Gio11272014

Last updateMar, 23 Lug 2013 2pm

“Second life” di Carlo Belpoggio

Finalmente in libreria il romanzo “Second life” di Carlo Belpoggio, un libro che racconta un’esperienza di vita importante.
Per comprenderne meglio il messaggio ho intervistato l’autore.

Quando è iniziata la tua passione per la scrittura?
“La mia passione per la scrittura è nata sin da quando ero piccolo, ma poi ho pubblicato il mio primo libro da circa un anno grazie al Mio LIBRO FELTRINELLI”.

Qualcosa sul tuo romanzo?
"Second Life, è un libro in parte autobiografico e in parte di fantasia dove racconto la battaglia che ho dovuto sostenere contro il male oscuro rappresentata con la metafora della spada laser del famoso film Guerre Stellari.
Per dare un tono più dolce al libro ho aggiunto una serie di flash musicali dove racconto i più bei concerti a cui ho assistito.”

Il tuo genere letterario preferito?
“Il mio genere letterario preferito non esiste in realtà, a me piace spaziare dai romanzi di spionaggio alla psicoanalisi. Tuttavia leggo un po’ di tutto.”

Ti ispiri a qualcuno quando scrivi?
“Non mi ispiro a nessuno anche se rileggendo il mio romanzo ho trovato qualcosa di simile a quello che trovo nei romanzi di Fabio Volo.”

La riposta del pubblico?
“Per sapere qual’è la risposta del pubblico dobbiamo aggiornarci tra 10 - 12 mesi . Ora è presto anche se sto vedendo che grazie a internet sta succedendo qualcosa di clamoroso”.

 

Carlo Belpoggio, classe 1964, ama tutto ciò che arte. Si emoziona davanti a un bel quadro o a uno straordinario tramonto. Ama molto la musica e quando ha tempo partecipa a vari concerti.
Adora il mare e infatti vive proprio al Lido di tor San Lorenzo in un villino dove ama molto rilassarsi curando le sue piante, ascoltando la musica e leggendo.
La sua citazione preferita è “Sono scrittore, spero di far bene il mio lavoro e donare emozioni ai miei lettori”.