Mar09282021

Last updateMar, 23 Lug 2013 2pm

Back Sei qui: Home Notizie Sport Lo Sporting perde la testa. Derby al Reali

Lo Sporting perde la testa. Derby al Reali


Derby al fulmicotone al “Rocca Bruna” di Villa Adriana, nel finale e post gara gli animi si sono surriscaldati più del dovuto ed il bollettino della “guerriglia” scatenatasi ha oscurato completamente quanto avvenuto in campo. Ci sono voluti i Carabinieri per sedare gli animi e permettere agli “atleti” delle due squadre di poter abbandonare l’impianto sportivo ed un’ambulanza per accompagnare un ferito con un profondo taglio all’avambraccio destro (50 punti di sutura) presso il nosocomio di Tivoli e curare numerosi altri contusi.


 
Foto di Giuseppe Usai

Di fronte a tanta inciviltà ed irresponsabilità da parte di numerosi componenti di entrambi le compagini si resta letteralmente allibiti. La gara dal canto suo aveva fornito delle avvisaglie sintomatiche di ciò che sarebbe poi accaduto. Infiniti i falli da entrambe le parti, talvolta completamente gratuiti, l’arbitro non lo si può screditare più di tanto in quanto non ha lesinato impegno e cartellini, ma non è servito granché. La gara è iniziata subito con un sussulto sportivo. Ciavarella affonda sulla destra e con un lungo traversone serve Liberatori al limite sinistro della area. Bello stop e precisissimo diagonale di sinistro sull’altro palo. 1 a 0 per lo Sporting, che nei minuti successivi legittima il vantaggio con la superiorità nel possesso palla e con un paio di buone situazioni in area non sfruttate. Il Reali si affida al suo centravanti, veloce in contropiede e capace da solo di mettere in difficoltà la difesa blu-amaranto. Tuttavia i giallorossi non riescono a procurare pericoli veri alla porta di Novelli. La ripresa mostra subito un Reali diverso, c’è più convinzione e “cattiveria” negli uomini di Mister Martone. Ma è lo Sporting all’8’ a sprecare la più facile delle occasioni per andare sul doppio vantaggio. Rosa recupera una palla a centrocampo e si invola sulla destra, dal fondo pennella un invitante cross per la testa di Pannunzi, che solo davanti al portiere spizzica poco la palla che si accomoda fuori di un soffio alla destra del miracolato Lombardozzi. La gara si infiamma, falli, scaramucce continue, minacce reciproche, c’è di tutto in quest’inizio secondo tempo. L’arbitro si accorge che la gara gli sta sfuggendo di mano ed espelle Liberatori e Tani per reciproche scorrettezze, poi ammonisce Rosa, che nonostante il fallo subito aveva proseguito l’azione ed allontanata la palla al fischio dell’arbitro, che ignora la regola del vantaggio. Ma è il 21’ quando il Reali va all’inaspettato pareggio. Faieta nella propria area recupera l’ennesimo pallone, che serve, però, debolmente all’indietro verso il proprio portiere. È lesto Gabrielli ad inserirsi sulla traiettoria ed a infilzare l’incolpevole Novelli. 1 a 1. Per lo Sporting è un colpo da knock-out, al quale Mister Cesari cerca di porre rimedio con una doppia sostituzione. Entrano in campo Gentili e Polise, che apportano nuove energie all’attacco blu-amaranto. Intanto le ammonizioni continuano a piovere copiose, sarà 8 a fine gara il computo dei cartellini. Il Reali intanto si organizza in contropiede sfruttando lo sbilanciamento in avanti dello Sporting, che pur avendo più voglia di vincere, non riesce ad avere lucidità nel momento di concretizzare l’azione. Un paio di occasioni per Polise, mal gestite ed una per il Reali. La gara sembra ormai finita, il risultato ricopia quello dell’andata, ma il recupero è ampio, per via delle infinite interruzioni di gioco.  È il 1’ minuto di recupero quando Lucci perde palla a centrocampo, il contropiede del Reali è fulmineo, Sette lanciato verso l’area dello Sporting è solo davanti a Novelli, collo destro sotto l’incrocio ed è vantaggio per il Reali. A questo punto gli animi già caldi subiscono un’ulteriore scossa, si fa fatica a terminare la gara ed il gioco è continuamente interrotto. Il Reali traghetta la vittoria, ma quando l’arbitro fischia la fine della gara, inizia quanto di più deplorevole possa accadere su di un campo di calcio. Volano minacce, pugni, schiaffi, spintoni, vetri rotti etc. etc… Si resta in attesa di una salda presa di posizione dei rispettivi Presidenti delle società affinché puniscano i colpevoli in maniera esemplare con l’allontanamento dai campi di gioco. (Antonio Belmonte)

 

 

Sporting Tivoli - Reali  1 - 2

SPORTING TIVOLI: Novelli, Bonaiuti, Lucci, Rosa (70’ Gentili), Bucci, De Dominicis, Ciavarella (71’ Pucci M.), Faieta, Pannunzi I.(70’ Polise), Canopoli, Liberatori.
Allenatore. Cesari
A disposizione: Panata, Morioni, Pannunzi D., Pucci F.

REALI: Lombardozzi, Segatori, Tani, De Dominicis A.(72’ Dionisi), Accogli (88’ Mezzetti), De Dominicis M., Pulcini (89’ Alessandria), Puliti, Gabrielli, Salvatori, Sette
Allenatore: Martone Salvatore
A disposizione: D’Angeli, Silvestri, Giannone, Sarra

Arbitro: Di Pascale di Roma 1

Ammoniti: Bonaiuti (S), Rosa (S), Puliti (R), Gabrielli (R), Bucci (S), Canopoli (S)

Espulsi: Liberatori, Tani

Note: Giornata serena, terreno in ottime condizioni, spettatori 250 circa.