Mar09282021

Last updateMar, 23 Lug 2013 2pm

Back Sei qui: Home Notizie Sport Lo Sporting dilaga, cinquina al Littoria
Lo Sporting Tivoli dilaga, cinquina al Littoria.


È incredibile come nel calcio le situazioni cambino repentinamente. Solo 10 giorni fa alla vigilia dell’incontro chiarificatore tra Mister Cesari e la società, lo Sporting sembrava alla deriva, i risultati non arrivavano e lo spogliatoio era rotto. Sono bastate due partite per rinsaldare le posizioni sia di Cesari che di molti dei giocatori messi in discussione.


La squadra ha reagito bene alle accuse fondate di scarsa incisività ed impegno profuso nell’ultimo periodo. I ragazzi si sono rimboccati le maniche ed hanno lavorato, soprattutto di testa, affinché il progetto “Sporting Tivoli” non naufragasse miseramente di fronte al primo vero momento di difficoltà. E allora dopo la vittoria di domenica scorsa serviva una vittoria in trasferta per dare continuità di risultati, al cammino dello Sporting. Di fronte il Littoria Calcio, grintoso e sostenuto da un acceso e sportivo pubblico. La gara entra subito nel vivo ma con tanti falli di gioco sui quali i giocatori non lesinano fair play. Bravo, anche l’arbitro a tenere a bada la gara. Lo Sporting crea più di qualche superiorità in attacco, ma come al solito senza incidere sul risultato. Si deve attendere il 20’ per la svolta decisiva alla gara inferta da Pannunzi, che nel giro di 5 minuti mette il Littoria sotto di due gol e porta a 10 il bottino personale di reti. Il Littoria rimane sul tema iniziale, limitandosi a rare azioni di contropiede. Nel secondo tempo Sporting ancora padrone del campo. Difesa perfetta e puntuale negli anticipi. Un ottimo Bucci sulle palle alte annulla gli avversari. Ma è il centrocampo tiburtino a creare superiorità con il possesso palla di Rosa, Canopoli e un superlativo Faieta, che prende letteralmente per mano i compagni dettando i ritmi della gara, vero metronomo della linea centrale, capace di far ripartire la squadra, offrendo la spinta non solo tecnico-tattica ma soprattutto quella emotiva, carente nell’ultimo periodo. In poche parole migliore in campo. Serve un’infinità di assist. Da uno di questi, Polise, appena entrato, si invola in area e travolgendo la difesa avversaria mette a sedere l’estremo difensore ospite chiudendo la gara sul 3 a 0. Ma i ragazzi di mister Cesari hanno un calo di tensione. Prima bucano in due un pallone in area, che Raffaelli è lesto a mettere dentro. 3 a 1. Due minuti dopo altra leggerezza e palla che viene fermata con la mano da Lucci. È calcio di rigore. Sale in cattedra Novelli che vola sul palo deviando in angolo la botta dagli undici metri. Sarà questa parata a svegliare dal torpore lo Sporting che ricomincia a giocare e a mettere in soggezione gli avversari. Dall’ennesimo angolo per i tiburtini è il rientrante Lucci a farsi perdonare il penalty procurato, realizzando il 4 a 1. Littoria ormai stremato mostra il fianco agli avversari. Diventa fin troppo facile giocare per gli ospiti. All’85’ botta di Canopoli, che Mezzatesta può solo respingere ma sui piedi di capitan Rosa che in rovesciata realizza il definitivo 5 a 1 per gli amaranto-blu tiburtini. C’è ancora tempo per ritornare ai vertici della classifica, a patto che la “schiacciasassi” dell’inizio campionato non abbia più amnesie. (Antonio Belmonte)

 

Littoria - Sporting Tivoli  1 - 5

LITTORIA: Mezzatesta, Pacelli, Colletti, Fagnani, Tucciarelli, Seminerio, Bartolini, Galeota, La Bella, Raffaelli, Rossi
Allenatore.
A disposizione: Alicino, Casa, Moretti, Volpi

SPORTING TIVOLI: Novelli, Bonaiuti (16’ st Manna), Lucci, Rosa, Bucci, De Dominicis, Ciavarella, Faieta, Pannunzi (36’ st Pucci), Canopoli, Liberatori (12’ st Polise)
Allenatore. Cesari
A disposizione: Panatta

Arbitro: De Cristofaris Giuseppe di Roma 1

Marcatori: Pannunzi (S), Pannunzi (S), Polise (S), Raffaelli (L), Lucci (S), Rosa (S)

Ammoniti: Liberatori, De Domnicis, Polise, Pacelli, Tucciarelli, Casa  

Espulsi: ---------

Note: Giornata piovosa, terreno in pessime condizioni, spettatori 50 circa.

Angoli: 3-8