Mar03312020

Last updateMar, 23 Lug 2013 2pm

Dacia Maraini e il suo ultimo romanzo “L’amore rubato”

Dacia Maraini è una scrittrice che nei suoi romanzi ha sempre saputo coinvolgere il suo pubblico mettendo in risalto tematiche importanti ed evidenziando i problemi della quotidianità.

Basta pensare al romanzo “La lunga vita di Marianna Ucrìa” dove l’autrice narra la storia di questa donna costretta a sposarsi giovane in una Sicilia antica.

Il tema che Dacia affronta nel romanzo “L’amore rubato” è sempre attuale in quanto riguarda storie di donne e di violenza su di loro.

Con il suo linguaggio chiaro e semplice riesce ad avvicinare un vasto pubblico di lettori.

Le protagoniste del nuovo romanzo della Maraini sono sette donne, ognuna con una propria storia, ma con un filo conduttore che è sempre lo stesso: quello della violenza che avviene nei loro confronti.

Le protagoniste di questo romanzo mostrano tutte la loro forza e la voglia di lottare, ma nello stesso tempo anche la loro debolezza di fronte ai grandi problemi della vita.

“L’amore rubato”… questo il titolo, perché a queste donne è stato rubato un sentimento importante: l’amore che ti dà la forza di andare avanti.

Tra le varie protagoniste citiamo Marina, che continua a dire ogni volta che si reca al pronto soccorso di essere caduta dalle scale, pur sapendo che quei lividi sono il frutto della violenza del suo compagno, Angela, che si lega alle parole della chiesa perché si sente colpevole del suo gesto di disobbedienza e Ale, che decide di abortire quel figlio concepito durante una violenza.

Lasciamo ai lettori la scoperta di queste e delle altre storie contenute nel romanzo.

Dacia Maraini nasce a Fiesole.

Nel 1962 pubblica il suo primo romanzo, La vacanza, per poi continuare con L’età del malessere .

Dacia Maraini si è occupata anche di teatro con al fondazione assieme ad altri scrittori, il Teatro del Porcospino, in cui si rappresentano solo novità italiane.

Tra i suoi tanti romanzi si ricordano la “Lunga vita di Marianna Ucrìa”, che vince il Campiello, la raccolta di poesie “Viaggiando con passo di volpe”, “Bagheria” e “La ragazza di via Maqueda”.

 

 

A cura di Claudia Crocchianti