Mar04242018

Last updateMar, 23 Lug 2013 2pm

Back Sei qui: Home Notizie Territorio Tivoli Terme: la proposta per una nuova viabilità

Tivoli Terme: la proposta per una nuova viabilità

 

L’Amministrazione Comunale di Tivoli ha presentato alla Regione Lazio una proposta migliorativa al progetto per la realizzazione a Tivoli Terme di un sottopasso veicolare nel tratto di via Tiburtina nei pressi di piazza Bartolomeo della Queva.

La proposta - risultato di un lavoro avviato la scorsa estate e di una serie di incontri e di verifiche che hanno coinvolto tecnici e amministratori dei due enti - è stata avanzata formalmente alla Regione mercoledì 9 ottobre e la scorsa settimana ha ottenuto l’assenso di massima.

“A breve sapremo in via definitiva se potrà essere accolta dalla Regione la nostra proposta migliorativa al sottopasso - ha commentato il Sindaco Giuseppe Baisi -. Subito dopo il nostro insediamento, all’inizio dell’estate, i tenici del Settore Lavori pubblici del Comune di Tivoli hanno iniziato a lavorare alla verifica di fattibilità di un progetto diverso, che consiste nella realizzazione di una viabilità alternativa alla Tiburtina per deviare all’esterno del centro abitato il traffico veicolare che non interessa il quartiere e soprattutto i mezzi pesanti. Tale attività di studio e verifica ha portato all’individuazione di un nuovo tracciato viario, tangenziale alla Tiburtina, nell’area compresa tra via del Barco e via dell’Aeronautica che sfrutta in parte la viabilità esistente e in parte prevede la costruzione di due scavalchi. Questa proposta ci consentirebbe di ottenere benefici in termini di miglioramento della qualità della vita sin da subito con una spesa relativamente contenuta consentendo lo sviluppo della riqualificazione in altre aree del quartiere. La riflessione sulla pedonalizzazione dell’area delle Terme sarà ripresa in una fase successiva”.

“Abbiamo compreso fin da subito – ha continuato il Sindaco - la preoccupazione degli operatori economici del quartiere ma, prima di rendere pubblica questa proposta, abbiamo voluto attendere il compimento di una approfondita verifica tecnico-amministrativa sulla sua reale fattibilità. Ne parliamo ora, in piena coerenza anche con il rispetto dei rapporti istituzionali, perché abbiamo ricevuto l’assenso di massima da parte della Regione. Abbiamo sempre sostenuto la tesi che i processi politici di trasformazione della città debbano passare anche attraverso una necessaria attività di informazione, di condivisione e di partecipazione da parte dei cittadini e dell’intera comunità, senza però che avvenga il contrario, cioè che l’Amministrazione comunale debba subire costrizioni, imposizioni o diktat. Ci eravamo impegnati a non prendere una decisione definitiva prima del processo di partecipazione e abbiamo mantenuto la promessa. Tra pochi giorni la nostra proposta sarà presentata a tutta la comunità attraverso un’assemblea pubblica e poi, dopo aver valutato a fondo le posizioni dei cittadini e delle cittadine che vivono e lavorano a Tivoli Terme e dopo le consultazioni con le forze politiche, prenderemo la migliore decisione nell’interesse di tutti e per rendere il quartiere, con la sua riqualificazione, realmente a misura d’uomo”.

 

Soddisfazione è stata espressa dai rappresentanti dei cittadini del quartiere, che oggi pomeriggio hanno incontrato a Palazzo San Bernardino il Sindaco Baisi.

“Siamo soddisfatti in quanto l’Amministrazione ha confermato la sensibilità che aveva promesso nei giorni passati – ha commentato Salvatore Ravagnoli, Presidente del Comitato Città Termale – dimostrando la volontà di migliorare la qualità della vita della zona termale in una maniera meno invasiva di quella che era apparsa dalla progettazione preliminare”.