Mar01162018

Last updateMar, 23 Lug 2013 2pm

Back Sei qui: Home Notizie Territorio Internet: il Comune porta la banda larga a Tivoli Terme e l’accesso gratuito in un’area del centro storico

Il Comune di Tivoli porta la banda larga a Tivoli Terme e l’accesso gratuito in un’area del centro storico

Grazie al piano di innovazione tecnologica avviato dal Comune e in fase di realizzazione, presto tutti i cittadini e le aziende di Tivoli Terme avranno la possibilità di connettersi a internet con la banda larga.

Nell’ultima riunione del 2008, lo scorso 30 dicembre, la Giunta comunale ha infatti approvato il progetto per la realizzazione di una infrastruttura wi-fi che coprirà l’intero quartiere affidando al dirigente del settore il mandato di espletare la procedura per il conferimento del relativo incarico a una compagnia telefonica. Il piano di lavoro prevede tempi di realizzazione di circa tre mesi, quindi il sistema potrà entrare a regime entro la prossima primavera. I costi di abbonamento previsti, per i privati e per le aziende, sono più bassi di quelli attualmente sul mercato e il servizio sarà fornito per mezzo di contratti con una società che ne curerà la gestione. Il Comune pagherà un canone ma avrà delle Royalty dalla società fornitrice dell'accesso (Internet Service Provider). In questo modo il Comune potrà compensare le spese ed estendere, in futuro, il servizio in altre zone del territorio sprovviste di accesso alla rete Internet.Il piano approvato comprende anche la realizzazione di una rete wi-fi nei pressi della biblioteca comunale, nel centro storico, che consentirà agli utenti l’accesso gratuito a internet dai propri terminali, in aggiunta alle postazioni internet fisse già attive all’interno di Palazzo Coccanari de Fornari. Il sistema, tra l’altro, sarà utilizzato dall’amministrazione comunale nel centro storico per implementare la rete di videosorveglianza degli spazi e delle aree pubbliche, garantendo una maggiore sicurezza e vivibilità.“L’Amministrazione comunale è intervenuta direttamente con una iniziativa di fondamentale importanza per migliorare la qualità della vita di centinaia di famiglie e per rendere competivive numerose attività produttive, in particolare nell’area del Barco, in uno dei quartieri più popolosi della nostra città che non è ancora coperto dalla banda larga - ha commentato il sindaco Giuseppe Baisi -. Oggi internet è uno strumento indispensabile per l’informazione, la cultura, le relazioni sociali e lo sviluppo economico e non possiamo permettere che i nostri concittadini siano costretti a subire questa grave limitazione”.“Con le due delibere approvate in Giunta abbiamo dato avvio alla parte del programma elettorale che prevede l'utilizzo delle nuove tecnologie – ha aggiunto l’assessore al centro storico e alle periferie Claudio Proietti -. Tra l’altro il wi-fi sarà utilizzato nei pressi della biblioteca comunale anche con lo scopo di rendere di nuovo vitale ed utile alla vita della città il centro storico. Così si possono indurre i giovani studenti alla frequentazione della struttura ed allo studio utilizzando, gratuitamente, l'accesso ad internet anche fuori dalla biblioteca: sia in orari di chiusura che nelle zone limitrofe, utilizzando i propri portatili. I giovani si nutrono di nuove tecnologie ed è bene che l’Istituzione garantisca l’accesso a tutti”. Per utilizzare il servizio ci si dovrà registrare e ognuno, con la propria password, potrà accedere gratuitamente in rete. Di fatto si avvia un access point nella zona medievale così come era stato previsto dal programma elettorale. Inoltre si sperimenterà anche una sorveglianza elettronica di protezione per la biblioteca con lo scopo di proteggere i libri ed i documenti in essa conservati. Visti gli atti di vandalismo e di bullismo che hanno come oggetto le strutture pubbliche la protezione elettronica è una risposta efficace per aumentare le garanzie di sicurezza per le strutture pubbliche e per i beni comuni in esse conservati.

“Ci sono altre zone del territorio che vanno adeguate dal punto di vista delle nuove tecnologie – ha concluso l’assessore Proietti - penso per esempio al bivio di San Polo e a via di Collenocello, questo è solo un primo passo che privilegia ed avvicina una periferia. Per il centro storico c’è ancora molto da fare ma questo vuole essere un segnale forte di attenzione che il Sindaco e l’Amministrazione inviano a tutti gli abitanti del quartiere medievale che merita investimenti anche di questo tipo”.