale che lo impegna quotidianamente e per la quale mette a disposizione tutte le sue forze. Un ringraziamento inoltre a tutti colori i quali hanno collaborato attivamente affinchè questo progetto divenisse realtà.

 

 

Questi sono i pensieri di una giovane praticante che ha vissuto in prima persona quanto raccontato e che spera di avervi trasmesso alcune delle sue emozioni, avendovi fatto conoscere almeno in parte quelle che sono le magnifiche esperienze pratiche e umane che la disciplina del karate consente di vivere a chiunque decida di amarla.