Dom05272018

Last updateMar, 23 Lug 2013 2pm

Back Sei qui: Home Rubriche Psicologia Aspetti della psicologia applicata

Aspetti della psicologia applicata

Inizierò il mio primo intervento in questa rubrica di Psicologia-Psicoterapia dando un breve, ma chiara sintesi, degli aspetti fondamentali che caratterizzano la Psicologia Applicata, e lo farò sotto forma di domande, come se dialogassi direttamente con un interlocutore "virtuale".

1. Che cos'e' la Psicoterapia?


La psicoterapia è una forma di pratica empirica che, utilizzando tutte le conoscenze e le metodologie appartenenti alla contemporanea ricerca scientifica, studia ed interviene sui problemi psicologici della persona umana (ansia; depressione; ossessioni; disturbi psicosomatici; stress; etc.), con l'obiettivo specifico di risolvere la loro sofferenza (che si manifesta a livello emozionale, corporeo e con disturbi del comportamento).. Naturalmente, presupposto indispensabile di tale intervento psicoterapeutico, è l'origine psicologica dei disturbi.

2. Perche' la Psicoterapia dovrebbe essere più valida d'altre forme d'interventi "psicologici" (pranoterapia; pratiche orientali esoteriche; cartomanzia; etc.)?

La Psicologia come scienza esiste dal 1856 (sic! proprio cosi' !) e al pari di tutte le altre scienze sia fisico-naturali (fisica, chimica biologia, etc.) che umane (pedagogia, sociologia, filosofia, etc.) utilizza la metodologia scientifica che si identifica fondamentalmente con il metodo empirico-sperimentale-dimostrativo e con un uso sistematico e rigoroso dello strumento della razionalità.. In questo senso lo Psicologo-Psicoterapeuta o Psicologo "applicato" non è altro (come nella medicina) colui che applica le conoscenze e le metodologie scientifiche che lo scienziato-ricercatore ha scoperto per lui (ricercatore in ambito psicologico, pedagogico; etc.). Ciò non è vero per altre "forme" d'intervento psicologico che a tutt'oggi rappresentano soltanto mistificazione e pratiche da ciarlatani.

3. Chi sono gli Psicoterapeuti?

Dopo una legge innovatrice e fortemente rispettosa dell'utenza (l. 56/89) oggi per essere riconosciuti legalmente come Psicoterapeuti in Italia bisogna necessariamente essere laureati in Psicologia (5 anni), aver fatto un anno di tirocinio professionale post-laurea ed esame di stato; ed infine una specializzazione (4 anni) in Psicoterapia.

4. Su quali tipologie di problematiche è possibile utilizzare la Psicoterapia?

La Psicoterapia è indicata per tutte le problematiche psicologiche riguardante la persona, le quali, utilizzando categorie psichiatriche possono essere indicate in: ansia, depressione, fobie, ossessioni, stress, problemi relazionali, di aggressivita', problemi psicosomatici, etc.

5. Quanto è efficace, come interviene, e quali sono i tempi di cambiamento della Psicoterapia?

L'efficacia della psicoterapia è senza dubbio evidente, e la sua dimostrazione più chiara è la sempre più grande richiesta da parte del sociale; ricerche più sistematiche (scientifiche) hanno in ogni caso dimostrato una percentuale di efficacia, in relazione a disturbi nevrotici, che si aggira in torno al 70/80 %. Invece i tempi sono identificabili in un minimo di alcuni mesi (e non anni!) Infine per quanto riguarda gli strumenti utilizzati per il cambiamento sono tutte le strategie e le tecniche che appartengono alla contemporanea ricerca scientifica psicologica.

Naturalmente mi rendo perfettamente conto che tali domande meriterebbero ben altri spazi ma in questo conteso non mi è possibile altrimenti. Spero in ogni modo di essere stato abbastanza esauriente e vorrei terminare affermando che non solo è POSSIBILE ma oggi, fortunatamente, è anche MOLTO PROBABILE superare problematiche psicologiche; l'importante è affidarsi ad operatori qualificati dal punto di vista legale, professionale ed anche morale.