Gio10212021

Last updateMar, 23 Lug 2013 2pm

Back Sei qui: Home Notizie Territorio Giovedì 12 marzo a Tivoli la riunione del Comitato provinciale per l’ordine pubblico e la sicurezza per 75 Comuni

Giovedì 12 marzo a Tivoli la riunione del Comitato provinciale per l’ordine pubblico e la sicurezza per 75 Comuni

 

Si riunirà a Tivoli giovedì 12 marzo il Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza nel territorio dei Comuni ricadenti nella giurisdizione del Tribunale e del Commissariato di Tivoli e delle aree confinanti dei Municipi V e VIII.

 

La riunione è stata stabilita dal Prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro, d’accordo con il Sindaco di Tivoli Giuseppe Baisi.

“Il comitato - spiega il Sindaco Baisi - esaminerà la situazione dell’ordine pubblico e della sicurezza nel nostro territorio, un’area molto vasta della provincia di Roma che va da Monterotondo fino all’alta Valle dell’Aniene e ai Castelli. Ringrazio il Prefetto Pecoraro per l’attenzione dimostrata ai nostri territori. Organizzare a Tivoli la riunione del Comitato è un segnale importante, anche in relazione agli appelli per la sicurezza e per la giustizia firmati di recente da 40 sindaci del comprensorio e inviati ai Ministri Maroni e Alfano. Mi auguro che l’iniziativa possa essere utile anche per ribadire le richieste inviate dagli enti locali al Governo affinché vengano individuate soluzioni concrete ai problemi legati alla carenza di forze dell’ordine nel territorio. Considerati gli argomenti all’ordine del giorno della riunione, sarà molto importante la presenza di tutti i Sindaci”.

Fanno parte del Comitato, presieduto dal Prefetto, il Presidente e l’Assessore alla Sicurezza della Provincia di Roma, il Questore di Roma, i Comandanti provinciali di Carabinieri, Guardia di Finanza e Corpo Forestale. La Prefettura ha inoltre invitato alla riunione, come rappresentanti delle istituzioni locali, il Presidente della Regione Lazio, il Procuratore della Repubblica e il Presidente del Tribunale di Tivoli.

Il Sindaco Baisi, infine, ha inviato oggi gli inviti ai Sindaci e ai Commissari straordinari degli altri 74 Comuni del comprensorio, ai Presidenti del V e VIII Municipio di Roma e ai Presidenti delle Comunità Montane interessate.