Dom11192017

Last updateMar, 23 Lug 2013 2pm

Back Sei qui: Home Rubriche Fitness Gli esercizi isometrici e i loro benefici

Gli esercizi isometrici e i loro benefici

La ginnastica isometrica si basa sulla contrazione muscolare. Sembrerebbe quasi impossibile che, attraverso la semplice contrazione statica di un muscolo,questo ne possa trarre beneficio:eppure è così!
Come regola generale, il muscolo interessato viene contratto per la durata di sei secondi, quindi dovrà essere rilassato sempre per sei secondi.
Questo "lavoro" interno può essere aiutato da sostegni ( ad esempio: premere contro un mobile ) oppure può essere effettuato sforzandosi contro un ostacolo immaginario.
In alcuni movimenti isometrici che seguono, riguardanti i muscoli pettorali, le mani vengono premute una contro l'altra, poste al disotto, oppure sopra, una tavola o semplicemente strette a pugno, causando una contrazione dei muscoli pettorali.
Le contrazioni isometriche hanno un grande valore per molte parti del corpo non soltanto perché siano effettivamente efficaci per tonificare la muscolatura ma anche e soprattutto perché è possibile esercitarsi in qualsiasi luogo e quando si vuole.
Per quanto riguarda i movimenti indicati, limitatevi a ripeterli per il periodo di tempo indicato, incrementandolo gradualmente giorno per giorno.
I momenti migliori per esercitarvi sono a metà mattino oppure durante il pomeriggio, comunque lontano dai pasti.

ESERCIZIO N°1
Stando in piedi, sollevatevi sulle punte dei piedi. Giunti al punto di massimo sollevamento,cercate di contrarre il più possibile i polpacci, per circa sei secondi, quindi tornate al punto di partenza e, dopo esservi riposati per lo stesso periodo di tempo, ripetete la contrazione. I muscoli interessati sono i polpacci.

ESERCIZIO N°2
Mettetevi a sedere sul pavimento con le gambe incrociate e ponete le palme delle mani, una contro l'altra, all'altezza del torace. Da questa posizione, pressate le braccia una contro l'altra facendo forza il più possibile.
Braccia e pettorali sono le zone interessate dalla contrazione.

ESERCIZIO N°3
Mettetevi a sedere su di una sedia e sollevate il braccio destro lateralmente alla spalla tenendolo piegato. Contraete, sempre per sei secondi, questa zona muscolare dopodiché passate all'altro braccio.
I muscoli delle braccia ed anche la parte esterna del petto sono le zone interessate dalla contrazione.

ESERCIZIO N°4
Mettetevi dinanzi ad una sedia molto pesante oppure un mobile con le palme delle mani appoggiate sotto detto mobile.
Da questa posizione, contraete le braccia per i soliti sei secondi, dopodiché riposate e ripetere un'altra volta. I muscoli delle braccia sono le zone maggiormente interessate dalla contrazione.

ESERCIZIO N°5
Mettetevi a sedere sul pavimento con le gambe incrociate tenendo le palme delle mani in contatto fra loro sopra la testa.
Da questa posizione, effettuate una pressione delle braccia una contro l'altra, per circa sei secondi.
Riposate per lo stesso periodo di tempo , quindi ripetete un'altra volta.